ECOSPRAY SCEGLIE RELAYR PER RIVOLUZIONARE L’INDUSTRIA MARITTIMA GRAZIE ALL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

LA PARTNERSHIP FRA ECOSPRAY E RELAYR PERMETTERÀ LA REALIZZAZIONE DI NUOVI SISTEMI INTELLIGENTI PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI CONTROLLO DELLE EMISSIONI MARITTIME

Milano– Ecospray, società specializzata nella ricerca e sviluppo di sistemi all’avanguardia per il controllo delle emissioni di aria e gas nelle applicazioni navali e industriali, ha scelto relayr – azienda leader nel settore dell’IoT industriale con sede a Berlino – per la creazione di nuove soluzioni di desolforazione basate sull’Intelligenza artificiale per l’industria navale, proiettando il settore verso un futuro sempre più digitale, efficiente ed ecosostenibile.

Il trasporto marittimo è stato uno dei mercati più tardivi nell’affrontare le esigenze di riduzione dell’impatto ambientale. Oggi, a seguito delle normative introdotte dall’IMO per ridurre le emissioni da ossidi di zolfo – entrate in vigore a Gennaio 2020 – l’industria marittima è chiamata ad affrontare una crescente pressione per conformarsi a regolamentazioni ambientali sempre più stringenti, oltre a dover fronteggiare la necessità di contenere i costi e migliorare l’efficienza in un mercato sempre più competitivo e imprevedibile.

In questo contesto, le flotte possono ricorrere a diverse soluzioni, tra cui l’installazione di scrubber per rimuovere le emissioni di SOx dovute all’uso di olio combustibile ad alto tenore di zolfo (HSFO), oppure adoperare carburanti alternativi come l’olio combustibile a bassissimo tenore di zolfo (VLSFO) ma con costi marcatamente superiori. Per far fronte alle sfide del mercato e continuare a sviluppare nuove soluzioni in grado di rinnovare radicalmente l’intero settore del trasporto marittimo, Ecospray ha scelto di collaborare con relayr, società specializzata in soluzioni IoT orientate agli obiettivi di business. La partnership nata fra le due realtà, darà vita ad una nuova generazione di apparecchiature per il controllo delle emissioni: gli smart scrubber gestiti grazie all’intelligenza artificiale, una soluzione completamente nuova per il mercato.

Ecospray, leader nel mercato dei sistemi di depurazione delle emissioni in ambito navale (EGCS), è da sempre impegnata nello sviluppo di soluzioni tecnologiche per il settore marittimo rendendo più efficienti i processi di abbattimento degli inquinanti nei gas prodotti dalle grandi imbarcazioni. Le tecnologie integrate offerte da Ecospray mirano alla riduzione delle emissioni e al risparmio di carburante con l’obiettivo di accompagnare gli armatori nel percorso verso la decarbonizzazione del settore e favorire l’utilizzo di energia pulita. Parte del Gruppo Carnival dal 2013, l’azienda con sede ad Alzano Scrivia ha continuato a crescere negli ultimi anni specializzandosi sempre di più in offerte per il segmento navale. “Essere parte di Carnival Corporation ci ha offerto l’opportunità di realizzare soluzioni tecnologiche performanti ed affidabili in tempi record. Ci hanno messo a disposizione l’intera flotta e un’esperienza di navigazione ineguagliabile, che ci ha consentito di sviluppare innovazioni solide, specifiche per i casi d’uso, con grande rapidità,”. afferma Stefano Di Santo, CEO di Ecospray.

I nuovi dispositivi, realizzati per garantire conformità con le norme IMO, non rappresentano soltanto un’innovazione in grado di guidare un settore a forte impatto ambientale verso un futuro più ecosostenibile, ma anche un investimento in grado di ridurre sensibilmente i costi di gestione delle apparecchiature sostenuti dai costruttori navali. L’integrazione delle soluzioni IoT di relayr sviluppate su misura per le apparecchiature permette infatti di garantire il costante rispetto delle normative IMO relative al contenimento dell’inquinamento dei fumi in ambito marittimo.

Permette inoltre di ottenere importanti risparmi in termini di rendimento e manutenzione attraverso il monitoraggio da remoto e un’analisi avanzata del ciclo di vita del macchinario. La possibilità di monitorare ed analizzare costantemente le performance degli scrubber garantisce infatti una maggiore durata delle apparecchiature ed un risparmio di carburante grazie all’ottimizzazione delle operazioni di pompaggio, consentendo in ultimo una notevole riduzione dei costi di gestione operativa. “Siamo molto orgogliosi di collaborare con un’azienda come Ecospray: insieme stiamo avviando il processo di trasformazione digitale dell’industria marittima”, ha dichiarato Josef Brunner, CEO di relayr. “Questa partnership ci offre l’opportunità di entrare in un nuovo mercato dove l’introduzione di soluzioni IIoT porterà alto valore aggiunto, aiutando a sfruttare il pieno potenziale dei macchinari per gli impianti di controllo, e in ultimo, contribuendo alla riduzione delle emissioni di gas nocivi.”

Stefano Di Santo, CEO di Ecospray commenta: “In ambito navale le flotte contano centinaia di navi: le opportunità di realizzare macchine smart su una scala così ampia sono letteralmente infinite. La partnership con relayr ci consente di affrontare con consapevolezza la sfida di portare nel settore navale il meglio delle tecnologie 4.0. Gli stimoli continui che questo progetto ci offre quotidianamente ci impongono un approccio totalmente diverso e creativo alla soluzione dei problemi. Di una cosa sono certo: insieme non finiremo mai di migliorare. Ecospray e relayr: disruptive innovation across the ocean.”

Il processo di digitalizzazione delle apparecchiature di riduzione delle emissioni di gas inquinanti, avviato da Ecospray grazie alla collaborazione con relayr, rappresenta solo un primo passo verso un più ampio processo di
trasformazione del business in chiave digitale da parte dell’azienda con sede ad Alessandria. L’approccio visionario nato dalla collaborazione con relayr, prevede, in ultimo, l’adozione del modello Equipment as a Service. A differenza del modello tradizionale d’acquisto dei beni, l’EaaS si basa su una modalità di offerta pay per use, in cui i macchinari non vengono più acquistati, bensì forniti in cambio di una quota d’utilizzo.
Affidandosi all’esperienza di relayr nell’implementazione del modello EaaS, Ecospray potrà infatti creare ancora più valore per i propri clienti, diversificando i flussi di reddito attraverso l’offerta di nuovi servizi ed emergere nell’attuale scenario di mercato.

The Italian Sea Group inaugura gli spazi produttivi dedicati al brand Tecnomar for Lamborghini 63

Marina di Carrara-The Italian Sea Group, operatore globale della nautica di lusso, inaugura gli spazi produttivi dedicati esclusivamente alla linea Tecnomar for Lamborghini 63.

Questi spazi sono stati allestiti per ricreare l’ambiente esclusivo e personalizzato caratteristico della filosofia di Automobili Lamborghini. L’accesso è consentito soltanto al personale dedicato e le visite avvengono unicamente su appuntamento. In questo luogo curato in ogni particolare i clienti possono finalizzare gli outfittings degli esemplari di Tecnomar for Lamborghini 63, con la prima consegna prevista per l’estate del 2021.

Con questo obiettivo le attività di realizzazione dell’imbarcazione, iniziate da circa 12 mesi, continuano a ritmi serrati.

Performance, piacere di guida, qualità e cura dei dettagli, emozioni: sono queste le esperienze che offrirà Tecnomar for Lamborghini 63, grazie a soluzioni ingegneristiche innovative e a un design unico e distintivo unito alla tradizione e allo stile italiani.

Il Tecnomar for Lamborghini 63 va oltre un esercizio di stile e design, e rappresenta l’avanguardia delle luxury speed boat. Gli elementi innovativi alla base del suo concept progettuale sono due: performance e leggerezza dinamica. Grazie alla presenza di due motori MAN V12-2000HP il motor yacht potrà raggiungere i 60 nodi di velocità e sarà l’imbarcazione più veloce della flotta Tecnomar di The Italian Sea Group, in grado di soddisfare le esigenze dei collezionisti e di chi ama vivere il mare. L’utilizzo di fibra di carbonio, elemento tipico delle vetture Lamborghini, garantisce la classificazione nel range delle imbarcazioni ultraleggere per 63 piedi di lunghezza.

The Italian Sea Group

The Italian Sea Group è operatore globale della nautica internazionale, attivo nella costruzione e refit di motoryacht e navi fino a 100 metri. L’azienda, che fa capo all’imprenditore Italiano Giovanni Costantino, opera sul mercato con i brand Admiral, rinomato per i prestigiosi ed eleganti yacht e Tecnomar, conosciuto per la sportività, il design all’avanguardia e le alte performance dei suoi yacht; ha una business unit che gestisce il servizio di riparazioni e refit con focus su yacht e megayacht di lunghezza superiore ai 60 metri.

MSC CROCIERE PRESENTA IL NUOVO MSC STARSHIP CLUB. A BORDO ANCHE ROB, IL PRIMO BARMAN UMANOIDE SU UNA NAVE DA CROCIERA

-A bordo della nuova ammiraglia MSC Virtuosa, la compagnia propone un’esperienza futuristica unica con l’MSC Starship Club
-Il barman umanoide Rob preparerà cocktail cosmici che saranno protagonisti di questa esclusiva esperienza di intrattenimento e degustazione

Ginevra- MSC Crociere ha rivelato oggi i dettagli del futuristico MSC Starship Club con Rob, il primo barman umanoide al mondo su una nave da crociera. MSC Starship Club è un’esclusiva della nuova ammiraglia MSC Virtuosa che entrerà in servizio a partire dal 16 aprile 2021.

MSC Starship Club coniuga bar e intrattenimento e si ispira all’idea dell’astronave del futuro di MSC Crociere, la MSC Starliner One, che ha in dotazione tecnologie all’avanguardia progettate per creare un’atmosfera futuristica. Un’esperienza unica che include ologrammi 3D, un art wall digitale e un tavolo interattivo da 12 posti che offre agli ospiti la possibilità di esplorare lo spazio con un tour galattico personalizzato. Rob mescolerà e servirà i suoi cocktail d’autore, alcolici e analcolici, e tantissimi drink personalizzati, proprio come un bartender umano, coinvolgendo gli ospiti con la sua voce e le sue espressioni umane per un’esperienza davvero coinvolgente. Le movenze e i comportamenti di Rob, insieme all’abbigliamento spaziale degli altri bartender inseriti in un ambiente circondato da tecnologia futuristica, renderanno l’MSC Starship Club un’attrazione adatta a tutte le età.

Gli ospiti potranno utilizzare delle cabine digitali verticali appositamente progettate all’interno dell’area per fare il loro ordine. Rob mostrerà poi tutte le sue abilità robotiche per preparare i cocktail – versando, mescolando e decorando i drink. Non solo, Rob sarà in grado di preparare una vasta gamma di cocktail e potrà interagire con i clienti in 8 lingue diverse (inglese, italiano, spagnolo, francese, tedesco, portoghese brasiliano, cinese e giapponese), in base alla lingua scelta dal passeggero al momento dell’ordine. Rob ha anche una sua personalità che si evolve in base all’ambiente e all’atmosfera circostante. Il suo viso a LED può esprimere diverse espressioni e consentire agli ospiti di godersi la sua performance sorseggiando un buon cocktail.

Sarà inoltre possibile visualizzare lo stato della preparazione del drink grazie ai monitor digitali all’interno dell’area e ad una striscia a LED posizionata sopra l’isola robotica, il tutto mentre si è immersi in un’esperienza dallo stile spaziale..

MSC Crociere guarda sempre al futuro per migliorare continuamente le esperienze degli ospiti cercando nuove modalità di impiego delle ultime tecnologie che permettano di creare un’esperienza unica per i passeggeri.

L’MSC Starship Club impiega le ultime tecnologie nell’ambito della robotica e del digitale per offrire un’esperienza di intrattenimento futuristica e coinvolgente, reinterpretando il concetto tradizionale di bar per trasportare, letteralmente, gli ospiti in un altro mondo.
Ci sono voluti quasi sei anni per portare a termine questo progetto, un’idea cui la Compagnia crede molto e che l’ha portata a spingersi oltre i confini dell’immaginazione. Per raggiungere questo risultato MSC Crociere ha lavorato con i maggiori esperti di aziende specializzate in robotica e automazione, design di interni e soluzioni di intrattenimento ed esperti di digitale per creare un luogo progettato su misura che ha come protagonista un robot umanoide.

MSC Virtuosa è la nuova ammiraglia della Compagnia ed entrerà in servizio nell’aprile di quest’anno. Ogni nave di MSC Crociere è unica e MSC Virtuosa permetterà agli ospiti di vivere nuove esperienze, tra cui anche l’interazione con Rob. La nave sarà equipaggiata con tecnologie all’avanguardia e rispetterà i più alti standard ambientali.

Dopo aver completato alcune crociere di tre, quattro e cinque notti nel Mediterraneo, MSC Virtuosa opererà in Nord Europa a partire dall’estate 2021 con una serie di itinerari tra i fiordi norvegesi e le capitali baltiche.

MSC CROCIERE CONFERMA CHE RIPRENDERÀ A NAVIGARE IL 24 GENNAIO

In seguito all’ultimo Dpcm che consente alle crociere di ripartire grazie al protocollo di salute e sicurezza, domenica prossima MSC Grandiosa riprenderà le crociere settimanali già programmate nel Mediterraneo occidentale, dopo la sospensione temporanea delle festività natalizie.

Ginevra – MSC Crociere ha confermato oggi che MSC Grandiosa tornerà a navigare a partire dal 24 gennaio.

In seguito all’ultimo Dpcm con le misure di contenimento del contagio sul territorio italiano, l’ammiraglia della Compagnia riprenderà a offrire crociere settimanali lungo il consueto itinerario in Mediterraneo occidentale, in partenza ogni domenica da Genova con una tappa anche a La Valletta (Malta).

L’ultimo decreto ministeriale ha autorizzato la ripresa delle operazioni di crociera sotto la tutela del protocollo di salute e sicurezza che era stato sviluppato e autorizzato dalle autorità italiane la scorsa estate. Da agosto, MSC Crociere ha già accolto in sicurezza oltre 30.000 ospiti a bordo delle sue due navi.

Durante le festività natalizie e di fine anno fino all’emanazione dell’ultimo decreto ministeriale, le crociere erano state temporaneamente sospese a causa delle misure restrittive relative alla mobilità sull’intero territorio nazionale.

MSC Grandiosa applicherà rigorosamente il protocollo di salute e sicurezza di MSC Crociere che prevede lo screening universale di tutti i passeggeri e membri dell’equipaggio prima dell’imbarco tramite tampone Covid-19 antigene, igienizzazione di tutti i bagagli a mano e da stiva, misure igienico-sanitarie e di pulizia rafforzate in tutta la nave, il distanziamento sociale a bordo, l’uso di mascherine nelle aree pubbliche fornite quotidianamente dalla compagnia.

Inoltre, a tutti gli ospiti viene consegnato un braccialetto MSC for Me in omaggio, che consente di effettuare tutte le operazioni in modalità contactless, come l’apertura della porta della cabina o i pagamenti, e contribuisce anche di tracciare, se necessario, i contatti di prossimità. I rigorosi e precisi standard del protocollo per la salute e la sicurezza vengono applicati in modo analogo anche per tutte le escursioni a terra, dove gli ospiti permangono all’interno della cosiddetta “social bubble”, proteggendo sia loro stessi che le comunità locali che li ospitano durante le visite a terra.

Ferretti Group PUbblica il BILANCIO di sostenibilità

È IL PRIMO GRUPPO DEL COMPARTO NAUTICO A TESTIMONIARE
L’aVVIO DI UN PROCESSO FORMALE DI RESPONSABILITà d’impresa

Forlì– Ancora una volta in anticipo su tutti, anche su un tema di basilare importanza come quello dello sviluppo che rispetta il Pianeta, Ferretti Group rende pubblico il primo bilancio di sostenibilità delle sue attività d’impresa. Il Gruppo testimonia così formalmente l’avvio di un percorso virtuoso che punterà a minimizzare l’impatto ambientale delle sue attività produttive e delle sue imbarcazioni, promuovendo misure di maggiore e ulteriore responsabilità sociale d’impresa.

Basandosi su un’analisi di materialità, sono stati individuati i temi che hanno un maggiore impatto sull’ attività d’impresa e gli indicatori che permettono di misurarlo, raggruppandoli in 4 ambiti che, anno su anno, verranno sempre più approfonditi e permetteranno di misurare le performance ambientali e sociali di Ferretti Group:

Innovazione e lusso: gli yacht
Impatto ambientale del processo produttivo
Valore per il territorio
Capitale umano

Per Ferretti Group la sostenibilità comincia dalla qualità e dall’eccellenza che caratterizzano le imbarcazioni: le attività di ricerca e sviluppo si concentrano quindi sull’impiego di materiali performanti e sostenibili e sulla riduzione dei consumi energetici. Nell’interior design il legno utilizzato proviene da foreste certificate, gestite secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. L’utilizzo della fibra di carbonio permette di ottenere un notevole alleggerimento dello scafo, così da realizzare yacht più efficienti e in grado di consumare meno carburante.

Il Gruppo è inoltre all’avanguardia nella ricerca sia sui motori ibridi e su nuove tecnologie che consentano l’alleggerimento degli scafi, sia sull’efficientamento delle attività dei cantieri. In questo senso, la certificazione ISO 14001 sui sistemi di gestione ambientale, ottenuta per il sito di La Spezia, è il punto di partenza verso una gestione integrata degli impatti ambientali di tutti i processi produttivi, così come la certificazione IMO Tier III ottenuta da CRN, primo cantiere navale in Italia a raggiungere questo risultato, per un megayacht di 62 metri. Da citare anche l’installazione dell’impianto di trigenerazione ad Ancona per la produzione pulita di energia elettrica, termica e frigorifera.

Aspetti fondamentali sono al tempo stesso quelli che riguardano la sfera sociale e che includono l’impatto sul territorio e su tutta la catena di fornitura e la centralità del capitale umano. La catena di fornitura di Ferretti Group, che conta oltre 2.500 lavoratori complessivamente, è situata per oltre l’85% sul territorio italiano, così che in Italia viene distribuito oltre il 75% del valore economico totale generato. In questo modo si contribuisce all’occupazione e alla crescita dell’ecosistema di piccole e medie imprese, anche di natura artigiana, con le quali esiste da tempo una virtuosa storia di collaborazione. Questa collaborazione permette ai fornitori del Gruppo di sviluppare processi e know how specifici e di confrontarsi con i mercati globali, generando quindi sviluppo e innovazione.

Grazie a tutte le misure messe in atto – tra cui anche la completa sanificazione del processo produttivo fino alla consegna della barca, Ferretti Group ha ottenuto la Biosafety Trust Certification RINA, la prima certificazione volontaria per la prevenzione e il controllo delle infezioni, a tutela degli oltre 1.500 lavoratori e dei clienti. Infine, il Gruppo ha attivato una polizza assicurativa che copre tutti i dipendenti, per tutelarli in caso di positività al virus. La polizza, riconfermata anche per il 2021, si unisce a un altro gesto di attenzione: i 1.500 saturimetri distribuiti ai dipendenti. La consegna dei saturimetri è stata decisa con la consulenza del Professor Luca Richeldi, Primario di Pneumologia al Policlinico Gemelli di Roma e membro del Comitato Tecnico Scientifico, che già a marzo ha predisposto insieme a Ferretti Group il piano sanitario con cui è stata affrontata in sicurezza la fase più critica della pandemia.

“Per crescere e mantenersi stabilmente ai vertici è fondamentale lavorare sugli impatti economici, ambientali e sociali che la nostra attività produce sui territori in cui operiamo. Non c’è successo di vendite che non debba andare di pari passo con la responsabilità nel fare impresa.” ha commentato l’Avvocato Alberto Galassi, Amministratore Delegato di Ferretti Group. “Negli ultimi anni Ferretti Group ha compiuto un rapido cammino di crescita e sviluppo, portando nella nautica bellezza e innovazione.

Sono tanti gli stakeholder che ci guardano e interagiscono con noi: le loro esigenze e aspettative sul tema della sostenibilità sono importanti nella definizione delle azioni che attuiamo quotidianamente per gestire e mitigare l’impatto delle nostre strategie di crescita. Per questo motivo, e per testimoniare la nostra responsabilità nel fare impresa, abbiamo deciso di avviare un processo formale che ci ha portato alla redazione del primo Bilancio di Sostenibilità. Primo per Ferretti Group e primo nel settore della nautica italiana.”

Technogym Fornitore Ufficiale del Team Luna Rossa Prada Pirelli

I centri di allenamento e preparazione atletica di Cagliari e di Auckland del sailing team sono firmati Technogym

Technogym – l’azienda italiana leader mondiale nel settore del fitness e del wellness e punto di riferimento per la preparazione atletica dei migliori atleti e team del mondo e fornitore ufficiale delle ultime edizioni dei Giochi Olimpici – ha confermato ancora una volta il suo ruolo di Fornitore Ufficiale di attrezzature per la preparazione atletica e soluzioni digitali del Team Luna Rossa Challenge – Challenger alla 36esima edizione dell’America’s Cup.
Dopo essersi occupata dell’allestimento della base di Cagliari, Technogym ha equipaggiato la palestra del Sailing Team di Luna Rossa di Auckland in Nuova Zelanda, con le più avanzate soluzioni per la preparazione atletica: attrezzature studiate su misura anche insieme ai tecnici di Luna Rossa per ottimizzare l’allenamento cardiovascolare, di forza, flessibilità e riabilitazione, fondamentali per la preparazione atletica dell’equipaggio.

La partnership tra Technogym e Luna Rossa risale al 1998. Da oltre 20 anni Technogym supporta la preparazione atletica del Sailing Team di Luna Rossa con le più innovative attrezzature e tecnologie per l’allenamento sviluppate grazie alla lunga esperienza dell’azienda al fianco delle migliori squadre e dei più grandi campioni del mondo dello sport.

Max Sirena, Skipper e Team Director del team Luna Rossa Prada Pirelli: “Grazie a Technogym, anche qui ad Auckland siamo riusciti a riconfigurare la stessa palestra che avevamo a Cagliari, con tutti gli attrezzi che sono necessari per la nostra preparazione. Queste barche richiedono molto sforzo di tipo aerobico e, quindi, un tipo di allenamento diverso rispetto alle barche di 15/20 anni fa. In questo Technogym ci ha seguito, ci ha aiutato, sviluppando una serie di allenamenti in collaborazione con il nostro preparatore atletico e consentendoci di arrivare alle regate, che inizieranno domani (15 gennaio) nella forma migliore.”

Fondamentale per il team è l’allenamento con SKILL LINE, la collezione creata grazie all’esperienza di Technogym come Fornitore Ufficiale delle ultime sette Olimpiadi, sviluppata proprio in collaborazione con i più grandi campioni Olimpici nel mondo.
La linea SKILL include il tapis roulant SKILLRUN, SKILLBIKE, SKILLROW e SKILLMILL, una soluzione unica per allenare velocità e potenza allo stesso tempo.

I centri di allenamento studiati ad hoc per il team di Luna Rossa includono anche alcuni prodotti della linea EXCITE per l’allenamento cardio e di resistenza adatti allo sport velico, tra cui TOP EXCITE che rappresenta il miglior allenamento cardiovascolare per la parte superiore del corpo. Il movimento ciclico del braccio è estremamente efficace poiché rafforza e tonifica i muscoli, oltre a migliorare le caratteristiche di resistenza e raggiungere la forma fisica ottimale.


L’ampia gamma di prodotti per l’allenamento di cardio e forza consente al team di Luna Rossa di lavorare in modo specifico sui gruppi muscolari attivati durante le manovre in mare, ottimizzando le prestazioni grazie a esercizi compiuti nel massimo del comfort.

In competizioni come l’America’s Cup ogni minimo dettaglio e ogni secondo perso o guadagnato possono fare la differenza tra vincere e perdere. Oltre alle caratteristiche tecniche delle imbarcazioni – Luna Rossa è una vera e propria auto di Formula 1 del mare – anche la preparazione atletica dei membri dell’equipaggio è un fattore decisivo in queste gare così impegnative, sature di tensione e dall’altissimo livello di competizione.


Luna Rossa e Technogym rappresentano due grandi eccellenze italiane, all’avanguardia dell’innovazione, della tecnologia, dello sport e del design.
La partnership con la prestigiosa Sailing Team italiana conferma ancora una volta l’importante posizionamento del brand come punto di riferimento e supporto nella preparazione atletica dei migliori atleti e team del mondo. Oltre che delle ultime sette edizioni dei Giochi Olimpici, Technogym è anche Fornitore Ufficiale di alcuni dei più prestigiosi team nazionali e internazionali tra cui Juventus, Inter, Milan, Chelsea FC, Paris St. Germain e molti altri.

Cantiere del Pardo approda presso Darsena Le Saline di Chioggia

Chioggia– Cantiere del Pardo approda presso Darsena Le Saline, rafforzando così la propria presenza della rete vendita nell’area Adriatica.

Darsena Le Saline dal 1991 è punto di riferimento per la nautica da diporto del territorio: il marina è palcoscenico di importanti manifestazioni sportive, di eventi mondani e culturali, oltre che importante piattaforma cantieristica; un modo unico e originale per vivere la città di Chioggia e dintorni, un “Borgo Marinaro” fatto di splendidi paesaggi, di un ricco patrimonio monumentale e architettonico e di antiche tradizioni popolari.

Da alcune settimane il marina situato a due passi dal centro storico di Chioggia ospita gli uffici di rappresentanza di Pardo Yachts, Grand Soleil ed è sede della Grand Soleil Custom il cui sviluppo per le imbarcazioni maxi comprese tra i 60 e gli 80 piedi è stato recentemente affidato al brand manager Franco Corazza.
“Con l’apertura del nuovo ufficio di Chioggia” spiega il responsabile commerciale dell’area Adriatica Stefano Quaggiotti “completiamo il network Adriatico che comprende gli uffici di Sistiana e Fano ed i service presenti a Monfalcone, San Giorgio di Nogaro e Fano”.

“Accogliamo con soddisfazione lo staff di Grand Soleil e Pardo Yachts, importanti brand della nautica Made in Italy” commenta Marco B. Buleghin, resp. Amm.vo di Darsena Le Saline “Siamo certi che l’utenza nautica del territorio clodiense apprezzerà la qualità e le competenze che essi da sempre rappresentano, a livello nazionale e internazionale.”

MSC CROCIERE PRONTA A RIPARTIRE IN GIAPPONE AD APRILE 2021

• MSC Crociere è la prima compagnia internazionale a ricevere il “certificato di conformità”, per il suo protocollo di salute e sicurezza, da parte della società di classificazione marittima giapponese ClassNK

• Il protocollo ha fatto scuola nel settore ed  è attualmente in fase di studio anche da parte delle autorità competenti di diversi Paesi per un riavvio graduale delle crociere


Ginevra- MSC Crociere è la  prima compagnia internazionale operante in Giappone a ricevere la certificazione di conformità per la salute e la sicurezza da parte della società uffiiale di classificazione marittima ClassNK.

La certificazione del protocollo di salute e sicurezza di MSC Crociere, che ha fatto scuola nel settore, rappresenta un importante passo in avanti verso il riavvio delle operazioni della Compagnia in Giappone, previsto per aprile 2021 e pone le basi alla riapertura delle vendite a dicembre, destinate ai residenti, e per iniziare a lavorare con i porti del Paese predisponendo così tutto per la prossima stagione.
Gianni Onorato, CEO di MSC Cruises, ha dichiarato: “Siamo estremamente soddisfatti di aver ricevuto questa certificazione e siamo ora fiduciosi di poter riavviare la nostra attività in Giappone al servizio del mercato locale entro aprile 2021”.

Junichi Hirata, Direttore Generale del Dipartimento Innovazione e Sostenibilità di ClassNK, ha dichiarato: “Questo è il primo importante passo di un piano a più lungo termine per MSC Crociere per riprendere le attività in Giappone nella prima metà del 2021, ora lavoreremo a stretto contatto con la compagnia per raggiungere questo obiettivo”.

Hiroya Nakano, Direttore Generale del Porto della città di Yokohama, ha concordato e aggiunto: “È una grande notizia che MSC Crociere abbia ricevuto questo certificato di approvazione da parte di ClassNK per il suo protocollo di salute e sicurezza. Il Porto di Yokohama si impegna a collaborare per la ripresa delle crociere internazionali nella primavera del 2021”.
I protocolli operativi per la salute e la sicurezza delle autorità portuali in Giappone e quello di MSC Crociere seguiranno le linee guida stabilite dalla JOPA, l’Associazione giapponese delle navi passeggeri oceaniche.

MSC Bellissima, varata nel 2019, sarà impiegata in Giappone, nel porto di Yokohama per crociere da sei a nove notti nei mesi di aprile, maggio e giugno 2021 e  in seguito anche ad ottobre e novembre 2021.

Gianni Onorato ha aggiunto: “Essere la prima compagnia crocieristica internazionale in Giappone ad aver ottenuto questa importante certificazione di conformità, è un’ulteriore testimonianza della validità del nostro strutturato e rigoroso protocollo di salute e sicurezza che ha aperto la strada all’intera industria crocieristica da quando, ad agosto, siamo stati la prima grande compagnia a riprendere l’attività nel Mediterraneo. Ad oggi abbiamo trasportato in modo sicuro e responsabile più di 30.000 passeggeri nel Mediterraneo e ora siamo in grado di offrire la stessa esperienza ai nostri clienti in Giappone.

Il nostro protocollo, punto di rieferimento per l’intero settore, insieme ai dati raccolti con la ripartenza delle nostre due navi che hanno fatto scalo in Italia, Grecia e Malta, è attualmente in fase di studio da parte delle Autorità di altri Paesi in cui si prevede possano ripartire le crociere. Riteniamo che questa certificazione, ottenuta in un Paese dove l’industria crocieristica è stata posta subito al centro dell’attenzione durante la pandemia – unitamente alla conferma del proseguimento delle crociere da parte delle autorità italiane attraverso l’ultimo decreto ministeriale –  sia un’importante testimonianza della fiducia che siamo riusciti a costruire grazie alle efficaci misure previste dal protocollo e alla loro rigorosa applicazione a beneficio degli ospiti, dell’equipaggio e delle comunità che visitiamo”.

Il RINA, società di classificazione europea, ha assegnato, MSC Grandiosa, ammiraglia della Compagnia che oggi opera nel Mediterraneo, la classificazione aggiuntiva “Biosafe”. In precedenza il RINA aveva verificato anche il protocollo di salute e sicurezza di MSC Crociere certificando che rispettava e andava oltre gli elevati standard dell’Agenzia per la Sicurezza Marittima Europea (EMSA) e del Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (ECDC), che incorporano ulteriori standard sanitari definiti da EU Healthy Gateways.

Protocollo di salute e sicurezza di MSC Crociere

MSC Crociere a metà agosto è diventata la prima grande compagnia di crociera a riprendere a navigare dopo lo stop del settore, a livello globale, avvenuto a marzo a seguito del propagarsi della pandemia.MSC Grandiosa, l’ammiraglia della Compagnia, è salpata assime ai suoi ospito domenica 16 agosto da Genova per il primo dei suoi viaggi di 7 notti nel Mediterraneo occidentale. Questo è stato possibile solo in seguito all’approvazione da parte delle autorità competenti in Italia, Malta e Grecia di un protocollo di salute e sicurezza, diventato poi un modello per tutto il settore, volto a tutelare il benessere di tutti gli ospiti, dell’equipaggio e delle comunità visitate. Il protocollo, progettato fin dall’inizio per adattarsi ad una situazione sanitaria in costante evoluzione, è stato recentemente rafforzato in linea con l’attuale evoluzione della pandemia nell’Europa continentale, e comprende una serie di misure rigorose rafforzate.

Le misure aggiuntive prevedono:

• Ulteriori test antigenici a bordo per tutti gli ospiti a metà della crociera, che si aggiungono ai test universali di pre-imbarco già esistenti per tutti i passeggeri;

• La frequenza dei test per tutto l’equipaggio durante la permanenza a bordo è aumentata da due volte al mese a una volta settimana. Tale misura si aggiunge ai test di pre-imbarco per tutto l’equipaggio e ad altre misure di monitoraggio costante della salute;

• Aumento della frequenza dei servizi di sanificazione a bordo, in particolare nelle aree pubbliche e nei punti di maggior contatto;

• Rafforzamento della definizione di “contatto ravvicinato” ai fini del tracciamento, con tempi di contatto tra gli individui ridotti da 15 minuti a 10 minuti.

Il protocollo MSC Crociere si basa su nove elementi chiave, molti dei quali sono stati adottati da altre compagnie crocieristiche, dalla Cruise Lines Industry Association (CLIA) e da compagnie aeree e aeroporti internazionali.

• Test per tutti gli ospiti almeno due volte per viaggio
• Test per tutto l’equipaggio almeno tre volte prima dell’imbarco e una volta a settimana a bordo
• Consentite solo escursioni a terra protette organizzate nel rispetto “bolle sociali”
• Ventilazione con sistemi di aria fresca proveniente dall’esterno HVAC (Heating, Ventilation and Air Conditioning)
• Pronta risposta alle possibili emergenze senza gravare sulle infrastrutture sanitarie locali
• Spazio di isolamento, tracciamento e localizzazione a bordo, compresi i contatti ravvicinati
• Dotazione di mascherine
• Distanziamento fisico costante – supportato dalla ridotta capacità della nave

Il protocollo di MSC Crociere, potenziato con le misure recentemente attivate, continua ad essere gestito da una task force interfunzionale composta da esperti nei settori dei servizi medici, della sanità pubblica e dei servizi igienici, dei servizi alberghieri, del riscaldamento e della ventilazione, della climatizzazione, dei sistemi di ingegneria navale, dell’Information Technology e della logistica.

YARE 2020 DIGITAL EDITION in streaming from Viareggio, November 26/27

Download the YARE APP from your store and sign up, follow free contents, interact and do business networking with the worldwide superyacht community of captains.

The complete program of YARE 2020 includes:

The Superyacht Captains Forum LIVE: the state of the superyacht market presented by The Superyacht Group, media partner.
Workshops and virtual roundtables approaching the market hot topics: industry experts and influencers will moderate the panel discussion (cybersecurity, refit planning, paininting and coating, tax and legal administration, green agenda, customer behaviour, life style).
B2C online meetings with superyacht captains: a customized agenda of 15 meetings to introduce your business, products, services.
The shipyard tour: watch the virtual live tour of famous shipyards.
The Passerelle Pitch “Innovation Award”: your chance to participate in a live pitch, introduce your innovative idea and win a special prize.

All available in streaming through the YARE App!

Have a look at the extra visibility options that will boost your company visibility during the streaming, here attached along with the registration form.

Do not miss the chance to participate in the new digital edition of YARE.
FILL IN THE FORM AND CONFIRM YOUR PARTICIPATION

MSC CROCIERE IMPLEMENTA IL SISTEMA DI SANIFICAZIONE DELL’ARIA DI NUOVA GENERAZIONE PER L’INDUSTRIA CROCIERISTICA PER MIGLIORARE ULTERIORMENTE L’IGIENIZZAZIONE DELL’ARIA

⦁    MSC Seashore sarà la prima nave da crociera ad essere dotata di questa nuova tecnologia all’avanguardia per la sanificazione dell’aria e per ridurre il rischio di virus
⦁    Si tratta di un ulteriore passo in avanti nel costante impegno di MSC Crociere per la salute e la sicurezza di ospiti ed equipaggio
⦁    Una innovazione sviluppata da Fincantieri, in collaborazione con l’avveniristico Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologia

Ginevra, Svizzera — MSC Crociere sarà la prima compagnia crocieristica al mondo a installare un nuovo e innovativo sistema di sanificazione dell’aria attraverso una tecnologia all’avanguardia denominata “Safe Air”, che sarà in grado di migliorare ulteriormente la qualità e la sanificazione dell’aria a bordo a beneficio dei suoi ospiti e dell’equipaggio.

Il sistema “Safe Air” sarà installato a bordo di MSC Seashore, una delle navi più grandi e tecnologicamente avanzate mai costruite in Italia e attualmente in costruzione presso il cantiere Fincantieri di Monfalcone, che sarà consegnata nel luglio 2021 diventando la prima di due navi della classe “Seaside Evo”.

L’annuncio di oggi rappresenta un altro passo avanti nel costante impegno di MSC Crociere per la salute e la sicurezza così come dimostrato in agosto, quando – dopo il temporaneo arresto dell’industria a livello globale a causa della pandemia – è diventata la prima grande compagnia crocieristica al mondo a tornare in mare con un nuovo e completo protocollo di salute e sicurezza approvato dalle autorità nazionali ed europee.

Il sistema di sanificazione dell’aria di nuova generazione è basato sulla tecnologia delle lampade UV-C, ovvero i raggi ultravioletti di tipo C, applicate in abbinamento al sistema di condizionamento. In questo modo, il flusso d’aria sarà irradiato alla sorgente con una luce di breve lunghezza d’onda, colpendo le particelle organiche e impedendo così la circolazione di inquinanti atmosferici come virus, batteri e muffe.

Il sistema di igienizzazione “Safe Air” è stato sviluppato dai progettisti e tecnici di Fincantieri e dal laboratorio di virologia del Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologie, un importante istituto di ricerca con sede a Trieste. L’Istituto fornisce alle imprese supporto scientifico per lo sviluppo di soluzioni tecnologiche innovative per il controllo delle infezioni virali, oggi particolarmente rilevante data l’attuale crisi sanitaria globale.

La risposta efficace di MSC Crociere alle sfide sanitarie che il settore dei viaggi e del turismo mondiale si trova ad affrontare è stata quella di fissare i più alti standard di sicurezza attraverso un protocollo di salute e sicurezza che è in vigore dal 16 agosto, da quando MSC Grandiosa ha ripreso i suoi itinerari di 7 notti nel Mediterraneo occidentale. Oggi, dopo il completamento delle prime 9 crociere con oltre 16.000 passeggeri imbarcati, è stata affiancata questa settimana da MSC Magnifica che offre crociere di 10 notti nel Mediterraneo occidentale e orientale.

Il nuovo protocollo per la salute e la sicurezza di MSC è andato ben oltre le indicazioni delle autorità competenti, stabilendo nuovi standard per il settore crocieristico, così come del settore dei viaggi, del tempo libero e dell’ospitalità, in particolare rispetto al testing universale di tutti gli ospiti.
Prima di salire a bordo, tutti gli ospiti vengono sottoposti a uno screening sanitario completo prima di salire a bordo della nave, per una procedura che comprende tre passaggi: controllo della temperatura, compilazione di un questionario sulla salute personale ed il tampone antigene COVID-19. I membri dell’equipaggio, prima di poter iniziare a lavorare a bordo, vengono sottoposti tre volte al tampone.

Altri aspetti del protocollo riguardano servizi igienico-sanitari e di pulizia particolarmente elevati, mascherine e mantenimento del distanziamento sociale, strutture mediche a bordo potenziate, monitoraggio sanitario quotidiano e un rigoroso piano di emergenza per la gestione di eventuali casi sospetti. Inoltre, durante le soste delle navi nei porti dell’itinerario, è possibile scendere a terra esclusivamente con le escursioni “protette” che permettono agli ospiti di visitare i luoghi all’interno di una sorta di “bolle sociali” che garantiscono non solo la sicurezza dei passeggeri, ma anche delle comunità locali.

Il protocollo è stato messo a punto da esperti interni alla Compagnia in servizi medici, salute pubblica e igiene, servizi alberghieri, sistemi di riscaldamento, ventilazione e aria condizionata e altri sistemi di ingegneria di bordo, information technology e logistica.

È stato inoltre istituito un team di esperti “Blue-Ribbon COVID-19” composto dai migliori professionisti riconosciuti a livello internazionale con il compito di informare e rivedere il protocollo ideato da MSC Crociere, contribuendo così a garantire che le azioni intraprese dalla compagnia siano appropriate, efficaci e in linea con le migliori pratiche scientifiche e sanitarie disponibili.

Come avviene per ogni nuova unità di MSC Crociere, anche MSC Seashore sarà dotata delle più recenti tecnologie e soluzioni disponibili per ridurre il suo impatto ambientale. Tra queste, in particolare, un sistema di riduzione catalitica selettiva all’avanguardia (SCR) e un sistema di trattamento avanzato delle acque reflue di nuova generazione (AWT). I sistemi SCR riducono le emissioni di ossido di azoto (NOx) del 90% grazie alla tecnologia avanzata di controllo attivo delle emissioni. Mentre i sistemi AWT prendono le acque reflue attraverso un processo completo di purificazione e filtraggio molto sottile che rende l’acqua con una qualità simile a quella di rubinetto.

MSC Seashore sarà inoltre dotata della possibilità di ricevere l’alimentazione da terra collegandosi, durante l’ormeggio, alle reti elettriche locali e riducendo così ulteriormente le emissioni nell’aria.

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab