Home » Italia, News » Porto di Brindisi: interrogazione del senatore Tomaselli per chiedere ispezione ministeriale

Porto di Brindisi: interrogazione del senatore Tomaselli per chiedere ispezione ministeriale

“L’emergenza in cui vive il porto di Brindisi è talmente grave che, scevri da ogni strumentalizzazione elettorale, vorremmo impegnarci insieme all’Autorità portuale per cercare una soluzione concreta”.

Il senatore del Pd Salvatore Tomaselli ha esordito così nella conferenza stampa convocata stamattina per discutere dei problemi dello scalo e presentare l’interrogazione parlamentare, firmata anche da altri componenti della Commissione Trasporti del Senato, per chiedere al Ministero per Infrastrutture e Trasporti di effettuare un’ispezione ministeriale.

“Innanzitutto vorrei chiarire che non vogliamo né auspichiamo un commissariamento per il nostro porto – continua il senatore Tomaselli – perché questo costituirebbe un ulteriore perdita di tempo. Crediamo invece che, anche insieme all’attuale presidente Hercules Haralambides, si possa intraprendere un percorso virtuoso che porti al miglioramento delle strutture ma anche di maggiore trasparenza”.

Tra i punti su cui si basa l’interrogazione c’è infatti anche quello che riguarda alcune scelte dell’ente, come quella di riportare solo una sintesi dei verbali delle riunioni del comitato portuale, che costituiscono uno svantaggio per i componenti. “Sarebbe opportuno che tutto venga effettuato con maggiore chiarezza – spiega il senatore – così come pure abbiamo richiesto che vengano pubblicate le liste delle consulenze esterne di cui si avvale l’ente, come prescrive la legge”.

Non c’è traccia infatti, sebbene la cosiddetta Operazione Trasparenza lo imponga, sul sito dell’Authority di questi dati. Nel riconoscere, insieme con tanti degli operatori portuali presenti alla conferenza stampa del Pd, che non tutti i problemi sono stati causati dall’attuale presidenza ma trovano invece radice in anni di gestione “poco avveduta”, ora l’intento di tutti è quello di risolvere almeno le problematiche più incombenti che potrebbero portare altri armatori, come avvenuto per quello della Red Star, di lasciare Brindisi in favore di altri scali. Per farlo il primo passo è stato quello di chiedere al prefetto Nicola Prete di farsi garante di un incontro tra gli operatori marittimi e lo stesso presidente dell’Authority.

 

Francesca Cuomo
Foto: Simone Rella

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

Scarica l’interrogazione (tasto destro, salva con nome)

Interrogazione su Porto di Brindisi.doc

 

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=7833

Scritto da su Mar 10 2012. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab