Quarto giorno di regata: Fra’ Diavolo vince il primo atto del Maxi Yacht Capri Trophy

Meteo capriccioso sul mare di Capri, con il Comitato di Regata della Rolex Capri Sailing Week che ha atteso che il vento si stabilizzasse per intensità e direzione sino alle 14:07, orario di partenza della prima prova di giornata e l’ultima della parte caprese della RCSW 2021

Oggi i maxi si sono impegnati su un percorso a bastone con 2 lati di poppa e 2 di bolina – per un totale di 8 miglia – con un vento tra i 6 e i 7 nodi da sud e mare piatto. Grande pazienza e intuito da parte del CdR di Alfredo Ricci che ci ha creduto fino alla fine ed è riuscito a dare il via alla regata di oggi, nonostante i salti di vento, ma riuscendo così a completare il programma previsto per il Maxi Yacht Capri Trophy.

Con l’ultima regata di oggi si conclude il primo atto del MYCT con la premiazione delle regate di Capri. Vincitore assoluto al termine delle quattro prove, il Mylius 18E35 di Vincenzo Addessi e il suo affiatato equipaggio. Tra i premiati delle due Classi Performance e Classic, anche il Trofeo dell’IMA – International Maxi Association al miglior piazzamento tra i soci IMA (Lorina 1895 – di Jean Pierre Barjon) e un premio per il ‘best placed maxi yacht’ nelle due Classi. Per il vincitore del Rolex Trophy bisognerà, invece, attendere il risultato della combinata tra le regate di questa settimana e la Regata dei Tre Golfi che verrà quindi assegnato durante la premiazione di lunedì

“È una grandissima soddisfazione essere riusciti a organizzare le regate a Capri – così il Presidente dello Yacht Club Capri Achille D’Avanzo – in acqua il tempo ci ha aiutato, ma a terra il grande risultato è stato quello di essere riusciti a garantire a Capri lo status di isola covid free, grazie al protocollo sanitario messo in pratica dall’ingegner Ciro Cannelonga, consulente di grande esperienza che ci ha consentito la messa in sicurezza di tutto l’evento”.

Dopo quattro giorni di regata, e con la conclusione del primo atto della Rolex Capri Sailing Week, la classifica definitiva nelle due Classi è la seguente:

Performance:

Fra’ Diavolo – Vincenzo Addessi – Yacht Club Gaeta

Lorina 1895 – Jean Pierre Barjon – Yacht Club de France

Cippa Lippa X – Guido Paolo Gamucci – Yacht Club Punta Ala

Classic:

Shirlaf – Giuseppe Puttini – C.N. Marina di Alimuri

Blue Oyster – Luca Scoppa – Reale Yacht Club Canottieri Savoia

Stella Maris – Matteo Fossati – Yacht Club Parma

La settimana della Rolex Capri Sailing Week entra domani nel vivo e sposta il suo baricentro a Napoli presso il Circolo del Remo e della Vela Italia dove, alle 19:30 di sabato 15 maggio, (alle 19:00 lo start per gli scafi dell’europeo ORC) prenderà il via la Regata dei Tre Golfi; la storica e suggestiva regata d’altura, che ha la sua partenza, per la prima volta nella sua lunga storia, con le luci del tramonto.

IEG: INNOVAZIONE, TECNICA E SOSTENIBILITÀ A PESCARE SHOW 2021

Innovation Ideas, #PescarePlasticFree e Fly Tying Experience: le aree speciali del Salone internazionale della pesca sportiva e della nautica da diporto di Italian Exhibition Group, in fiera a Vicenza dal 26 al 28 novembre 2021

www.pescareshow.it

Vicenza– Innovazione, tecnica e sostenibilità ambientale sono i temi portanti di Pescare Show 2021, il Salone internazionale della pesca sportiva e della nautica da diporto firmato IEG – Italian Exhibition Group, che si terrà in presenza nel quartiere fieristico di Vicenza dal 26 al 28 novembre prossimi. Tre giorni di business, contatti, eventi, contenuti e iniziative speciali per un’edizione carica di novità.

Forte della doppia partnership con FIPSAS – Federazione Italiana Pesca Sportiva e FIOPS – Federazione Italiana Operatori Pesca Sportiva, che supporteranno l’organizzazione dell’evento, l’edizione 2021 di Pescare Show si configura come punto di riferimento per le community sportive della pesca e come piena occasione d’incontro con i top player della produzione nazionale e internazionale del comparto.

L’appuntamento clou per la community internazionale dei pescatori sportivi quest’anno presenterà l’area INNOVATION IDEAS, uno showcase aperto ad aziende e startup dove mostrare nuove idee imprenditoriali e tecnologia al servizio della pesca e della nautica da diporto: elettronica, cleantech, green mobility, economia del mare, sicurezza, nanotecnologie, nuovi materiali. C’è tempo fino al 31 agosto 2021 per presentare progetti e soluzioni all’avanguardia: https://unb.pescareshow.it/innovation-ideas/.

La manifestazione di Italian Exhibition Group rinnoverà l’impegno contro l’inquinamento da plastica nei mari anche nel 2021 con #PescarePlasticFree, l’area speciale che accoglierà i più importanti progetti delle aziende e delle associazioni di settore per sensibilizzare il pubblico sul tema della salvaguardia delle acque con un articolato palinsesto di incontri, convegni e installazioni.

Per gli amanti del Fly Fishing, tornerà a Vicenza Fly Tying Experience, un’esperienza immersiva nel mondo della pesca a mosca. I visitatori potranno vedere all’opera i migliori costruttori di esche artificiali provenienti dall’Italia e dall’estero, scoprire le attrezzature più richieste sul mercato, ma anche provare i prodotti e approfondire le tecniche di lancio grazie a corsi e dimostrazioni nelle Casting Pool.

Pescare Show 2021 sigla una partnership con Hooking App, che permette a tutti i pescatori di acquistare e gestire i permessi di pesca tramite smartphone, ma anche di controllare il numero di catture giornaliere consentite e capire se il pescato è trattenibile o meno. L’idea è di un gruppo di amici di Verona, pescatori fin dalla tenera età, che hanno deciso di trasformare la loro passione in professione fondando la startup Bitter Soft. Una sinergia che nasce per accrescere il networking tra il pubblico di Pescare Show e rendere ancora più facile e piacevole l’esperienza di pesca. Hooking App consentirà anche di essere collegati ai canali di IEG di acquisto dei biglietti d’ingresso alla manifestazione direttamente da mobile.

Stato Giuridico della Corporazione Piloti non cambia

Roma. “Professione Pilota – passato, presente e opportunità future”è stato il tema della 74a Assemblea Nazionale della Federazione Italiana dei Piloti dei Porti, durante la quale è stato confermato che lo Stato Giuridico della Corporazione Piloti non cambia. Il presidente della Corporazione, Com. te Luigi Mennella, lo ha confermato: “la ‘personalità giuridica pubblica’ del sistema di pilotaggio italiano non cambia, smentendo alcune notizie di stampa apparse subito dopo l’Assemblea nazionale”. “I Piloti dei Porti, in piena sinergia e comunità d’intenti con l’Autorità Marittima, proseguono con orgoglio e grande impegno – si legge nel comunicato – a operare al servizio della sicurezza per garantire la continuità dei traffici marittimi nazionali.”

Da settantaquattro anni, la categoria dei piloti non ha smesso di lavorare, esercitando la professione con impegno soprattutto durante la pandemia da covid-19. Come altri operatori del settore marittimo/portuale, la categoria dei piloti dei porti non ha avuto nessun tipo di ristoro a compensazione del calo di fatturato dovuto al calo di traffico, ma si è fatto carico delle spese per garantire il servizio h24 e per tutto questo periodo di pandemia.

Un risultato importante è stato raggiunto proprio in questi giorni; finalmente il Ministero Infrastrutture e Mobilità Sostenibili ha reso noto le proprie determinazioni per rinnovare le tariffe con criteri in linea con i parametri richiesti dal Regolamento Europeo 352/2017.
I punti fondamentali sono la rideterminazione della spesa ammessa per una migliore uniformità di trattamento tra Corporazioni nell’ottica di una maggiore trasparenza e il riconoscimento dei c.d. ‘grandi tonnellaggi’, atteso da molto tempo.


La Federazione Italiana Piloti dei porti, dopo un lungo iter procedurale, si ritiene soddisfatta della formula base per il calcolo della tariffa per i servizi di pilotaggio alle navi applicata nei porti italiani.


Attualmente , afferma il presidente Mennella, si sta lavorando all’aggiornamento della piattaforma informatica relativa alla gestione dei corsi professionali richiesti dal Decreto Interdirigenziale 112/2018 . E’ doveroso ricordare che l’Italia sta soffrendo di un deficit infrastrutturale in ambito portuale: sono necessarie torri pilota, dragare i fondali e ampliare i bacini di manovra per competere con l’evoluzione tecnologica e automazione navale spinta in atto dovuta al gigantismo navale. Costruire una nave occorrono circa due anni, ma per adeguare le infrastrutture portuali ne occorrono molti di più!


“Ci auguriamo – afferma Mennella – che ci si possa confrontare sulla responsabilità e professionalità di un tale servizio per giungere agli ‘Stati generali del pilotaggio’; garantendo l’obiettivo primario di mantenere un sistema di pilotaggio di eccellenza per il Paese e che continui a salvaguardare e proteggere il lavoro e la figura professionale del pilota.”

Abele Carruezzo

Parte la “Tre Golfi”

Per la prima volta al tramonto, uno spettacolo ben visibile da terra con centinaia di vele che sfileranno lungo Posillipo. Da seguire su TracTrac.

La settimana della Rolex Capri Sailing Week entra nel vivo e sposta il suo baricentro a Napoli presso il Circolo del Remo e della Vela Italia dove, alle 19:30 di sabato 15 maggio, (alle 19:00 lo start per gli scafi dell’europeo ORC) prenderà il via la Regata dei Tre Golfi; la storica e suggestiva regata d’altura, che ha la sua partenza, per la prima volta nella sua lunga storia, con le luci del tramonto.

Considerando il numero record dei partenti -120 confermati alla vigilia – è assicurato lo spettacolo, con un colpo d’occhio ben visibile dai lungomare della città di Napoli, orgogliosa di ospitare il primo grande evento velico internazionale con i migliori velisti della scena mondiale; evento ancor più prezioso in considerazione del periodo storico che ha interessato e fermato le attività sportive.
Vale la pena poi ricordare l’importanza del Golfo di Napoli sulla scena mondiale, da sempre considerato uno dei migliori campi di regata del mondo, che è stato sede di regata delle Olimpiadi di Roma nel 1960 e che ha ospitato, negli anni a venire, moltissimi eventi di carattere internazionale.


È dal 1989 che non si svolgeva un campionato internazionale così importante che vede 20 nazioni rappresentate, 1500 persone tra equipaggi, skipper e giudici internazionali.
A salutare i velisti, domattina alle 10:00 è prevista la cerimonia dell’alzabandiera con la presenza delle principali autorità cittadine, militari e sportive.
Madrina dell’evento Maria Vera Ratti, promettente attrice napoletana, legatissima al Circolo del Remo e della Vela Italia, poiché il bisnonno è stato tra i fondatori e tutti i membri della sua famiglia ne sono poi diventati soci.

Il percorso

Dopo la partenza, gli scafi impegnati in regata dovranno arrivare a Ponza e da qui ritornare per girare gli scogli de Li Galli, di fronte Positano. Infine, il traguardo a Capri, dopo circa 150 miglia di regata. Affascinante e dall’esito mai scontato, la 66ma Regata dei Tre Golfi, è aperta anche a multiscafi, barche d’epoca e classiche e a barche con due soli membri d’equipaggio.
La flotta dell’Europeo avrà tempo fino a lunedì 17 per completare il percorso della prova offshore (80 ore il tempo limite) atterrando a Capri per la seconda fase del Campionato: dal martedì 18 a giovedì 20 maggio, 3 giorni di prove sulle boe per un totale di 6 regate in programma, inclusa la prova offshore, per l’assegnazione del Titolo Europeo ORC 2021. Nelle acque del Golfo di Napoli sono attesi 93 equipaggi in rappresentanza di 9 nazioni diverse.

Il quadro meteo

Durante la giornata di oggi avremo un fronte caldo in transito sul sud Italia stanotte, nella giornata di domani – sabato 15 maggio – è previsto un bel ponente di 16/18 nodi alla partenza che dovrebbe calare durante la notte per girare a SW la mattina di domenica. Durante la giornata di domenica 16, il vento diventa un S di 10/12 kts con qualche rischio di buco d’aria nella transizione tra ponente e SW. In ultima analisi, la Tre Golfi numero 66 si prospetta come una regata veloce, con una lunga bolina fino a Ponza, una discesa al traverso fino al centro del Golfo di Napoli, per poi diventare una bolina fino ai Galli e la tappa finale verso la linea d’arrivo di Capri con gli spinnaker a riva.

english

“Tre Golfi” regatta set to depart at sunset for the first time – the spectacle will be clearly visible from the shore, with over 100 sails parading past the Posillipo disctrict of Naples.

From tomorrow the Rolex Capri Sailing Week shifts its focus to Naples and the Circolo del Remo e della Vela Italia, where, at 7:30 p.m. on Saturday, 15 May, (7 p.m. start for the fleet competing in the ORC European Championship) the Regata dei Tre Golfi will get underway. The celebrated and captivating offshore race will set off, for the first time in its long history, as dusk falls. Given the record number of boats on the starting line – 120 confirmed as of today – a spectacle on the water is assured, and will be clearly visible from the Naples seafront.

The city is the proud host of the first major event on the international sailing calendar, which has attracted the world’s top sailors and is made even more special against the backdrop of the world events that halted sporting activities for so long.
It is also worth mentioning the importance of the Gulf of Naples on the world stage, classed among the best race courses in the world, it was chosen as the sailing venue for the Rome Olympics in 1960 and has gone on to host numerous international events.
This is the largest international regatta to be held here since 1989, with 20 nations represented and 1,500 people including crews, skippers and international officials attending.


A flag raising ceremony is scheduled for 10 a.m. tomorrow to greet the participants, and will be attended by municipal, military and sporting dignitaries.
Special patron of the event is Maria Vera Ratti, an up-and-coming Neapolitan actress with close links to the Circolo del Remo e della Vela Italia considering that her great-grandfather was one of the sailing club’s founders, a tradition passed down through generations of her family.

The course

From the start off Naples, the competing boats will race to Ponza before returning to round the Li Galli islets off Positano. After approximately 150 miles of racing, the fleet will cross the finish line in Capri. The 66th Regata dei Tre Golfi, a thrilling race where the winner can never be predicted, is also open to multihulls, vintage and classic boats, and double-handed crews.


The fleet competing in the ORC European Championship will have until Monday 17 to complete the offshore race (within a time limit of 80 hours), before touching down in Capri for the second phase of their championship. From Tuesday 18 to Thursday 20 May, 3 days of mark racing – with a total of 6 races scheduled, including the offshore – will be held to assign the title of ORC European Champion 2021. No less than 93 crews representing 9 different nations are expected in waters of the Gulf of Naples.

Forecast conditions

A warm front is due to pass over Southern Italy tonight, making way tomorrow, Saturday 15 May, for a beautiful westerly wind of 16-18 knots at the start. The breeze is predicted to fall off somewhat during the night, turning to the southwest for Sunday morning. On Sunday 16 May, the wind should be southerly and blowing at around 10-12 knots with some risk of light patches caused by the transition to south-westerly and westerly. Ultimately, the 66th Regata dei Tre Golfi looks like a fast race with a long upwind leg to Ponza, a reaching descent to the middle of the Gulf of Naples, then becoming upwind again to Li Galli and the final stretch to the finish line in Capri.

FIRMATO IN PREFETTURA IL PROTOCOLLO DI LEGALITA’ CON L’AUTORITA’ PORTUALE DEL MARE ADRIATICO MERIDIONALE

Barletta-Prevenire i tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata negli affidamenti di lavori, servizi e forniture, concessioni ed autorizzazioni demaniali: è l’obiettivo del Protocollo di Legalità sottoscritto questa mattina presso la sede del Palazzo del Governo in Barletta tra il Prefetto di Barletta Andria Trani Maurizio Valiante ed il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale di Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli Ugo Patroni Griffi.

Attraverso il Protocollo di Legalità saranno estese le verifiche antimafia anche agli affidamenti, ai contratti, alle autorizzazioni ed alle concessioni demaniali anche sotto soglia di valore per cui la legge prescrive la obbligatorietà, ampliando così l’azione di prevenzione e contrasto di infiltrazione della criminalità, proprio a garanzia della massima legalità e trasparenza nella gestione degli appalti pubblici e delle procedure concorsuali, promuovendo il rispetto delle diciscpline antimafia in materia di anticorruzione e migliorando l’interscambio informativo tra le Pubbliche Amministrazioni coinvolte.

Nel dettaglio, l’Autorità di Sistema Portuale si impegnerà ad acquisire la comunicazione antimafia oltre che nei casi previsti dal Codice dei Contratti Pubblici anche per i contratti di appalto per acquisizione di servizi, forniture, lavori ed opere di importo compreso tra 40mila e 150mila euro. Procederà inoltre preliminarmente alla verifica dell’iscrizione alla “White List” (elenco di fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa, operanti nei settori esposti maggiormente a rischio), tramite consultazione dell’apposita sezione della Banca Dati Nazionale Antimafia e/o pubblicazione della lista online sul sito della Prefettura, ed in assenza di tale iscrizione procederà con la richiesta della comunicazione antimafia.

Ancora, nel caso in cui la Prefettura emetta un’interdittiva antimafia, l’Autorità di Sistema Portuale, oltre a procedere alla risoluzione immediata ed automatica del contratto, applicherà anche una penale a titolo di liquidazione del danno nella misura del 15% del valore del contratto.

“Il Protocollo di Legalità è un ulteriore esempio di come la squadra Stato intende rafforzare le proprie strategie per osteggiare il fenomeno criminale e le infiltrazioni mafiose nell’economia legale, ampliando il più possibile la platea dei soggetti coinvolti nella gestione e realizzazione delle opere pubbliche – ha dichiarato il Prefetto di Barletta Andria Trani Maurizio Valiante -. Vogliamo assicurare la realizzazione del preminente interesse pubblico alla legalità ed alla trasparenza nell’economia, esercitando appieno i poteri di monitoraggio e vigilanza. La tendenza della criminalità organizzata di penetrare i principali settori dell’economia legale, ed in particolare quello degli appalti pubblici, proprio in periodi di particolare congiuntura economica negativa, richiede infatti l’innalzamento della soglia di attenzione da parte delle istituzioni, attraverso iniziative ed interventi preventivi, utili proprio ad impedire tali infiltrazioni”.

Il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale di Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli Ugo Patroni Griffi ha dichiarato: “Dopo Bari, anche con la Prefettura di Barletta Andria Trani sottoscriviamo il Protocollo di Legalità, uno strumento importante che mira a garantire, soprattutto in un periodo di congiuntura economica difficile come quello che stiamo vivendo, legalità, trasparenza e snellimento dell’attività amministrativa, promuovendo il rispetto della disciplina antimafia e migliorando l’interscambio informativo tra le Pubbliche Amministrazioni interessate. Attraverso il documento, ampliamo in maniera esponenziale l’azione di prevenzione e contrasto di eventuali tentativi di infiltrazione criminale nelle procedure di affidamento, contratti, autorizzazioni e concessioni, anche demaniali, al di sotto della soglia di valore per cui la legge prescrive la obbligatorietà”.

RACCOMAR–Brindisi esprimere la propria soddisfazione in merito al completamento dei lavori in aeroporto, atti ad ottenere l’innalzamento dell’ air draft

E’ con grande soddisfazione e rinnovato ottimismo che la Associazione Raccomandari Marittimi di Brindisi “RACCOMAR – Brindisi” accoglie la notizia del termine lavori effettuati sulla pista di atterraggio dell’ aeroporto di Brindisi, con il derivante tanto atteso e sospirato, innalzamento del cono di atterraggio degli aeromobili e, quindi, del limite di altezza massima “air draft” elevato a 50 mtr. , che finalmente consentirà l’approdo di navi, fino ad oggi impossibilitate ad ormeggiare nel nostro porto, se non con numerose limitazioni e prescrizioni.-


Mi preme evidenziare che il sottoscritto, unitamente a tutti gli altri Colleghi, si è sempre speso in merito alla questione, almeno dalla metà degli anni ’80 quando le grandi portainer della NSCSA e i grandi velieri come la Club Med II approdavano nel nostro porto, fra difficoltà e limitazioni.-

Ritengo pertanto lecito oggi pronunciare a nome della nostra Associazione un grande ringraziamento alla Autorità Portuale, Capitaneria di Porto e tutte le altre Autorità, senza peraltro dimenticare le Forze Politiche locali, che ci hanno creduto e spinto nella stessa direzione ed in sinergia sono finalmente riuscite a raggiungere questo traguardo che, siamo sicuri, non potrà che portare ad un futuro più prospero e roseo per i traffici commerciali che il nostro porto può e deve sviluppare.-
RACCOMAR – Brindisi

Il presidente
Fabio Cesinaro

Prove ufficiali e tour promozionale della OCEAN TO OCEAN RIB ADVENTURE

Da Santo Stefano al Mare (IM) a Palermo in gommone con Sergio Davì

Sabato 15 e domenica 16 maggio 2021 a Santo Stefano al Mare presso il Marina degli Aregai nella provincia di Imperia si terranno le tanto attese prove in mare dell’ Aretusa Explorer, il gommone Nuova Jolly Prince 38 cc di 11 metri, motorizzato con due fuoribordo Suzuki DF300B dual prop ed elettronica di bordo Simrad, che da novembre 2021 a febbraio 2022 (restrizioni Covid permettendo) accompagnerà il comandante Sergio Davì nella OCEAN TO OCEAN RIB ADVENTURE.

Come le altre imprese realizzate da Davì si tratta anche in questo caso di un’avventura senza precedenti, da Palermo a Los Angeles in gommone attraverso due oceani, Atlantico e Pacifico per oltre 10.000 miglia di navigazione in solitaria. Tra le tappe della missione il passaggio nel canale di Panama e nell’arcipelago delle Galapagos.

Il tour promozionale, realizzato in collaborazione con Suzuki, Nuova Jolly e Simrad, partirà il 17 maggio da Marina degli Aregai e farà da lancio all’iniziativa SUZUKI EXPERIENCE – 7 tappe per 7 #samuraidelmare.

Ad ogni tappa prevista dal tour salirà a bordo dell’Aretusa Explorer un #samuraidelmare selezionato da Sergio Davì che avrà l’opportunità unica e irripetibile di navigare con lui lungo le coste del mar Tirreno.

Sarà inoltre possibile per chiunque sia appassionato di nautica e per i fan di Sergio Davì incontrarlo personalmente al termine di ogni tappa e in alcune occasioni ci sarà anche la possibilità di provare il battello del raid.

Queste le date e le tappe del tour:

15 e 16 maggio Marina degli Aregai (Santo Stefano al Mare, IM) presso il concessionario Marine Wizard (per informazioni Tel.: (0184)48.02.74, info@marinewizard.it).

17 e 18 maggio Isola d’Elba. Nella giornata del 18 maggio presso il pontile dell’Hotel Airone di Portoferraio sarà organizzato un evento dove sarà anche possibile provare il battello del raid (per informazioni Tel.: 0565/916459, nauticaloscoglietto@gmail.com).

19 maggio Marina di Nettuno SPA (Roma). Il Comandante Davì e Aretusa Explorer saranno accolti dal team di Nautica Blue Marine (per informazioni Tel.: 392/9284460, info@nauticabluemarine.it),

20 e 21 maggio Napoli. Il 20 maggio a Pozzuoli si terrà un happening organizzato da Nautica Mediterranea Yachting (per informazioni Tel.: 081/8046038, ugolanzetta@libero.it) e il 21 maggio si terrà un evento presso la Sedilmare in via Campana 233, Pozzuoli (per informazioni tel. 081/8041780, info@sedilmare.it).

22 e 23 maggio Messina. Il 23 maggio si terrà un evento con Nautica Femminò presso la Marina di Nettuno dove sarà possibile provare il battello (per informazioni Tel.: 090/3353692, info@nauticafemmino.it).

24 e 25 maggio Lipari. Il 25 maggio gli uomini dell’officina autorizzata Salvatore Natoli (per informazioni Tel.: 090/9886156, info@nauticaservice.org) accoglieranno il Comandante e il suo RIB.

26 maggio arrivo a Palermo e conclusione del tour. Il nuovo concessionario Xmarine accoglierà Sergio Davì nella sua città natale, organizzando nel week-end del 29 e 30 maggio delle prove in mare (per informazioni Tel.: 091/7840856, xmarinesrl@gmail.com).

Tutti gli eventi e le manifestazioni relative a questa iniziativa sono aperti al pubblico nel rispetto della normativa vigente anticovid.

Maxi Yacht Capri Trophy: Terzo giorno di regata: Frà Diavolo mantiene la testa della classifica

Un altro percorso costiero di circa 30 miglia per il terzo giorno di regate del Maxi Yacht Capri Trophy in un campo di regata ‘benedetto’ dalle oramai consuete condizioni ideali

Un altro percorso costiero di circa 30 miglia per il terzo giorno di regate del Maxi Yacht Capri Trophy in un campo di regata ‘benedetto’ dalle oramai consuete condizioni ideali, un ponente tra i 14 e i 16 nodi in partenza che ha permesso ai più veloci di completare il percorso in poco più di 2h30m.

Durante la regata di oggi, dopo la partenza nelle bocche di Capri, i maxi sono andati a girare il primo disimpegno per ritornare alla seconda boa di Punta Campanella, poi giro dell’isola in senso orario, secondo passaggio a Punta Campanella e rientro sulla linea d’arrivo posta di fronte alla Marina Grande di Capri. Grande apprezzamento da parte dei regatanti per l’ottima gestione del campo di regata presieduta dal Presidente del Comitato di Regata, Alfredo Ricci.

Protagonista della giornata ancora il Mylius 18e35 Frà Diavolo di Vincenzo Adessi che con la vittoria di oggi si porta a casa punti preziosi in classifica generale. Secondo di giornata Blue Oyster di Luca Scoppa, sempre ben consigliato da Roberto Ferrarese e terza posizione per lo Swan 601 francese Lorina 1895.

Dopo tre giorni di regata, e con il primo atto della Rolex Capri Sailing Week alla sua vigilia, la classifica provvisoria nelle due Classi è la seguente:

Performance:

Frà Diavolo – Vincenzo Adessi – Yacht Club Gaeta

Lorina 1895 – Jean Pierre Barjon – Yacht Club de France

Cippa Lippa X – Guido Paolo Gamucci – Yacht Club Punta Ala

Classic:

Blue Oyster – Luca Scoppa – Reale Yacht Club Canottieri Savoia

Shirlaf – Giuseppe Puttini – C.N. Marina di Alimuri

Stella Maris – Matteo Fossati – Viverelavela

Per domani previste condizioni più leggere e, con molte probabilità, i maxi si sfideranno nell’ultimo giorno di regate del Maxi Yacht Capri Trophy su un percorso a bastone. Domani pomeriggio la premiazione del primo atto dedicato ai maxi mentre a Napoli, sulle banchine del Circolo del Remo e della Vela Italia proseguono le registrazioni e le stazze della flotta dell’Europeo ORC.

English

Day three: Frà Diavolo maintains top spot

Another coastal race of approximately 30 miles was set for the third race of the Maxi Yacht Capri Trophy, on a regatta course once again blessed with ideal sailing conditions. The westerly breeze blowing at 14 to 16 knots on the starting line allowed the fastest boat to complete the course in just over 2 hours and 30 minutes.

After today’s start off Capri, the maxi yachts rounded an offset mark before turning for the second mark off Punta Campanella, on the mainland, and proceeding to round the island clockwise before passing Punta Campanella for a second time and heading for the finish line off Capri’s Marina Grande. The racers were particularly appreciative of the excellent course management under the watchful eye of the President of the Race Committee, Alfredo Ricci.

The star of the day was once again the Mylius 18E35 Frà Diavolo, owned by Vincenzo Adessi, who add precious points to their lead in the general classification with today’s victory. Second place went to Luca Scoppa’s Blue Oyster, under the guidance of tactician Roberto Ferrarese, while the French Swan 601, Lorina 1895, claimed third place.
After three days of racing, and with the first act of the Rolex Capri Sailing Week drawing to its conclusion tomorrow, the provisional overall classification in the two classes is as follows:

Performance:
Frà Diavolo – Vincenzo Adessi – Yacht Club Gaeta
Lorina 1895 – Jean Pierre Barjon – Yacht Club de France
Cippa Lippa X – Guido Paolo Gamucci – Yacht Club Punta Ala

Classic:
Blue Oyster – Luca Scoppa – Reale Yacht Club Canottieri Savoia
Shirlaf – Giuseppe Puttini – C.N. Marina di Alimuri
Stella Maris – Matteo Fossati – Viverelavela

A lighter breeze is forecast for tomorrow, and in all probability the maxis will compete on a windward-leeward course for the final day of racing in the Maxi Yacht Capri Trophy. Tomorrow afternoon the prize giving ceremony for this first act dedicated to the maxi yachts will take place in Capri. Meanwhile in Naples, on the docks of the Circolo del Remo e della Vela Italia, registrations and measurements are continuing for the ORC European Championship fleet.

Live racing and playback can be followed online thanks to the TracTrac tracking system

Full classification

TarantoForTheFuture – Capitaneria, Comune, Kyma e gruppi sportivi aderiscono alla giornata contro la plastica

TarantoForTheFuture

Parte sabato 15 maggio la campagna di sensibilizzazione contro la plastica in mare di Ondabuena


Sostegno da Capitaneria di Porto, Comune di Taranto e Kyma Ambiente
Adesioni anche dagli atleti di KiteSurf Taranto e Yogi4Nature e dai ricercatori di Jonian Dolphin

Condizioni meteo permettendo, sabato 15 maggio a partire dalle 10.00, un tratto della costa della città sarà invasa da tanti piccoli gesti di ambientalismo consapevole.
La proposta lanciata dai campioni junior di Ondabuena, club di supporto al SailGP per il programma Inspire, è stata accolta da altri rappresentanti del mondo dello sport, come gli atleti del KiteSurf Taranto e Yogi4Nature, nonché i ricercatori dello Jonian Dolphin Conservation.
Obiettivo è liberare il più possibile il mare e le coste dalla plastica.

Nel programma Inspire parliamo di sport, ma anche di accessibilità, inclusività e rispetto dell’ecosistema marino – dicono dal club OndaBuena – e noi come scuola di vela e club di supporto al SailGP abbiamo sentito il dovere di compiere gesti in sintonia con lo spirito del nostro sport e con la mission sposata dal Grand Prix internazionale dei catamarani volanti.

Tutto è partito con un “chi ci sta” e i primi a rispondere all’appello sono stati proprio il Comune di Taranto, con il vice sindaco Fabiano Marti e l’assessore Fabrizio Manzulli e la Kyma Ambiente, con il presidente Giampiero Mancarelli e la Capitaneria di Porto Guardia Costiera di Taranto, con il comandante cv. Diego Tomat.


Il mare non ce lo chiede, ma ha bisogno di noi. Ma cosa possiamo fare nel concreto per aiutarlo? Come contribuire a combattere l’inquinamento dei nostri mari? Oltre a prendere coscienza delle cause, è possibile rendere sostenibili alcune abitudini quotidiane, oppure pulire attivamente e in prima persona i nostri litorali – dice l’assessore allo sviluppo economico, Fabrizio Manzulli – L’emergenza dell’inquinamento marino riguarda tutti. Anche il nostro “piccolo” Mar Mediterraneo è a rischio: sebbene costituisca solo l’1% della superficie globale di mari e oceani, è la sesta area di accumulo dei rifiuti al mondo.

È fondamentale prendere consapevolezza che ciascuno di noi, nel male ma – soprattutto – nel bene, può dare il proprio contributo. Fare attenzione ai piccoli gesti quotidiani è fondamentale ed è più semplice di quanto si possa pensare per salvaguardare anche la nostra economia blue.

Così arrivando via mare lungo il tratto di costa sotto la zona della “ringhiera” di C.so Vittorio Emanuele II in città vecchia, la responsabilità verso la tutela del mare si farà pratica.
Sarà, infatti, quell’affaccio così bello e suggestivo a diventare oggetto delle cure di chi ha aderito al programma che richiamando gli hashtag internazionali del SailGP, #poweredbythenature e #raceforthefuture, a Taranto si declinerà anche in #tarantoforthefuture.
Un’azione corale che si svolgerà anche sotto lo sguardo attento della Guardia Costiera di Taranto che parteciperà all’iniziativa con una unità navale a presidio delle operazioni.

Anche la guardia Costiera è sempre al fianco delle iniziative di tutela dell’ambiente e di sensibilizzazione del cittadino per il rispetto del mare e delle nostre coste – afferma il comandante della Capitanera di Porto di Taranto, cv. Diego Tomat – Oltre alla campagna “#plasticfreeGC – Guardia Costiera”, le donne e gli uomini della Guardia Costiera sono costantemente impegnati nelle azioni di controllo volte alla tutela dell’ambiente marino e costiero”.

Kyma Ambiente – ha dichiarato il presidente Giampiero Mancarelli – rinnova la sua attenzione per la risorsa mare, contribuendo al recupero dei rifiuti spiaggiati che sono un problema per le nostre coste. Siamo felici di dare il nostro contributo per questa iniziativa, ancora di più se si tratta di iniziative di giovanissimi, in linea con quanto stiamo portando avanti con i volontari di Rete a Raccolta, sempre pronti ad aiutare l’ambiente e la nostra Taranto.

Per i colleghi della stampa l’appuntamento per riprendere le operazioni di pulizia è alle ore 10.00 nel tratto di lungomare Città Vecchia all’altezza della Capitaneria di Porto/Largo Arcivescovado.
Terminata la giornata i rifiuti raccolti in mare e lungo la costa in questione sbarcheranno al Molo Sant’Eligio dove è stata organizzata una postazione di raccolta da parte di Kyma Ambiente.
In caso condi-meteo avverse la stampa sarà avvertita del cambio di programma.

PORTI DI VENEZIA E CHIOGGIA, IL COMITATO DI GESTIONE APPROVA L’AUMENTO DELLE TARIFFE PER I SERVIZI PORTUALI

Venezia- Nella riunione odierna del Comitato di Gestione, alla presenza del Commissario Straordinario dell’Autorità Cinzia Zincone, del Direttore Marittimo del Veneto pro tempore Piero Pellizzari, del Comandante del Porto di Chioggia Michele Messina, di Fabrizio Giri, in rappresentanza della Città Metropolitana di Venezia, e Maria Rosaria Anna Campitelli, in rappresentanza della Regione Veneto, sono stati illustrati gli esiti dei lavori della Commissione Consultiva di Venezia tenutasi ieri.

Nell’ambito dei pareri pronunciati dalla Commissione Consultiva, il Comitato ha espresso parere favorevole per l’aggiornamento della tariffa di cui all’ordinanza per la fornitura di lavoro portuale temporaneo ex art. 17 l. 84/94 del porto di Venezia e all’erogazione di misure di incentivazione al pensionamento di quattro lavoratori della società cooperativa Nuova Compagnia Lavoratori Portuali.

L’aggiornamento, nello specifico, prevede l’innalzamento delle tariffe per assicurare maggiore sostegno ai lavoratori portuali, nonché per fronteggiare il calo dei traffici marittimi connesso alla crisi economica globale dovuto alla pandemia in atto.

Il Comitato ha, inoltre, votato favorevolmente il rilascio alla società Magli dell’autorizzazione per la fornitura di servizi specialistici, complementari e accessori al ciclo delle operazioni portuali.

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab