peyrani

La prossima settimana Genova e Savona al Breakbulk di Anversa

GENOVA – Dal 24 al 26 aprile i porti di Genova e Savona parteciperanno al Breakbulk Europe 2017, la fiera internazionale che si tiene ad Anversa e che riunisce i principali operatori internazionali con l’obiettivo di far incontrare domanda e offerta nel settore del general cargo.

Tutte le informazioni sulla manifestazione sul sito ufficiale di Breakbulk Europe 2017.

Presidente AdSP presenta POT 2017-2019 a Ministro Graziano Delrio

NAPOLI – Si è svolta alla Stazione Marittima la presentazione del Piano Operativo Triennale 2017-2019 al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, alle Istituzioni, al cluster marittimo.

Alla presenza del Presidente Vincenzo De Luca, del Vice Sindaco, Raffaele Del Giudice, per il Comune di Salerno,l’Assessore Domenico De Maio e del Responsabile Struttura Tecnica: “Pianificazione strategica degli investimenti per lo sviluppo della logistica e della connettività”, Ennio Cascetta, il Presidente Pietro Spirito ha esposto i dodici punti che rappresentano le linee guida dell’azione di governo  dei prossimi tre anni per i porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia.

Porto di Brindisi: richiesta per la costituzione dell’Organismo di partenariato

BRINDISI – Costituire celermente l’Organismo di partenariato della risorsa mare. Con questo obiettivo il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, prof. Ugo Patroni Griffi, ha inviato ai soggetti interessati una richiesta di designazione del nominativo del rappresentante che farà parte dell’ente consultore dei privati.

È una delle novità della riforma delle Autorità Portuali che affiancherà il “Comitato di gestione”, che resta l’unico ente deliberatore e decisorio (composto da Regione, Comune/Città Metropolitana, Capitaneria).

L’Organismo sarà così composto: un rappresentante per ognuna delle seguenti categorie professionali: armatori (indicato da Confitarma e Fedarlinea), industriali (nominato da Confindustria e Confcommercio); poi un rappresentante ciascuno per i seguenti operatori: imprese portuali/concessionarie di banchine, spedizionieri, operatori logistici, operatori ferroviari, agenti marittimi, autotrasportatori, operatori del turismo. Infine, tre rappresentanti per i sindacati (FILT–CGIL, FIT-CISL, UIL-TRASPORTI). Tra i componenti, anche il comandante del porto e Ugo Patroni Griffi che lo presiederà.

Entro 7 giorni le associazioni dovranno indicare il nominativo del loro rappresentante. L’Organismo durerà in carica quattro anni; referente il segretario generale che stabilirà le modalità per l’espletamento delle sue funzioni.

L’Organismo, come già anticipato, non avrà poteri vincolanti per l’AdSP ma solo «funzioni consultive». Potrà, comunque, esprimere pareri sugli aspetti chiave delle attività amministrative di un porto: adozione del piano regolatore portuale e del piano operativo triennale, il bilancio preventivo e consuntivo. Avrà facoltà, inoltre, di esprimere pareri su qualsiasi questione che sia sottoposta dal presidente Patroni Griffi, o su richiesta della maggioranza dei componenti.

“E’ necessario- commenta il presidente- procedere speditamente alla costituzione degli Organi della nuova Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale al fine di consentire all’Ente di iniziare ad operare sì da incrementare l’efficienza degli scali in una strategia di multi porto.”

Porto di Trieste: crescita del traffico del 20%

TRIESTE – Continua la performance positiva del traffico ferroviaria nello scalo giuliano: più di 2000 i treni movimentati tra gennaio e marzo 2017, con un aumento del 20,06%. “Segno che Trieste  – ha commentato il presidente dell’AdSP,  Zeno D’Agostino – ha la ferrovia nel DNA e qui sta la sua forza.

Dal 2015 ad oggi abbiamo fatto grandi progressi in questo settore grazie all’ottimizzazione della manovra ferroviaria, all’investimento sui locomotori, sul personale e sull’infrastruttura esistente che ha ancora ottimi margini di crescita. Tutto ciò ha favorito la nascita di nuovi collegamenti ferroviari, soprattutto a livello internazionale, impensabili fino a due anni fa”.

Per quanto riguarda la movimentazione delle merci, se da un lato nei primi 3 mesi del 2017 vi è stata una leggera flessione pari al -2,10% sui volumi totali con 14.489.433 tonnellate (dato collegato alle rinfuse liquide, e dovuto ad alcune operazioni programmate di manutenzione ordinaria al Terminal marino della SIOT), numeri molto positivi si registrano invece nelle principali categorie merceologiche, che confermano la crescita ormai consolidata di alcuni traffici, tra cui spicca una buona ripresa del settore container con 137.220 TEU movimentati nel primo trimestre 2017 e una crescita del 14,02%. Da evidenziare un incremento anche per le merci varie (+5,75%) e per il comparto RO-RO con 74.358 unità transitate (+2,21%). Un buon dato generale quindi, ad eccezione delle rinfuse solide che segnano un -34,14%.

Passando al dettaglio del singolo mese di marzo 2017 e confrontandolo con lo stesso mese del 2016 è di nuovo il container a registrare la migliore performance. Nel solo mese di marzo si registra una movimentazione di 55.257 TEU con una variazione positiva di circa il 20%, che si aggiunge al + 6% di febbraio ed al + 22% di gennaio, ma escludendo la flessione delle rinfuse solide (-27,08%) si evidenziano incrementi del +10,57% per le merci varie e del +3,89% per il comparto RO-RO.

“Il container nel 2017 sta dando grandi soddisfazioni al porto di Trieste, trainato dall’incremento dei nuovi servizi marittimi intercontinentali e dai nuovi servizi intermodali internazionali con Est Europa, Germania ed Austria: si è entrati in un circolo virtuoso che comincia a dare i suoi ottimi frutti” – ha concluso D’Agostino. “I dati delle principali categorie merceologiche sono tutti molto positivi e ci aspettiamo ulteriori aumenti dei traffici nei prossimi mesi viste le dinamiche che si sono attivate tra i nostri terminalisti e le principali compagnie marittime nell’ultimo periodo”.

MATTEO PAROLI SEGRETARIO GENERALE DELL’AUTORITA’ DI SISTEMA DEL MARE ADRIATICO CENTRALE

ANCONA – Il 13 aprile scorso il Comitato di Gestione dell’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico centrale ha nominato all’unanimità l’avvocato Matteo Paroli Segretario Generale dell’Ente, su proposta del Presidente Rodolfo Giampieri, per la durata di quattro anni.Sul nome dell’Avv Paroli, già Segretario dell’Autorità Portuale di Ancona dal novembre 2015, si sono espressi favorevolmente tutti i componenti del Comitato, sottolineandone le doti professionali e morali.

“Accolgo con sincera soddisfazione la scelta del Presidente e la decisione del Comitato di gestione che mi ha conferito la nomina a Segretario Generale della neo istituita Autorità di Sistema portuale” ha dichiarato l’Avv. Paroli. “Le sfide da cogliere sono molteplici ed il lavoro, già avviato, per rendere operativa la nuova Autorità di Sistema è complesso, impegnativo ma certamente stimolante. Con convinzione porterò la mia esperienza, in continuità con il lavoro svolto in questi mesi, al servizio della nuova struttura per contribuire a realizzare una strategia dell’Adriatico centrale che valorizzi le caratteristiche e le peculiarità di ogni scalo, nell’interesse dello sviluppo economico ed occupazionale del territorio comune”.

Il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Rodolfo Giampieri ha dichiarato: “La conferma di Matteo Paroli a Segretario della nuova Autorità di Sistema vuol dire continuità e apprezzamento per il lavoro svolto con professionalità e serietà. Affrontare il tema dei 215 chilometri di banchina virtuale tra Pesaro e Ortona significa impegnarsi per mettere questi territori al centro delle politiche di sviluppo nazionali ed europee.”

Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio: Di Blasio alla guida della segreteria

TARANTO – Ieri, 18 aprile, il Comitato di Gestione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio, nella sua seconda seduta, ha deliberato in merito alla nomina del Segretario Generale.

I componenti hanno, infatti, votato all’unanimità la delibera n.04/17, accogliendo la proposta del Presidente di individuare alla guida della Segreteria Tecnico-Operativa il Dr. Fulvio Lino Di Blasio, attualmente Director presso la Ernst&YoungFinancial Business Advisors S.p.A., una delle maggiori società di servizi e consulenza a livello globale, con sede in Roma.

Analizzando il CV del Dr. Di Blasio, l’attenzione dei componenti si è focalizzata sull’esperienza di natura manageriale nel settore delle infrastrutture e dei trasporti, maturata – sin dal 2005 – con attività a supporto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e della Direzione per lo Sviluppo del Territorio, la Programmazione e i Progetti Internazionali. In particolare, per il settore portuale, il Dr. Di Blasio ha coordinato il gruppo di lavoro EY nell’attività di supporto strategico e metodologico per la redazione del Piano Strategico Nazionale della Portualità e della Logistica.

Tale bagaglio professionale abbinato alla rete di conoscenze e di relazioni di collaborazione istituzionale nel settore dello shipping potranno fornire valore aggiunto al processo di innovazione e di rilancio che il porto di Taranto sta affrontando negli ultimi anni.

Porto di Napoli: il ministro Delrio alla presentazione del POT

NAPOLI – Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio sarà presente, giovedì 20 aprile, ore 10.00, alla Stazione Marittima ( piazzale Angioino, porto) per un pubblico confronto sul Piano Operativo Triennale 2017-2019 dei porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia.

Si tratta della prima iniziativa di discussione pubblica sul programma di sviluppo dei porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia.

Il programma dell’evento prevede che l’incontro si apra con i saluti del Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, del Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, del Sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, per poi proseguire con la presentazione del Piano Operativo da parte del Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno centrale, Pietro Spirito.

Il Ministro Graziano Delrio  concluderà l’incontro, inquadrando i programmi di sviluppo dei porti campani nelle politiche nazionali e nello scenario internazionale.

A maggio i porti di Genova e Savona festeggiano il Port Day

GENOVA – Come di consueto anche quest’anno a Maggio si festeggia il Port Day. Anche nel 2017 l’Autorità di Sistema del Mar Ligure Occidentale celebrerà il “porto aperto” con una serie di iniziative dedicate alla città.

Presto on-line il programma dettagliato di tutte le manifestazioni nei porti di Genova e Savona.

A Porto Torres la prima tappa italiana della nuova nave da crociera Silver Muse

PORTO TORRES – L’ultima nave della Silversea ha iniziato il suo viaggio inaugurale questa settimana. È una delle navi da crociera più lussuose. L’ultima nata in casa Fincantieri (varo il 3 aprile) e oggi alla sua prima tappa italiana del viaggio inaugurale. Un vero privilegio per lo scalo di Porto Torres che, questa mattina, alle 8, ha accolto, come prima tappa del Paese appunto, la Silver Muse, nave della compagnia monegasca Silversea, che ha avviato qualche giorno fa il Maiden Voyage, viaggio inaugurale di 14 giorni, con partenza da Montecarlo e arrivo a Villefranche.

Ed in questo tour dedicato al lusso, il cui prezzo per 2 settimane può superare i 9 mila euro a passeggero, la scelta di Porto Torres si è rivelata fondamentale per la promozione del territorio del Nord Ovest in quello che rappresenta una nicchia senza crisi nel mercato crocieristico: il lusso.

Alghero, Stintino, ma anche siti archeologici, comprese le aree storiche di Porto Torres, per le quali l’Amministrazione Comunale ha predisposto appositi info point,, saranno strategici per questa nuova esperienza col mercato del crocierismo di lusso, sempre alla ricerca della novità.  Poco meno di 213 metri di lunghezza, la Muse può trasportare 596 passeggeri e, in un rapporto quasi uno ad uno, 411 membri d’equipaggio.

Doveroso, per l’evento, il saluto dell’Autorità Portuale, del Comandante della Capitaneria e dei rappresentanti del Comune al comandante della nave, Alessandro Zanello, con il consueto scambio crest a bordo del nuovo gioiello della crocieristica, dove la parola d’ordine è stupire con i dettagli ricercati, dalla cucina agli arredi.

“Quello di oggi – dice Pietro Preziosi, Commissario Straordinario dell’Autorità Portuale del Nord Sardegna – è un evento di enorme rilevanza per la nostra portualità. Vedersi inseriti ancora una volta quale prima tappa italiana di un tour inaugurale di una nave come questa, è motivo di particolare orgoglio per il nostro Ente, ma, soprattutto, per l’intero territorio. È una scelta che conferma l’enorme potenziale di questa Isola, che molto ha ancora da dire nell’industria crocieristica”.

Quello della Silver Muse non è il primo scalo inaugurale nei porti del nord Sardegna. L’ultimo Maiden Voyage è stato quello, nel 2016 ad Olbia, della Seven Seas Explorer, nave concorrente per lusso e target, preceduto, il 10 giugno 2012, dalla Breeze della Carnival Cruise Line che, con oltre 4.500 passeggeri a bordo, toccò l’Isola Bianca quale quinta tappa nel Mediterraneo, prima italiana.

Una stagione importante, quella 2017, per Porto Torres, che, con 30 scali, si lancia nella sfida ai porti del Mediterraneo ospitando, per la prima volta, il turn around della Costa Neo Riviera che, dal mese di giugno, per 17 volte, imbarcherà direttamente i passeggeri dallo scalo portotorrese per un tour nel Mediterraneo.

La tappa della Silver Muse non sarà l’unica per il ponte pasquale del Nord Sardegna. L’appuntamento con i giganti del mare è il prossimo lunedì di Pasqua con l’arrivo, ad Olbia, della Aura, nave della compagnia tedesca Aida Cruises.

Porto di Venezia: incontro tra Authority e Comitato No Grandi Navi

VENEZIA – Il nuovo presidente dell’Autorità di sistema portuale dell’Alto Adriatico, Pino Musolino, ha incontrato oggi a Venezia i rappresentanti del Comitato ‘No Grandi Navi’. Pur mantenendo posizioni distanti, il dialogo, svoltosi in un clima sereno, ha evidenziato un comune intento di trovare una soluzione al problema della crocieristica in Laguna che rispetti compatibilità e sostenibilità ambientale.

“Questo incontro – ha detto Musolino – è mirato all’ascolto delle istanze di un comitato che rappresenta una parte importante della comunità cittadina e regionale. Come amministratore pubblico ho la sensibilità e anche il dovere di dare ascolto a tutte le posizioni, anche quelle critiche. Noi abbiamo dimostrato, spero, che c’è una volontà di apertura, di discussione, loro ci hanno portato le loro osservazioni.

Sarà il primo di una lunga serie di confronti, a cui noi siamo assolutamente disponibili ed aperti”. “E’ ovvio – ha proseguito – che ci sono delle differenze, altrimenti non saremmo qui, però su alcuni aspetti, se non altro, c’è la possibilità di costruire dei percorsi di comprensione reciproca che, a oggi, mi pare che siano mancati. Stiamo ragionando su quella che è la possibilità di accedere a questa laguna in maniera compatibile: stiamo pensando alle soluzioni alternative che siano sostenibili e compatibili con l’ambiente e il suo delicato equilibrio”.

“Le nostre visioni future – ha commentato Luciano Mazzolin, del Comitato – sono abbastanza differenti, sia da quelle che ha anticipato il Ministro Delrio, sia il Comune di Venezia, sia in parte anche la nuova Autorità portuale. Abbiamo presentato anche le nostre richieste per un porto eco-compatibile.

Ci sono delle difficoltà difficilmente superabili anche da nuovi progetti: se qualcuno vuole farne, che faccia pure; noi, nel caso, siamo pronti ad intervenire come siamo intervenuti precedentemente, se ci saranno aspetti contro gli interessi della città e della laguna”.

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab