Home » News, Regate, Sport » L’olandese Bouwe Bekking e Brunel ritornano alla Volvo Ocean Race 2014/15

L’olandese Bouwe Bekking e Brunel ritornano alla Volvo Ocean Race 2014/15

Il velista olandese Bouwe Bekking ritorna per la settima volta alla Volvo Ocean Race, il giro del mondo a vela in equipaggio, come skipper di un nuovo team presentato oggi ad Amsterdam. Per il velista e lo sponsor si tratta di una “questione aperta” visto che Bekking ha partecipato due volte alla regata senza riuscire ad ottenere la vittoria, e che Brunel cercherà per la terza volta di conquistare il trofeo più ambito della vela oceanica mondiale.

Team Brunel è il quarto team ad annunciare la partecipazione alla dodicesima edizione della Volvo Ocean Race, che prenderà il via il 4 ottobre 2014 con la Alicante In-port race, e una settimana dopo con la lunga rotta di oltre 39.380 miglia e quasi nove mesi di navigazione intorno al globo.

Per Bouwe Bekking quest’ultima sfida, che ha le sue radici in uno di paesi dalla più forte tradizione velica del vecchio continente, rappresenta una possibilità di rifarsi, avendo concluso sempre al secondo posto nella competizione che occupa un posto importante nella vela olandese e che ha avuto tre vincitori nella storia quarantennale del giro del mondo in equipaggio. Con questa regata Bekking eguaglierà il record di sette partecipazioni dello svedese Roger Nilson, dopo quasi trent’anni dal primo tentativo del 1985/86.

“Ancora un team olandese alla Volvo Ocean Race, lo dobbiamo alla nostra tradizione e alle generazioni future. Ma, soprattutto, è perché questa è la più bella regata del mondo” ha detto un entusiasta Bouwe Bekking, che prenderà il timone della barca portacolori arancio con serie possibilità di aggiungere un tassello alla già vittoriosa storia della sua nazione nell’evento. “Il nostro paese è conosciuto nel mondo come la nazione dei mulini a vento, delle dighe, dei tulipani, del formaggio, degli zoccoli e… della Volvo Ocean Race. La regata fa parte del nostro DNA sportivo.” Riferendosi alla partnership con Brunel, la società specializzata nella gestione, nella ricerca di personale e nella consulenza aziendale, Bekking ha aggiunto che: “Si tratta di una grande opportunità di rinforzare l’immagine di Brunel nel mondo, un’immagine di diversità, internazionalità e dinamismo. La Volvo Ocean Race è lo strumento perfetto per mandare questo messaggio.”

Il CEO di Brunel, Jan van Barneveld ha dichiarato: “Siamo davvero felici che Brunel abbia nuovamente un team tutto suo, e una sua barca partecipante alla più interessante e prestigiosa regata del nodo. La formula dell’evento è stata migliorata in modo significativo, le barche sono identiche e quindi saranno gli uomini a fare la differenza. E’ una questione di qualità e di collaborazione fra persone, un concetto che incarna perfettamente lo spirito di Brunel! Il nostro obiettivo sono le persone, lo sport e la vittoria.”

Il team va ad aggiungersi all’equipaggio femminile di Team SCA, all’Abu Dhabi Ocean Racing e ai cinesi di Team Dongfeng nella lista degli iscritti dell’edizione 2014/5 della regata.

Gli olandesi hanno un passato glorioso nel giro del mondo a vela, che ha avuto inizio già quando la regata si chiamava Whitbread Round the World Race. Nell’edizione 1977/78 fu vinta dal leggendario skipper Conny van Rietschoten a bordo di Flyer, che bissò il successo nel 1981/82 e che rimane a tutt’oggi l’unico skipper ad aver vinto due volte la Volvo Ocean Race. Brunel ha invece debuttato nel 1997/98 con BrunelSunergy ed è tornata nell’edizione 2005/06, vinta dai connazionali olandesi di ABN AMRO ONE.

Il veterano della regata, a cui ha preso parte tre volte, e presidente di Sailing Holland, Gideon Messink, si è detto felice di vedere che tutto il duro lavoro di preparazione messo in campo dal team stia dando i suoi frutti. “Il nostro obiettivo è di parteciapre con un team vincente alla Volvo Ocean Race. Il monotipo high-tech Volvo Ocean 65 rappresenta un grande passo avanti, perchè ora l’attenzione si sposta sugli aspetti sportivi e il lavoro d’équipe. Siamo contenti di aver trovato un team perfetto, con migliaia di miglia di esperienza in ogni settore. Abbiamo uno dei migliori velisti e skipper del mondo, Bouwe Bekking, che ha già partecipato due volte e un altro velista di altissimo valore come Gerd-Jan Poortman, già nel team.Brunel, poi, è uno sponsor molto ambizioso con buone radici nello sport velico, la nostra organizzazione si basa sull’esperienza e sulle capacità, sia a terra che in mare. E, non meno importante, abbiamo dalla nostra parte gli olandesi.”

Il CEO della Volvo Ocean Race Knut Frostad ha aggiunto: “Questo annuncio è una notizia molto positiva. Brunel è uno sponsor che torna a partecipare alla regata per la terza volta, e orami possiamo dire che faccia parte della famiglia. Sono motivati a vincere e sono uno sponsor fantastico. Bouwe, è un grande velista e uno skipper con una grandissima esperienza. E’ arrivato vicino alla vittoria molte volte, sono sicuro che ha qualche conto in sospeso da regolare con la regata. Questo sarà un vero team olandese e sarà sicuramente al centro dell’attenzione in un paese che conosce così bene l’evento, cominceranno ad allenarsi presto, tutti i tasselli stanno andando al loro posto.”

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=18763

Scritto da su Dic 3 2013. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab