Home » Italia, News, Regate, Sport » 39° Meeting del Garda Optimist: L’Ora forte non ferma i piccoli velisti

39° Meeting del Garda Optimist: L’Ora forte non ferma i piccoli velisti

Riva del Garda – L’Ora fino a 25 nodi non ha rallentato le operazioni alla Fraglia Vela Riva, dove oltre seicento giovani atleti sono impegnati nella 39° edizione del Meeting del Garda Optimist.

Una prova in archivio oggi per i giovanissimi Cadetti (nati nel 2011 e 2012), poi fatti rientrare agli ormeggi per un ulteriore rinforzo del vento: a guidare la classifica è ancora una volta Irene Faini del CN Brenzone, che con un totale di 9 punti si lascia alle spalle il compagno di squadra Artur Bringhenti, vincitore della prova di oggi e protagonista di una bella risalita dal quarto posto di ieri al secondo di oggi nel ranking generale. La medaglia di bronzo provvisoria è per Jesper Karlsen del Circolo Vela Toscolano Maderno. Chiudono la top-five Pietro Lucchesi del Tognazzi Marine Village e Marco Aloisi del Circolo Nautico Brenzone. Andrea Demurtas, primo tra gli atleti della Fraglia Vela Riva, è sesto overall.

Si divertono con l’Ora intensa gli atleti della categoria Juniores che portano a casa tre prove che vanno ad aggiungersi alle due già completate ieri. A regolare la classifica è anche oggi Quan Adriano Cardi (3-3-2) che, dopo lo scarto, è seguito a pari punti dall’atleta della Fraglia Vela Riva Alex Demurtas (1-2-8). Si conferma una top-three tutta italiana, con Alessio Cindolo (2-2-1) che occupa attualmente il terzo posto. Chiudono la top five l’Ucraino Dmytro Karabadzhak e lo Spagnolo Xavier Garcia Ollè. La classifica femminile è guidata dalla Spagnola Susana Bestard (2-7-7), ottava overall.

Le regate riprenderanno domani alle 11.00 e, dopo le prove del giorno, la flotta sarà divisa in raggruppamenti gold e silver, che competeranno nelle finali di domenica.

La Green Mission della Fraglia Vela Riva
Ogni anno di più, Fraglia Vela Riva si impegna per la tutela e la protezione dell’ambiente. Anche in occasione del Meeting del Garda Optimist si rinnova lo spirito Green della Fraglia, che oltre ad utilizzare in modo ormai consolidato le boe geoposizionate prodotte da Focchi e sviluppate con il Consorzio Garda Trentino Vela, quest’anno vede l’aggiunta di motori elettrici a bordo delle barche del Comitato di Regata, che consentono di evitare l’utilizzo di massetti nel Lago. Inoltre, tutti i coach che accompagnano gli oltre seicento iscritti, sono stati dotati di un kit brevettato per la pulizia delle acque.

Fraglia Vela Riva disincentiva l’utilizzo della plastica monouso grazie all’istallazione, negli ambienti esterni del circolo, di spine dell’acqua a disposizione gratuitamente per tutti per il refill delle borracce. Non da ultimo, tra i vari lavori di ristrutturazione in programma, c’è anche l’installazione di un dispositivo SeaBin, per la raccolta dei rifiuti dall’acqua, e di pannelli solari sul tetto della sede, per rifornire la Fraglia Vela di energia sostenibile.

Per consultare la entry list e le classifiche complete clicca qui.

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=83630

Scritto da su Mag 21 2021. Archiviato come Italia, News, Regate, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab