mercoledì, Settembre 29, 2021
HomePortiMarinasASSOMARINAS : “FRIENDLY RELATIONS” PER RECUPERARE I MERCATI

ASSOMARINAS : “FRIENDLY RELATIONS” PER RECUPERARE I MERCATI

Le imprese nautico-turistiche che aderiscono all’Associazione  fanno squadra perché i prossimi Saloni Nautici di Duesseldorf e Mosca rappresenteranno  il palcoscenico privilegiato per rafforzare oltralpe, grazie alla  fidelizzazione e all’internazionalizzazione dei mercati, la fiducia e la scelta della vacanza nell’offerta turistico-nautica del nostro Paese.

Internazionalizzazione e fidelizzazione. Sono questi gli obiettivi perseguiti da Assomarinas (L’Associazione Italiana dei Porti Turistici –  aderente a UCINA Confindustria Nautica e a Federturismo –  che associa circa un centinaio di imprese turistico-nautiche dalla Liguria al Friuli Venezia Giulia passando per la Sicilia) che lancia oggi il suo programma fieristico per il 2013, anno che, per l’economia del nostro Paese e di quella nautica in particolare, si presenta ancora come complesso per porti e diportisti anche se, grazie alla revisione del Redditometro e ad altri incentivi, si annunciano deboli segnali di ripresa per quanti hanno puntato, industria nautica e turistica di settore, su ricerca, innovazione e riqualificazione dei servizi.

In questo contesto la strategia promozionale  di Assomarinas punta a recuperare, senza ovviamente dimenticare quello italiano che vedrà l’Associazione presente al prossimo Big Blu di Roma,  quei mercati  esteri tradizionalmente legati all’offerta nautica del  “bel Paese” ricca di eccellenze non solo culturali ma  anche di opportunità imprenditoriali e ludiche dall’enogastronomia alla ristorazione . Da qui la presenza  ai due grandi eventi internazionali   con stand collettivo e imprenditori della portualità turistica italiana: il Boot di Duesseldorf e il M.I.B.S. di Mosca per rispondere ad una domanda che, se  dal centro Europa mira a consolidare la presenza stanziale nei nostri porti e nell’immobiliare ad essi collegato, dal mondo balcanico ha invece il sapore di una nuova conquista di quanto, in termini di eccellenze, sa ancora offrire il nostro Paese, porti turistici compresi.

Prima a  Duesseldorf, poi a Mosca, dunque, dove  in “amichevoli riunioni conviviali”  saranno “ospiti d’onore” di Assomarinas  i giornalisti delle più qualificate testate di settore  per renderli consapevoli “Che in Italia si sta fortunatamente rilevando da parte delle forze politiche impegnate nella prossima campagna elettorale una particolare attenzione, fino ad oggi poco evidente,  per il comparto nautico, oggi finalmente in linea con i programmi europei di sviluppo del turismo costiero e per l’incentivazione al rilascio dei visti per i cittadini di paesi emergenti che, secondo le valutazioni comunitarie – spiega il presidente di Assomarinas Roberto Perocchio –  potrebbero determinare un incremento fino a 60 miliardi di Euro del PIL dell’eurozona”.

Da Assomarinas,  “Welcome on board”, dunque, nella portualità turistica italiana oggi  impegnata nella realizzazione di nuovi 23.500 posti barca e nella riqualificazione dei molti già realizzati ora pronti ad offrire una migliore ricettività  grazie anche agli incentivi sui servizi già introdotti a tutto vantaggio di quel  diporto  internazionale che sceglierà le coste italiane sia per il transito che per trovare un sicuro ed attrezzato ormeggio stanziale.

Perfettamente in linea con UCINA e FEDERTURISMO Assomarinas porterà oltralpe questo importante messaggio, quelli dei tanti imprenditori italiani che, nonostante la crisi in atto, hanno saputo rimboccarsi le maniche e investire credendo nell’ormai certa ripresa del dopo crisi. Internazionalizzazione e fidelizzazione restano, dunque, i “must” di questa importante missione all’estero alla quale hanno già aderito i rappresentanti dei  più qualificati “motori del turismo nautico italiano”.

RELATED ARTICLES

Most Popular