RHIANNAN IFFLAND SPLENDE A MOSTAR E CONQUISTA LA 10° VITTORIA CONSECUTIVA NEL RED BULL CLIFF DIVING

L’inarrestabile australiana regna di nuovo sul fiume Neretva, mentre Gary Hunt torna a vincere allo Stari Most

Rhiannan Iffland conferma il suo record di vittorie alla terza tappa della Red Bull Cliff Diving World Series 2021 a Mostar, in Bosnia-Erzegovina, conquistandone 10 di fila in tre stagioni. Nella competizione maschile, Gary Hunt è tornato in cima al podio per la prima volta in questa stagione, affrontando l’ultima sfida con Constantin Popovici e ottenendo la sua terza vittoria a Stari Most.

Con il maltempo previsto per sabato, gli organizzatori della gara hanno deciso di aggiungere un turno extra di tuffi al programma di venerdì pomeriggio, assicurandosi così che i tre tuffi necessari per la competizione fossero completati. La possibilità di fare un quarto turno di tuffi è svanita quando il cielo ha iniziato ad aprirsi e la gara ha avuto inizio.

Già con un vantaggio di 37 punti rispetto alla sua avversaria all’inizio del round finale, la Iffland ha fatto un altro tuffo impeccabile nel fiume Neretva, non solo per assicurarsi il record di 10 vittorie consecutive, ma anche per superare il suo punteggio di gara.

“Mi stavo chiedendo se fosse il mio miglior punteggio”, ha detto la quattro volte campionessa, che è anche diventata la prima donna a vincere due volte in questo luogo. “Partivo con un bel vantaggio, quindi il mio obiettivo era quello di spingere il mio punteggio personale più in alto. La prossima volta lo farò ancora”.
“Qui a Mostar è sempre un successo o un fallimento. È molto difficile tuffarsi da un ponte, la visuale è diversa, per me è più difficile rispetto a molte altre località. Il tutto dipende da chi si esibisce quel giorno e da chi sa gestire i nervi e la pressione”.

“Decima vittoria di fila. Stavo dicendo, poco prima di raggiungerla, che la pressione ha iniziato a piacermi e questo è il risultato. Sono molto entusiasta, quindi ora sono pronto per altre vittorie. Mi aspetta l’undicesima!”.

La messicana Adriana Jimenez ha mostrato un ottimo allenamento nella sua prima apparizione dopo oltre due anni, eseguendo uno dei migliori tuffi del giorno nel round finale e guadagnandosi così il secondo posto. A completare il podio femminile, al terzo posto, è stata la canadese Jessica Macaulay.

Hunt, arrivando a questa tappa senza nessuna vittoria raggiunta nell’edizione 2021, aveva parlato apertamente all’inizio della settimana della doppia “minaccia” di questa stagione rappresentata da Popovici e Catalin Preda. La doppietta romena ha vacillato sotto la pioggia di venerdì, ma nonostante il sensazionale
tuffo finale di Popovici, per il quale ha raccolto due 10, Hunt è riuscito a mantenere la calma rivendicando la 40esima vittoria delle World Series, e la sua prima sotto la bandiera francese.

“40 vittorie, è fantastico!” ha detto Hunt. “Ho fatto così tante esperienze diverse durante questo meraviglioso viaggio che ognuna significa molto per me.”
“Stare in cima al podio con la Marsigliese è qualcosa di speciale.”
“Il titolo è aperto, assolutamente. I romeni stanno combattendo duramente, come lo sto facendo io”
Insieme a Hunt e Popovici sul podio c’era la wildcard russa Nikita Fedotov, che ha ripetuto il suo debutto qui nel 2017 classificandosi terzo.

All’inizio della settimana, proprio a Mostar, i 25 uomini e donne avevano onorato la tradizione secolare dei tuffi con un primo tuffo competitivo direttamente dal ponte vecchio, prima di passare alle piattaforme per i restanti tre round.

Da una Mostar unconventional, uggiosa e selvaggia, le gare della World Series si spostano tra due settimane sulla irregolare e frastagliata costa irlandese a Downpatrick Head, dove l’élite del cliff diving sarà ancora una volta messa alla prova.

Risultati Esibizione Red Bull Cliff Diving a Mostar, BIH

DONNE
1- Rhiannan Iffland AUS – 385.10pts.
2- Adriana Jimenez (W) MEX – 331.95
3- Jessica Macaulay CAN – 324.95
4- Yana Nestsiarava BLR – 323.15
5- Eleanor Smart – 297.60
6- Molly Carlson CAN – 292.35
7- Iris Schmidbauer GER – 288.00
8- Xantheia Pennisi (W) AUS – 282.80
9- Celia Fernandez (W) ESP – 255.20
10- Maria Paula Quintero COL – 236.00
11- Antonina Vyshyvanova (W) UKR – 192.00
12- Jaki Valente (W) BRA – 170.35

UOMINI
1- Gary Hunt FRA – 429.70pts.
2- Constantin Popovici ROU – 401.20
3- Nikita Fedotov (W) RUS – 397.10
4- Catalin Preda (W) ROU – 393.10
5- Alessandro De Rose ITA – 385.50
6- Oleksiy Prygorov (W) UKR – 379.80
7- Andy Jones USA – 377.50
8- David Colturi USA – 366.00
9- Blake Aldridge (W) GBR – 361.05
10- Michal Navratil CZE – 357.25
11- Slavik Kolesnikov (W) UKR – 356.90
12- Carlos Gimeno (W) ESP – 335.40
13- Steven LoBue USA – 320.80
Classifica* (dopo 3 delle 5 tappe)

DONNE
1- Rhiannan Iffland AUS – 400pts.
2- Jessica Macaulay CAN – 260
3- Molly Carlson (W) CAN – 236
4- Eleanor Smart USA – 168
5- Yana Nestsiarava BLR – 160

UOMINI
1- Gary Hunt FRA – 360pts.
2- Catalin Preda (W) ROU – 310
3- Constantin Popovici ROU – 290
4- Alessandro De Rose ITA – 184
5- Andy Jones USA – 138

*L’esibizione di Oslo non conta per la classifica della Red Bull Cliff Diving World Series.