Esclusione Paraplegico Gara Motonautica Raid Pavia-Venezia 2024

pavia venezia

Lettera del Presidente del CONI dott. Giovanni Malagò e lettera del Presidente FIM avv. Vincenzo Iaconianni.

Giovanni Malagò: In ordine all’avvenuta esclusione di Simone Cristinelli dalla partecipazione alla gara di Motonautica “Raid Pavia — Venezia”, esclusione legittimamente adottata dalla Federazione Italiana Motonautica, mi pregio evidenziare (esprimendo tutta la mia personale vicinanza a Simone) che essa si è determinata in osservanza alle norme dettate dal Comitato Paralimpico Italiano.

L’esistenza di dette norme sarebbe stata immediatamente evidenziata dalla F.I.M. a Simone se la F.I.M. stessa fosse stata subito informata dagli Organizzatori della Gara dell’iscrizione di Simone, iscrizione avvenuta nel dicembre 2023 e comunicata dagli Organizzatori alla F.I.M. il giorno 1° giugno 2024, cioè il giorno prima della partenza. Tutto
come da riscontri documentali.

Colgo l’occasione per ringraziare il Presidente e i Dirigenti F.I.M. per le capacità e le competenze ancora una volta dimostrate e per la loro indubitata ed indubitabile volontà di inclusione, ove questa non sia vietata da norme vigenti, non derogabili dalla Federazione Italiana Motonautica.

Vincenzo Iaconianni: Il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha inviato alla Federazione Italiana Motonautica, ieri 06 giugno 2024, la nota qui sopra.

In essa viene fatta definitiva chiarezza circa la mancata partecipazione del Signor Simone Cristinelli, paraplegico, alla gara di motonautica “Raid Pavia-Venezia 2024” e le motivazioni di detta non partecipazione, motivazioni che nulla hanno a che vedere con la presunta volontà della FIM di escludere atleti diversamente abili.

Mi permetto, inoltre, di evidenziare che la gara in oggetto si svolge sul fiume Po, ha una lunghezza di oltre 400 km e, come è facile comprendere, presenta enormi difficoltà di soccorso e assistenza in caso di incidente.