Home » Italia, News » APM Terminals (Maersk) investe 150 mln a Vado

APM Terminals (Maersk) investe 150 mln a Vado

VADO LIGURE – Apm terminals (Maersk) ha firmato un contratto per la costruzione e la consegna di 4 gru da banchina e 14 gru da piazzale su rotaia automatizzate (Armg) per il nuovo terminal container in fase di realizzazione a Vado Ligure. E’ la prima nuova costruzione portuale fatta in Italia da decenni (apertura prevista a gennaio 2018), l’impianto avrà una capacità annua di 800 mila teu e la possibilità di gestire le grandi navi da 18 mila teu (ora sulle coste liguri arrivano quelle fino a 14 mila teu).

Il governo italiano ha stanziato 300 milioni di euro per i lavori civili del progetto, mentre Apm terminals sta investendo 150 milioni nel terminal che creerà 450 posti di lavoro.

Nel 2014 i porti liguri (Genova, La Spezia e Savona) hanno movimentato 3.5 milioni di teu in totale con un incremento del 6% rispetto all’anno precedente. “L’ordine delle gru è un punto cruciale nello sviluppo sia del progetto del terminal contenitori che di tutta l’area di Savona-Vado”, spiega l’ad di Apm terminal Vado Carlo Merli, e aggiunge che “questa infrastruttura portuale è essenziale per un salto di qualità nel network logistico italiano: la costa ligure diviene accessibile per le grandi navi di nuova generazione delle compagnie globali”.

Il nuovo terminal sulla piattaforma, costruita per gestire sia traffico container sia rinfuse liquide, verrà integrato operativamente al Reefer Terminal di Vado Ligure, già acquisito da Apm Terminal lo scorso agosto. Le gru da banchina saranno consegnate nel marzo 2017, mentre le Armg arriveranno nel mese successivo.

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=33188

Scritto da su Ott 12 2015. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab