Il trasporto marittimo di container verso nuovi livelli di mercato

trasporto marittimo di container msc

(foto courtesy MSC)

nel settore man mano che il mercato complessivo raggiunge nuovi livelli

Londra. Gli analisti del settore del trasporto container rilevano che la flotta globale di navi portacontainer ha raggiunto e superato per la prima volta nella storia i 30 milioni di teu; registrano una grande capacità di stiva messa in acqua nei primi mesi dell'anno in corso dai cantieri navali asiatici.

Alphaliner, società di ricerca e analisi, è convinta che il segmento del trasporto container sta attraversando rapidi cambiamenti: un portafoglio ordini in crescita che è già a livelli record e un mercato di noleggio e di seconda mano surriscaldato.

Il mercato si è espanso alla sua maggiore capacità complessiva con aggiunte significative ancora in programma, mentre MSC Mediterranean Shipping Company ha distanziato i suoi competitor del gruppo di testa e continua a crescere.
I primi tre vettori marittimi per capacità di stiva offerta – Msc, Maersk e Cma Cgm – controllano il 47% della flotta di navi portacontainer esistente e ai primi cinque operatori fa capo il 64,9% della capacità di stiva disponibile e ai primi dieci l'84,3% dei teu sul mercato.

Sia Alphaliner e sia Linerlytica stanno evidenziando nei loro ultimi aggiornamenti di metà anno che il segmento di trasporto marittimo di container ha raggiunto una nuova soglia di capacità. La capacità totale in tutto il mondo è ora per la prima volta oltre 30 milioni di teu. Alphaliner calcola che ci sono 7.010 navi attive che rappresentano oltre 358 milioni di dwt.

MSC sta guidando la crescita del segmento e si sta allontanando da tutti i suoi concorrenti. Iniziata nel 1970, la società ha raggiunto 3 milioni di teu nel 2017 con la crescita esplosiva in arrivo negli ultimi anni. Da 4 milioni di teu nel luglio 2021, MSC ha superato Maersk entro il gennaio 2023 con una capacità di 4,2 milioni di teu e entro maggio dello scorso anno erano a 5 milioni di teu.

Nel confronto tra Maersk e MSC per il dominio del gruppo, sottolinea . Alphaliner, MSC sta acquistando tonnellaggio una volta utilizzato da Maersk per aiutarlo a raggiungere nuovi livelli. L'acquisizione di una ex nave Maersk, ha spinto MSC al calcolo della quota di mercato del 20% e si porta ad una distanza sorprendente di 6 milioni di teu.

Alphaliner scrive che MSC è ora solo ‘una grande compagnia di navi'che supera i 6 milioni di teu. Si calcola che MSC ha ora un totale di 837 navi di cui possiedono 539 e la capacità totale è di soli 20.000 teu di 6 milioni di teu.
MSC ha altre 99 navi in ordine secondo Alphaliner che aggiungerebbero quasi 1,2 milioni di teu di capacità e, anche con la demolizione di alcune navi, prevedono che MSC raggiungerà oltre 7 milioni di teu entro il 2025.

Gli analisti di MSC, espandendo la propria flotta, sembrano prepararsi a raggiungere tale risultato da soli dopo la fine dell'alleanza con Maersk. La futura alleanza di Maersk e Hapag-Lloyd che dovrebbe essere lanciata nel 2025, chiamata Gemini Cooperation, avrà 3,4 milioni di teu di capacità e una quota di mercato del 22%. MSC sarà paragonabile da sola con solo l'Ocean Alliance (CMA CGM, COSCO e Evergreen) più grande in una stima del 29%.

Alphaliner, nella sua analisi di mercato di quest'ultima settimana, scrive che sono state consegnate 15 nuove navi portacontainer con una capacità combinata di 80.500 teu. Alphaliner e Linerlytica evidenziano che nel primo semestre del 2024 oltre 1,6 milioni di teu di capacità si sono aggiunti al settore. Linerlytica calcola che entro la fine del 2024 altri 1,49 milioni di teu saranno consegnati. Sottolineano che quasi due navi al mese saranno consegnate aggiungendo una media di quasi 315.000 teu in ciascuno dei prossimi sei mesi.

Alphaliner evidenzia anche che il ritmo dei nuovi ordini è ripreso e che 64 navi sono state ordinate finora nel 2024. Ciò rappresenta un ulteriore 543.500 teu di capacità. Notano che metà delle navi ordinate saranno equipaggiate per il doppio carburante con metanolo (24 navi rispetto alle sei per la propulsione a GNL).

L'unico cambiamento che notano nel book dell'ordine è la dimensione delle navi. Dopo una corsa alla costruzione delle navi megamax (oltre 20.000 teu), l'industria si sta concentrando su navi, comprese quelle feeder, di medie dimensioni. Alphaliner riferisce che la nave più grande ordinata finora è una delle quattro Neopanamax di 14,170 teu per la compagnia di navigazione tedesca Peter Dohle e che sarà operata sotto noleggio da Emirates Shipping Lines di Dubai.

Peter Dàhle Schiffahrts-KG (PD) è una compagnia di navigazione marittima e un fornitore di servizi marittimi con sede ad Amburgo, in Germania. È la società madre holding del Gruppo Dàhle che ha diverse affiliate ed è operativa in tutto il mondo. La società possiede e gestisce una flotta di navi portacontainer, navi multiuso e portarinfuse.. Il gruppo di società impiega in tutto il mondo circa 4.800 membri dell'equipaggio e 2.000 dipendenti a terra.

I cambiamenti nel segmento dei container dovrebbero continuare in futuro secondo gli analisti che prevedono anche ulteriori ordini. Ci saranno ulteriori cambiamenti nella classifica e possibilmente cambiamenti nelle alleanze mentre i vettori rispondono alle dinamiche di mercato.