Porto di Livorno: rinnovo della concessione per Lorenzini

LIVORNO – Il rinnovo della concessione (e il rilascio di un’altra, di pari durata alla proroga) in cambio di nuovi investimenti e di un sostanziale aumento della forza lavoro.
Nell’ultima seduta del Comitato portuale prima della pausa estiva, l’impresa Lorenzini intasca l’ok del Parlamentino di Palazzo Rosciano: la società potrà operare sino al dicembre del 2029 sulle aree già assentite in concessione e su quelle oggetto di una nuova assegnazione.

Viene così a configurarsi, coerentemente con le previsioni del Piano Regolatore Portuale, un moderno polo multipurpose che vede interessata la Sponda Est della Darsena Toscana, dalla calata Lucca alle aree retrostanti l’accosto 15 C, e che permette a Lorenzini di sviluppare a pieno i propri traffici.

L’istanza di proroga è stata sostenuta da parte del terminal operator da un programma di nuovi investimenti, stimati in circa 11 milioni di euro, per l’acquisto di nuove gru e macchinari per la movimentazione delle merci, e dalla prospettiva di un incremento occupazionale che dovrebbe portare la società a passare da 61 a circa 76 unità lavorative.
La delibera, che è stata approvata all’unanimità, ha ottenuto l’assenso del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che, in questa fase di transizione a ridosso della riforma, l’Apl aveva ritenuto di dover coinvolgere.