Fredriksen aumenta la partecipazione in Euronav al 22,6%

Oslo. Il miliardario norvegese John Fredriksen ha nuovamente aumentato la sua partecipazione nella Compagnia di petroliere belga Euronav in seguito alla risoluzione da parte di Frontline del suo accordo di combinazione con la Compagnia di petroliere.

Frontline plc (NYSE: FRO – OSE: FRO) controllata da Fredriksen ha risolto il suo accordo di fusione con Euronav NV (NYSE: EURN) il 9 gennaio, ponendo fine a un accordo per creare il più grande proprietario e operatore di petroliere quotate in borsa al mondo in cui Frontline sarebbe diventato il proprietario di maggioranza.

Euronav ha respinto la risoluzione, accusando Frontline di non aver fornito una buona ragione per annullare il loro accordo vincolante di fusione.

Euronav la scorsa settimana ha informato gli azionisti di aver depositato una domanda di arbitrato d’urgenza in relazione alla risoluzione, mentre Frontline sostiene che era nei suoi diritti rescindere l’accordo.

Un deposito 13D presso la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti rivela oggi che una società collegata a Fredriksen, Famatown Finance Limited, ha acquisito altri 4,6 milioni di azioni aggiuntive di Euronav, portando la partecipazione di Fredriksen nella società al 22,62%.

Famatown Finance Limited è indirettamente controllata da trust costituiti da John Fredriksen a beneficio della famiglia di Fredriksen.

La scorsa settimana, il maggiore azionista di Euronav, la Compagnie Maritime Belge (CMB) controllata dalla famiglia Saverys, che controlla oltre il 25% di Euronav e ha cercato di annullare l’accordo, ha chiesto di convocare un’Assemblea generale degli azionisti durante la quale CMB intende cercare di sostituire l’attuale consiglio di vigilanza di Euronav con membri di sua scelta.

Secondo la legge belga, una partecipazione di minoranza superiore al 25% è sufficiente per bloccare una fusione completa. La maggioranza degli azionisti di Euronav, tra cui Fredriksen, e il suo Consiglio di Sorveglianza avevano sostenuto l’accordo prima della risoluzione.

Abele Carruezzo