Home » Infrastrutture, Italia, News, Porti » Porto di Genova: Programma straordinario degli interventi Decreto Genova

Porto di Genova: Programma straordinario degli interventi Decreto Genova

Il porto di Genova, con l’obiettivo di riprendere il percorso di sviluppo dei traffici, sperimentato negli ultimi anni e interrotto a seguito del crollo del Ponte Morandi, necessita di accelerare ed incrementare il proprio programma di investimenti che risponde ad una esigenza di livello nazionale in quanto riferito ad una infrastruttura strategica per sostenere i flussi commerciali generati dall’industria del nord Italia.

Il Programma straordinario approvato dal Commissario Marco Bucci su proposta del Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale ,Paolo Emilio Signorini , è finanziato dalle risorse stanziate dalla cosiddetta «manovra Genova» (Leggi nn. 130, 136, 145 del 2018), oltre a quelle già a bilancio dell’Autorità e di altri soggetti pubblici e privati e beneficerà per un periodo di 3 anni delle deroghe previste per la ricostruzione del Ponte Morandi.

L’elenco degli interventi, (consultabile scaricando il file pdf più sotto) è stato predisposto attraverso un lavoro congiunto tra l’AdSP, la struttura del Commissario straordinario e la Società di gestione dell’aeroporto di Genova e si articola in diverse aree di intervento rappresentate dalle infrastrutture di accessibilità, dallo sviluppo portuale, dai collegamenti intermodali a favore dell’aeroporto e dai progetti di integrazione tra la città e il porto.

Atti amministrativi

Localizzazione interventi

Presentazione del programma straordinario per la ripresa e lo sviluppo

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=67103

Scritto da su Set 19 2019. Archiviato come Infrastrutture, Italia, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab