LA DOPPIETTA ROMENA LASCIA TUTTI A BOCCA APERTA ALL’ESIBIZIONE DEL RED BULL CLIFF DIVING DI OSLO

Il Teatro dell’Opera di Oslo debutta come location e i diver del Red Bull Cliff Diving mostrano le loro eccezionali abilità tuffandosi dalla piattaforma di 27 metri.

In un pomeriggio altamente competitivo al Teatro dell’Opera di Oslo, è stato il romeno Constantin Popovici a battere di un soffio il connazionale Catalin Preda, in un’esibizione molto serrata dominata dalla Romania. Gli atleti hanno realizzato una serie di tuffi straordinari, lasciando a bocca aperta gli spettatori venuti ad assistere al primo evento sportivo in assoluto ospitato in questo storico edificio.

Dopo una partenza lenta nel primo round di venerdì, Preda ha ingranato la marcia sabato pomeriggio, mostrando la stessa finezza acrobatica e precisione infallibile che, a giugno, lo hanno portato alla vittoria nella prima tappa della Red Bull Cliff Diving World Series a Saint-Raphaël in Francia “Ieri il meteo mi ha sorpreso, ma sono davvero contento di come mi sono ripreso oggi”, ha commentato così la sua esperienza a Oslo, “questo è sicuramente un incoraggiamento!”

Popovici era in una forma altrettanto straordinaria e per superare il suo connazionale ha dato tutto nel suo ultimo tuffo. “Era una gara tra me, Catalin e Gary e sono contento di aver vinto. Inoltre, sono davvero impressionato dalla folla e da come tutto appare dall’alto. Questo è assolutamente il mio posto preferito.”

Il leggendario Gary Hunt, che da quest’anno rappresenta la Francia, è rimasto sbalordito dalla gigantesca piattaforma di 30 metri, la più lunga nella storia del cliff diving, che si estende dal tetto del Teatro dell’Opera di Oslo. “Questa non è una piattaforma, è una pista di lancio. È davvero notevole ed è visibile anche da lontano” ha detto il terzo classificato. “Questo posto è stato fantastico. Non mi aspettavo che venisse così tanta gente, spero davvero di tornarci!”

Questo è stato il primo evento sportivo in assoluto tenuto al Teatro dell’Opera e, anche se non erano previsti punti per la classifica a causa delle restrizioni di viaggio che hanno trasformato questa tappa in una esibizione, è stato emozionante e plateale come gli altri eventi della World Series. Non solo abbiamo avuto un altro assaggio di quello che potrebbe rivelarsi un’emozionante competizione a tre per aggiudicarsi il trofeo King Kahekili, ma i fan norvegesi che hanno assistito dal vivo hanno goduto della bravura di alcuni dei talenti emergenti di questo sport.

Lo spagnolo Carlos Gimeno, lo specialista della verticale, si è classificato nuovamente quarto, come era avvenuto in Francia, mentre il duo svizzero Matthias Appenzeller e Jean-David Duval, insieme al tedesco Manuel Halbisch, grazie a questo tuffo di 27m hanno vissuto un’esperienza unica. Alain Kohl (LUX) e Michal Navratil (CZE), forti della loro carriera, hanno dato vita a un grande spettacolo e lo showman ceco, per il tuffo finale, ha indossato il mantello da Superman stupendo tutto il pubblico.

Unica donna presente a Oslo la spagnola Celia Fernandez, che ha aperto ogni round con un tuffo dalla piattaforma di 20 metri.

Dopo questo evento, ora tutti gli occhi sono puntati sulla tappa della World Series a Mostar (Bosnia-Erzegovina) dove il 28 agosto le 12 donne e i 12 uomini torneranno in azione, per la sesta stagione di fila, sullo storico ponte Stari Most.

Risultati Esibizione Red Bull Cliff Diving a Oslo
1- Constantin Popovici ROU – 406.00 punti
2- Catalin Preda ROU – 403.70
3- Gary Hunt FRA – 376.55
4- Carlos Gimeno ESP – 339.20
5- Michal Navratil CZE – 297.05
6- Matthias Appenzeller SUI – 296.50
7- Alain Kohl LUX – 266.60
8- Manuel Halbisch GER – 247.45
9- Jean-David Duval SUI – 203.90