lunedì, Novembre 29, 2021

L'email "salvatore.carruezzo@email.it" è offline, si prega di usare gli indirizzi: "salvatore.carruezzo@gmail.com e "direttore@ilnautilus.it"

HomeTrasportiBLUE ECONOMY E LAVORO, SUCCESSO DI ITS LOGISTICA PUGLIA

BLUE ECONOMY E LAVORO, SUCCESSO DI ITS LOGISTICA PUGLIA

Giovani e imprese hanno affollato l’evento del 14 ottobre al Salone Nautico di Puglia

Nuovi corsi di formazione, valorizzazione del capitale umano e cooperazione internazionale. Sono i tre asset di ITS Logistica Puglia che hanno animato l’evento del 14 ottobre scorso all’interno del Salone Nautico di Puglia e che ha fatto registrare una significativa partecipazione di giovani e imprese: «È la testimonianza che siamo sulla strada giusta» ha commentato Silvio Busico, presidente della Fondazione che gestisce l’ITS che ha sedi a Bari, Brindi, Lecce, Taranto e Foggia. «La nostra presenza al Salone Nautico di Puglia – ha aggiunto Busico – è un segno tangibile della volontà di cogliere le nuove occasioni di questa ripartenza. In questo momento, le imprese hanno chiedono tecnici specializzati nel campo navale e cantieristico ed è una richiesta destinata ad aumentare in modo esponenziale: il nostro territorio e i nostri giovani devono farsi trovare pronti».

Per questo ITS Logistica Puglia ha voluto raccontare non solo la sua offerta formativa, ma anche la qualità del valoro svolto dallo staff sul grande tema della «blue economy» che coinvolge imprese e progetti in corso con altri Paesi come Albania e Montenegro.

Al primo tavolo, moderato dalla giornalista Lucia Portolano e dedicato alla presentazione del corso di “Tecnico Superiore del Trasporto Navale” in partenza a Brindisi hanno partecipato l’assessore regionale Sebastiano Leo; il sindaco di Brindisi Riccardo Rossi; il presidente di Isotta Fraschini Motori (Gruppo Fincantieri) Sergio Razeto, il responsabile sviluppo, relazioni e public affair di Alis Nicolò Berghinz e la direttrice di ITS Logistica Puglia Luigia Tocci. L’evento, molto partecipato anche dai giovanissimi, si è incentrato sulla grande opportunità offerta dalla terra adriatica per lo sviluppo sostenibile e l’aumento dell’offerta di lavoro nel settore nautico per le future generazioni, attraverso una sinergia fra mondo delle imprese, della formazione e delle istituzioni, dove l’ITS rappresenta un volano di crescita territoriale e di occupazione giovanile.

I lavori sono proseguiti con il doppio evento “Economie del mare: sviluppo e competitività aziendale”, organizzato nell’ambito del Project Ports 4.0, parte dell’Interreg Italia-Albania-Montenegro. L’intermodalità sostenibile, le prospettive nel mondo dei trasporti e la tipologia di lavoro richiesto dalle aziende che operano nel comparto logistica, hanno caratterizzato il secondo panel della giornata: “Rinnovare e accrescere le competenze del capitale umano aziendale”, guidato dallo stesso Nicolò Berghinz e dal Responsabile della Rete Imprese di ITS Logistica Puglia, Biagio Provenzale.

La mattinata si è conclusa con il terzo panel “Cooperare per l’innovazione: l’esperienza di clustering del Progetto Ports 4.0”, alla presenza dei partner di progetto e di un’ospite d’eccezione, la direttrice della rete ferroviaria albanese, Eneida Elezi. Gli interventi hanno visto protagonisti i manager e le imprese del network creato da Project Ports 4.0, che ha come lead partner ITS Logistica Puglia. Durante la tavola rotonda hanno presentato la loro esperienza d’innovazione d’impresa Teseo e Robotronix, Gts, Soa, Codeka e Macnil

RELATED ARTICLES

Most Popular