LIBERTY LINES ED ELLADE VIAGGI PRESENTANO LA LINEA VELOCE OTRANTO-CORFU’

Liberty Lines ed Ellade viaggi la prossima settimana incontrano le agenzie di viaggi pugliesi per presentare la linea veloce estiva Otranto Corfù.

Quattro eventi programmati a Bari, Brindisi, Lecce e Taranto per consentire agli addetti ai lavori di conoscere tutti i dettagli di questa importante iniziativa dalla viva voce di chi ha curato la programmazione della linea.

Si tratta del collegamento via mare più breve fra Italia e Grecia, meno di tre ore per coprire poco più di 80 miglia. Una linea di rilevanza strategica per il territorio salentino, che esalta il ruolo di Otranto come porto italiano più vicino alla Grecia.

Una linea pensata per i pugliesi che amano trascorrere vacanze anche brevi a Corfù, per i turisti che vogliono andare in Grecia in poco tempo, per chi ha noleggiato una barca nel marina di Gouvia, per chi arriva a Corfù in aereo e vuole raggiungere velocemente il Salento o viceversa.

Corfù diventa così un’isola a portata di week end, di gita in giornata. E l’aliscafo può fungere anche da transfer da e per uno degli aeroporti, come quello di Corfù, fra i meglio collegati del Mediterraneo durante il periodo estivo.

Da Corfù inoltre è facile raggiungere altre località in Grecia (Paxos ed Igoumenitsa), ed in Albania (Saranda), grazie alle comode coincidenze di aliscafi e traghetti gestiti da operatori locali.

L’apertura di un nuovo collegamento via mare è sempre una bella notizia, e la collaborazione delle agenzie di viaggi del territorio è fondamentale per la sua buona riuscita.

Il programma degli eventi:

BARI: 29/01 ORE 13.00, Hotel Villa Romanazzi

BRINDISI, 29/01 ORE 19.30, Palazzo Virgilio Hotel

LECCE: 30/01 ORE 13.00, Hilton Garden Inn

TARANTO, 30/01, ORE 19.30, Plaza Hotel

Natale solidale con il gioco di Nave Italia

Arriva il gioco in scatola per vivere le emozioni della navigazione e conquistare, con la terapia dell’avventura, autostima e autonomia

Genova – Passare il Natale provando l’emozione di essere a bordo di Nave ITALIA è oggi possibile grazie al gioco in scatola ideato dalla Fondazione Tender to Nave ITALIA, che da oltre dieci anni promuove la cultura del mare e della navigazione come strumenti di educazione, formazione, riabilitazione, inclusione sociale e terapia.

Il gioco, ideato insieme ai ragazzi protagonisti dei progetti della Fondazione, mira a far crescere autostima ed autonomia e ripercorre le reali rotte di Nave ITALIA, il brigantino a vela più grande del mondo su cui Marina Militare e Yacht Club Italiano accolgono marinai molto speciali offrendo, insieme all’esperienza di vita di bordo, percorsi formativi e riabilitativi davvero unici.

Nella stagione 2019 Nave ITALIA, che con i suoi 61 metri è il più grande brigantino al mondo, ha ospitato a bordo 22 associazioni accogliendo 317 ospiti e 119 accompagnatori (medici, psicologi educatori e operatori). La Fondazione Tender to Nave ITALIA sviluppa ogni anno progetti educativi e riabilitativi a bordo di Nave ITALIA con lo scopo di promuovere lo sviluppo umano attraverso la vita di mare e la navigazione. L’obiettivo di fondo è abbattere il pregiudizio sulla disabilità e l’esclusione sociale di soggetti disabili o vittime di disagio sociale. Anche per il 2020 sono numerose le richieste pervenute alla Fondazione, che sta ultimando la selezione dei progetti, sempre più attenti anche alle dinamiche sociali, come dimostrano le proposte dei lavori dedicati alla sostenibilità ambientale e all’impegno per la riduzione della plastica o al recupero delle abilità interpersonali e comunicative offline necessario per contrastare la crescente abitudine dei più giovani ad utilizzare internet come principale canale di comunicazione.

Per sostenere i progetti della stagione 2020 dedicati a bambini e altri soggetti in situazione di disagio fisico, psichico, familiare e sociale è ora disponibile, con una donazione di 30 euro, il gioco di Nave ITALIA.
Per informazioni info@naveitalia.org – tel. 010/2770604.

SOMEC COMUNICA L’ACCORDO PER L’ACQUISIZIONE DI PIZZA GROUP SRL

La società trevigiana quotata su AIM Italia rafforza la propria posizione nel mercato del Professional Cooking Equipment

San Vendemiano (TV)-Somec S.p.A., società specializzata nell’ingegnerizzazione, design e realizzazione di grandi progetti chiavi in mano nell’ambito navale e civile relativi a involucri vetrati, progetti architettonici speciali, allestimento di aree pubbliche e catering per grandi cucine, quotata su AIM Italia, comunica di aver siglato l’accordo per l’acquisizione del 100% di Pizza Group Srl (di seguito Pizza Group).

Fondata negli anni 70, a San Vito al Tagliamento (PN), Pizza Group opera nell’ambito della progettazione, produzione e commercializzazione di macchine, forni, apparecchiature e attrezzature per pizzerie. Il brand è riconosciuto nel mercato internazionale per la qualità e affidabilità dei propri prodotti e sviluppa l’85% del fatturato 2018 all’estero, principalmente in Europa. Nel 2018, Pizza Group ha realizzato ricavi pari a 11,1 milioni di euro, con un EBITDA 2018 pari a 1,1 milioni di euro e un EBITDA margin pari al 10% del fatturato. La Posizione Finanziaria Netta 2018 è stata pari a circa 67 mila euro.

Carlo Bellotto e Alessandra Bellotto cederanno il 100% delle quote della società e cesseranno dalla carica di amministratori con efficacia dalla data del Closing, previsto entro il 31 gennaio 2020. Il prezzo per l’equity value della società è stato definito in 5,75 milioni di euro ed è stato determinato tenuto conto dei risultati actual 2018 e dell’andamento 2019, nonché del posizionamento di mercato e di prodotto di Pizza Group. Il pagamento del prezzo avverrà per una prima parte, pari a 5,25 milioni di euro, alla data del Closing, mentre la parte restante sarà riconosciuta come componente differita del corrispettivo nell’arco di 24 mesi dalla data del Closing, ovvero al verificarsi delle condizioni previste dalle consuete dichiarazioni e garanzie utilizzate per operazioni di questo genere. Il prezzo per l’equity value della società corrisponde ad un multiplo implicito sull’EBITDA 2018-2019e pari a circa 5X.

Coerentemente con quanto comunicato in sede di quotazione, con questa operazione Somec amplia la propria offerta nel segmento Professional Cooking Equipment con i macchinari e forni specifici per la pizza, che affiancheranno i marchi Inoxtrend e Primax, specializzati nella progettazione e produzione di forni e abbattitori professionali, completando la proposta di valore per le aree catering in ambito civile e navale. Il brand Pizza Group è ben posizionato a livello internazionale grazie all’affidabilità e alla qualità dei prodotti, frutto di un’esperienza di oltre 45 anni interamente focalizzata nelle attrezzature per pizzeria, rappresenta un’eccellenza del made in Italy con caratteristiche affini ai valori del gruppo Somec: affidabilità, competenza esecutiva ed eccellenza produttiva. Il mercato delle apparecchiature per la ristorazione ha subito profondi cambiamenti nel corso degli ultimi anni; il crescente bisogno di qualità e di un’organizzazione efficace nella cucina professionale rappresentano per Somec un’opportunità di sviluppo di prodotti di nuova generazione, in grado di seguire i nuovi trend e ridefinire le performance attraverso l’elettronica avanzata e le potenzialità dell’IOT.

Oscar Marchetto, presidente di Somec S.p.A., ha dichiarato: “L’accordo si inserisce nel percorso di crescita del Gruppo Somec e punta a realizzare sinergie di gruppo, attraverso la gestione integrata con Inoxtrend e Primax. Pizza Group rappresenta infatti il terzo passo strategico nel segmento del Cooking Equipment in cui Somec intende realizzare il suo percorso di crescita per linee interne ed esterne. L’obiettivo, condiviso con Carlo Bellotto, è quello di far crescere il brand Pizza Group, consentendogli di ampliare, attraverso l’ingresso nel gruppo Somec, gli orizzonti di sviluppo e la visibilità internazionale, in continuità con il percorso condotto con tanta passione dall’imprenditore, che sin dalla fondazione e per oltre 45 anni ha reso Pizza Group un’eccellenza del nostro territorio”.

Si segnala che l’operazione non è da considerarsi significativa ai sensi dell’articolo 12 e 16 del Regolamento Emittenti AIM.

Centro Velico Torreguaceto: nella Puglia più bella, corsi di deriva, catamarano e windsurf per adulti e ragazzi

Per tutti quelli che per l’estate 2020 cercano ispirazione per una vacanza nuova e divertente il Centro Velico Torreguaceto, forte di oltre trent’anni di scuola di vela e di una location straordinaria nella omonima Riserva Marina Statale fra Brindisi e Ostuni nel comune di Carovigno, propone una formula semplice quanto efficace: mare, amici e sport.

Catamarano sportivo, deriva o windsurf: queste sono gli “sport della vela” o “vela sportiva”. In comune hanno la caratteristica di essere una straordinaria avventura sia per coloro che approcciano questi sport per la prima volta sia per quanti intendono sperimentare le proprie capacità, tanto da diventare dei veri e propri velisti. Dalla messa in acqua ai primi bordi, dalle regolazioni di fino alle manovre più complesse, dalle sbandate alle inevitabili “scuffie”: al Centro Velico Torreguaceto, in un ambiente informale e spartano quanto profondamente “marinaio” istruttori – tutti volontari – di grande esperienza trasformano increduli cittadini in uomini di mare grazie a corsi residenziali della durata di una settimana.

Caratteristica di questa storica scuola di vela – attiva in questo angolo di paradiso dalla metà degli anni ’80 – è un approccio alla vela e alla natura basato sul rispetto per il mare e la natura incontaminata che accoglie i corsisti. Si dorme in camerate con letti a castello o in tenda personale, una volta durante il corso si contribuisce ad aiutare i cambusieri – responsabili delle tre cucine –a preparare i pasti per i compagni di corso, si impara ad andare per mare grazie a efficaci lezioni teoriche e a tanta pratica in mare, si fa festa la sera riempiendosi gli occhi dei tramonti infuocati dalla Terrazza Martini che si affaccia sul mare e sulla spiaggia a disposizione della Scuola.

La scuola di vela vanta una flotta ricchissima composta da Trident (derive per i corsi di iniziazione), Laser 2000, Laser 3000 e RS500 per i corsi di perfezionamento, di Laser 4000 per quelli che affrontano la disciplina in modo davvero sportivo. E poi catamarani Hobie Cat per gli amanti della velocità e una ricca flotta di windsurf per iniziare e perfezionarsi fino a planare sulle onde.

Dal 28 giugno al 17 luglio l’ASD 18 Nodi organizza i corsi per ragazzi dai 9 ai 16 anni, con un comodo servizio di accompagnamento in vagon lit dalle principali città del Nord Italia.
Per tutti gli altri i corsi di svolgono da giugno ad agosto.

ARRIVATA A GENOVA MSC GRANDIOSA, NAVE TRA LE PIÙ AVANZATE AL MONDO DAL PUNTO DI VISTA AMBIENTALE

• Dal 1° gennaio 2020 MSC Crociere sarà la prima compagnia di crociera ad impatto zero di CO2 al mondo

• Giovanni Toti (Governatore Regione Liguria): “Il settore crocieristico è strategico per Regione Liguria, che ha puntato molto anche sulla formazione di quelle professionalità che possono trovare occupazione a bordo di questi gioielli: è un modello di sviluppo che sta dando risultati straordinari e su cui continueremo a lavorare insieme”

• Marco Bucci (Sindaco di Genova): “Vogliamo poter attrarre un turismo sempre più di qualità e faremo tutto il possibile per supportare le aziende, come MSC Crociere, che con uno sguardo attento alla sostenibilità contribuiscono alla crescita del territorio; vi sfido dunque a portare qui ancora più passeggeri e promettiamo di farvi trovare strutture all’altezza e una città sempre più accogliente”

• Leonardo Massa (Country Manager MSC Crociere): “La scelta di Genova come home port di MSC Grandiosa è un’ulteriore testimonianza della centralità di questa città e dell’intera Liguria per la nostra compagnia. A livello globale, non esiste porto in cui MSC Crociere movimenti un numero maggiore di passeggeri, che nel 2019 nel capoluogo ligure hanno raggiunto il record di 1,1 milioni”

Genova – Il porto di Genova ha dato oggi il benvenuto a MSC Grandiosa, nave tra le più avanzate al mondo dal punto di vista ambientale, che farà dello scalo genovese – come tutte le ammiraglie di MSC Crociere – il proprio “home port” dal quale salpare, ogni settimana, per le crociere nel Mediterraneo Occidentale.

L’arrivo della nuova ammiraglia, consegnata all’armatore il 31 ottobre dai Chantiers de l’Atlantique, consentirà alla compagnia crocieristica leader in Mediterraneo, Sud America, Sud Africa e Paesi del Golfo, di compiere un ulteriore passo in avanti nel percorso che la porterà a diventare un’azienda a emissioni zero. Tra le tappe più significative, in questa direzione, vi è la decisione di diventare dal 1° gennaio 2020 una compagnia totalmente “carbon neutral”, ossia a impatto zero di CO2, compensando tutte le emissioni di anidride carbonica generate dalla flotta attraverso progetti per l’ambiente di alta qualità basati sull’utilizzo dei Blue Carbon Credits.

Per celebrare il primo attracco di MSC Grandiosa, che può ospitare oltre 6.300 passeggeri, è stata organizzata a bordo della nave la tradizionale cerimonia del Maiden Call, alla presenza del top management di MSC Crociere, tra cui il Presidente Francesco Zuccarino e il Country Manager Leonardo Massa, e delle principali istituzioni e autorità locali e portuali, tra cui il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, il Sindaco di Genova, Marco Bucci, il Prefetto Carmen Perrotta, il Presidente dell’Adsp del Mar Ligure Occidentale Paolo Emilio Signorini e il Capitano di Vascello Filippo Marini, Comandante in seconda della Capitaneria di Porto che hanno scambiato il crest con il Comandante Marco Massa. A bordo della nave si terrà, inoltre, una grande evento riservato a oltre 2.000 agenti di viaggio e tour operator per condividere le innovazioni della compagnia a livello di prodotto e dal punto di vista della gestione ambientale.

“Oggi diamo il nostro benvenuto a Msc Grandiosa – ha affermato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – la nuova ammiraglia della Compagnia, una delle navi più avanzate dal punto di vista ambientale e la più grande che sia mai arrivata a Genova. È un momento emozionante essere a bordo di questo straordinario concentrato di bellezza e tecnologia, in grado di offrire una vacanza raffinata ed esclusiva a migliaia di ospiti ogni anno. Siamo grati a Msc per il suo impegno su Genova e sulla Liguria: questo evento è il quarto in poco più di un anno, a testimonianza del lavoro straordinario che stiamo realizzando insieme. Nel 2020 – ha sottolineato il governatore – il porto di Genova movimenterà 1,38 milioni di passeggeri su navi da crociera, in crescita, nonostante le difficoltà. Il settore crocieristico è strategico per Regione Liguria, che ha puntato molto anche sulla formazione di quelle professionalità che possono trovare occupazione a bordo di questi gioielli: è un modello di sviluppo – ha concluso – che sta dando risultati straordinari e su cui continueremo a lavorare insieme”.

“Uno stretto rapporto con l’acqua è da sempre nel DNA di una città come Genova, una città che ha saputo approfittare del mare per costruire il suo futuro – ha dichiarato il Sindaco di Genova Marco Bucci – Sono convinto che continuando a lavorare con l’acqua e con il mare potremo continuare a fare la fortuna della nostra città. Vogliamo poter attrarre un turismo sempre più di qualità e faremo tutto il possibile per supportare le aziende, come MSC Crociere, che con uno sguardo attento alla sostenibilità contribuiscono alla crescita del territorio; vi sfido dunque a portare qui ancora più passeggeri e promettiamo di farvi trovare strutture all’altezza e una città sempre più accogliente.”

“La scelta di Genova come home-port di MSC Grandiosa è un’ulteriore testimonianza della centralità di questa città e dell’intera Liguria per MSC Crociere”, ha sottolineato Leonardo Massa. “A livello globale non esiste porto in cui la nostra Compagnia movimenti un numero maggiore di crocieristi. Nei prossimi 12 mesi la nuova ammiraglia effettuerà 51 scali nel capoluogo ligure, portando con sé ogni settimana circa 6.000 turisti con una capacità di spesa medio-alta, pronti a scoprire le numerose bellezze del territorio.

Complessivamente, nel corso del 2019, la Compagnia ha generato su Genova una movimentazione record pari a circa 1,1 milioni di passeggeri, oltre un terzo della movimentazione di MSC Crociere in Italia”. Ogni domenica la nave partirà da Genova per compiere suggestive crociere settimanali nel Mediterraneo Occidentale con il seguente itinerario: Civitavecchia, Palermo, Malta, Barcellona e Marsiglia durante la stagione invernale; Napoli, Messina, Malta, Barcellona e Marsiglia nella stagione estiva.

Sotto il profilo della tecnologia ambientale presente a bordo, MSC Grandiosa è dotata di un sistema avanzato di riduzione catalitica selettiva (SCR) che, grazie ad una tecnologia di controllo attivo delle emissioni, contribuisce a ridurre le emissioni di ossido di azoto dell’80%. L’ossido di azoto proveniente dalle operazioni del motore viene infatti condotto attraverso un catalizzatore – cioè un dispositivo ad alta densità realizzato con metalli nobili – che lo converte poi in azoto e acqua, entrambi composti innocui. La nave sarà dotata inoltre di un sistema che consente l’elettrificazione da terra, utilizzabile durante l’ormeggio, collegando la nave alla rete elettrica locale del porto e consentendo così di azzerare le emissioni durante la sosta.

Questa funzionalità è stata implementata su tutte le nuove costruite da MSC Crociere a partire dal 2017. Queste nuove funzionalità si aggiungono ad altre efficaci tecnologie ambientali implementate sulla nave e in tutta la flotta aziendale per ridurre al minimo l’impatto ambientale, tra queste: sistemi ibridi di pulizia dei gas di scarico (EGCS) che rimuovono fino al 97% di ossido di zolfo dalle emissioni delle navi; avanzati sistemi di gestione e trattamento delle acque reflue; sistemi di trattamento delle acque di sentina; sistemi di ultima generazione per la prevenzione degli sversamenti di petrolio dalla sala macchine e ulteriori sistemi di efficientamento energetico tra cui sistemi all’avanguardia per il recupero del calore e l’illuminazione a LED.

La cerimonia di consegna di MSC Grandiosa ha coinciso con il taglio della lamiera di MSC Europa, la prima nave della compagnia alimentata a gas naturale liquefatto (GNL) e dal design futuristico, la nave appartiene alla World Class e si unirà alla flotta il prossimi maggio 2022 come prima nave parte di un piano di costruzione di  ulteriori 5 navi alimentate a GNL.

In questo stesso contesto, MSC Crociere ha inoltre presentato l’innovativo progetto di ricerca PACBOAT in collaborazione con Chantiers de l’Atlantique, che si concentrerà sull’integrazione a bordo di MSC Europa di una nuova tecnologia a celle di combustibile alimentate a GNL. Una tecnologia innovativa, particolarmente adatta per le operazioni marittime ad alta potenza e in particolare per il settore della crocieristica. Si tratta di un’importante testimonianza dell’impegno della compagnia nel voler accelerare lo svoluppo di tecnologie ambientali di ultima generazione a vantaggio, non solo delle sue operazioni, ma per l’intero comparto.

MSC Grandiosa così come altre 10 navi della flotta MSC Crociere (che ad oggi conta 17 unità) sono dotate del sistema EGCS, una tecnologia ibrida a circuito chiuso per migliorare le emissioni. Le altre sei navi della flotta saranno adattate con la stessa tecnologia entro la fine del 2023 e fino ad allora si baseranno sull’uso di carburanti a basso contenuto di zolfo per rispettare sempre le più rigorose normative marittime vigenti e in via di applicazione.

MSC CROCIERE AUMENTA PASSEGGERI A PALERMO, 256 MILA NEL 2020

ARRIVA OGGI PER LA PRIMA VOLTA L’AMMIRAGLIA MSC SEAVIEW, LA NAVE PIÙ GRANDE E TECNOLOGICAMENTE AVANZATA MAI COSTRUITA IN ITALIA

-Cerimonia di benvenuto alla presenza di numerose istituzioni e autorità, tra cui il Vice Sindaco Fabio Giambrone, il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Pasqualino Monti, il Comandante della Capitaneria di Porto, l’Ammiraglio Roberto Isidori, il Comandante della Polizia Municipale Vincenzo Messina, i rappresentanti della Guardia di Finanza e dell’Arma dei Carabinieri, il Presidente della Camera di Commercio Alessandro Albanese, il Capo dei Piloti Sebastiano Bartolotta, il Presidente degli Ormeggiatori Giovanni D’Angelo, Patrizia Abbate dell’Agenzia delle Dogane e Antonino Rubino della Sanità Marittima

-Beppe Lupelli, Area Manager di MSC Crociere: “Orgogliosi di incrementare il nostro traffico su Palermo, città di primaria importanza turistico-crocieristica, portando nello scalo siciliano la nostra ammiraglia, che è anche la nave più grande e tecnologicamente evoluta mai costruita in Italia”

-MSC Seaview è dotata delle più avanzate tecnologie ambientali e delle certificazioni internazionali più importanti, tra cui il riconoscimento “Green Star 3 Design” del RINA

Palermo- MSC Seaview, la nave più grande e tecnologicamente avanzata mai costruita in Italia, arriva oggi per la prima volta a Palermo. Nello scalo siciliano, durante la stagione 2020, MSC Crociere aumenterà sia le toccate (da 51 a 54) sia il traffico passeggeri, destinato a raggiungere quota 256 mila turisti movimentati, rispetto ai 248 mila di quest’anno: numeri che confermano la centralità rivestita dal porto palermitano, e dalla Sicilia intera, nelle strategie di crescita della compagnia crocieristica leader in Italia, Mediterraneo, Sud America, Sud Africa e paesi del Golfo.

Per celebrare il primo attracco di MSC Seaview, varata nel 2018 da una madrina d’eccezione come Sophia Loren, è stata organizzata a bordo della nave la tradizionale cerimonia del “Maiden Call”. Alla presenza del top management di MSC Crociere e di Salvatore Lo Re, Direttore Generale di MSC Sicilia, hanno scambiato il crest con il Comandante della nave, Giuseppe Galano, le principali istituzioni e autorità, tra cui il Vice Sindaco Fabio Giambrone, il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Pasqualino Monti, il Comandante della Capitaneria di Porto, l’Ammiraglio Roberto Isidori, il Comandante della Polizia Municipale Vincenzo Messina, i rappresentanti della Guardia di Finanza e dell’Arma dei Carabinieri, il Presidente della Camera di Commercio Alessandro Albanese, il Capo dei Piloti Sebastiano Bartolotta, il Presidente degli Ormeggiatori Giovanni D’Angelo, Patrizia Abbate dell’Agenzia delle Dogane e Antonino Rubino della Sanità Marittima.

Beppe Lupelli, Area Manager di MSC Crociere, ha dichiarato: “Siamo particolarmente orgogliosi di portare a Palermo la nostra ammiraglia, che è anche la nave più grande e tecnologicamente evoluta mai costruita in Italia, dotata delle tecnologie ambientali più avanzate. Il capoluogo siciliano rappresenta una destinazione crocieristica di primaria importanza e dalle notevoli potenzialità, grazie alle numerose attrazioni turistiche e culturali che possiede e ai molteplici incantevoli luoghi che circondano la città. In quest’ottica MSC Crociere ha deciso di incrementare il proprio traffico su Palermo, che nel 2020 registrerà una movimentazione pari a circa 256 mila crocieristi, grazie a 54 scali delle nostre navi”.

Grazie al suo design iconico e innovativo, MSC Seaview offre un’esperienza di vacanza in forte simbiosi con il mare, particolarmente adatta a chi ami navigare le acque temperate. La nave segna un punto di svolta nell’architettura navale contemporanea, offrendo grandi spazi all’aperto e una promenade esterna che la abbraccia per intero, garantendo agli ospiti l’esperienza unica di vivere la vacanza sempre a contatto con la realtà marina. La realizzazione di MSC Seaview ha richiesto un investimento pari a circa 800 milioni di euro.

Con una stazza lorda superiore a 153 mila tonnellate e una lunghezza di 323 metri, MSC Seaview è la nave più grande e tecnologicamente avanzata ad essere mai stata progettata e costruita in Italia. Per la sua realizzazione sono state impiegate oltre 10.000 maestranze specializzate, per un totale di oltre 10 milioni di ore/uomo. MSC Seaview è entrata in servizio a giugno del 2018, come quindicesima nave della flotta di MSC Crociere, nell’ambito di un piano di investimenti da 13,6 miliardi di euro che prevede il raggiungimento di 29 unità entro il 2027, anno in cui la capacità del gruppo crocieristico raggiungerà quota 5,5 milioni di passeggeri.

MSC Seaview sarà una delle navi più innovative a solcare i mari anche per quanto riguarda la tecnologia ambientale presente a bordo. La nave rispetta infatti i più elevati standard ambientali internazionali e raggiunge i massimi livelli di eco-compatibilità grazie alle innovative misure che contribuiscono a ridurne in maniera significativa l’impatto ambientale complessivo. Queste misure includono, ad esempio, il sistema di depurazione dei gas di scarico, il trattamento avanzato delle acque reflue, i sistemi per la prevenzione dello scarico dell’olio dai locali macchine, il sistema di trattamento delle acque di zavorra e il piano di gestione ambientale generale della nave. Per questa attenzione dedicata all’ambiente, MSC Seaview è stata certificata con i più alti standard internazionali nonché con il riconoscimento “Green Star 3 Design” del RINA.

Di seguito, alcune importanti innovazioni tecnologiche e ambientali di MSC Seaview. Scafo efficiente dal punto di vista energetico e del design complessivo. MSC Seaview è la seconda nave della classe Seaside a entrare in servizio. Per sviluppare il progetto Seaside, MSC Crociere ha interamente ridefinito il design dello scafo e ha ripensato la distribuzione complessiva della coperta, nonché la distribuzione dei pesi. Il design complessivo della nave, lo scafo, il timone e la prua a bulbo sono configurati per raggiungere un’idrodinamica e un’aerodinamica ottimali e per massimizzare l’efficienza energetica e del carburante.

Sistema di pulizia del gas di scarico (EGCS) per ridurre al minimo le emissioni di zolfo e di sostanze particolari. Un sistema di EGCS rimuove fino al 97,1% del diossido di zolfo e riduce notevolmente il particolato. Per soddisfare i più elevati standard ambientali e supportare gli obiettivi ambientali dell’azienda, tutte le navi MSC Crociere di nuova generazione entrano in servizio già dotate di un EGCS. Le navi della flotta esistente verranno inoltre anch’esse dotate della tecnologia EGCS. Il sistema installato su MSC Seaview, in particolare, è stato sviluppato da Wartsilä.

Alimentazione della nave da terra. MSC Seaview, come tutte le navi MSC Crociere entrate in servizio a partire dal 2017, è già equipaggiata per ricevere energia da terra grazie al cosiddetto “cold ironing”, un sistema che collega la navi da crociera alla rete elettrica locale mentre sono ormeggiate in banchina. Inoltre, le navi MSC Crociere consegnate a partire dal 2006 (classe Fantasia e classe Musica) sono equipaggiate con un box adatto a collegarle agli interruttori dedicati alla connessione a terra. MSC Crociere sta già equipaggiando le sue navi con questa tecnologia che contribuisce a ridurre le emissioni nelle aree portuali. Sistema di trattamento dell’acqua di zavorra/scarico.

Per proteggere l’ecosistema marino in cui naviga, MSC Seaview è dotata di un sistema di trattamento delle acque di zavorra conforme alle regole in materia definite dall’International Maritime Organization (IMO).  Gestione ambientale. Ogni nave MSC Crociere dispone di uno specifico piano di gestione ambientale e prevede la figura dedicata del responsabile ambientale per assicurarsi che tale piano sia costantemente monitorato e correttamente eseguito. Il rgesponsabile ambientale ha inoltre il dovere di istruire e addestrare i membri dell’equipaggio a bordo riguardo alla gestione ambientale e dei rifiuti.

Trattamento avanzato delle acque reflue. MSC Seaview è dotata di un avanzato sistema di trattamento delle acque reflue che va ben oltre gli standard normativi e soddisfa i più elevati criteri di settore. Il sistema di Wartsilä/Hamworthy tratta infatti le acque reflue ad altissima qualità e le elabora poi ulteriormente attraverso processi di filtrazione molto fini. Il prodotto finale consiste in un effluente di alta qualità che può considerarsi di livello più elevato rispetto alla maggior parte degli standard dei rifiuti urbani prodotti a terra.

La nave è dotata inoltre di un sistema elettronico che assiste l’intero processo nel pieno rispetto di tutte normative ambientali nazionali e internazionali.  Assistenza all’assetto della nave. MSC Seaview è dotata di un’applicazione software per monitorare e ottimizzare l’assetto in tempo reale. Questa tecnologia supporta gli ufficiali di bordo per mantenere il trim della nave ottimizzato per ridurre il consumo di carburante e migliorare le prestazioni.  Illuminazione a LED a risparmio energetico. MSC Seaview e le altre navi di MSC Crociere utilizzano solo luci a LED e fluorescenti.

Sistema intelligente di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria (HVAC). Riscaldamento e aria condizionata rappresentano una delle fonti di consumo energetico più importanti di una nave da crociera, ma il sistema di bordo MSC Seaview è progettato in maniera tale da ridurre sensibilmente i consumi. Distribuisce infatti in modo intelligente aria calda e fredda ed è pensato per recuperare, ad esempio, il calore sviluppato dalla lavanderia per riscaldare le piscine e le altre parti della nave.

Musement diventa partner ufficiale Tour & Travel della 36^ edizione di America’s Cup Challenger of Record

L’America’s Cup World Series partirà a Cagliari ad Aprile 2020. La piattaforma sarà responsabile dei pacchetti turistici e delle esperienze.
Milano, 19 novembre 2019. La piattaforma online Musement è Official Tour & Travel partner dell’organizzazione Challenger of Record (COR36) per la 36a edizione dell’America’s Cup, la più antica competizione sportiva internazionale del mondo.

COR36 è responsabile della gestione dell’America’s Cup World Series (ACWS) e della Christmas Race nel 2020, così come della Prada Cup, la Challenger Selection Series, nel 2021.
La prima regata della America’s Cup World Series si svolgerà a Cagliari, dal 23 al 26 aprile 2020, i tempi e il luogo delgli altri ACWS  non sono ancora stati confermati.

Inoltre, la speciale Christmas Race si svolgerà ad Auckland, Nuova Zelanda, nel dicembre 2020, in vista delle Prada Cup -  Challenger Selection Series – nei mesi di gennaio e febbraio 2021, per decidere quale squadra affronterà i campioni in carica dell’Emirates Team New Zealand, nel marzo 2021. In qualità di Official Tour & Travel Partner Musement è responsabile della pianificazione e dell’implementazione di tour, pacchetti di viaggio ed esperienze per il pubblico in tutte le regate organizzate da COR36.

L’America’s Cup, che ha origine nel 1851, è al tempo stesso la più antica competizione sportiva internazionale e l’apice delle regate professionistiche. Attira i migliori velisti e progettisti del mondo e per la 36a edizione quattro squadre sfidanti – due statunitensi e una britannica e una italiana – si contendono il diritto di affrontare i campioni in carica, Emirates Team New Zealand, ad Auckland nel marzo 2021.

I team sfidanti e i campioni in carica gareggeranno per la prima volta insieme a Cagliari, dal 23 al 26 aprile 2020, a bordo di rivoluzionari monoscafi da 75 piedi, capaci di sfrecciare sull’acqua a velocità fino a 50 nodi (57 miglia/ora, 92,6 Km/h).
Tramite Musement, gli appassionati di vela potranno acquistare biglietti ed esperienze per seguire queste regate a terra e in mare, oltre ad attività ed esperienze turistiche ed enogastronomiche. Gli appassionati potranno prenotare attraverso il sito ufficiale dell’America’s Cup, musement.com e sui canali digitali del Gruppo TUI.

“Per noi era essenziale avere un partner esperto ed affidabile che ci aiutasse ad offrire un’esperienza da spettatore di prima classe per gli appassionati che seguiranno gli eventi dell’America’s Cup World Series, la Christmas Race e la Prada Cup, e Musement si è rivelato essere l’ideale”, ha commentato Laurent Esquier, CEO di Challenger of Record – America’s Cup 36.

Con quest’ultimo accordo, Musement amplia ulteriormente il suo ventaglio di prodotti e di eventi sportivi di alta qualità. L’azienda italiana è già partner di oltre 40 eventi sportivi, tra cui Giro d’Italia, Audi R8 Tour, le Finali di Coppa Davis by Rakuten insieme alla Federtennis, F1 Abu Dhabi e Barcolana, la regata più affollata al mondo.

Complessivamente, Musement offre più di 150.000 prodotti. L’offerta spazia da pacchetti benessere ed esperienze ad alto tasso di adrenalina, da biglietti per visitare i musei, a visite guidate della città e tour guidati individuali/privati. “Siamo orgogliosi di essere partner del più grande evento velico del mondo, così ricco di tradizione”, afferma Paolo Giulini, VP Offer Development di Musement. “Offriremo ai visitatori della America’s Cup World Series, Christmas Race e Prada Cup un programma ricco di attività anche al di fuori delle regate”.

NEL 2020 MSC CROCIERE PORTERÀ A CIVITAVECCHIA 560.000 TURISTI

OGGI IL PRIMO ARRIVO DI MSC BELLISSIMA, NAVE INNOVATIVA E SOSTENIBILE

v Cerimonia di benvenuto e dello scambio dei Crest alla presenza delle principali istituzioni e autorità civili e militari, tra cui i sindaci di Civitavecchia, Santa Marinella, Tarquinia, Monte Romano e Tolfa e i rappresentanti di Guardia Costiera, Autorità di Sistema Portuale, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Vigili urbani, Polizia di frontiera, piloti, ormeggiatori, rimorchiatori

v Leonardo Massa, Country Manager di MSC Crociere: «Orgogliosi di portare a Civitavecchia uno dei fiori all’occhiello della nostra flotta. Nel 2020 movimenteremo in città circa 560.000 crocieristi, grazie a 117 scali che le navi della nostra flotta effettueranno in questo porto, segno della sua importanza per le strategie della nostra compagnia»

Civitavecchia– Arriva per la prima volta oggi a Civitavecchia con i suoi 5.700 passeggeri MSC Bellissima, una delle navi più moderne e tecnologicamente avanzate – anche sotto il profilo ambientale – della giovane flotta di MSC Crociere. Nel principale scalo crocieristico italiano, durante la prossima stagione 2020, la compagnia effettuerà complessivamente 117 scali, movimentando un totale di circa 560.000 passeggeri e confermando così la centralità rivestita da Civitavecchia e dal suo porto nelle strategie del gruppo crocieristico leader in Italia, Mediterraneo, Europa, Sud America, Sud Africa e Paesi del Golfo.

Per celebrare il primo attracco di MSC Bellissima è stata organizzata, a bordo della nave, la tradizionale cerimonia del «Maiden Call». Alla presenza del management di MSC Crociere, hanno scambiato il crest con il Comandante della nave, Mattia Manzi, le principali istituzioni e autorità civili e militari, tra cui il sindaco di Civitavecchia, Ernesto Tedesco, il sindaco di Santa Marinella, Pietro Tidei, il sindaco di Tarquinia, Alessandro Giulivi, il sindaco di Monte Romano, Maurizio Testa e il sindaco di Tolfa, Luigi Landi, il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Francesco Di Majo, il Comandante della Capitaneria di Porto, Capitano di Vascello Vincenzo Leone, il Colonnello Armando Franza, Comandante del Reparto Aeronavale della Guardia di Finanza, il Tenente Colonnello Claudio Maria Sciarretta, Comandante del Gruppo di Civitavecchia della Guardia di Finanza, il Direttore delle Dogane, Luca Turchi, il Comandante dei Vigili Urbani Ivano Berti, la Responsabile della Polizia di Frontiera Lorenza Ripamonti, il Capo Distaccamento dei Vigili del Fuoco Cosimo Argentieri, il Capo Pilota di Civitavecchia, Michele Scotto Lavina, il Presidente dei Rimorchiatori Laziali Alessandro Russo, Presidente del Gruppo Ormeggiatori Angelo Bonomo, il Presidente dell’Agenzia Marittima Bellettieri Massimo Soppelsa.

“Siamo particolarmente orgogliosi di portare a Civitavecchia uno dei fiori all’occhiello della nostra flotta, a testimonianza della centralità rivestita dallo scalo laziale nella strategia di crescita di MSC Crociere”, ha spiegato il Country Manager Leonardo Massa. “Civitavecchia non rappresenta, infatti, solo la porta di ingresso per la Capitale, ma è anche una meta turistica di prim’ordine, grazie a un territorio ricco di siti archeologici, culturali e naturali da non perdere”.

Come le altre navi di MSC Crociere, anche MSC Bellissima ha contribuito a innalzare gli standard dell’ingegneria e del design navale. A testimonianza dell’impegno della Compagnia per la tutela dell’ambiente, la nave è dotata delle tecnologie ambientali più innovative attualmente disponibili, tra cui un sistema all’avanguardia per la depurazione dei gas di scarico, un impianto avanzato per il trattamento delle acque reflue, sistemi che evitano lo sversamento di carburante dalle sale macchine, un sistema di trattamento delle acque di sentina e una serie di soluzioni per il risparmio energetico, dai sistemi di recupero del calore all’illuminazione a LED.

NUOVE NOMINE INTERNAZIONALI PER CMC MARINE

Continua senza sosta la crescita internazionale di CMC Marine che implementa la sua strategia di espansione nei mercati stranieri con due nomine di prestigio. Buddy Morgan, manager di grande esperienza e riconosciute competenze, lascia Island Marine Electric per diventare Sales Director di CMC Marine USA, e Sam Crockford assume il ruolo di Managing Director della branch inglese, CMC Marine UK.

“Il mercato estero sta assumendo per la nostra azienda una rilevanza sempre maggiore: dall’Europa mediterranea a quella del Nord, fino alle due Americhe, senza dimenticare il continente asiatico, in questo momento siamo presenti in aree sempre più vaste ed eterogenee”, ha dichiarato Alessandro Cappiello, commentando gli ottimi risultati delle sedi estere dell’azienda toscana.
Il CEO di CMC Marine ha poi aggiunto: “La nomina di Buddy Morgan quale Sales Director di CMC Marine USA, di cui siamo molto orgogliosi, e il ruolo di sempre maggior rilievo di Sam Crockford quale Managing Director di CMC Marine UK ne sono la conferma”.

Buddy Morgan ha maturato un’esperienza di più di 35 anni nella nautica sia nelle vendite che in posizioni tecniche per diversi produttori di elettronica marittima nel Nord America e nel mondo.

Il Nord America, e in particolare la Florida, è un mercato particolarmente importante per CMC Marine che dalla sede di Fort Lauderdale ha di recente concluso un importante contratto con Marlow Yachts per l’installazione delle pinne stabilizzatrici Stabilis Electra HS40 su uno yacht di nuova costruzione, un Marlow Explorer 66 (oltre 21 metri di lunghezza e quasi 6 di larghezza).

Tra gli altri mercati particolarmente vivaci per l’azienda di Cappiello c’è anche il Nord Europa: è adesso a pieno regime la sede CMC Marine UK diretta da Sam Crockford, manager che collabora con CMC Marine da ormai due anni e che da Londra gestisce i clienti europei e inglesi dell’azienda tra i quali figurano Sunseeker, Moonen e Conrad.

Sam Crockford vanta una lunga esperienza nel mondo dello yachting e in particolare nello sviluppo di start-up e nuove opportunità. Sam ha vissuto negli stati Uniti e in numerosi paesi in Europa lavorando con successo sia nel settore della nautica da diporto sia nel settore della nautica commerciale.

SOMEC: nuove commesse Seascape in Finlandia, ordini per oltre 35 milioni di euro

Seascape – Marine Glazing: Somec ottiene una nuova commessa dai cantieri Meyer Turku, Finlandia per le navi Icon Series di Royal Caribbean
Gli ordini acquisiti dall’inizio del 2019 salgono a oltre 302 milioni di euro

 

San Vendemiano (TV)-Somec S.p.A., società specializzata nell’ingegnerizzazione, design e realizzazione di grandi progetti chiavi in mano nell’ambito navale e civile, relativi a involucri vetrati, progetti architettonici speciali, allestimento di aree pubbliche e catering per grandi cucine, quotata su AIM Italia, ha acquisito nuove commesse nella divisione Seascape – segmento Marine Glazing – per un valore complessivo di oltre 35 milioni di euro, considerando anche gli ordini in opzione.

L’ordine, commissionato dai cantieri Meyer Turku nell’ambito del progetto Icon Series per Royal Caribbean, riguarda la progettazione, la fornitura e la posa in opera dei serramenti per le cabine delle navi classe Icon e include gli innovativi serramenti automatizzati sviluppati dalla Ricerca e Sviluppo di Somec. La prima consegna è prevista già nel 2022.

Le nuove navi della classe Icon di Royal Caribbean, con capacità di 5.000 passeggeri, sono state sviluppate per essere alimentate a gas naturale liquefatto e con la tecnologia a celle combustibili. Il progetto si caratterizza per l’alto contenuto tecnologico e raccoglie tutte le più recenti innovazioni del settore, tra queste il serramento automatizzato verticale di Somec che permette di ottimizzare gli spazi della cabina offrendo al contempo il comfort delle tradizionali balcony.

Nel corso del primo semestre, Somec ha intrapreso lo sviluppo di una piattaforma web e cloud per la gestione dei serramenti automatizzati delle cabine passeggeri e delle aree comuni, che ottimizza il monitoraggio e l’utilizzo dei dispositivi a bordo della nave, al fine di favorire l’aumento del comfort dei passeggeri e la riduzione dei consumi energetici.

Somec ha comunicato nel primo semestre nuovi ordini per oltre 182 milioni di euro, raggiungendo un backlog[1] al 30.06.2019 di 552 milioni di euro, a cui si aggiungono dall’inizio del secondo semestre 2019 ad oggi ordini per 120 milioni di euro. Gli ordini acquisiti nel corso del 2019 ad oggi ammontano complessivamente a 302 milioni di euro.

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab