Home » News, Regate, Sport » Volvo Ocean Race: Groupama atteso a Itajaì domani, CAMPER verso Capo Horn

Volvo Ocean Race: Groupama atteso a Itajaì domani, CAMPER verso Capo Horn

I francesi di Groupama 4 continuano ad avanzare verso la meta della quinta tappa, che si prevede possano raggiungere nella giornata di domani aggiudicandosi una meritata terza piazza. All’ultimo rilevamento la barca guidata da Franck Cammas si trova a 166 miglia da Itajaì. Intanto, ancora in pacifico meridionale, CAMPER ha iniziato ad accelerare e avanza verso Capo Horn, oggi distante circa 600 milgia dalla sua prua.

I francesi di Groupama 4 sono ormai quasi in dirittura d’arrivo della quinta tappa e contano le ore che li separano dalla linea del traguardo di itajaì, in Brasile. Al rilevamento delle ore 12 della ventitreesima giornata di regata, la barca dello skipper Franck Cammas si trova a 166,7 miglia dalla meta e naviga a una velocità media di poco inferiore ai 9 nodi che dovrebbe quindi consentirle di arrivare nella tarda mattinata di domani, chiudendo a un meritato terzo posto e aggiudicandosi i 20 punti in palio. Un risultato, costato molta fatica, che verrà ripagato con l’ascesa al secondo posto della classifica generale della la Volvo Ocean Race 2011/12, con 127 punti, vale a dire a 20 dai leader spagnoli di 20 Team Telefónica. 



Yann Riou, il media crew member di Groupama 4 nel suo blog ha raccontato che:
“Come previsto il vento è calato abbastanza e di conseguenza anche la nostra velocità. Però non abbiamo problemi e continuiamo. Stamattina Damian Foxall ha issato la tormentina, che si usa come fosse una trinchetta e la trinchetta fa l’uso del genoa. Mi piacerebbe vedere dall’esterno che effetto fa la barca armata in questo modo.”

Con rotta parallela alla costa del Cile, gli ispano/neozelandesi di CAMPER hanno cominciato a navigare più velocemente, a una media di 15,2 nodi con poco più di 13 nodi di vento a favore e con un mare abbastanza formato, con onde intorno ai 4 metri. La barca dell’australiano Chris Nicholson ha passato la barriera delle 2.500 miglia al traguardo e stamani si trova a circa 600 miglia da Capo Horn, che spera di doppiare nelle prossime 48 ore, evitando la parte peggiore di un sistema di bassa pressione che si estenderà sulla zona da mercoledì.

L’obiettivo di CAMPER with Emirates Team New Zealand è di portare a termine la quinta tappa per poter guadagnare i 15 punti assegnati al quarto e restare sul terzo gradino del podio della classifica generale con 119 punti, visto che gli americani di PUMA Ocean Racing powered by BERG, con la bella vittoria di tappa sono risaliti a 113 punti. “Il vento ha cominciato a rinforzare lentamente, dopo essere stato leggero per tutta la giornata. Per noi è positivo, perché ci permetterà di aumentare il ritmo verso Capo Horn prima di mercoledì, quando arriverà molta più aria di quanto sia necessario.” Riporta oggi il media crew member neozelandese Hamish Hooper.

Come si ricorderà sia Groupama 4 che CAMPER sono rientrati in regata dopo essere stati costretti a effettuare delle soste tecniche per riparare i danni subiti: i francesi hanno dovuto fermarsi a Punta del Este in Uruguay per approntare un armo di fortuna a seguito di un disalberamento mentre CAMPER è rimasto qualche giorno a Puerto Montt, in Cile, per riparare la delaminazione di alcune parti strutturali sofferta in pieno pacifico meridionale.

Mentre i due team cercano di raggiungere Itajaì il prima possibile, nel porto brasiliano gli shore team di PUMA e Team Telefónica hanno già cominciato i lavori di verifica e di messa a punto delle barche per ritornare alla competizione in piena forma.

Il calendario della Volvo Ocean Race 2011/12 prevede infatti quattro appuntamenti in terra brasiliana: la regata di prova ufficiale il 19 aprile, la Pro-am il 20, il 21 aprile la In-port (che assegna punti) e infine domenica 22 aprile la partenza della sesta tappa che porterà la flotta a Miami, in Florida USA. Il team portacolori degli Emirati, l’Abu Dhabi Ocean Racing raggiungerà Itajaì via nave e spera di poter essere in acqua e competitivo proprio per la In-port race, fra poco meno di due settimane.

Ordine d’arrivo/posizioni quinta tappa, Auckland/Itajaì:

1. PUMA Ocean Racing powered by BERG: 19d 18h 09m 50s
2. Team Telefónica: 19d 18h 22m 29s
3. Groupama sailing team, 166,7 miglia da Itajaì
4. CAMPER with Emirates Team New Zealand, + 2.467,8
5. Abu Dhabi Ocean Racing, ritirato dalla quinta tappa
6. Team Sanya, ritirato dalla quinta tappa

Classifica provvisoria Volvo Ocean Race 2011-12:

1. Team Telefónica, 147 punti
2. PUMA Ocean Racing powered by BERG, 113
3. Groupama sailing team, 107*
4. CAMPER con Emirates Team New Zealand, 104*
5. Abu Dhabi Ocean Racing, 55
6. Team Sanya, 25
(*Prima della fine della quinta tappa)

Foto: H. Hooper

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=8495

Scritto da su Apr 9 2012. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab