venerdì, Ottobre 22, 2021
HomeNews44° Campionato Invernale Vela d'Altura del Golfo di Napoli: cerimonia di Premiazione...

44° Campionato Invernale Vela d’Altura del Golfo di Napoli: cerimonia di Premiazione all’Accademia Aeronautica

NAPOLI – Sarà la bellissima sede dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli ad ospitare la Cerimonia di chiusura del 44° Campionato Invernale di Vela d’Altura del Golfo di Napoli “Trofeo Gutteridge 1878” giovedì 28 maggio a partire dalle ore 18, con ​il Cocktail di benvenuto e la consegna dei premi ai migliori regatanti di ogni categoria.

L’evento velico ha preso il via a novembre del 2014 con un programma articolato in nove prove, di cui sono state portate a termine otto nonostante le cattive condizioni meteo manifestatesi in quasi ogni appuntamento, ciascuno affidato all’organizzazione dei Circoli campani Remo e Vela Italia, Reale Yacht Club Canottieri Savoia, Club Nautico della Vela, Canottieri Napoli, Circolo Nautico Posillipo, Punta Imperatore, Circolo Nautico Torre del Greco componenti il Comitato Promotore Grande Vela che include anche le Sezioni Veliche della Marina Militare e dell’Accademia Aeronautica e la sezione napoletana della Lega Navale Italiana.

Al Campionato hanno preso parte quaranta imbarcazioni cui si è aggiunta la flotta del Campionato Primaverile di Levante che ne ha raddoppiato il numero nella penultima prova in calendario. Il programma 2014-2015 ha visto la realizzazione delle seguenti regate, veri e propri eventi nell’evento: a novembre, la Coppa Arturo Pacifico, articolata in due prove, a cura del Circolo Remo e Vela Italia, con primi classificati Angry Red-Unitenergy (Classe 2-5) e Sparviero (Minialtura, SVAA); a dicembre il Trofeo Gaetano Martinelli del Club Nautico della Vela, con primi classificati Dolcerezza (Classe 4-5) ed Artiglio (Minialtura); a gennaio il Trofeo Ralph Camardella organizzato dal Circolo Canottieri Napoli, con primi classificati Scugnizza (Classe 3) e Mary Poppins (Minialtura); a febbraio la Coppa Francesco de Pinedo, allestita congiuntamente dallo Sport Velico Marina Militare sez. di Napoli e dalla Sezione Velica Accademia Aeronautica, con primi classificati Raffica (Classe 2) e Sparviero (Minialtura, SVAA); a febbraio il Trofeo Molosiglio della Lega Navale Italiana sez. di Napoli, l’unica annullata senza possibilità di recupero; e a marzo il Trofeo Città Torre del Greco, a cura del Circolo Nautico Torre del Greco, con primi classificati Dolcerezza (Gruppo 4-5) e Artiglio (Minialtura); il Challenge Comuni di Levante del Comitato Vele di Levante con primi classificati Le Coq Hardi’ (Classe 2-5) e Mary Poppins (Minialtura) e la Coppa Giuseppina Aloj del Reale Yacht Club Canottieri Savoia, con primi classificati Dolcerezza (Classe 4-5) e Mary Poppins (Minialtura).

Alla fine dell’intera programmazione a classificarsi prima overall e ad aggiudicarsi il “Trofeo Gutteridge 1878” è stata l’imbarcazione Le Coq Hardì, battente il Guidone del CRV Italia, degli armatori Maurizio e Gianpaolo Pavesi. Nella Classe Minialtura va a Mary Poppins di Claudio Polimene, del CN Torre del Greco, il “Trofeo Comitato Grande Vela”.

Questa la dichiarazione di Nunzio Colella, fondatore della Capri Srl, proprietaria dei marchi di abbigliamento Alcott e Gutteridge: “E’ stato per noi un grande piacere poter supportare una così importante manifestazione che da lustro e visibilità al nostro bellissimo Golfo. La Vela è uno sport nobile che ben sposa i valori storici di un brand come Gutteridge che trova le sue radici proprio qui a Napoli sin dal 1878. Abbiamo ritenuto opportuno essere main sponsor della manifestazione proprio perché crediamo nei valori dello sport e siamo onorati dell’aver partecipato ad un progetto che rimarca la tradizione di uomini di mare che da sempre ha contraddistinto i velisti partenopei.”

A ringraziarlo per il sostegno Pippo Dalla Vecchia, Presidente del Comitato Promotore Grande Vela, che sottolinea: “il Comitato Grande Vela deve esprimere gratitudine in prima istanza allo sponsor e per esso al Sig. Colella, per aver sostenuto questa manifestazione fornendo energie finanziare affinché si svolgesse con la tradizionale qualità organizzativa in ordine al numero delle regate e dei premi. Il Campionato è nato avversato dal cattivo tempo che nella prima parte ha imperversato sul Golfo di Napoli, ma grazie alla tenacia del Comitato e dei concorrenti, otto prove sono state portate brillantemente a termine, permettendo di stilare una classifica finale assolutamente veritiera per i risultati conseguiti dai partecipanti.

Un doveroso ringraziamento, quindi, a tutti i circoli appartenenti al Comitato che hanno fatto sì che le prove a loro assegnate venissero svolte con estrema cura e agli altri sponsor Aversano Allestimenti, Banks Sail, Powerboat Italia e Sailing Solution per l’ulteriore prezioso contributo. Infine un sentito ringraziamento va all’Accademia Aeronautica ed al suo Comandante, il Generale Fernando Giancotti, che ha consentito ancora una volta alla Vela napoletana di riunirsi nello splendore dell’Accademia Aeronautica dove è stata organizzato il ricevimento della Premiazione, suggellando così il successo di questa manifestazione giunta alla sua quarantaquattresima edizione, e alla Marina Militare e al Presidente della Sevena il Contrammiraglio Magnanelli sempre al nostro fianco”. “Abbiamo avuto l’onore di essere invitati a far parte del Comitato Promotore Grande Vela che raccoglie circoli di prestigio e di tradizione centenaria”, ​spiega il Comandante dell’Accademia Aeronautica, il Generale di squadra aerea Fernando Giancotti, “e siamo orgogliosi di esserne membri anche per la valenza di relazione con il territorio.

Ci riteniamo al servizio del Paese ed il paese più prossimo e proprio il nostro territorio. La sezione Vela è una tradizione di molti anni ormai e devo dire una tradizione di successo anche dal punto di vista agonistico. Il senso della sua istituzione è legato alla nostra attività di formazione, poiché la Vela implica molti dei valori che noi perseguiamo. E’ stato naturale, essendo tra l’altro vicino al mare, sviluppare questo tipo di attività sportiva dove si fa lavoro di equipaggio, c’è l’interazione con l’ambiente marino e l’atmosfera, e in cui le vele sono delle vere e proprie ali. Ho avuto inoltre l’onore di regatare a bordo di Sparviero ottenendo grande soddisfazione anche se, pur essendo in testa alla classifica, abbiamo avuto due rotture che ci hanno poi fatto perdere posizione. Ma quella della Coppa De Pinedo è stata una bellissima vittoria con un vento fortissimo che siamo riusciti a controllare”.

“Il Campionato è stato sicuramente un successo organizzativo”, rimarca poi il Presidente della Sezione Velica della Marina Militare, il Contrammiraglio Luciano Magnanelli, “grazie alle sinergie messe in campo dai Circoli Nautici e dalle Forze Armate ma, soprattutto, un successo sportivo: grazie all’ottima disposizione dei campi di regata ed alla professionalità del Comitato si sono svolte regate avvincenti, combattute e di elevato livello tecnico a testimonianza della vitalità e della competitività della marineria napoletana.

Anche la Sezione Velica della Marina, oltre a partecipare agli aspetti organizzativi del Campionato, non si è sottratta al confronto sul campo di regata con le altre imbarcazioni iscritte al Campionato Minialtura; particolarmente serrato è stato il confronto con la flotta dei J24 dell’Aeronautica che ha reso maggiormente coinvolgente il Campionato. In ogni caso il vero vincitore della manifestazione è stato sicuramente il Comitato Grande Vela a cui va riconosciuto il merito di aver creduto nelle potenzialità della Vela napoletana e di aver regalato alla Città questa splendida manifestazione”.

Questo, infine, il commento di Claudio Polimene, armatore di Mary Poppins, vincitrice al suo esordio in Campionato: “Dopo 4 anni di partecipazione al Campionato Minialtura del Golfo di Napoli, con eccellenti risultati, quest’anno abbiamo deciso di avventurarci nel Campionato Invernale, ai nostri occhi l’evento più impegnativo e rappresentativo del Golfo. Pur essendo la nostra prima esperienza, da subito abbiamo acquisito consapevolezza dei nostri mezzi, ma con la convinzione che non avremmo avuto vita facile, e così è stato! Avversari agguerriti e condizioni difficili per le caratteristiche della nostra barca, hanno messo a dura prova la nostra partecipazione, consentendoci di strappare la vittoria solo alla fine, e con un distacco minimo. Ciò dimostra che la categoria “minialtura” è anch’essa impegnativa e nel contempo gratificante.

Mi auguro che in futuro la pattuglia delle “piccole” cresca di numero, e che i circoli che si affacciano sul Golfo di Napoli possano “stimolare” gli armatori ad una maggiore partecipazione. La nostra esperienza dimostra che è possibile, anche per barche provenienti da circoli del “levante”, ottenere buoni risultati in competizioni più impegnative. Ringrazio il mio equipaggio per la passione e l’impegno profuso, ed il Circolo Nautico di Torre del Greco per il costante supporto nel corso di tutta la stagione. Per concludere, per noi l’invernale ha rappresentato un ottima occasione per testare equipaggio e barca in condizioni meteo particolarmente variabili ed impegnative. Un allenamento duro, che ha permesso di prepararsi al massimo in vista del campionato nazionale d’area del -Tirreno, da poco concluso, nel quale il team è riuscito a primeggiare dopo un’agguerrita battaglia con altri equipaggi di prim’ordine”.

Giovedì prossimo, ad aprire l’assegnazione dei riconoscimenti alla presenza di armatori, ospiti e istituzioni, sarà la Cerimonia di Premiazione della Coppa Francesco de Pinedo, prova svolta il 1 febbraio 2015 che vede la seguente classifica:
CLASSE 2, Primo Classificato: RAFFICA – PASQUALE OROFINO – CNP IMPERATORE
CLASSE 3, Primo Classificato: SCUGNIZZA – VINCENZO DE BLASIO – CCN
CLASSI 4/5, Primo Calssificato: SUAKIN – FRANCESCO GOLIA – RYCCS
GRAN CROCIERA, Primo Classificato: CASSIOPEA – MANSUETO-CEMBROLA – SEVENA
CLASSE MINIALTURA, Primo Classificato: SPARVIERO – SVAA

Quindi saranno premiati i primi piazzamenti del “Trofeo Gutteridge 1878”:
Primo Classificato OVERALL: LE COQ HARDì – MAURIZIO E GIANPAOLO PAVESI – CRV ITALIA
CLASSE 2, Primo Classificato: LE COQ HARDì – MAURIZIO E GIANPAOLO PAVESI – CRV ITALIA;
Secondo Classificato: RAFFICA – PASQUALE OROFINO – CN PUNTA IMPERATORE; Terzo Classificato: NIENTEMALE – OSCI CALCAGNI – LNI POZZUOLI; Primo Classificato Gran Crociera: HERING ORASI – DANIELE PICA – LNI NAPOLI.
CLASSE 3, Primo Classificato: ANGRY RED – DOMENICO CICALA – RYCC SAVOIA; Secondo Classificato: SCUGNIZZA – VINCENZO DE BLASIO – CIRCOLO CANOTTIERI NAPOLI; Terzo Classificato: SLY FOX – FOTTICCHIA/CANALE – RYCC SAVOIA.
CLASSI 4/5 , Primo Classificato: DOLCEREZZA – RENATO CIAGLIA – LNI NAPOLI; Secondo Classificato: PATRICIA – HILTRON – DOMENICO BUONOMO – LNI NAPOLI; Terzo Classificato: CARAMELLE – TECSA – GIOVANNI LANDI – COMPAGNIA DELLA VELA SALERNO; Primo Classificato Gran
Crociera: CASSIOPEA – MANSUETO/CEMBROLA – SEVENA.
Per il “Trofeo Comitato Grande Vela”, CLASSE MINIALTURA, si premieranno: Primo Classificato: MARY POPPINS – CLAUDIO POLIMENE – CN TORRE DELGRECO; Secondo Classificato: ARTIGLIO – DE PASQUALE/LAPEGNA – LNI NAPOLI; Terzo Classificato: ELETTRA – SVMM.

Foto: Rastrelli

RELATED ARTICLES

Most Popular