I giovani astri del Rainbow Team alle finali nazionali del Trofeo Coni e del Trofeo Next Generation

Quattro monferrini impegnati nella due giorni di gare a Massarosa

Dopo l’entusiasmo e il successo del Waterfestival di Viverone il Rainbow Team, storica scuderia di motonautica di Casale Monferrato, torna in acqua con i suoi giovani piloti impegnati tra venerdì 30 settembre e sabato 1° ottobre nelle finali nazionali del Trofeo Coni e del Trofeo Next Generation – dopo essersi qualificati alle selezioni regionali svoltesi a Casale nel giugno scorso – che si disputeranno sull’Ecolago di Massarosa (Lucca).

Al Trofeo Coni parteciperanno Vincenzo Galofaro – che gareggerà in Formula Junior Èlite prima categoria (con driver dai 12 ai 14) e in Gommoncino Formula Italia senza istruttore – e Camilla Zerbetto, che invece sarà tra i finalisti del Gommoncino Formula Italia con istruttore a bordo. Saranno Giulio Rimondotto e Francesco Galofaro invece i protagonisti del Next Generation e cercheranno un grande risultato in Formula Junior Èlite seconda categoria (con piloti dai 15 ai 18 anni) in rappresentanza del Piemonte. Ad accompagnarli sarà Oleg Bocca, pilota del Rainbow Team e istruttore regionale con all’attivo tre partecipazioni al Trofeo Coni.

Tutti i monferrini saranno parte integrante della sfilata inaugurale di giovedì pomeriggio allo stadio ‘Maccari’ di Chianciano Terme (Siena). Al termine delle gare seguirà quindi la premiazione, sempre a Chianciano, al Parco Acqua Santa, in cui trionferà la Regione capace di raccogliere il punteggio più alto: «Questa manifestazione, infatti, è stata creata dal Coni per fare in modo che ragazzi e ragazze possano passare due giorni all’insegna dello sport da loro praticato – spiega Elisa Bocca, team manager della scuderia casalese – Per questo in Toscana ci saranno giovani atleti provenienti da tutta Italia che rappresenteranno la propria regione e competeranno nelle più varie discipline». Le fa eco il team principal del Rainbow Team e campione del Mondo di F1 H2O del 1992 Fabrizio Bocca: «È un evento di grande rilevanza e per noi è un orgoglio che i nostri ragazzi possano prendervi parte, è un’ottima occasione per accrescere l’esperienza sull’acqua e passare un fine settimana all’insegna dell’essenza più pura dello sport».