sabato, Settembre 25, 2021
HomePortiMarinasLA GUARDIA COSTIERA VIGILA LA RISERVA MARINA DI TORRE GUACETO

LA GUARDIA COSTIERA VIGILA LA RISERVA MARINA DI TORRE GUACETO

Non appena sono migliorate le condizioni meteorologiche marittime, prevedendosi la possibilità che pescatori di frodo potessero violare le acque protette della “Riserva Marina di Torre Guaceto”, i militari della Guardia Costiera di Brindisi, agli ordini del Comandante C.V.(CP) Giuseppe MINOTAURO, hanno attivato una serie di controlli preventivi e repressivi di condotte illecite attinenti la filiera della pesca.

L’attività della motovedetta CP 578, iniziata nella notte del 2 marzo, è andata avanti sino alla mattinata successiva, beneficiando di eventuale sinergico intervento di pattuglia terrestre. Il personale della motovedetta, celatosi nelle tenebrose acque dell’aerea marina protetta, ha controllato qualsiasi unità navale ivi presente elevando n°3 verbali amministrativi ai malcapitati “diportisti“.

In due casi è stato contestato, a diportisti non ancora intenti nell’attività di pesca, il transito nella zona C della riserva marina con unità a motore. Successivamente, allungando i controlli leggermente a nord, è stata fermata un’imbarcazione da diporto intenta in attività di pesca con attrezzo professionale, un parangale con 298 ami e quindi a sfregio dell’attuale normativa di settore.

Si procedeva immediatamente ad identificare il responsabile, a cui veniva sequestrato il parangale e dieci chili di pesce ancora vivo, che, previa autorizzazione della Sala Operativa di Brindisi, veniva liberato in mare; inoltre veniva elevato processo verbale amministrativo con sanzione pecuniaria di 4000 euro, in attuazione del novello decreto legislativo n°4 del 9/01/2012, che ha inasprito notevolmente l’aspetto sanzionatorio degli illeciti in materia di pesca.

Tali controlli diurni e notturni vengono frequentemente effettuati dal personale della Guardia Costiera di Brindisi ed hanno permesso di incrementare notevolmente la presenza della fauna ittica nell’area della “Riserva Marina di Torre Guaceto”, le cui specie ittiche, evidentemente, hanno trovato un habitat “sicuro” ove stazionare.

RELATED ARTICLES

Most Popular