Home » Italia, News » Roberto Alberti il nuovo Presidente di Fedespedi

Roberto Alberti il nuovo Presidente di Fedespedi

MILANO – Roberto Alberti, Presidente e Amministratore Delegato della CIS S.p.A., impresa di famiglia attiva nel settore delle spedizioni internazionali, è il nuovo Presidente di Fedespedi – Federazione Nazionale delle Imprese di Spedizioni Internazionali – per il triennio 2015/2018.

La nomina è avvenuta quest’oggi nell’ambito dell’Assemblea Generale della Federazione tenutasi a Milano.

Alberti succede al genovese Piero Lazzeri che ha presieduto la Federazione per due mandati consecutivi dal 2009 al 2015 contribuendo in modo determinante alla conoscenza del ruolo strategico del comparto rispetto alle esigenze di crescita e di internazionalizzazione del settore produttivo italiano.

55 anni, laureato in Giurisprudenza, Alberti ha maturato una lunga esperienza nel settore marittimo e logistico non solo a livello aziendale ma anche associativo, guidando la Spedimar – l’associazione degli spedizionieri livornesi – dal 2007 al 2013.
Alberti è stato inoltre Vice Presidente di Fedespedi nel precedente mandato e attualmente fa parte della Giunta Nazionale di Confetra – Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica.

Completano il suo curriculum le nomine nel Comitato Portuale di Livorno (febbraio 2008 – gennaio 2014) e nella Giunta e nel Consiglio della Camera di Commercio di Livorno in rappresentanza del settore Trasporti e Spedizioni, incarico quest’ultimo tuttora in corso.
Condivisione, coinvolgimento del territorio e centralità del ruolo dello spedizioniere e delle imprese di spedizioni rispetto alle dinamiche di sviluppo della normativa e del mercato sono le linee guida del programma del nuovo Presidente Fedespedi per il prossimo triennio.

“Nei prossimi anni – ha dichiarato Roberto Alberti – la nostra categoria sarà chiamata ad aggiornare il proprio ruolo non solo agli occhi della clientela ma anche a quelli della Pubblica Amministrazione. Lo richiede il quadro economico internazionale e lo sollecitano i piani governativi nazionali di sviluppo del sistema logistico”.

“All’interno di uno scenario in continua evoluzione – ha proseguito Alberti – è necessario per le nostre aziende non solo ritagliarsi un nuovo ruolo ma anche dare ulteriore valore alle proprie competenze e alla propria professionalità. Per questo motivo sarà importante consolidare la capacità rappresentativa della Federazione e il suo ruolo ai tavoli internazionali e nazionali e nell’ambito del progetto governativo volto alla creazione di una Piattaforma Logistica Nazionale e dei progetti di process control system portuali e aeroportuali.”

“Infine – ha concluso Alberti – occorre creare una nuova cultura di categoria continuando a investire sulla formazione attraverso anche l’ideazione di nuove iniziative come, ad esempio, la creazione di una Freight Forwarders Academy che possa fungere da centro di coordinamento nazionale per l’attività di formazione del nostro settore”.

Leggi anche:

  1. ASSEMBLEA GENERALE FEDESPEDI: è di 14 miliardi di euro il fatturato complessivo
  2. Fedespedi: assemblea generale il 30 novembre
  3. Propeller Club of Brindisi: Donato Caiulo è in nuovo presidente
  4. Antonio Ranieri è il nuovo Presidente dell’Assonautica di Bari
  5. Il presidente del CRV Italia, Roberto Mottola di Amato: “Da 59 anni la Regata dei Tre Golfi promuove sport e turismo”

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=34352

Scritto da Redazione su nov 30 2015. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab