Opportunità commerciali verso la decarbonizzazione

Londra. L’Institute of Chartered Shipbrokers – tramite la sezione del Comitato del South East di Londra -sarà presente alla Settimana Internazionale dello Shipping di Londra, dal 13-17 settembre 2021.


LISW21 è l’evento settimana che offre oltre 150 funzioni del settore e opportunità di networking uniche per i leader di tutti i settori dell’industria marittima internazionale: noleggiatori, armatori, gestori di navi, fornitori di bunker, avvocati, broker marittimi, banchieri, assicuratori, broker assicurativi, commercianti e intermediari di materie prime, fornitori di navi, operatori portuali, fornitori di servizi di spedizione e molti altri.


In un mondo sconvolto dal Covid-19, il settore marittimo globale ha sofferto le interruzioni di mercato con un impatto operativo segnato da incertezze. Dal punto di vista sociale, in quest’ultimo anno, abbiamo assistito a un cambiamento radicale: si sono registrate tendenze sociologiche che hanno assunto sempre più un ruolo centrale nell’influenzare il modo in cui i responsabili politici, gli investitori e le imprese vedono il commercio e la finanza globali.


Decarbonizzazione, deglobalizzazione e digitalizzazione sono le nuove parole d’ordine e guideranno il cambiamento a pieno titolo. Importante è indirizzare questo cambiamento verso nuove frontiere economiche e sapere come influenzerà il mondo dei mercati e i focus del commercio marittimo. La navigazione e tutta la filiera delle spedizioni devono essere agili e sostenibili se vuole soddisfare queste mutevoli esigenze e mantenere il commercio internazionale attivo e produttivo.
La discussione su i temi della ‘settimana’ includerà gli impatti e i cambiamenti apportati dal Covid, ma riguarderà anche altre reali forze di cambiamento, tra cui guerre commerciali, sanzioni, ecc. Nel contesto del Regno Unito, ciò includerà anche la Brexit.


Saranno presenti: Kitack Lim, Segretario generale IMO; Guy Ryder, Direttore generale del CBE, Organizzazione internazionale del lavoro (OIL), Dr Tristan Smith UCL Energy Institute, University College London, Rajeev Suri, CEO Inmarsat.
Una giornata dell’International Week sarà dedicata a valutare la spinta continua verso la decarbonizzazione che il settore marittimo globale sta sostenendo. Quali opportunità commerciali si possono prevedere?


Spesso l’accento è posto su una maggiore regolamentazione e sull’aumento dei costi, ma è visibile anche il potenziale per risultati positivi.
Il dipartimento sud-est di Londra dell’Institute of Chartered Shipbrokers ospiterà un seminario (sia in presenza e sia virtuale) su quest’argomento lunedì sera 13 settembre durante la settimana dello shipping.
Saranno esplorati molti aspetti della transizione energetica/ecologica e saranno valutate le progettualità sul potenziale futuro per le attività commerciali sia marittime e sia on-shore.


Le idee sulla necessaria transizione energetica nella flotta mondiale di navi mercantili – petroliere, portarinfuse, navi portacontainer e altri tipologie di navi – sottolineano spesso la prospettiva come una minaccia esistenziale, per la quale si cercano ancora soluzioni. Una visione più positiva, invece, prevede le opportunità commerciali che potrebbero emergere in molte parti del settore.

Questo seminario discuterà come gli armatori, i noleggiatori e le attività ausiliarie potrebbero essere rimodellati e migliorare le loro attività. Gli argomenti includono aspetti delle navi metaniere, FSRU (Floating Storage and Regasification Units), bunkeraggio di GNL e obblighi sulle emissioni in atmosfera di CO2 per armatori e noleggiatori, compreso il sistema di scambio di quote di emissione di CO2 dell’UE. Altre domande saranno poste in questa settimana di studi.: È tutta una questione di soldi?

La trasparenza è il nuovo imperativo per le spedizioni marittime? Senza di essa, gli investitori ei finanziatori finanzieranno le esigenze di trasporto dell’innovazione per attuare i cambiamenti ambientali e sociali richiesti, o gli investitori cercheranno altrove? Chi è l’arbitro del “governo migliore” e fino a quando non sarà più sopportato il cattivo governo?

Abele Carruezzo