CAMPIONATO NAZIONALE OPEN ASSO 99: IVANO BRIGHENTI, ASSATANATO E IMPRENDIBILE

BRENZONE – Ieri, venerdì 3 giugno, prima giornata di regate per questa edizione 2016 del Campionato Nazionale Open Asso 99 organizzata, anche quest’anno, dal Circolo Nautico Brenzone.

Dodici barche al via, che diventano presto undici, purtroppo, a causa di un perno, sottocoperta, dello strallo di prua di Konig Ludwig, la regale barca del Principe Luitpold di Baviera, che salta, strappando un pezzo della coperta e causando la rottura dell’albero, nella fase di partenza della prima delle tre prove disputate.Nessuna regata, quindi, oggi, per il principe, che potrà riprendere parte alla competizione domani, quando alle 13:00 verrà dato il primo avviso.Tre le prove disputate, invece, dagli undici Asso rimasti sul campo, con condizioni climatiche incerte e vento tra i 10 e i 12 nodi.

I complimenti di tutti vanno, in primis, al Comitato di Regata, presieduto da Giorgio Battinelli: veloce ed efficiente ha fatto sì che tutte le prove in programma fossero portate a termine, prima dell’inesorabile calo del vento.

Complimenti, da parte di tutti gli equipaggi, anche a Ivano Brighenti, al timone di Assatanato-Vetrocar: lo skipper veronese, definito inarrestabile dagli avversari, sembra non averne sbagliata una, oggi, e chiude al primo posto della Classifica Provvisoria, piazzandosi saldamente in testa, già dalla prima prova, dove taglia il traguardo per primo, dopo un decisivo stacco dal resto del gruppo sul secondo tratto di bolina.Primo anche nella seconda prova e terzo nell’ultima, Assatanato termina la giornata con 5 punti, in testa alla classifica.

Secondo posto per Confusione, di Elena Reboldi, con Laura Galbiati al timone, che conduce tre splendide regate, dando il meglio di sé nella terza prova, conclusa con un secondo piazzamento. Un 3-4-2 che porta Confusione a soli 4 punti da Brighenti, nella Classifica Provvisoria.

Terza posizione per Pigreco, la barca del Circolo Vela Gargnano, messa a disposizione del Circolo Nautico Brenzone, per quest’occasione. Al timone una new entry per la Classe Asso, Luca Brighenti, Presidente del CNB, che dimostra come la barca sembri disegnata appositamente per lui.

Una collaborazione, quella tra il Circolo Vela Gargnano e il Circolo Nautico Brenzone, che potrebbe risultare proficua anche per gli anni a venire.Buona la performance di Gradasso, timonata dallo stesso armatore, Pietro Bovolato, che, in equipaggio con il figlio Luca, si piazza al quarto posto della classifica, rimediando all’OCS della prima prova con un primo posto nell’ultima, disputata con vento calante (6/7 nodi), ormai completamente girato a sinistra.Grande sorpresa di questa prima giornata, Diego Petrucci, che si aggiudica la quinta posizione, grazie alle ottime scelte tattiche.

Sesto, Albino Fravezzi, su Sconquasso AC&E, che non sembra riuscire nel tentativo di recuperare l’OCS della prima prova. Non è ancora detta l’ultima parola, secondo il Doge del Garda, che, con serenità, dichiara “se ne riparlerà domani”.Chiudono al settimo posto, le ragazze dell’equipaggio di Amassone, la barca tedesca dell’armatore Klaus Michael Koch, capitanate da Imke Brockeshoff, che hanno suscitato l’ammirazione di tutti i regatanti, girando ben tre boe in seconda posizione e dimostrandosi molto abili nei ritorni di poppa. Ottava posizione per l’ultima barca iscritta alla Classe, Masquerada, di Vicentini Carlo e con Simone Dondelli al timone.

Giornata non troppo brillante per Assterisco, timonato da Pier Omboni, che cade vittima di due OCS, nella prima e nella seconda regata, parzialmente mitigati da un secondo posto nella prova di mezzo. L’equipaggio di Zamboni, Campione in carica, chiude al nono e dovrà impegnarsi duramente, nelle restanti 5 prove, per recuperare i punti persi e difendere il titolo.

Decimo, Paterasso, della scuola vela di Brenzone GoSail, condotto da Federico Camponogara.Undicesima, la barca della Società Canottieri Garda Salò, con Michel Lambertini al timone.Dodicesimo, ahimè, lo sfortunato Luitpold di Baviera, con il suo Konig Ludwig.La prima prova, con ben cinque OCS in partenza, si è rivelata determinante per l’andamento di questa prima, avvincente, giornata, che ha gettato le basi per un campionato ricco di sorprese.