I dati del MIT su crociere e traghetti evidenziano un netto aumento rispetto al 2019

I dati del MIT su crociere e traghetti

Roma. Il report, nato durante l'emergenza sanitaria del covid-19, riporta alcune analisi trimestrali sulla base dei dati raccolti dall'Osservatorio sulla mobilità di passeggeri e merci predisposto dalla Struttura Tecnica di Missione (STM) del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) realizzate al fine di: 1) monitorare l'evoluzione dei traffici passeggeri e merci che interessano il Paese per le diverse modalità di trasporto; 2) quantificare e, ove possibile, anticipare le esigenze del settore dei trasporti e della logistica italiana, per meglio pianificare e programmare gli investimenti nelle infrastrutture e nei servizi di trasporto; 3) divulgare dati di mobilità e statistiche presso la comunità scientifica e di studiosi, anche al fine di contribuire ad incrementare la produzione scientifica del Paese, nonché la conoscenza nell'ambito del settore della mobilità e dei trasporti.

Le analisi condotte e riportate nel presente documento – si legge nella presentazione del report – sono state effettuate evitando, qualsiasi forma di elaborazione dei dati, anche al fine di ridurre al minimo eventuali possibili interpretazioni soggettive dei risultati. Ci si è limitati ad una rappresentazione tramite figure e tabelle delle tendenze osservate, evitando commenti e/o interpretazioni soggettive.

Si precisa, inoltre, che tra un volume del report ed il successivo (dal 2019 al 2024) ci potrebbero essere delle discrepanze in figure, dati e/o statistiche riportate, in ragione del consolidamento/rettifica di alcune delle fonti dati utilizzate e/o algoritmi di calcolo.

La prima parte del documento è dedicata alle abitudini di mobilità degli italiani, quantificate, da un lato, dall'FS Research Centre del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, attraverso il sistema informativo strategico SIMS (Strategic Information Management System) e tramite l'utilizzo dei Big Data telefonici acquisiti.

La seconda parte del report riporta i dati di domanda per singola modalità di trasporto e le analisi riferite al primo trimestre 2024, da cui è possibile desumere: lo stato del sistema dei trasporti e della mobilità a marzo 2024 e confronto con il trimestre precedente; il confronto con quanto osservato in analogo periodo del 2023; il consuntivo del primo trimestre 2024.

Per il capitolo relativo al trasporto marittimo vengono riportati i traffici passeggeri su traghetti che si collocano su livelli superiori del 50% a quelli del primo trimestre 2023, mentre i traffici passeggeri su crociere sono inferiori del 7% rispetto a quelli dello stesso periodo del 2023.

Il rapporto sul traffico via mare di passeggeri in Italia evidenzia una inversione di tendenza in questo primo trimestre 2024, rispetto a quelli precedenti, portando i movimenti dei crocieristi in aumento rispetto agli anni precedenti; infatti rispetto al primo trimestre 2019 i crocieristi risultano in aumento del 78%, mentre il traffico di passeggeri di traghetti cresce del 33%.

Il rapporto – sulle altre modalità di trasporto – indica piccole variazioni: le percorrenze sulla rete Anas risultano, nel trimestre evidenziato, in aumento dell'1%;mente le autostrade in concessione si verifica un calo dell'1%. Il trasporto aerei merci, infine, secondo il MIT risulta nel primo trimestre del 2024 in aumento del 16% – coerentemente con i dati diffusi finora da Assaeroporti – rispetto allo stesso periodo del 2023, restando però in questo caso su livelli leggermente inferiori (-1%) a quelli osservati nei primi tre mesi del 2019.

Si riportano i dati principali sul trasporto marittimo relativi alle regioni del Sud ; dati evidenziati dalle AdSP del Mar Tirreno Centrale (Porti di Napoli, Salerno e Castellamare di Stabia); AdSP del Mare Adriatico Meridionale (Porti di Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli); AdSP del Mar Ionio (Porto di Taranto); AdSP dello Stretto (Porti di Villa San Giovanni, Messina, Milazzo, Tremestieri e Reggio Calabria); AdSP dei Mari Tirreno Meridionale e Ionio (Porti di Gioia Tauro, Crotone, Corigliano Calabro, Taureana di Palmi e Vibo Valentia).

I dati del MIT su crociere e traghetti
I dati del MIT su crociere e traghetti