Home » News, Regate, Sport » Volvo Ocean Race: Yann Riou vince il premio Inmarsat per la seconda tappa

Volvo Ocean Race: Yann Riou vince il premio Inmarsat per la seconda tappa

E’ il francese Yann Riou del Groupama sailing team il vincitore del secondo Inmarsat Media Crew Member Award per il miglior lavoro di comunicazione da bordo, durante la seconda tappa della Volvo Ocean Race 2011-12.

Riou è stato scelto da un panel di giudici guidato dal direttore della comunicazione Jon Bramley e dal vice presidente delle relazioni esterne di Inmarsat Chris McLaughlin, battendo gli altri candidati alla vittoria Nick Dana dell’Abu Dhabi Ocean Racing e Hamish Hooper di CAMPER with Emirates Team New Zealand che si era aggiudicato il premio per la prima tappa.

McLaughlin ha dichiarato: “Ancora una volta è stato difficile scegliere il vincitore, lo standard del lavoro degli MCM di questa edizione è migliorato notevolmente rispetto alla regata del 2008/2009 e credo di poter dire che i contenuti della seconda tappa siano stati ancora più interessanti che nella prima. Con l’aiuto del nostro sistema Inmarsat Fleet Broadband i Media Crew Member sono in grado di aggiornare ogni girono i fan portando nelle loro case l’azione che si svolge a centinaia di miglia di distanza in alto mare, con video, foto e testi.”

Jon Bramley ha aggiunto che: “Tutti i sei MCM sono individui dal grande talento e senza di loro non potremmo comunicare quanto accade nel migliore evento di vela oceanica al mondo. E’ stata dura per i giudici scegliere, non solo Yann, ma anche gli altri candidati al premio.”

Rick Deppe, che è il responsabile del progetto degli MCM in seno alla Volvo Ocean Race ha affermato che: “Questa è stata un’altra bella tappa per Yann. Il team era a caccia di una vittoria e lui ha fatto un gran lavoro e ha colto tutta l’emozione del momento. Yann produce sempre materiale di alta qualità e permette ai canali televisivi francesi di avere molte immagini, lavora sempre in modo efficiente e professionale.”

Yann Riou, che ha ricevuto il premio ieri sera in occasione della cerimonia di premiazione della seconda tappa ad Abu Dhabi dalle mani del CEO di Inmarsat Rupert Pearce, ha confessato di essere sorpreso dalla scelta. “Non me lo aspettavo e sono molto sorpreso, credo che la giuria abbia notato in modo particolare la regolarità e la quantità di materiale prodotto in questa tappa. In realtà quando sono in mare non penso a vincere, tutto avviene in maniera naturale, oppure no.”

Inmarsat è partner della Volvo Ocean Race cui fornisce sistemi satellitari altamente sofisticati che permettono agli MCM di trasmettere ad alta velocità il loro materiale dalle barche al quartier generale di Alicante e quindi ai media mondiali. Inmarsat sponsorizza l’MCM Award che consiste in 1.000 Euro per ogni tappa della regata e in 10.000 Euro per il miglior contributo generale alla copertura media dell’evento.

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=6576

Scritto da su Gen 12 2012. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab