Splendido Mare Cup-Regate di Primavera: In reale Pendragon si conferma come scafo più veloce della flotta

Portofino- A distanza di ventiquattro ora dall’ottimo debutto di ieri, Pendragon si conferma essere lo scafo più veloce tra i quindici Maxi iscritti alla Splendido Mare Cup-Regate di Primavera e centra la seconda affermazione consecutiva in tempo reale, anticipando Capricorno, poi promosso ai vertici della classifica in seguito alla correzione dei tempi. Proprio l’imbarcazione di Rinaldo Del Buono guida la graduatoria overall dell’evento organizzato dallo Yacht Club Italiano con due primi di giornata.

Articolata su un percorso analogo a quello di ieri, anche se leggermente più corto, la regata è partita in orario rispetto al programma ma ha dovuto fare i conti con il crollo della brezza di Scirocco, diventato particolarmente instabile in concomitanza del passaggio della prima boa, posizionata al traverso di Lavagna.

Giunto alla boa al vento con il gruppo di merito il Lightbay Sailing Team ha optato per un gybe set che nel giro di una manciata di minuti ha proiettato Pendragon al comando della regata, una leadership difesa senza esitazione alcuna fin sulla linea di arrivo. Un successo poi trasformato dal giogo dell’IRC in un settimo posto che, sommato al quarto di ieri, risulta utile al Lightbay Sailing Team per difendere la quarta piazza assoluta.

La Splendido Mare Cup-Regate di Primavera riprenderà domani, al fronte di una situazione meteo che si annuncia in netto miglioramento rispetto a ieri e oggi. Il Lightbay Sailing Team, intanto, si appresta ad accogliere il giornalista di Mediaset, nonché volto noto della televisione, Pierluigi Pardo che, proprio domani, navigherà a bordo di Pendragon.

Sono in regata con il Lightbay Sailing Team Carlo Alberini, Lorenzo Bodini, Branko Brcin, Marco Furlan, Francesco Agostini, Ettore Mazza, Iztok Knaflec, Santino Brizzi, Elena Frezza, Carlo Alberto Malagoli, Andrea Trani, Federico Del Zompo, Roberto Pellegrini, Marco Burello e Luca Falcioni. Organici al team sono il responsabile marketing Marco Alfano e la segretaria generale Martina Bucchi.

La stagione del Lightbay Sailing Team è supportata da Ilva Glass e Officine Belletti. Supportano il team Armare, BPSec, Barbato Design Studio e 23° Eyewear.

Per maggiori info sulla Splendido Mare Cup-Regate di Primavera clicca qui.

Si apre la stagione della grande vela internazionale in Liguria, in attesa di The Ocean Race Europe a giugno

Dopo tanti mesi di fermo forzato, ritorna la grande vela a Genova e in Liguria. Già da questo fine settimana con le Regate di Primavera – Splendido Mare Cup di Portofino, organizzate dallo Yacht Club Italiano, e che aprono la stagione agonistica. Una stagione che si preannuncia ricchissima e che culminerà con l’arrivo di The Ocean Race Europe a Genova dal 16 al 20 giugno prossimi.

The Ocean Race Europe è un nuovo evento che vedrà impegnati alcuni dei migliori velisti ed equipaggi al mondo, in una regata a tappe con partenza da Lorient, in Francia e arrivo a Genova. Un’occasione storica per il capoluogo genovese, che grazie anche alla sua grande tradizione marinara e sportiva, per la prima volta sarà sede finale di tappa di un evento di vela oceanica di livello mondiale.

Questa regata europea, inoltre, rappresenta un vero assaggio per appassionati e cittadini e il primo passo sulla rotta per l’edizione 2022-23 del giro del mondo in equipaggio, The Ocean Race, che segnerà il cinquantesimo anniversario dell’evento, e che vedrà Genova diventare per due settimane la capitale indiscussa della vela globale.

Gli organizzatori genovesi stanno infatti mettendo a punto una serie di iniziative nella zona del Porto Antico, che ospiterà la flotta delle barche partecipanti, dedicate al pubblico di ogni età con attività educative, sportive e di intrattenimento.

E non solo, per rendere ancora più interessante il programma, il giorno 19 giugno nelle acque genovesi si svolgerà anche una regata costiera, valida per la vittoria in caso di parità fra team, che potrà essere seguita dalla costa a levante, oppure dal mare.

Oltre aIl’aspetto puramente sportivo The Ocean Race Europe sarà occasione per sostenere un forte programma di sostenibilità, con iniziative di educazione per i più giovani, raccolta di dati scientifici a bordo di alcune barche e tavole rotonde sui temi sociali e ambientali con l’obiettivo di trovare soluzioni per la salute degli oceani e la mitigazione del cambiamento climatico. Gli equipaggi saranno invitati a partecipare al premio The Ocean Race Guardians che premierà la best practice in tema sostenibilità, assegnato il 19 giugno a Genova in occasione della cerimonia di premiazione generale.

Appuntamento quindi per tutti a Genova, nell’area del Porto Antico dal 17 al 20 giugno per ammirare la flotta, conoscere i protagonisti e partecipare alle animazioni del villaggio.
L’area del Porto Antico di Genova @Genova Città Digitale
Il poster promozionale di The Ocean Race Europe a Genova

The Ocean Race Europe

The Ocean Race Europe partirà dal porto bretone di Lorient, il 29 maggio, con tappe a Cascais, in Portogallo e Alicante in Spagna, prima dell’atteso finale di Genova. Durante l’evento saranno disputate anche due regate costiere, che assegneranno punti bonus ai primi tre classificati.

Ogni tappa offshore durerà circa tre/quattro giorni, a seconda della distanza e delle condizioni meteo. Le regate costiere mirano a durare dalle tre alle cinque ore.

I team regateranno in due classi: i veloci monotipo VO65 e gli innovativi e super-tecnologici IMOCA 60. Le flotte VO65 e IMOCA regateranno in divisioni separate per aggiudicarsi il trofeo The Ocean Race Europe di classe. Tutti gli equipaggi avranno almeno una velista donna in squadra e molti imbarcheranno velisti under 30.

Prima della partenza da Lorient, quattro equipaggi VO65 provenienti dal nord Europa, correranno The Ocean Race Europe Prologue, con tappe a Klaipeda, in Lituania; Gdynia in Polonia e Stoccolma in Svezia.

The Ocean Race Europe – Programma provvisorio
29 maggio – Partenza tappa – Lorient, Francia
5 giugno- Regata costiera – Cascais, Portogallo
6 giugno – Partenza tappa – Cascais, Portogallo
13 giugno – Partenza tappa – Alicante, Spagna
19 giugno – Regata costiera – Genova, Italia

Team partecipanti a The Ocean Race Europe
Classe VO65
AmberSail (LIT)
Austrian Ocean Race Project (AUT)
Mirpuri Foundation Racing Team (POR)
Sailing Poland (POL)
Viva Mexico (MEX)
Team Childhood 1 (SWE / NED)
AkzoNobel Ocean Racing (NED)

Classe IMOCA
11th Hour Racing Team (USA)
CORUM L’Epargne (FRA)
LinkedOut (FRA)
Offshore Team Germany (GER)
Bureau Vallée (FRA)

** The Ocean Race Europe avrà come priorità la salute dei velisti, dei team e del pubblico e rispetterà tutte le restrizioni COVID19 in ogni città visitata.

Trofeo Avesani: Dodici i Protagonist di scena a Castelletto di Brenzone

Castelletto di Brenzone– A due settimane di distanza dal Trofeo Bianchi, passato in archivio con la vittoria di Whisper, la Classe Protagonist è pronta per il secondo appuntamento del suo calendario agonistico: occasione del nuovo rendez-vous sarà il Trofeo Avesani, organizzato nel corso del week end entrante dal Circolo Nautico Brenzone.

Dedicato a Luca Avesani, figlio di Luciano Avesani, armatore di ITA-58 che porta lo stesso nome del figlio, è senza dubbio uno degli eventi più sentiti e partecipati della Classe, in virtù dello spirito di gruppo che da sempre lega gli armatori del mondo Protagonist.

Sabato e domenica, meteo permettendo, i dodici team iscritti si confronteranno su un massimo di cinque prove, anche se ne sarà sufficiente una sola per dare validità all’evento.

Ricordiamo che il Trofeo Avesani è il penultimo appuntamento prima del Campionato Italiano di Riva del Garda (4-6 giugno): tra il 22 e il 23 maggio, infatti, a Gargnano si svolgerà la Gentlemen’s Cup.

Campionato nazionale SB20, a Venezia la seconda tappa

Tre giorni di sport, ospiti della Compagnia della vela

Venezia- La Compagnia della Vela di Venezia ospita la seconda tappa del campionato nazionale di classe SB20. Questo fine settimana, da oggi a domenica, otto partecipanti si sfideranno tra le acque veneziane nel campo di regata antistante alla spiaggia del Des Bains.
La classe “ad armi pari” degli SB20 è oggi molto sviluppata in nazioni come Portogallo e Inghilterra, oltre che in Italia, dove dopo un periodo di declino, sta tornando a interessare i velisti.

Per quanto riguarda l’evento, partito oggi alle 13, si terranno quattro prove al giorno fino a domenica. Da domani l’orario di partenza potrebbe variare in relazione alle condizioni del vento, che fino ad oggi sono state di buon auspicio: «Speriamo che le condizioni meteo vissute in questi giorni possano proseguire, regalando così un fine settimana di divertimento all’insegna dello sport all’aria aperta come la vela», ha commentato il vicepresidente della Compagnia della Vela Francesco Martina.

Questa mattina si è tenuto lo skipper meeting (riunione pre-gara) per fornire le informazioni agli equipaggi, seguito dalla pesa, dato che gli atleti non devono oltrepassare i 270 chili.
«L’intenzione è quella di cercare di creare un circuito residente a Venezia affinché gli equipaggi possano utilizzare la flotta della Compagnia della Vela, evitando così tutte le difficoltà legate alla logistica veneziana», ha proseguito Martina.


Da ultimo, il vicepresidente ha sottolineato la partecipazione, nutrita, del circolo veneziano: «C’è soddisfazione per esser riusciti a imbarcare soci della Compagnia giovani e meno giovani, anche con passato agonistico importante».
Tra i presenti che prenderanno parte all’evento c’è anche il presidente della classe SB20 Paolo Trevisan, a bordo della barca numero 6.

Esprime positività il presidente della Compagnia della Vela PierVettor Grimani: «Siamo particolarmente soddisfatti per questa manifestazione che vede la flotta della Compagnia della vela in prima linea. Il fatto che la classe abbia scelto il nostro circolo per una tappa del campionato nazionale è la conferma di un successo degli investimenti effettuati dalla Compagnia».

Infine il club veneziano ricorda che il suo “Open day” si terrà, per adulti e ragazzi, tra il 30 maggio e il 2 giugno, giornata, quest’ultima, che si estenderà ulteriormente anche ai più piccoli.

Splendido Mare Cup-Regate di Primavera: Pendragon e il Lightbay Sailing Team conquistano i line honours della prima prova

Portofino- Si sono rivelate subito convincenti le performance di Pendragon tra le boe della Splendido Mare Cup-Regate di Primavera. Lo scafo condotto dal Lightbay Sailing Team, con Lorenzo Bodini alla tattica e Branko Brcin stratega, ha infatti conquistato i line honours della costiera dipanatasi lungo un percorso a triangolo che, da Portofino, ha portato le barche verso una boa posizionata al largo di Lavagna prima di impiegare gli equipaggi in un lungo bordo di lasco, utile a raggiungere una boa localizzata circa tre miglia a Ponente rispetto al Faro di Portofino, nei pressi del quale il Comitato di Regata ha rilevato gli arrivi.

Disputata in regime di brezza tesa da Scirocco e onda di circa un metro e mezzo, la regata si è rivelata alquanto ostica, specie nelle battute iniziali, quando la flotta ha dovuto bolinare per negoziare il raggiungimento della boa al vento.

Uscito dalla linea non senza qualche difficoltà, Pendragon ha contenuto il danno nelle battute iniziali, quando a premiare i diretti avversari è stata la maggior lunghezza al galleggiamento. Gerarchie rivoluzionate durante la navigazione al lasco, quando il Maxi timonato da Carlo Alberini ha mostrato di poter fare un “modo basso” molto più efficace rispetto agli avversari.

Una differenza che ha permesso allo scafo gestito dal Lightbay Sailing Team di prendere il comando delle operazioni verso la metà del secondo lato e di difendere la propria leadership dagli attacchi di Capricorno e di Twin Soul B, tra gli ultimi ad arrendersi davanti al passo di Pendragon.

Al momento di redarre questo comunicato, il Comitato Organizzatore non ha ancora reso note le classifiche in tempo compensato, anche se dai primi conteggi sembrerebbe che Pendragon abbia fatto sua la quarta piazza.

A bordo di Pendragon regatano Carlo Alberini, Lorenzo Bodini, Branko Brcin, Marco Furlan, Francesco Agostini, Ettore Mazza, Iztok Knaflec, Santino Brizzi, Elena Frezza, Carlo Alberto Malagoli, Andrea Trani, Federico Del Zompo, Roberto Pellegrini, Marco Burello e Luca Falcioni. Organici al team sono il responsabile marketing Marco Alfano e la segretaria generale Martina Bucchi.

La stagione del Lightbay Sailing Team è supportata da Ilva Glass e Officine Belletti. Supportano il team Armare, BPSec, Barbato Design Studio e 23° Eyewear.

Per maggiori info sulla Splendido Mare Cup-Regate di Primavera clicca qui.


World’s Best Sailors Primed for Epic Finn Gold Cup in Porto

2019 Finn Gold Cup – Melbourne, Australia

The Finn Gold Cup has been part of the fabric of the sport of sailing for 65 years, an iconic trophy that is reputed to be more difficult to win than an Olympic Gold medal and which has made legends out of not only those who have lifted the prestigious cup, but also those who have tried.

The 65th Finn Gold Cup opens in Porto, Portugal, this week with around 60 sailors from 33 nations taking part. It is the first time that the whole fleet will race together since the 2019 Finn Gold Cup in Melbourne, Australia.

The event also offers the final opportunities for nations to qualify for the Tokyo Olympics, with one European place and one African place on offer.

The fleet includes four previous world champions, including the defender Josh Junior, from New Zealand, who hasn’t raced a major Finn event since victory in 2019. However he has of course, along with Andy Maloney who is also in Porto, won the America’s Cup in the meantime.

The 65th Finn Gold Cup comes at a strange time in the history of this outstanding class, both because of Covid restrictions and the uncertainty over its inclusion at Paris 2024. In 1956 the Finn Gold Cup was introduced to bring the best sailors in the world together for a week of racing. It is still doing that and there is little doubt next week’s battle on the ocean off Porto should be epic.

Registration and measurement run from Wednesday 5 to Friday 7 May, followed by a 10 race series from 8-12 May.

List of Entries: http://2021.finngoldcup.org/entry-list/

CIRCOLO DELLA VELA BARI: DA OGGI SELEZIONE NAZIONALE PER I CAMPIONATI EUROPEI E MONDIALI DI CLASSE OPTIMIST

I RISULTATI DI LASER, 29ER, OPTIMIST DELLO SCORSO FINE SETTIMANA

Inizia oggi a Torbole la seconda tappa di selezione nazionale per i campionati europei e mondiali di classe Optimist a cui il CV Bari partecipa con i due selezionati: Franceso Carrieri e Elettra Muciaccia. Dodici le prove previste in quattro giorni con circa 130 partecipanti da tutta Italia alla regata sul Lago di Garda. Le previsioni con vento da sud e tempo soleggiato sono ottime per regate interessanti. Gli atleti del CV Bari sono reduci dalla prima tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder Joy of Moving 2021 a Campione del Garda, a cui aveva partecipato anche la loro compagna di squadra Ludovica Montinari. In quell’occasione le condizioni meteo non sono state delle migliori. A scendere in acqua a Campione con il tipico vento della mattina, il Peler, sono stati ben 275 velisti arrivati da tutta Italia (190 della Divisione A (11-15 anni) e 85 della Divisione B (9-10 anni), divisi in tre batterie).

La prima prova è stata accompagnata da 12 nodi di vento in partenza, diventati 10 all’arrivo. Ancora meno nella seconda prova iniziata con 8 nodi e finita con 5. I partecipanti, alcuni alla prima esperienza in regata, hanno dimostrato pazienza, aspettando per ore in acqua e sotto la pioggia, ma soprattutto determinazione e voglia di divertirsi. Buono il risultato di Ludovica Montinari, premiata come quarta nella classifica femminile Divisione A. Per Francesco Carrieri ed Elettra Muciaccia bene la prima prova, un po’ in affanno nella seconda a causa del calo di vento e delle sue oscillazioni. “Una regata che tecnicamente purtroppo ha poco da dire viste le condizioni con le quali abbiamo regatato. La soddisfazione più grande per i ragazzi però, al di là dei risultati, è stato tornare a vivere queste regate così numerose della Kinder, ferme dal 2019” commenta il loro istruttore, Beppe Palumbo.

Anche la squadra 29er e quella Laser sono state impegnate in regate importanti lo scorso fine settimana.

Iniziamo proprio dai Laser che domenica scorsa nelle acque di Gallipoli hanno partecipato alla IV tappa del campionato zonale valida sia ai fini del campionato zonale, sia come selezione ai campionati italiani. Due le prove portate a termine con vento oscillante tra 270° e 330° di intensità variabile tra i 3 e i 15 nodi molto rafficato. Tra i 14 atleti del CV Bari accompagnati dagli istruttori Riccardo Sangiuliano e Luca Bergamasco, conferme importanti negli Ilca 7 per Ciro Basile, primo, e Martino Pettini Bonomo, secondo e primo U21. Gabriele Amodio e Vittorio Latrofa hanno conquistato il primo e secondo posto tra gli Ilca 4 con Francesco Carlo Semeraro primo tra gli U16. Interamente colorato di biancorosso anche il podio degli Ilca 6 con Alessandro Maravalle primo assoluto e primo U19, seguito da Alberto Divella, secondo assoluto e primo U17, Pietro Paolo Semeraro, terzo assoluto; Alice Iofrida terza femminile, Paolo Pettini Bonomo, quarto, e Ferdinando Conte, quinto. Nessuna medaglia ma buone prestazioni anche per Angelo Ostuni, Martina Pia Cataldi, Domenico Masciopinto.

Accompagnata dal tecnico Giordano Bracciolini la squadra 29er è appena rientrata da Arco dove ha partecipato alla Easter Regata insieme ad equipaggi provenienti da tutta Italia e Europa. Anche in questo caso le condizioni meteo hanno influito notevolmente sulla regata con una pioggia incessante che ha modificato il vento termico tipico del lago di Garda costringendo i partecipanti a portare a termine solo tre delle otto prove previste. Al temine Marco Corrado e Gianluca Capezzuto sono risultati sesti, ottavi Claudia Quaranta e Carlo Vittoli e undicesimi Alfonso Palumbo e Dodo Palumbo. “Quella appena concluso è stato per noi un buon test in vista della prossima regata nazionale di ranking in programma a Ostia la prossima settimana – commenta il tecnico. Abbiamo verificato alcuni punti su cui andremo a lavorare nei prossimi giorni per arrivare pronti all’appuntamento in Lazio”.

Foto(29er): Elena Giolai

Regata dei Tre Golfi: New start time of the long distance race 15th May 2021

Caro Armatore/Skipper,
In parallelo con la riduzione dei casi di Covid registrati anche a livello nazionale ci attendevamo un allentamento delle regole sugli orari di limitazione alla circolazione.


Purtroppo questi rimangono applicati a partire dalle ore 22.00.
Per evitare assembramenti di spettatori della regata in orari proibiti, dobbiamo modificare l’orario della partenza della Regata dei Tre Golfi alle ore 19.00 per i partecipanti al Campionato Europeo ORC ed alle 19.30 per tutte le altre classi.


Dear Owner/Skipper,
in line with the reducing number of Covid cases registered in Italy, we were expecting less stringent rules on curfew limitations.


Unfortunately the existing laws still limit circulation after 10.00PM.
Therefore in order to avoid gathering of spectators during curfew, we have to change the start of the Regata dei Tre Golfi at 7.00PM for the ORC European Championship and at 7.30PM for all other classes.

Splendido Mare Cup-Regate di Primavera: Pendragon e il Lightbay Sailing Team a Portofino per il debutto stagionale

Portofino- Poche ore ancora e si aprirà ufficialmente la stagione agonistica del Lightbay Sailing Team. L’equipaggio di Carlo Alberini è a Portofino dove, tra domani e domenica, prenderà parte alla Splendido Mare Cup-Regate di Primavera, evento che sancisce il ritorno delle regate targate Yacht Club Italiano in uno dei borghi più famosi d’Italia.

Riservata ai Maxi, la manifestazione conta sulla presenza di una ventina tra gli scafi più performanti e prestigiosi del Mediterraneo: oltre a Pendragon, il cui equipaggio, composto tra gli altri da Branko Brcin, Andrea Trani e Santino Brizzi, sarà guidato dall’olimpionico Lorenzo Bodini e dal citato Carlo Alberini, della ‘partita’ saranno imbarcazioni come ItaCentoDue, già vincitore della MilleVela di Genova, Kauris II, Twin Soul B e Solleone.

Il programma dell’evento prevede la disputa di un massimo di una costiera o di due prove su percorsi a bastone o triangolo al giorno, per un numero massimo di prove pari a sei regate. I risultati assoluti saranno calcolati senza l’applicazione di alcuno scarto.

Per Pendragon, che anche a Portofino diffonderà i valori de Il vento della Sostenibilità, il progetto eco-sostenibile promosso assieme al partner BPSec teso a realizzare gli obiettivi dell’Agenda 2030 recentemente inserito dalla Fondazione Sodalitas tra le iniziative degne di interesse a livello nazionale, l’occasione avrà anche importanti risvolti socio-culturali e servirà per avviare alcuni importanti progetti di comunicazione. Diversi saranno infatti gli ospiti di prestigio che, a vario titoli, saliranno a bordo del Maxi disegnato dallo Studio Davidson per eccellere nella TransPac.

Si inizierà già oggi con la giornalista di Sky Sport, Marina Presello, e si proseguirà nelle giornate a venire con il volto noto di Mediaset Pierluigi Pardo e con il vice direttore de Il Sole 24 Ore, nonché notissimo giornalista economico, Sebastiano Barisoni. Attesi anche il leader di BPSec, Daniele Barbone, l’imprenditore Dario Gattinoni, la giornalista Cristina Chius e Mirjiam Knoop, in rappresentanza del Parco Naturale di Portofino.

A bordo di Pendragon regateranno Carlo Alberini, Lorenzo Bodini, Branko Brcin, Marco Furlan, Francesco Agostini, Ettore Mazza, Iztok Knaflec, Santino Brizzi, Carlo Alberto Malagoli, Andrea Trani, Federico Del Zompo, Roberto Pellegrini, Marco Burello e Luca Falcioni. Organici al team sono il responsabile marketing Marco Alfano, la segretaria generale Martina Bucchi e la chef Elena Frezza.

La stagione del Lightbay Sailing Team è supportata da Ilva Glass e Officine Belletti. Supportano il team Armare, BPSec, Barbato Design Studio e 23° Eyewear.

Per maggiori info sulla Splendido Mare Cup-Regate di Primavera clicca qui.

Inmarsat partner ufficiale per le comunicazioni satellitari di The Ocean Race per la sesta volta

Firmato un accordo esclusivo per la fornitura di servizi esclusivi di trasmissione di contenuti, servizi di sicurezza e connessioni di bordo per The Ocean Race Europe 2021 e The Ocean Race 2022-23

Con la promessa di creare uno degli eventi sportivi più connessi della storia, Inmarsat, leader globale del settore delle comunicazioni satellitari, fornirà a The Ocean Race le sue tecnologie di punta, nel ruolo di partner ufficiale per le comunicazioni satellitari per la sesta volta consecutiva.

Inmarsat è stata selezionata per fornire i suoi servizi di comunicazione satellitare e di sicurezza per The Ocean Race Europe 2021 e The Ocean Race 2022-23 grazie a un nuovo accordo esclusivo, che continua sulla rotta della collaborazione di successo che ebbe inizio con la Volvo Ocean Race 2001.

Per la 14ma edizione del celeberrimo giro del mondo a vela in equipaggio, la connettività affidabile, a cui si accede grazie alla rete di satelliti L-Band di Inmarsat, permetterà di fare enormi passi avanti nella comunicazione di bordo, a supporto del lavoro degli organizzatori e dei team nella produzione di contenuti coinvolgenti e immersivi a un livello mai visto prima.

La rete L-Band di Inmarsat garantirà connettività vitale, servizi di sicurezza e cartografia per le barche delle classi IMOCA 60 e VO65, anche dalle più remote aree degli oceani e nelle più dure condizioni meteo. Le soluzioni di Inmarsat permetteranno la trasmissione dei contenuti digitali della regata, ivi comprese le immagini live da drone, con l’obiettivo di riportare a terra più informazioni, immagini e video che mai in passato e di comunicare tutta la forza dell’evento ai fan e ai media.

Utilizzando i servizi di Inmarsat e i telefoni satellitari IsatPhone 2, i team saranno dotati di sistemi FleetBroadband 500 e FleetBroadband 250 per garantire una connessione sempre attiva attraverso il servizio Inmarsat FleetBroadband, che permette l’accesso ad applicazioni come internet, email, chiamate, previsioni meteo e telemedicina. Il servizio fornisce anche streaming IP disponibili on demand, per applicazioni live come lo streaming video di alta qualità. Inmarsat C permetterà anche una connessione dati a due vie per i servizi di emergenza e la cartografia elettronica 24/7.

Ma non solo, i sistemi Inmarsat supporteranno anche il trasferimento in tempo reale dei dati scientifici raccolti dai team in regata intorno al mondo, fra cui alcune delle zone più remote del pianeta.

Ronald Spithout, Presidente di Inmarsat Maritime, ha dichiarato: “Inmarsat è felice di lavorare ancora una volta con The Ocean Race per mostre la nostra tecnologia e per aiutare i team in una delle più dure prove di resistenza dello sport con la connettività di bordo. Sono fiducioso che le capacità avanzate, fra cui il live streaming, che forniamo creeranno un nuovo standard nella prossima edizione, così come è successo per le immagini da drone provenienti dall’oceano meridionale durante l’edizione 2017-18. Inoltre, saranno disponibili più post social media e contenuti inviati dai velisti e dagli Onboard Reporter, che porteranno il dramma e il coraggio dei protagonisti in tutto il mondo.

Con maggiori prestazioni e una maggiore sicurezza, i team potranno godere di tutti i benefici della digitalizzazione della connessione, grazie all’accesso ad applicazioni e servizi di valore aggiunto. Siamo felici di vedere che i servizi di Inmarsat diano maggiori opportunità ai team di usare applicazioni per le comunicazioni di bordo e lo sviluppo di nuove soluzioni per interpretare dati in tempo reale per la prestazione sportiva, l’analisi dei danni e per monitorare l’attrezzatura.”

Dal 1973, The Ocean Race è conosciuta come il più lungo e impegnativo evento sportivo al mondo. La prossima edizione di The Ocean Race, partirà dal porto spagnolo di Alicante nell’ottobre 2022, visiterà 10 città internazionali e si concluderà per la prima storica volta a Genova, nell’estate del 2023. La regata sarà aperta a due classi, i super-tecnolgici IMOCA60 foiling e i monotipi VO65 che completeranno il loro terzo giro del mondo nel 2022, enfatizzando i concetti di competizione, gioventù e diversità.

Richard Brisius, Presidente di The Ocean Race, ha detto: “E’ raro nello sport vedere una collaborazione che dura oltre 20 anni, ma con Inmarsat, abbiamo una perfetta condivisione di tecnologia e valori. Questo nuovo accordo ci permetterà di spingerci oltre i limiti della comunicazione. Negli ultimi 20 anni abbiamo assistito ad avanzamenti incredibili, dal mandare brevi messaggi e piccole immagini fino al live streaming di video dall’oceano meridionale. Guardando al futuro, sono fiducioso che lavorando insieme a Inmarsat, potremo continuare con innovazioni che permetteranno ai nostri fan di sentirsi sempre più connessi e vicini alla regata.”

All’edizione di debutto, The Ocean Race Europe partirà il 29 maggio dal porto bretone di Lorient e si, concluderà a Genova. Velisti provenienti da tutto il mondo regateranno sugli IMOCA 60 foiling e sui monotipo VO65 dalla costa Atlantica fino al Mediterraneo, con tappe a Cascais in Portogallo e Alicante in Spagna, sede anche di The Ocean Race.

Foto: Jesus Renedo/Volvo AB

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab