Home » News, Regate, Sport » TERZO GIORNO DELLA ROLEX SWAN CUP

TERZO GIORNO DELLA ROLEX SWAN CUP

Sta entrando nel vivo la diciassettesima edizione della Rolex Swan Cup, l’evento biennale organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda con il title sponsor Rolex. Nonostante una giornata di regate molto combattute, non c’è nessuna novità al comando delle classifiche overall; sempre in testa, nelle rispettive divisioni, Bronenosec di Vladimir Liubomirov (Maxi), Magical Mystery Tour di Edward Leask (Grand Prix), Ondine di Marco Gerbaudo (Classic) e TalJ di Vittorio Riuggiero (Swan45). La manifestazione, che ospita anche il Campionato Mondiale della Classe Swan 45, è in scena a Porto Cervo fino a domenica 16 settembre.

Il maestrale sostenuto di questa mattina ha costretto gli equipaggi ad una lunga attesa; solo dopo aver rilevato un assestamento intorno ai 12/14 nodi, il Comitato di Regata ha concesso loro di spiegare le vele verso l’Isola dei Monaci. Da lì la flotta ha virato in direzione della Secca di Tre Monti  e poi, attraversando lo stretto tra Capo Ferro e l’Isola delle Bisce, è arrivata a Mortoriotto, linea di traguardo per le divisioni Grand Prix, Classic e Swan 45. Solo i Maxi  hanno proseguito, lasciandosi a dritta l’Isola di Mortorio e quella di Soffi, dopodiché sono tornati verso il Golfo del Pevero, completando un percorso di circa 30 miglia.

Si conferma anche oggi leader della categoria Maxi lo Swan 60 Bronenosec, che con un quinto posto in tempo corretto si mantiene davanti a Berenice Bis, lo Swan 80-101 di Marco Rodolfi. Al terzo posto della classifica overall una new entry, lo Swan 112 Highland Breeze che vanta a bordo velisti del calibro di Bouwe Bekking e Dee Smith. Dopo un pesante diciassettesimo posto nella prima prova, il gigante della flotta ha registrato due vittorie e un secondo posto che gli hanno fruttato una risalita in classifica. A pari punti anche il 62 piedi Constanter e lo Swan 601 Stark Raving Mad, che siedono in quarta e quinta posizione.

Lo Swan 42 Magical Mystery Tour tiene salda la flotta dei Grand Prix tallonato da Natalia che occupa la seconda posizione della classifica overall con un punto in meno. A seguire lo Swan 56 di Amanda Hartley, Clem, davanti solo per mezzo punto a Merel Four, lo Swan 53 che oggi ha ottenuto il miglior piazzamento di giornata.

Tra la flotta Classic, ottima prestazione di Shirlaf, lo Swan 65 di Giuseppe Puttini, che con la vittoria di oggi si porta sul secondo gradino della classifica overall dietro solo al 53 piedi Ondine. In terza posizione lo Swan 43 di Enrico Scopesi che ha perso terreno avendo chiuso oggi in sesta posizione.

Non molla la presa il team di TalJ che continua a guidare la flotta dei performanti Swan 45 davanti ad Earlybird di Nagel e Brandis. Quest’ultimo, che oggi ha tagliato il traguardo per primo, accorcia le distanze nella classifica overall portandosi in seconda posizione davanti a Swanted di Stefano Piccolo.

Vittorio Ruggiero, armatore di TalJ, commenta la prestazione odierna: “Quella di oggi è stata una regata molto combattuta, con tanti cambi di posizione in testa alla flotta. Siamo arrivati anche ad essere primi vicino al traguardo, ma un cambio di genoa lento ci ha lasciato terzi. Comunque è stata una bellissima giornata in mare, con vento fino a trenta nodi”. Domani è previsto un giorno di riposo per gli equipaggi in vista di una long race, fissata per sabato, che impegnerà tutte le divisioni.

Foto: Borlenghi

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=11627

Scritto da su Set 13 2012. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab