43° Campionato Invernale dell’Argentario e 1° Campionato Invernale Unificato della Costa d’A

Il punto della situazione dopo le prima due giornate

–  Ha preso il via domenica 20 ottobre il 43° dell'Argentario, evento che, insieme al 12° Campionato di , è parte integrante del 1° Campionato Invernale Unificato della Costa d'Argento, organizzato dal Argentario, dallo e dal Circolo Velico e Canottieri di Porto Santo Stefano.

La prima giornata di regate è stata impegnativa per gli equipaggi giunti a Cala Galera: le annunciavano l'aumento del vento di Scirocco con un'intensità tra i 18 e 22 nodi a partire dalle ore centrali della giornata.

Il Comitato di Regata, presieduto da Maurizio Giannelli in collaborazione con Fabio Andreuccetti e Bruno Iazzetta, ha predisposto un percorso costiero di circa 17 miglia. Durante le procedure di partenza, lo Scirocco segnava già sull'anemometro punte di 20 nodi, che nel corso della regata sono arrivati a sfiorare i 30, costringendo parte della flotta al ritiro.

Nelle prime posizioni in tempo reale c'è stato un testa a testa fino al traguardo tra Poesia, il nuovissimo GS 48 di Lorenzo Fagioli, e Quattrogatti, il Comet 45 di , risoltosi poi in favore dell'imbarcazione di Fagioli.

Ultima in reale, ma prima in tempo compensato sia in IRC che in ORC, è stata l'imbarcazione d'epoca Galahad di Gerhard Niebauer, un Morgan Giles costruito nei primi anni sessanta per la , destinata all'addestramento velico degli allievi del Naval Engineering College di Manadon (), che come sempre dà il meglio di sé quando le condizioni meteomarine si fanno impegnative.

Sul podio ORC, Galahad è stata seguita da Ari Bada e Quattrogatti. Sul podio IRC, da Ari Bada e Poesia.

La seconda regata del Campionato Invernale dell'Argentario, in programma per domenica 3 novembre, non è stata completata per via del maltempo. Il Bando di Regata non prevede recuperi, per cui l'appuntamento slitta alla terza giornata, in programma per domenica 17 novembre.