lunedì, Settembre 20, 2021
HomeNewsAdria Ferries ORCi World Championship: Enfant Terrible-Audi Domina si conferma ai vertici...

Adria Ferries ORCi World Championship: Enfant Terrible-Audi Domina si conferma ai vertici dell’altura mondiale

Per il terzo anno consecutivo l’Enfant Terrible Sailing Team si conferma ai vertici dell’altura mondiale. Già campione iridato a Cres nel 2011 e a Helsinki nel 2012, l’equipaggio di Alberto Rossi è salito nuovamente sul podio del Campionato Mondiale ORCi disputato nelle acque di Ancona, dove è finito terzo dietro ai neo campioni di Hurakan, il TP52 di Marco Serafini, e ad Aniene, il TP52 del binomio Rinaldi-Martin.

Nonostante l’estrema variabilità delle condizioni meteo, l’Adria Ferries ORCi World Championship si è chiuso con otto regate valide; la più impegnativa è stata senza dubbio la prova offshore, che, tra bonacce e groppi temporaleschi, ha impegnato gli equipaggi del gruppo A lungo le 130 miglia di un percorso dipanatosi lungo la costa marchigiana.

“Complimenti a Hurakan che grazie alla regolarità ha conquistato un successo meritato. Per quanto riguarda noi, poteva andare meglio, ma non sono affatto deluso: siamo saliti sul podio nonostante il tempo speso a bordo del nostro TP52 in vista del Mondiale sia stato decisamente limitato  – commenta l’armatore di Enfant Terrible-Audi Domina, Alberto Rossi, che per il terzo anno consecutivo ha vinto il titolo riservato al miglior armatore-timoniere – Analizzando nel dettaglio le nostre performance abbiamo capito di aver commesso alcuni errori nell’ottimizzazione della barca. Su tutti quello di aver appesantito il bulbo per avere un vantaggio in termini di compenso: la barca è risultata meno agile nelle ripartenze con il mare formato che ha caratterizzato quasi tutti i giorni del campionato. Dislocando in modo eccessivo pagavamo qualcosina di troppo ai diretti avversari quando ci siamo ritrovati a navigare sul dritto”.

A distanza di un paio di giorni dalla fine dell’Adria Ferries ORCi World Championship, Alberto Rossi, che ha contribuito in modo determinante all’organizzazione dell’evento organizzato da Marina Dorica, pensa già agli impegni futuri, senza nascondere una certa voglia di rivincita: “La barca verrà riportata alla configurazione iniziale e da lì inizieremo a studiare una nuova ottimizzazione. Se riusciremo a completare i lavori per tempo mi piacerebbe prendere parte a regate come la Middle Sea Race, una grande classica del calendario che impegna lungo il periplo della Sicilia alcune tra le imbarcazioni più competitive del panorama internazionale. Il tutto comunque finalizzato alla partecipazione al Mondiale ORCi in programma a Kiel nel giugno del prossimo anno”.

Prima, però, l’Enfant Terrible Sailing Team ha in programma una doppia trasferta negli Stati Uniti. Verso la fine di lugio sarà di scena a Edgartown-Martha’s Vineyard, dove contenderà a Barking Mad il successo nel Farr 40 International Circuit Championship, circuito di cui il team di Alberto Rossi ha vinto le frazioni di Annapolis e Newport. Quindi, verso la fine di agosto, tornerà nel Rhode Island per prendere parte all’appuntamento clou della classe riservata al monotipo disegnato da Bruce Farr: il Rolex Farr 40 World Championship.

Nel corso dell’Adria Ferries ORCi World Championship a bordo di Enfant Terrible-Audi Domina hanno navigato Alberto Rossi (armatore-timoniere), Michele Paoletti (tattico), Daniele Cassinari (stratega), Daniele Fiaschi (volanti), Francesco Mongelli (navigatore), Giovanni Cassinari (randista), Claudio Celon (trimmer), Gaetano Figlia di Granara (trimmer), Roberto Strappati (jolly), Pietro Mantovani (grinder), Federico Giovannelli (grinder), Francesco Pizzuto (pitman), Jacopo Bagnaschi (midbow) e Alberto Fantini (prodiere).

RELATED ARTICLES

Most Popular