Home » News, Regate, Sport » Il Mediterraneo fa rotta su Riva di Traiano

Il Mediterraneo fa rotta su Riva di Traiano

ROMA –  Con il tetto delle 40 barche già superato abbondantemente a tre settimane dalla partenza, la Roma per 1/2/Tutti si conferma un catalizzatore per chi ama la grande altura nel Mare Nostrum. “Ci sono imbarcazioni  – ci dice il Presidente del Circolo Nautico Riva di Traiano Alessandro Farassino – che vengono dall’Adriatico, dalla Sicilia, dalla Sardegna, dalla Liguria, dalla Francia, oltre che da Lazio, Toscana e Campania che sono geograficamente più favorite per la vicinanza. E siamo ancora in attesa dell’iscrizione di altre barche che già hanno preannunciato la loro presenza, anche con skipper importanti al timone.

Sono particolarmente felice per questo grande interesse per la ‘Roma’ perché è quasi un segnale di risveglio per tutto il movimento della vela. C’è interesse per questo sport, per il sano agonismo che esprime, per quell’avventura che solo il mare e la grande altura sanno dare. E proprio per questo sono contento di dare il bentornato a Maurizio Vettorato, che già una volta ha corso la ‘per Tutti’ classificandosi secondo, e che corre con un Classe 950.

Il suo amore per lo sport e il suo incredibile spirito di avventura  – conclude il Presidente Farassino – non si limitano alla vela, ma lo hanno portato e lo porteranno ancora ha compiere imprese eccezionali in condizioni estreme in ogni parte del mondo. Maurizio è davvero un esempio positivo per tutti”.

Pur non essendo uno scalatore e ‘limitandosi’ a vincere in solitario in Atlantico, esprime appieno questa filosofia anche Andrea Mura, che ha appena messo in acqua a Cagliari il suo 50 piedi Open Ubiquity-Vento di Sardegna e si appresta a mettere la prua verso Riva di Traiano.

“Devo ringraziare tutti coloro che mi hanno aiutato a rimettere in acqua una barca migliore e più performante, dai miei sponsor, al mio team, ai ragazzi di New SardiniaSail che mi hanno aiutato nei lavori di manutenzione. Ora è finito il tempo delle chiacchiere e dei rimpianti. Si ricomincia e si guarda avanti, a partire da questa fantastica Roma per 1 che mi accingo a correre. Dopo quattro vittorie in doppio ora vorrei la cinquina, ma sarà dura”.

Rimettono la prua su Riva anche Matteo Miceli e Mario Girelli, che hanno appena partecipato in equipaggio alla 900 Nautique di Saint Tropez conquistando un 2° posto in tempo reale e un 3° posto in compensato. Per Mario Girelli, dopo l’ottima prova dello scorso anno, si tratta della sua terza partecipazione in solitario, mentre Matteo Miceli  correrà la Roma per 1 per la seconda volta, avendo saltato l’edizione 2015 perché impegnato nel giro del mondo in solitario. ”Rientro  – ci dice Matteo Miceli mentre sta navigando da Saint Tropez a Riva di Traiano – e inizio subito a lavorare su Saudade, la barca di Alessandro Fiordiponti che la famiglia mi ha gentilmente concesso per poter correre in suo nome. Sarà un’edizione dedicata ad Alessandro ed io sono onorato di correrla con la sua barca. Spero di rendergli il giusto tributo e di conquistare io il trofeo a suo nome. Ci terrei davvero”.

Da sottolineare, infine, che sono già molte le iscrizioni al corso di “Gestione del Sonno”, obbligatorio per tutti i solitari iscritti alla Roma per 1, che si terrà il 1° aprile, nei locali dello Sporting Club Riva di Traiano. Ci sono ancora pochi posti disponibili e  gli interessati possono inviare una mail a cnrt@cnrt.it.  Il corso inizierà alle ore 9:00 e terminerà alle ore 18:00, e verrà tenuto dal dottor Claudio Stampi, medico bolognese specializzato in ingegneria biometrica e in neurologia, studioso di fama internazionale dei ritmi biologici del sonno e fondatore, negli USA, del Chronobiology Research Institute.

Supportano la Roma per 1/2/Tutti: Progesub, Casale del Giglio, Coltelleria Prezioso, Cantine Amastuola, Port Cross, Grugeco, MagicPed, Paese and Partners, X-Cargo, System Yacht, Traiana Nautica 91.

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=36819

Scritto da su Mar 20 2016. Archiviato come News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab