FERRETTI GROUP REALIZZA UN IMPIANTO DI TRIGENERAZIONE NEL CANTIERE DI ANCONA, NEL SEGNO DELLA SOSTENIBILITÀ E DELLA EFFICIENZA ENERGETICA

L’impianto di produzione di energia elettrica, termica e frigorifera, realizzato da Samso Spa,  è in grado di ridurre fino al 79% i consumi di energia elettrica


Ancona – Continuano gli investimenti di Ferretti Group nel cantiere di Ancona, in questo caso si tratta di un importante progetto che migliora efficienza energetica e sostenibilità. L’impianto di trigenerazione permetterà infatti di ridurre fino al 79% i consumi di energia elettrica e termica necessari a climatizzare gli ambienti di produzione, rispondendo così alle esigenze produttive della Super Yacht Yard di Ancona, che si estende su una superficie di oltre 25.000 metri quadri coperti e richiede un costante controllo della temperatura.

Ideazione e installazione sono opera di Samso Spa, Energy Service Company (E.S.Co.) attiva in Italia nella progettazione, realizzazione e finanziamento di interventi di efficienza energetica. Nel dettaglio, all’interno dell’impianto è presente un cogeneratore alimentato a gas ad alto rendimento, dalla potenza elettrica di 500 kWe e potenza termica 600 kWt, insieme a un assorbitore di 460 kWf per la produzione di acqua gelida per il raffrescamento che sfrutta l’energia termica recuperata dall’impianto stesso.

Complessivamente questo intervento, una volta a regime, porterà alla riduzione di circa il 79% della richiesta di energia elettrica e del 32% di energia termica, stimando un risparmio annuo di energia primaria del 20%.

Nell’area del cantiere, Ferretti Group ha inoltre installato un impianto solare fotovoltaico per la produzione di energia elettrica e per la riconversione degli impianti di illuminazione con lampade LED.

PROSEGUE LA PARTNERSHIP TRA GRIMALDI LINES E BLU NAVY

Anche nel 2020 un mare di sconti sulle tratte per Sardegna, Corsica e Isola d’Elba
servite dalle due compagnie di navigazione

Napoli, 27 febbraio 2020 – Prosegue anche nel 2020 la partnership tra Grimaldi Lines e Blu Navy, che da diversi anni garantisce l’opportunità di usufruire di tariffe agevolate sui collegamenti marittimi per Sardegna, Corsica e Isola d’Elba.

Grazie alla collaborazione tra le due compagnie di navigazione, i clienti Grimaldi Lines diretti in Sardegna possonopoi raggiungere anche la Corsica con Blu Navy, che effettua la tratta Santa Teresa di Gallura-Bonifacio e viceversa. A tutti loro viene comunicato un codice sconto che dà diritto a riduzioni fino al 20%(al netto di tasse e contributi).

Blu Navy raggiunge inoltre l’Isola d’Elba con la linea marittima Piombino-Portoferraio. Anche in questo caso ai passeggeri Grimaldi Lines, attraverso un altro codice sconto, sono applicate riduzioni fino al 20%(al netto di tasse e contributi), sempre in base alla stagionalità. I due codici sconto si possono utilizzare solo per prenotazioni dal sito Blu Navy.

L’offerta è riservata ai titolari dei biglietti Grimaldi Lines, nonché ai loro familiari ed accompagnatori. Lo sconto si applica al passaggio nave e al supplemento per il trasporto del veicolo al seguito e non è cumulabile con altre tariffe speciali o convenzioni attive al momento della prenotazione.

Anche ai clienti di Blu Navy è garantita la possibilità di raggiungere la Sardegna a prezzi vantaggiosi, viaggiando a bordo delle navi Grimaldi Lines sulle rotte Livorno-Olbia, Civitavecchia-Porto Torres, Civitavecchia-Olbia e viceversa: sconto del 15% (diritti fissi esclusi) per partenze effettuate entro il 20 luglio 2020 e dal 14 settembre al 31 dicembre 2020 e sconto del 10% (diritti fissi esclusi) in alta stagione con partenze dal 21 luglio al 13 settembre 2020.

L’offerta è riservata ai titolari dei biglietti Blu Navy, nonché ai loro familiari e accompagnatori inseriti nella stessa prenotazione. Lo sconto si applica al passaggio nave e ai supplementi per la sistemazione a bordo e per il trasporto di auto/moto ed animale domestico al seguito. E’ cumulabile con altre promozioni speciali attive al momento della prenotazione, ma non con altri codici sconto e convenzioni, né con le tariffe dedicate ai residenti, né con l’Offerta Senior.

L’ECONOMIA CIRCOLARE ARRIVA NELLA NAUTICA: PRESENTATA A CROTONE IDEADOCK

LA LINEA DI CUBI GALLEGGIANTI REALIZZATA UTILIZZANDO ANCHE PLASTICA RICICLATA

Prodotti dalla milanese Idea Plast, saranno distribuiti da PlastiLab Green Innovation, la startup crotonese aggregata al Consorzio NET che è stata lanciata proprio nei giorni scorsi

Crotone– L’economia circolare arriva anche nel settore della nautica. Oggi, a margine della Crotone International Carnival Race 2020, è stata infatti presentata IDEADOCK, la prima linea di cubi galleggianti realizzata utilizzando una parte di plastica riciclata.

L’idea di utilizzare anche la plastica riciclata per la realizzazione dei cubi galleggianti è stata di Alessandro Trentini, fondatore di Idea Plast, azienda con sede a Lainate, in provincia di Milano, leader in Italia nella progettazione e realizzazione di oggetti, manufatti e arredi urbani utilizzando la plastica in seconda vita proveniente dalla raccolta differenziata.

IDEADOCK è una linea di cubi galleggianti in plastica che può essere utilizzata per realizzare camminamenti pedonali galleggianti o piattaforme per gli sport acquatici, allestire un pontile, un eliporto su un litorale o anche per la produzione di un progetto artistico. I sistemi modulari sono prodotti in parte con plastica seconda vita e studiati per essere sempre più funzionali, sicuri e resistenti agli agenti atmosferici e all’usura.

Il sistema di cubi componibili IDEADOCK si caratterizza inoltre per la resistenza, la facilità di assemblaggio, l’affidabilità e la sicurezza. Ogni cubo viene realizzato in polietilene ad alta densità mixato con una componente di plastica riciclata. IDEADOCK è progettato per mantenere le stesse caratteristiche dei sistemi galleggianti realizzati in plastica vergine e ha una durata di oltre 10 anni.

“Trasformare qualcosa che abbiamo scartato in un qualcosa di nuovo e riutilizzabile rappresenta un forte messaggio sociale, perché ci fa capire come una corretta gestione dell’intera filiera – dalla produzione al recupero fino al riutilizzo – possa trasformare la plastica da rifiuto in risorsa, ha dichiarato Alessandro trentini, fondatore di Idea Plast e Presidente di PlastiLab.

Alessandro Trentini è anche presidente di PlastiLab – Green Innovation, la startup presentata alla stampa proprio nei giorni scorsi, aggregata al Consorzio NET S.c.a.r.l., ente gestore del Polo di innovazione della Regione Calabria “Ambiente, Rischi naturali, Energie rinnovabili e Gestione ecosostenibile dei rifiuti”, di cui Idea Plast detiene una quota del 40%. La sede di PlastiLab è all’interno dell’incubatore del Polo Net di Crotone, dove viene effettuata l’attività di ricerca e sviluppo. PlastiLab si occuperà della distribuzione della linea IDEADOCK.

Dal 2000, Idea Plast studia e sviluppa soluzioni per trasformare gli scarti e i rifiuti plastici in nuovi prodotti e realizza oggetti, parchi gioco, manufatti e arredi urbani utilizzando plastica riciclata proveniente dalla raccolta differenziata. Facendo propria la filosofia delle cinque R (Riduzione, Recupero, Riciclo, Riutilizzo e Ricerca), oggi Idea Plast affianca su tutto il territorio nazionale le amministrazioni comunali e le aziende che vogliono sposare il proprio business alla sostenibilità, con particolare attenzione all’utilizzo di plastica in seconda vita, limitando l’impatto delle proprie attività sul territorio e la comunità che lo abita.

Idea Plast è stata fondata nel 1988 da Alessandro Trentini, ha sede a Lainate (MI) e nel tempo ha focalizzato la propria attività sulla progettazione e realizzazione di manufatti e arredi interamente in plastica riciclata. Dalla formulazione del materiale alla progettazione, la società realizza diversi prodotti in plastica riciclata come parchi giochi per bambini, complementi per l’arredo urbano. Collabora attivamente con l’Osservatorio Appalti Verdi di Legambiente, la campagna nazionale per la promozione e il monitoraggio civico del Green Public Procurement, finalizzata ad accelerare il processo di riconversione ecologica del mercato di beni e servizi.

PlastiLab – Green Innovation è una start up innovativa nata nel 2019 con sede a Crotone che opera nel settore della ricerca ed innovazione per la realizzazione di produzioni e servizi mirati alla ecosostenibilità.  Attraverso lo studio e lo sviluppo di nuovi sistemi tecnologici di recupero e riconversione degli scarti derivanti dal post consumo industriale e urbano, si propone di attuare programmi di ricerca mirati, realizzare progettazioni con prototipazioni, effettuare produzioni e commercializzazione di manufatti, prodotti e\o semilavorati realizzati in materiale ecologico, nell’ottica delle tendenze ambientali sia nazionali che internazionali.

RABEN GROUP: UN 2019 DI SFIDE E SVILUPPO

Il 2019 ha portato con sé molte sfide nel settore della logistica. Tuttavia, Raben Group ha chiuso l’anno con un aumento dei ricavi, con un fatturato di oltre 1,2 miliardi di euro, e numerosi successi che comprendono lo sviluppo della rete logistica europea e l’espansione dei collegamenti con la Germania. I risultati commerciali sono stati coronati da numerosi premi assegnati sia all’azienda che ai suoi rappresentanti.

Milano- Raben Group può considerare l’anno passato come un anno di successo: gli obiettivi di bilancio sono stati raggiunti con un fatturato di 1,25 miliardi di euro, il che rappresenta un aumento di oltre l’8% rispetto all’anno precedente. I principali settori delle industrie servite dall’azienda nel 2019 sono stati:
• food (27%)
• tecnologie di consumo (21%)
• automotive (20%)
• commercio al dettaglio (12%)
• chimica (11%),
• FMCG non alimentare (9%).

“Abbiamo molti clienti a lungo termine. La loro attività è cambiata nel corso degli anni e noi ci stiamo adattando a loro. Siamo partner ed insieme risolviamo i problemi che emergono. Cresciamo anche insieme. Questo costante sviluppo è inscritto nel DNA della nostra azienda. Aggiungiamo sempre più sedi e nuovi paesi alla nostra rete europea: l’anno scorso la Bulgaria è entrata a far parte della nostra famiglia ma non solo, stiamo espandendo la nostra attività anche in Germania ed in Italia. Abbiamo già molte buone reti di distribuzione domestica, e la rete domestica è come un essere umano. È la spina dorsale che può sostenere tutto il corpo.

Ciò significa che possiamo gestire un’attività internazionale; siamo in grado di offrire il trasporto marittimo, il trasporto aereo, la logistica contrattuale. Se non c’è una spina dorsale della rete di distribuzione nazionale nel paese, noi la percepiamo come una cattiva configurazione”. – spiega Ewald Raben, CEO Raben Group – “Il nostro obiettivo è standardizzare i nostri x-docks in tutta Europa. Dovrebbero avere tutti lo stesso set-up, gli stessi processi e sistemi informatici. Per noi e per i nostri clienti, standardizzazione significa ottimizzazione e massima qualità dei servizi forniti”. – aggiunge Ewald Raben.

Raben in Europa e in Italia
In Italia, il Gruppo ha rafforzato la propria cooperazione con SITTAM, diventando azionista di maggioranza dopo aver portato la propria quota al 51%. La famiglia Bertola rimane proprietaria del 49% di quote ed azionista a lungo termine di SITTAM.
Entrambi i proprietari hanno deciso di aumentare congiuntamente il capitale della compagnia e, il management dell’azienda italiana, è stato rafforzato dalla presenza di Wojciech Brzuska, manager di Raben Group con oltre 20 anni di esperienza nel settore TFL, che ha assunto la posizione di CEO (Chief Executive Officer).
Raben sta attualmente investendo molto nel mercato italiano attraverso soluzioni IT innovative, l’espansione della propria rete nazionale e lo sviluppo di connessioni internazionali con altri mercati del Gruppo.

Nel 2019 sono state aperte molte nuove linee dirette dai paesi di Raben Group alla Germania. Anche i collegamenti con la Romania, la Repubblica Ceca e la Slovacchia, i Baltici, l’Ucraina e l’Est si stanno sviluppando in modo sempre più dinamico.

Nel mese di novembre, la famiglia Raben, si è espansa al fine di includere la Bulgaria. Ciò significa che il Gruppo opera già in 13 mercati in Europa con una rete di 150 depositi. L’HUB internazionale a Sofia e i collegamenti diretti e giornalieri con una rete partner di sei magazzini in tutto il paese non solo consentono all’azienda di operare in modo efficiente in questo mercato, ma anche di creare nuove opportunità di sviluppo nella parte sud-orientale del continente.

L’anno scorso, nella rete logistica europea, la quota maggiore di servizi forniti da Raben Group è stato il trasporto su strada (66%), seguito da Contract Logistics (13%), FTL (8%), Fresh Logistics (8%), Lead logistic provider (4%) ed infine Mare&Aereo (1%). Vale la pena notare che il trasporto marittimo nell’ultimo anno ha iniziato a svilupparsi in modo molto dinamico, e il team Raben dedicato a questo settore è cresciuto in modo significativo. Tutto ciò conferma gli sforzi costanti di Raben Group di costruire una rete logistica europea.

Focus sulla Germania
La rete di trasporto indipendente di Raben Group operativa da gennaio 2018 in Germania, è stata ampliata la scorsa primavera con nuovi depositi. Questo investimento ha permesso al Gruppo di fornire servizi più efficienti nella Germania settentrionale.
Infine, vale la pena ricordare il completamento dell’espansione di due anni e mezzo della sede di Eisenach, arricchita con magazzini moderni, un laboratorio con lavaggio di camion e nuovi uffici. Grazie all’investimento di 6,5 milioni di euro, Raben Group ha attualmente a disposizione il 40% di capacità di magazzino in più ad Eisenach: quattro magazzini logistici, due magazzini cross-dock e 74 rampe di carico in totale. L’obiettivo è quello di aumentare la presenza dell’operatore in Thuringia.

Nel novembre 2019 è stato raggiunto un accordo sull’acquisizione da parte di Raben Group del gruppo tedesco Fenthol & Sandtmann che comprende FKL & Kraftverkehr Ehrig. Raben ha acquisito il restante 50% delle azioni della società con cui aveva collaborato in joint venture dal 2011, diventando ora il suo unico azionista. Come risultato dell’operazione, Raben Group ha rilevato i centri di distribuzione di Fenthol & Sandtmann ad Amburgo, Erlensee, Lipsia e Dresda insieme ai dipendenti.

Su questo mercato un ruolo importante sarà svolto da collegamenti quotidiani diretti con altri paesi del Gruppo, in particolare tra Polonia e Germania, il cui obiettivo principale è quello di raddoppiare il numero di spedizioni nei prossimi anni.

Focus Polonia
Raben Transport ha generato entrate record nel 2019. Anche la più grande azienda di Raben Group Logistics Polska, ha raggiunto risultati eccezionali avendo l’anno scorso ottenuto un elevato Net Promoter Score (NPS) pari a ben l’80% ed un Customer Satisfaction Index (CSI) pari all’82%, ed è già ben preparata per le sfide del nuovo anno.

“Nel 2020 il settore della logistica continuerà a svilupparsi nonostante molte sfide” – dice Janusz Aniol, direttore generale di Raben Logistics Polska. – “In Polonia, la più grande di queste sfide continuerà ad essere l’aumento dei costi del mercato del lavoro e gli oneri derivanti da nuove normative previste. Questi cambiamenti interesseranno l’intero mercato e tutte le industrie, e quindi sarà necessario raggiungere una stretta cooperazione e comprensione in tutta la supply chain per affinare insieme i processi logistici. La logistica dovrebbe cambiare, migliorare e adottare un nuovo approccio al business attraverso l’innovazione, l’automazione, le forme avanzate di scambio di dati e le attività ambientali. Solo le aziende finanziariamente stabili con un potenziale di sviluppo moderno e un forte team IT e di ricerca saranno in grado di affrontare questa sfida”.

In Polonia, in termini di investimenti in impianti, il 2019 è stato migliore rispetto all’anno precedente. Nel mese di maggio, un moderno magazzino con una superficie di 21.000 m2 è stato aperto a Robakowo vicino a Poznań. Grazie a questo, Raben Group gestisce ora il Centro Logistico di Gądki con 120.000 m2 di magazzino, con la possibilità di immagazzinare 185 mila pallet, quasi 18 mila m2 di area cross-dock e 5 mila m2 di spazio produttivo. Il nuovo magazzino logistico con una capacità di 41 mila pallet è stato suddiviso in cinque zone, tra cui quelle specializzate che consentono lo stoccaggio di aerosol o ossidanti, che hanno richiesto l’applicazione di soluzioni di sicurezza e protezione antincendio all’avanguardia. La struttura è progettata anche per l’esecuzione di progetti di co-packing.

Raben Group ha aperto anche una filiale a Kielce, che ha rilevato l’attività di una sede nella vicina Starachowice – troppo piccola per soddisfare le crescenti esigenze dei clienti. Un impianto moderno ed ecologico con una capacità di 5 mila m2 pensata per i servizi di trasporto e cross-docking, che gestisce in media oltre 24 mila spedizioni e circa 50 mila pallet al mese. Grazie a questi investimenti, le capacità operative dell’azienda sono notevolmente aumentate.

A sua volta, per La Fresh Logistics Polska specializzata nel trasporto di prodotti freschi, l’anno 2019 è stato caratterizzato da un continuo miglioramento del business nell’ambito del programma Better Every Day basato sulla filosofia Lean Management. Sono stati realizzati 18 progetti di ottimizzazione, aumentando così l’efficacia dei servizi e rispondendo alle crescenti aspettative dei clienti.

Innovazioni
Gli investimenti nelle infrastrutture in Raben Group lo scorso anno sono stati accompagnati dall’implementazione di nuove soluzioni tecnologiche e dallo sviluppo di flotte. A gennaio, l’azienda ha offerto ai propri clienti uno strumento innovativo basato sul parametro ETA (Tempo stimato di arrivo), che consente di tracciare le spedizioni in tempo reale e di determinare il tempo di consegna con una precisione pari a due ore. Questa soluzione è stata apprezzata non solo dai clienti, ma anche dal settore IT. Insieme alla piattaforma myRaben.com, il parametro ETA è stato premiato nel concorso Best in Cloud 2019 organizzato da Computerworld come “La migliore implementazione del servizio cloud negli ultimi 12 mesi”.

Per molti anni, Raben Group, si è concentrata sull’automazione e la robotizzazione di processi e servizi a diversi livelli: processi fisici, processi IT e recentemente anche l’automazione dei processi robotici (RPA). Quando si tratta di automazione, ha optato per soluzioni IT avanzate, come ad esempio piattaforme che trasmettono automaticamente informazioni ai clienti, piattaforme che presentano ETA, ecc. Nell’ambito dell’automazione e della robotizzazione del magazzino, Raben sta implementando dispositivi che misurano spedizioni, carrelli elevatori autonomi e semiautomatici, bracci “co-botico”, sensori Internet of Things (IoT) e molte altre soluzioni che aumentano l’efficacia dei processi di stoccaggio e trasporto. Nell’ambito della RPA (Robotic Process Automation) ci sono implementazioni di robot software che supportano o sostituiscono il lavoro degli utenti in particolari applicazioni (WMS/TMS/FK) o all’interfaccia dei sistemi IT.

Vale anche la pena ricordare che nel 2019 la flotta dell’operatore è stata arricchita da dieci trattori Mercedes-Benz dotati di tecnologia innovativa, tra cui le telecamere MirrorCam e l’Assistente Blind Spot. Gli ultimi trattori Actros consentono di guidare in modo ancora più economico e, soprattutto, eccezionalmente sicuro, vera priorità di Raben Group.

Premi
Il numero di premi vinti da Raben nel 2019 è stato estremamente alto. Ewald Raben, CEO Raben Group, in riconoscimento del suo contributo allo sviluppo dell’economia polacca, è stato insignito della Medaglia del centenario della Riconquista dell’Indipendenza dal Primo Ministro Mateusz Morawiecki. A sua volta, Paweł Trębicki, direttore generale di Raben Transport, ha ricevuto la Decorazione d’onore “Meritorio per il trasporto della Repubblica di Polonia” su richiesta della Transport and Logistics Poland Employer Association – TLP.

Le competenze del settore del Gruppo Raben sono state ripetutamente riconosciute. L’azienda ha ricevuto il titolo di Reliable Brand 2019 nella categoria “Servizi Logistici” nel rapporto della rivista “My Company Polska”. Inoltre, si è piazzato al primo posto nella 24a edizione della classifica Transport Forwarding Logistics (TFL) preparata da “Dziennik Gazeta Prawna” nella categoria “Servizi logistici”. Allo stesso tempo, Fresh Logistics Polska si è distinta nella categoria “Trasporti”.

Raben Group è stato anche il vincitore del premio giornaliero “Rzeczpospolita” per aziende eccezionali del settore dei trasporti, spedizioni e logistica – nelle categorie “Highest revenues in contract logistics” e “Best CSR practices”.
Infine, nella diciottesima edizione dell’indagine Logistics Operator of the Year 2019, Raben Logistics Polska ha ricevuto il Golden Emplem ed è stata in cima alla classifica delle aziende che godono della più grande fiducia dei clienti, mentre Raben Transport ha ricevuto la statuetta di Logistics Leader nella categoria del fornitore di servizi FTL più affidabile.

Responsabilità sociale d’impresa
Nel 2019 le attività di Raben Group nel campo della RSI hanno portato non solo effetti misurabili, ma anche numerosi premi.
In primavera, i volontari hanno piantato 2.100 alberi nell’ambito della campagna “e-invoice-higher culture”, che l’azienda gestisce dal 2014 – in quel periodo sono stati piantati un totale di oltre 13.000 alberi. L’azienda è entrata a far parte del gruppo di partner del Responsible Business Forum e dell’ultima edizione del rapporto “Responsible Business in Poland 2018. Good practices” ha presentato 16 iniziative. Già per la quarta volta, il settimanale “Polityka” ha assegnato a Raben Group la Foglia d’Oro della RSI, e un premio speciale per la sua collaborazione con la Federazione delle banche alimentari polacche. Per il suo contributo alla prevenzione degli sprechi alimentari, l’azienda ha ricevuto il premio Jacek Kuroo nella categoria Donatori Nazionali. In estate è stato pubblicato anche il quinto rapporto sociale del Gruppo Raben in Polonia: “The Way to Responsibility 2018″.

Raben Group ha chiuso l’anno con un gioioso accento natalizio quando Ewald Raben è diventato uno dei patrocinanti, insieme a suo fratello Marco – uno dei piloti-volontari del convoglio di Natale, che nel mese di dicembre è partito dalla Germania fino a Bulgaria, Moldavia, Romania ed Ucraina. Più di 170.000 pacchi sono stati trasportati nei paesi dell’Europa orientale su 38 camion con l’aiuto di sponsor e quasi 300 volontari. I regali di Natale sono stati distribuiti tra i bambini delle scuole locali e asili, orfanotrofi e cliniche.

ADMIRAL: Life Saga finalista nella categoria “Best Motor Yacht Interior Design – above 500GT” ai prestigiosi Boat International Design & Innovation Awards 2020

Marina di Carrara-Life Saga, megayacht di 65 metri nato dalla collaborazione tra Admiral, il flagship brand di The Italian Sea Group, e gli architetti Gian Marco Campanino, che ha curato il progetto degli esterni e il layout generale e il designer Mark Berryman, che ha sviluppato il concept degli interni, è tra i finalisti nella categoria “Best Motor Yacht Interior Design – above 500GT” ai Boat International Design & Innovation Awards 2020, i prestigiosi riconoscimenti che premiano architettura, stile navale, design e innovazione tecnologica.

La cerimonia di premiazione si terrà domenica 2 febbraio a Cortina d’Ampezzo, durante il Superyacht Design Festival, di fronte ad una giuria di esperti del settore di diverse nazionalità.

Life Saga è il connubio perfetto in termini di estetica, tra stile e innovazione, vede la piena continuità tra spazi interni ed esterni creando una sequenza di aree aperte molto ampie, dai sundeck, alla zona lounge/bar/game-room fino alla panoramica area esterna.

Porte in vetro scorrevoli a scomparsa che si sviluppano a tutt’altezza, balconi abbattibili e pareti vetrate apribili offrono la possibilità di vivere in “un ‘ambiente ibrido” che è sia interno che esterno.

La “rotunda” della sala da pranzo funge da filtro tra due importanti ambienti: la lounge area esterna e la sala cinema, riducendo la convenzionale divisione tra l’interno e l’esterno, grazie alle enormi pareti curve in vetro scorrevoli a scomparsa totale.

Le ampie vetrate che si sviluppano pavimento – soffitto e la grande finestra a centro barca sono la vera signature dello stile yacht.

Il design esprime un carattere audace e coraggioso, maschile ma non troppo militare e pur sempre molto elegante.

L’elemento architettonico distintivo nella parte centrale della silouhette, simile ad un grattacielo, composto da lastre in vetro prive di dettagli, dona allo yacht l’aspetto di una “villa moderna” dal sapore decisamente architettonico, ma offrendo una vista sul mare senza eguali.

Il Sundeck dello yacht è dotato di grandi e comodi spazi, ampi sun pad e un’area bar collegata a una delle due piscine presenti sul ponte. Spaziosa e funzionale anche la beach area dotata di tutti i comfort, dalla spa alla palestra, oltre alla presenza di due beach platform laterali.

Gli arredi interni di Life Saga sono studiati per interpretare il concetto di relax e benessere attraverso un’accurata selezione e abbinamento di materiali e finiture così da offrire una continuità stilistica tra spazi interni ed esterni. Tutti i materiali, pregiati e naturali, sono abilmente mixati e vedono protagonista la pelle, utilizzata sia per i rivestimenti interni che per gli arredi esterni, abbinata a finiture in rovere naturale e a dettagli in noce e teak così da offrire una natura rilassata a bordo.

Un armonioso contrasto è dato dall’introduzione della pietra: dall’eccellente marmo travertino, all’esclusivo onice sunset, fino all’elegante marmo emperador.

Con Life Saga, Admiral conferma la sua elevata expertise cantieristica realizzando i sogni degli armatori più esigenti.

SOMEC CRESCE NEL SETTORE CIVILE: NASCE FABBRICA WORKS SRL

Somec avvia in Europa l’attività produttiva nel segmento Building Façades, facciate vetrate e curtain walls, mediante l’ingresso nel capitale di Fabbrica Works Srl

San Vendemiano (TV)-Somec S.p.A., società specializzata nell’ingegnerizzazione, design e realizzazione di grandi progetti chiavi in mano nell’ambito navale e civile relativi a involucri vetrati, progetti architettonici speciali, allestimento di aree pubbliche e catering per grandi cucine, quotata su AIM Italia, annuncia l’avvio in Europa delle attività Building Façades, mediante l’ingresso nel capitale di Fabbrica Works Srl tramite la controllata Fabbrica LLC, società già attiva negli Stati Uniti nella divisione Landscape – Building Façades.

Fabbrica Works S.r.l., basata a Olmi di San Biagio di Callalta (TV) a pochi chilometri dalla sede principale di Somec, nasce dall’apporto di mezzi operativi e dell’esperienza pluriennale nella progettazione e produzione di moduli vetrati per facciate continue dell’imprenditore Gian Franco De Vidi, che rivestirà il ruolo di amministratore delegato. La superficie produttiva si sviluppa in 12.000 mq, con linee di lavorazione per la produzione di semilavorati destinati a progetti di realizzazione di facciate vetrate e curtain walls.

In linea con quanto comunicato al mercato, Somec compie un altro passo nella realizzazione della strategia di crescita del gruppo attraverso investimenti mirati alla graduale internalizzazione delle fasi strategiche della catena del valore. L’ingresso nel capitale di Fabbica Works Srl ha infatti la finalità di consentire al gruppo di presidiare le fasi di lavorazione nell’ambito di progetti Building Façades e di consentire, tramite una filiale europea, una presenza commerciale di Fabbrica LLC nel segmento Building Façades.

La nuova compagine societaria di Fabbrica Works S.r.l., a seguito dell’ingresso nel capitale da parte di Fabbrica LLC per un importo pari a euro 70.000, è costituita per il 70% da Fabbrica LLC, controllata al 51% da Somec S.p.A., e per il 30% dall’imprenditore Gian Franco De Vidi.

LIBERTY LINES ED ELLADE VIAGGI PRESENTANO LA LINEA VELOCE OTRANTO-CORFU’

Liberty Lines ed Ellade viaggi la prossima settimana incontrano le agenzie di viaggi pugliesi per presentare la linea veloce estiva Otranto Corfù.

Quattro eventi programmati a Bari, Brindisi, Lecce e Taranto per consentire agli addetti ai lavori di conoscere tutti i dettagli di questa importante iniziativa dalla viva voce di chi ha curato la programmazione della linea.

Si tratta del collegamento via mare più breve fra Italia e Grecia, meno di tre ore per coprire poco più di 80 miglia. Una linea di rilevanza strategica per il territorio salentino, che esalta il ruolo di Otranto come porto italiano più vicino alla Grecia.

Una linea pensata per i pugliesi che amano trascorrere vacanze anche brevi a Corfù, per i turisti che vogliono andare in Grecia in poco tempo, per chi ha noleggiato una barca nel marina di Gouvia, per chi arriva a Corfù in aereo e vuole raggiungere velocemente il Salento o viceversa.

Corfù diventa così un’isola a portata di week end, di gita in giornata. E l’aliscafo può fungere anche da transfer da e per uno degli aeroporti, come quello di Corfù, fra i meglio collegati del Mediterraneo durante il periodo estivo.

Da Corfù inoltre è facile raggiungere altre località in Grecia (Paxos ed Igoumenitsa), ed in Albania (Saranda), grazie alle comode coincidenze di aliscafi e traghetti gestiti da operatori locali.

L’apertura di un nuovo collegamento via mare è sempre una bella notizia, e la collaborazione delle agenzie di viaggi del territorio è fondamentale per la sua buona riuscita.

Il programma degli eventi:

BARI: 29/01 ORE 13.00, Hotel Villa Romanazzi

BRINDISI, 29/01 ORE 19.30, Palazzo Virgilio Hotel

LECCE: 30/01 ORE 13.00, Hilton Garden Inn

TARANTO, 30/01, ORE 19.30, Plaza Hotel

Natale solidale con il gioco di Nave Italia

Arriva il gioco in scatola per vivere le emozioni della navigazione e conquistare, con la terapia dell’avventura, autostima e autonomia

Genova – Passare il Natale provando l’emozione di essere a bordo di Nave ITALIA è oggi possibile grazie al gioco in scatola ideato dalla Fondazione Tender to Nave ITALIA, che da oltre dieci anni promuove la cultura del mare e della navigazione come strumenti di educazione, formazione, riabilitazione, inclusione sociale e terapia.

Il gioco, ideato insieme ai ragazzi protagonisti dei progetti della Fondazione, mira a far crescere autostima ed autonomia e ripercorre le reali rotte di Nave ITALIA, il brigantino a vela più grande del mondo su cui Marina Militare e Yacht Club Italiano accolgono marinai molto speciali offrendo, insieme all’esperienza di vita di bordo, percorsi formativi e riabilitativi davvero unici.

Nella stagione 2019 Nave ITALIA, che con i suoi 61 metri è il più grande brigantino al mondo, ha ospitato a bordo 22 associazioni accogliendo 317 ospiti e 119 accompagnatori (medici, psicologi educatori e operatori). La Fondazione Tender to Nave ITALIA sviluppa ogni anno progetti educativi e riabilitativi a bordo di Nave ITALIA con lo scopo di promuovere lo sviluppo umano attraverso la vita di mare e la navigazione. L’obiettivo di fondo è abbattere il pregiudizio sulla disabilità e l’esclusione sociale di soggetti disabili o vittime di disagio sociale. Anche per il 2020 sono numerose le richieste pervenute alla Fondazione, che sta ultimando la selezione dei progetti, sempre più attenti anche alle dinamiche sociali, come dimostrano le proposte dei lavori dedicati alla sostenibilità ambientale e all’impegno per la riduzione della plastica o al recupero delle abilità interpersonali e comunicative offline necessario per contrastare la crescente abitudine dei più giovani ad utilizzare internet come principale canale di comunicazione.

Per sostenere i progetti della stagione 2020 dedicati a bambini e altri soggetti in situazione di disagio fisico, psichico, familiare e sociale è ora disponibile, con una donazione di 30 euro, il gioco di Nave ITALIA.
Per informazioni info@naveitalia.org – tel. 010/2770604.

SOMEC COMUNICA L’ACCORDO PER L’ACQUISIZIONE DI PIZZA GROUP SRL

La società trevigiana quotata su AIM Italia rafforza la propria posizione nel mercato del Professional Cooking Equipment

San Vendemiano (TV)-Somec S.p.A., società specializzata nell’ingegnerizzazione, design e realizzazione di grandi progetti chiavi in mano nell’ambito navale e civile relativi a involucri vetrati, progetti architettonici speciali, allestimento di aree pubbliche e catering per grandi cucine, quotata su AIM Italia, comunica di aver siglato l’accordo per l’acquisizione del 100% di Pizza Group Srl (di seguito Pizza Group).

Fondata negli anni 70, a San Vito al Tagliamento (PN), Pizza Group opera nell’ambito della progettazione, produzione e commercializzazione di macchine, forni, apparecchiature e attrezzature per pizzerie. Il brand è riconosciuto nel mercato internazionale per la qualità e affidabilità dei propri prodotti e sviluppa l’85% del fatturato 2018 all’estero, principalmente in Europa. Nel 2018, Pizza Group ha realizzato ricavi pari a 11,1 milioni di euro, con un EBITDA 2018 pari a 1,1 milioni di euro e un EBITDA margin pari al 10% del fatturato. La Posizione Finanziaria Netta 2018 è stata pari a circa 67 mila euro.

Carlo Bellotto e Alessandra Bellotto cederanno il 100% delle quote della società e cesseranno dalla carica di amministratori con efficacia dalla data del Closing, previsto entro il 31 gennaio 2020. Il prezzo per l’equity value della società è stato definito in 5,75 milioni di euro ed è stato determinato tenuto conto dei risultati actual 2018 e dell’andamento 2019, nonché del posizionamento di mercato e di prodotto di Pizza Group. Il pagamento del prezzo avverrà per una prima parte, pari a 5,25 milioni di euro, alla data del Closing, mentre la parte restante sarà riconosciuta come componente differita del corrispettivo nell’arco di 24 mesi dalla data del Closing, ovvero al verificarsi delle condizioni previste dalle consuete dichiarazioni e garanzie utilizzate per operazioni di questo genere. Il prezzo per l’equity value della società corrisponde ad un multiplo implicito sull’EBITDA 2018-2019e pari a circa 5X.

Coerentemente con quanto comunicato in sede di quotazione, con questa operazione Somec amplia la propria offerta nel segmento Professional Cooking Equipment con i macchinari e forni specifici per la pizza, che affiancheranno i marchi Inoxtrend e Primax, specializzati nella progettazione e produzione di forni e abbattitori professionali, completando la proposta di valore per le aree catering in ambito civile e navale. Il brand Pizza Group è ben posizionato a livello internazionale grazie all’affidabilità e alla qualità dei prodotti, frutto di un’esperienza di oltre 45 anni interamente focalizzata nelle attrezzature per pizzeria, rappresenta un’eccellenza del made in Italy con caratteristiche affini ai valori del gruppo Somec: affidabilità, competenza esecutiva ed eccellenza produttiva. Il mercato delle apparecchiature per la ristorazione ha subito profondi cambiamenti nel corso degli ultimi anni; il crescente bisogno di qualità e di un’organizzazione efficace nella cucina professionale rappresentano per Somec un’opportunità di sviluppo di prodotti di nuova generazione, in grado di seguire i nuovi trend e ridefinire le performance attraverso l’elettronica avanzata e le potenzialità dell’IOT.

Oscar Marchetto, presidente di Somec S.p.A., ha dichiarato: “L’accordo si inserisce nel percorso di crescita del Gruppo Somec e punta a realizzare sinergie di gruppo, attraverso la gestione integrata con Inoxtrend e Primax. Pizza Group rappresenta infatti il terzo passo strategico nel segmento del Cooking Equipment in cui Somec intende realizzare il suo percorso di crescita per linee interne ed esterne. L’obiettivo, condiviso con Carlo Bellotto, è quello di far crescere il brand Pizza Group, consentendogli di ampliare, attraverso l’ingresso nel gruppo Somec, gli orizzonti di sviluppo e la visibilità internazionale, in continuità con il percorso condotto con tanta passione dall’imprenditore, che sin dalla fondazione e per oltre 45 anni ha reso Pizza Group un’eccellenza del nostro territorio”.

Si segnala che l’operazione non è da considerarsi significativa ai sensi dell’articolo 12 e 16 del Regolamento Emittenti AIM.

Centro Velico Torreguaceto: nella Puglia più bella, corsi di deriva, catamarano e windsurf per adulti e ragazzi

Per tutti quelli che per l’estate 2020 cercano ispirazione per una vacanza nuova e divertente il Centro Velico Torreguaceto, forte di oltre trent’anni di scuola di vela e di una location straordinaria nella omonima Riserva Marina Statale fra Brindisi e Ostuni nel comune di Carovigno, propone una formula semplice quanto efficace: mare, amici e sport.

Catamarano sportivo, deriva o windsurf: queste sono gli “sport della vela” o “vela sportiva”. In comune hanno la caratteristica di essere una straordinaria avventura sia per coloro che approcciano questi sport per la prima volta sia per quanti intendono sperimentare le proprie capacità, tanto da diventare dei veri e propri velisti. Dalla messa in acqua ai primi bordi, dalle regolazioni di fino alle manovre più complesse, dalle sbandate alle inevitabili “scuffie”: al Centro Velico Torreguaceto, in un ambiente informale e spartano quanto profondamente “marinaio” istruttori – tutti volontari – di grande esperienza trasformano increduli cittadini in uomini di mare grazie a corsi residenziali della durata di una settimana.

Caratteristica di questa storica scuola di vela – attiva in questo angolo di paradiso dalla metà degli anni ’80 – è un approccio alla vela e alla natura basato sul rispetto per il mare e la natura incontaminata che accoglie i corsisti. Si dorme in camerate con letti a castello o in tenda personale, una volta durante il corso si contribuisce ad aiutare i cambusieri – responsabili delle tre cucine –a preparare i pasti per i compagni di corso, si impara ad andare per mare grazie a efficaci lezioni teoriche e a tanta pratica in mare, si fa festa la sera riempiendosi gli occhi dei tramonti infuocati dalla Terrazza Martini che si affaccia sul mare e sulla spiaggia a disposizione della Scuola.

La scuola di vela vanta una flotta ricchissima composta da Trident (derive per i corsi di iniziazione), Laser 2000, Laser 3000 e RS500 per i corsi di perfezionamento, di Laser 4000 per quelli che affrontano la disciplina in modo davvero sportivo. E poi catamarani Hobie Cat per gli amanti della velocità e una ricca flotta di windsurf per iniziare e perfezionarsi fino a planare sulle onde.

Dal 28 giugno al 17 luglio l’ASD 18 Nodi organizza i corsi per ragazzi dai 9 ai 16 anni, con un comodo servizio di accompagnamento in vagon lit dalle principali città del Nord Italia.
Per tutti gli altri i corsi di svolgono da giugno ad agosto.

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab