Il famoso Jumbo Floating Restaurant di Hong Kong termina di servire turisti

L’iconico ristorante galleggiante Jumbo, chiuso, salpa dopo che l’operatore ha annunciato che avrebbe lasciato Hong Kong a causa della mancanza di fondi per la manutenzione.


Hong Kong. La nave a forma di palazzo imperiale si è capovolta ma non è affondata, ha detto ieri il portavoce del proprietario della nave, Aberdeen Restaurant Enterprises ltd, in una nota stampa.

Giorni prima, la società aveva annunciato che il maltempo aveva causato il capovolgimento del ristorante e che gli sforzi di recupero si erano presentati ‘estremamente difficili’ a causa della profondità dell’acqua di 1.000 metri (3.280 piedi). Il rappresentante ha rifiutato di commentare ulteriormente la situazione, incluso ciò che accadrà dopo.

Il Dipartimento della Marina di Hong Kong, giovedì ha reso noto che sia Jumbo e sia il suo rimorchiatore di accompagnamento erano ancora nelle acque al largo delle isole Xisha – conosciute anche come Isole Paracel – nel Mar Cinese Meridionale.
La rivelazione del capovolgimento è diventata l’ultima svolta delle varie comunicazioni che hanno coinvolto il Jumbo come riferimento turistico nel porto di Aberdeen, nel sud di Hong Kong per quattro decenni. Il suo proprietario aveva dichiarato, giorni addietro, che un’unità di Melco Resorts & Entertainment ltd stava rimorchiando la nave Jumbo, dopo che i tentativi di donare il ristorante a un parco di divertimenti erano falliti.
La società non ha rivelato dove fosse diretta, ma l’SCMP (South China Morning Post) ha riferito che Jumbo veniva rimorchiato in Cambogia.

La nave Jumbo, come ristorante, era stato inaugurato dal magnate dei casinò di Macao Stanley Ho nel 1976, attirando visitatori tra cui la Regina Elisabetta II e Tom Cruise durante il suo periodo di massimo splendore, mentre recitava in numerosi film, secondo quanto si legge sul sito web del ristorante.
Ma la sua attrazione è diminuita negli ultimi anni e la pandemia l’ha costretta a sospendere le operazioni. Il ristorante ha accumulato perdite per 100 milioni di dollari HK (12,7 milioni di dollari) dal 2013, ha detto il suo proprietario il mese scorso.

Quindi il proprietario della nave ha rilasciato una dichiarazione all’inizio di questa settimana secondo cui, nonostante gli sforzi per salvare la nave, la Jumbo si è capovolta domenica scorsa. La notizia del tragico destino di un’attrazione così famosa, anche se in perdita di denaro, ha generato stupore e dispiacere nella città.
Molti sono gli espatriati e la gente del posto che sta lasciando la città; mentre le restrizioni economiche infinite e la stretta di Pechino minano il futuro di Hong Kong come centro finanziario internazionale. La mancanza di visitatori ha colpito le aziende che dipendono dal comparto turistico, e intanto un’altra icona, lo Star Ferry, avverte che sta soffrendo problemi finanziari.

Abele Carruezzo