peyrani
Home » Archivio Autore
Storie scritte da Redazione

Day 1 Campionato Italiano Assoluto Vela d’Altura 2017 “Trofeo Stroili”

MONFALCONE – Il tratto di mare a largo di Punta Sdobba, scelto come campo di regata del Campionato Italiano Assoluto Vela d’Altura 2017 “Trofeo Stroili” organizzato dallo Yacht Club Hannibal in collaborazione con la Federazione Italiana Vela (FIV), l’Unione Vela d’Altura Italiana (UVAI) e il Comune di Monfalcone, non ha deluso le aspettative di organizzatori e partecipanti.

Alle 13.00 di mercoledì 21 giugno, come da programma, il Presidente del Comitato di Regata Domenico Guidotti ha dato lo start al Gruppo A, seguito dopo dieci minuti da quello B, con un vento di libeccio intorno agli 8 nodi.
La seconda prova di giornata, partita alle ore 14.40 per il Gruppo A e 14.50 per il Gruppo B, è stata caratterizzata da un vento di sud-ovest di intensità intorno ai 7 nodi.
Le partenze del Gruppo A sono state molto distese e prudenti, gli equipaggi si stanno ancora studiando e i tattici dibordo prendono le misure sui diretti avversari. Nel Gruppo B più aggressiva la flotta, con partenza sempre dal lato contro starter.

Il livello tecnico dei partecipanti, particolarmente alto, rende ancora difficile capire chi potrà aspirare al titolo iridato, le barche infatti sono distanziate di pochi secondi nella classifica provvisoria di giornata.

Le classifiche provvisorie consegnano i primi leader di questo Campionato da record, con ben 75 iscritti, dei quali quattro stranieri .

Nel Gruppo A partenza libera per Altair 3, Scuderia 50 di Sandro Paniccia che si impone con un gruppo di velisti pluri-titolati tra i quali Tiziano Nava, storico membro di Azzurra alla tattica.
Segue in seconda posizione l’equipaggio estone dell’X41 Technonicol di Sergey Kolesnikoc e terza posizione per Be Wild, Swan 42 di Renzo Grottesi, campione 2016.

Nel Gruppo B ottima prestazione per l’equipaggio di casa Mummy One, Farr 30 di Alessio Querin, già campioni italiani minialtura e italiani nel 2015, seguiti dall’IY 998, Sugar, un progetto del giovane progettista navale Matteo Polli che era bordo dell’imbarcazione estone di Kikkas Oti, insieme ad altri due talenti nazionali come Paolo Montefusco e Paolo Bucciarelli, segue in terza posizione l’X35 Extrema di Fabio Emiliani con a bordo il match-racers Jacopo Pasini.

La flotta è suddivisa secondo la Normativa Italiana per la Vela d’Altura in Gruppo A, per barche medio grandi che comprende le Classi 0, 1 e 2 e Gruppo B per quelle più piccole. Ogni Classe al suo interno ha due raggruppamenti, in base all’allestimento e alle prestazioni, Crociera e Regata.

MARINA MILITARE: POSA DI NUOVI SEGNALAMENTI PER PORTI PIU’ SICURI E ALL’AVANGUARDIA

LIVORNO – Nave Tavolara, Unità della classe Moto Trasporto Fari della Marina Militare, ha recentemente condotto una “Campagna Fari” per assicurare l’efficienza dei segnalamenti marittimi posti all’interno e all’esterno del porto di Livorno e nella Rada di La Spezia, in collaborazione con il Comando Fari e Segnalamenti Marittimi (MARIFARI) dell’Alto Tirreno e i Palombari del Nucleo SDAI del Gruppo Operativo Subacquei di COMSUBIN.

L’intervento del personale specializzato della Marina Militare ha permesso il ricondizionamento di tre segnalamenti ormai logorati dall’azione corrosiva del mare e l’installazione di due boe di nuova costruzione da impiegare in sostituzione delle mede elastiche (molto più ingombranti e costose) sia a Livorno, sull’imboccatura del porto, che a La Spezia, lungo il canale di accesso al porto mercantile.

I segnalamenti su cui ha operato Nave Tavolara a Livorno sono le due mede elastiche all’interno del porto, indicanti il limite destro di acque sicure lungo il canale dragato di accesso, e la meda elastica cardinale Est (1892 o Shiplight) a 3 miglia dalla costa che segnala presenza di bassi fondali, meglio nota come “Luminella” nel gergo marinaro tra diportisti e pescatori livornesi.Il contributo dei Palombari del Nucleo SDAI (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di COMSUBIN, ha permesso la corretta procedura di posa e l’“ammanigliamento” sul fondo marino dei segnalamenti al corrispondente masso immerso.

L’attività si inserisce tra i compiti istituzionali della Marina Militare che, in virtù della sua intrinseca flessibilità operativa, rappresenta uno strumento importante non solo per la Difesa ma per l’intero Paese e che, mantenendosi al passo con il progresso ed il rinnovamento tecnologico, mette a disposizione della collettività la sua professionalità, il suo personale e i suoi mezzi per garantire la sicurezza della navigazione in ingresso e in uscita dai porti italiani.

Inaugurazione nuova darsena pescherecci a Cagliari

CAGLIARI – Mercoledì 28 giugno sarà inaugurata la nuova darsena pescherecci nel porto storico di Cagliari. La cerimonia è prevista per le ore 10,00 presso la darsena in via Sa Perdixedda.

La darsena è la maggiore opera realizzata nel nostro scalo negli ultimi anni. Accoglierà la totalità della flotta pescherecci presente a in città in un’area appositamente attrezzata e con una zona di espansione che sarà presumibilmente dedicata al consumo e alla vendita dei prodotti del mare.

Per Cagliari e il suo porto è una rivoluzione importantissima. Le aree rimaste libere (oggi occupate a macchia di leopardo dai pescherecci) verranno riconvertite e dedicate esclusivamente alla nautica da diporto, facendo diventare il nostro scalo un immenso porto turistico adibito a crociere e grandi yacht. La città aspetta da anni questa trasformazione così come i pescatori e il mondo del porto.

AUDI SAILING WEEK – 52 SUPER SERIES: SLED SI PORTA AL COMANDO

PORTO CERVO – È iniziata ufficialmente oggi l’Audi Sailing Week – 52 Super Series evento organizzato dallo Yacht Club Costa in collaborazione con il Title Sponsor Audi. La quarta tappa del circuito più competitivo di barche a chiglia, che si concluderà domenica 25 giugno, vede al comando della classifica provvisoria Sled seguito da Alegre e Rán Racing rispettivamente al secondo e terzo posto.

Alle 13 di ieri gli undici TP52 si sono allineati sul campo di regata antistante Porto Cervo per affrontare la prima regata costiera di 13,5 miglia con l’aggiunta in partenza di tre lati a bastone di 2 miglia ciascuno, per un totale di circa 20 miglia. Dopo il bastone, la flotta ha doppiato la boa davanti al Golfo delle Saline per poi rientrare, lasciandosi a dritta Capo Ferro e concludendo il percorso davanti a Porto Cervo.

L’americano Sled timonato dall’armatore Takashi Okura ha condotto i giochi fin dal primo gate di poppa, con un distacco di circa 150 metri sul secondo classificato, l’inglese Alegre con alla tattica il velista di America’s Cup, Andy Horton. Ràn Racing di Niklas Zennstrom, invece, si posiziona al terzo posto della classifica provvisoria.

Andrea Visintini, navigatore a bordo di Sled, dichiara: “È stata una bella regata ovviamente. Ci siamo giocati il lato destro della prima bolina e questo ci ha consentito di girare nelle prime posizioni, dopodiché è stata una battaglia con Alegre lungo tutto il percorso. Siamo molto soddisfatti soprattutto perchè veniamo da una tappa, quella di Scarlino, in cui non abbiamo brillato. Con il team ci siamo fatti forza, abbiamo lavorato e questi sono i risultati. Siamo molto contenti di quest’inizio.”
Alegre e Rán, Audi Sailing Week – 52 Super Series 2017. Foto credits: Nico MartinezAzzurra, portacolori dello YCCS, parte con lo sprint giusto ma sconta l’instabilità del vento e conclude al quinto posto della classifica provvisoria dopo il duello finale con Bronenosec. Il suo diretto antagonista, l’americano Quantum Racing finisce in fondo alla classifica per aver inavvertitamente compiuto un passaggio errato approcciando la boa finale.

La classifica generale della 52 Super Series vede in prima posizione il tedesco Platoon (settimo nella prova odierna), Azzurra, che con il posizionamento di oggi ha recuperato due punti, è seconda davanti a Quantum, terzo.Domani, giovedì 22 giugno, la 52 Super Series si ritroverà sulla linea di partenza alle 12.00 per regate a bastone con previsioni di vento medio leggero. L’evento, che come sempre coniuga momenti unici in mare ad altri esclusivi a terra, vede in programma per domani la cena per gli armatori presso la Clubhouse dello Yacht Club Costa Smeralda.

AZZURRA ACCORCIA LE DISTANZE NEL PRIMO GIORNO DELL’AUDI SAILING WEEK

PORTO CERVO – Azzurra inizia l’Audi Sailing Week – 52 Super Series avvantaggiandosi rispetto agli avversari diretti. Vittoria odierna di Sled su Alegre e Ran.
Puntuale come da programma, alle ore 13 il Comitato di regata ha dato inizio alla procedura di partenza per la regata costiera di 13,5 miglia con l’aggiunta in partenza di tre lati a bastone di 2 miglia ciascuno, per un totale di circa 20 miglia. Vento leggero e instabile da est- sudest, che dagli iniziali 7 nodi è salito fino agli 11 nel Golfo di Arzachena per poi calare fino ai 5-6 all’arrivo davanti a Porto Cervo.

Azzurra è partita ottimamente in centro alla linea, ma altrettanto hanno fatto Quantum sul pin e Platoon due barche sopravento. La brezza molto instabile ha inizialmente dato ragione alla scelta tattica di Azzurra, successivamente a Quantum, infine la beffa a poche lunghezze dalla boa al vento: un grande salto a destra favorisce Sorcha, Sled e Alegre che navigavano da quel lato forse più per necessità che per scelta autonoma.

Azzurra limita i danni e gira quinta, appaiata a Paprec, ad altri va peggio: Platoon decimo e Quantum undicesimo, posizioni per loro inusuali ma è la dimostrazione di quanto siano minime le differenze nella flotta. Bronenosec, ottava, con un gybe set sceglie di spaiare rispetto alla flotta e si presenta al cancello di poppa in terza posizione, davanti ad Azzurra diventando così sua avversaria diretta nel corso di tutta la regata.

Alla successiva bolina, Azzurra gira sesta dietro a Bronenosec, con Platoon e Quantum in rimonta. La flotta bordeggia al lasco attraverso il Passo delle Bisce e approccia la boa nel Golfo delle Saline senza grossi cambiamenti se non per Sorcha che perde terreno. Ma ogni centimetro d’acqua conta, e così Azzurra riesce ad allungare su Platoon che si era fatto particolarmente aggressivo, avvicinandosi a sua volta a Bronenosec e Provezza. Quando è stato il momento di dare la zampata finale Azzurra si è fatta trovare pronta: arrivata appaiata al team russo all’ultima boa prima del traguardo, la barca dello YCCS ha gestito perfettamente il duello ravvicinato con manovre perfette, issando il gennaker più rapidamente dell’avversario e posizionandosi con un angolo migliore rispetto al traguardo. Il quinto posto finale è frutto di un’ottima navigazione in condizioni difficili.In termini di classifica generale di campionato Azzurra recupera due punti su Platoon e ben quattordici su Quantum.

Guillermo Parada, Skipper: “E’ stata una giornata complessa, con vento leggero e instabile, condizioni in continuo cambiamento. E’ stato un po’ stressante per l’afterguard, ma abbiamo tenuto la barca tutto il tempo alla massima velocità. Siamo rimasti bloccati in una posizione di mezza classifica dopo un bello spunto iniziale, ma abbiamo continuato a combattere fino alla fine riuscendo a passare un avversario proprio nelle fasi finali. Stanti le condizioni non possiamo lamentarci per il quinto posto anche se non c’è da festeggiare. Il segnale positivo per i prossimi giorni è stato dalla barca, sempre veloce anche in queste condizioni di vento”.

Vasco Vascotto, tattico: “Oggi abbiamo visto una regata costiera bella e difficilissima, caratterizzata da vento molto instabile, che richiedeva anche un pizzico di fortuna, che ci è un po’ mancata. Però abbiamo dimostrato di saper soffrire e pazientare in attesa di volgere la situazione a proprio vantaggio. In questo senso il nostro risultato di oggi non è tanto male ed è la dimostrazione di quanto sostenevo ieri, in questa classe chiunque può vincere. Se le condizioni meteo saranno così bisogna essere costanti e non mollare un attimo. Il finale al fotofinish è tutto merito dell’equipaggio che ha saputo trasformare in un attimo una manovra preparata per il gybe set in una issata di gennaker normale, permettendoci di infilare chi ci era davanti, sono stati molto bravi!”.

Oggi sono previste due prove a bastone con brezze leggere e una situazione meteo di maggiore incertezza in vista dell’ingresso del Maestrale verso fine settimana. Le procedure di partenza inizieranno alle ore 12.Come di consueto verranno postati aggiornamenti direttamente dal campo di regata sul pagina Facebook e sull’account Twitter di Azzurra.

“Sognando Itaca”: progetto di vela terapia per pazienti ematologici

NAPOLI – Ha avuto luogo a Napoli, in occasione della Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma, la tappa finale della XI edizione di “…Sognando Itaca”, progetto di vela terapia volto alla riabilitazione psicologica e al miglioramento della qualità della vita dei malati ematologici. L’iniziativa, nata da un’idea della Sezione AIL di Brescia, si avvale tra gli altri del patrocinio del CONI, della Federazione Italiana Vela e della Lega Navale Italiana e con la collaborazione della Marina Militare.

La barca di “… Sognando Itaca”, l’ Ocean Star 56.1, è partita il 5 giugno da Gaeta (Latina). In ogni porto toccato dal tour ha avuto luogo l’Itaca Day: un gruppo di pazienti, accompagnati da una équipe medica multispecialistica, si è imbarcato, per diverse ore, sulla barca a vela per sperimentare l’esperienza di vita a bordo in mare aperto, all’insegna della condivisione e dello spirito di squadra.

La vela, per le sensazioni che offre e per le condizioni uniche e suggestive in cui viene praticata, ha una funzione terapeutica:contribuisce ad alleviare l’ansia e lo stress provocati dalla malattia e rafforza il rapporto esistente tra pazienti, medici e psicologi, mettendo così la riabilitazione psicologica al centro del percorso terapeutico. La Marina Militare, partner del progetto “Sognando Itaca 2017” ha messo a disposizione dell’AIL per la giornata del 21 giugno, l’imbarcazione a vela Orsa Maggiore, offrendo la straordinaria possibilità ai pazienti e il personale dell’AIL di effettuare delle uscite in mare nella splendida cornice del golfo di Napoli.

Questa attività testimonia la forte attenzione che la Marina Militare pone nei confronti della collettività, manifestata attraverso la professionalità dei suoi marinai, uomini con la divisa blu e al contempo cittadini italiani chiamati a garantire la sicurezza del mare, sempre al servizio del Paese e che possiedono una sensibilità solidale per non lasciare mai indietro nessuno.

L’iniziativa è stata presentata, oggi, mercoledì 21 giugno, alle ore 11.00, nel corso di una conferenza stampa presso il Circolo Canottieri Napoli (Via Molosiglio). Relatori dell’incontro: Valeria Rotoli, Presidente AIL Napoli, Lucia Fortini, Assessore alla Politiche Sociali e Istruzione della Regione Campania, Felicetto Ferrara, Direttore Divisione di Ematologia Ospedale A. Cardarelli, Mimmo Ripaldi, Direttore Centro Trapianti Ospedale Santobono – Pausilipon, Sergio Alioto, Portavoce UnoUnoCinque Sailing Team. Testimonial d’onore dell’incontro sarà Rita Dalla Chiesa. Modererà Monica Setta.
L’iniziativa ha potuto contare quest’anno su una testimonial d’eccezione, la velista e campionessa olimpionica di Windsurf Alessandra Sensini, direttore tecnico giovanile della FIV (Federazione Italiana Vela) e, dallo scorso maggio, anche Vice Presidente del Coni.L’obiettivo del progetto è quello di diffondere la vela terapia quale metodo terapeutico volto al miglioramento della qualità della vita dei pazienti ematologici. L’equipaggio, formato appunto da medici, pazienti e psicologi, può affrontare il mare aperto, con il carico di emozioni, suggestioni, incognite e difficoltà che esso comporta, e scoprire così nuove potenzialità e risorse. “…Sognando Itaca” interpreta, dunque, efficacemente lo spirito con il quale l’AIL da sempre si fa vicina al malato ed al suo percorso di sofferenza. In barca, inoltre, emerge il fondamentale bisogno di relazionarsi e di confrontarsi con l’altro per raggiungere insieme il porto, condividendo tutte le fatiche del percorso.

Cruciani C, azienda leader nel fashion system mondiale, ha realizzato in occasione di “…Sognando Itaca” 2017 un elegante braccialetto in pizzo macramè, il Filo blu multicolor. Le varie sfumature di blu evocano la variopinta bellezza del mare. I braccialetti sono disponibili sul sito ail.it e presso le sezioni provinciali dell’Associazione. “…Sognando Itaca” è realizzato grazie al contributo di Meta Energia e Cotton Sound e grazie alla preziosa collaborazione di Intermatica, IperFamila e CBILL del Consorzio CBI.L’iniziativa si inserisce tra le attività che l’AIL e le sue 81 sezioni provinciali organizzano in occasione della Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma del 21 giugno. La Giornata, posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblicae istituita permanentemente dal Consiglio dei Ministri, è dedicata all’informazione sulle ultime novità scientifiche come i nuovi farmaci, i percorsi di cura e i progetti per il miglioramento della qualità della vita dei pazienti.

Alcatel J/70 Cup: Calvi Network alla ricerca della doppietta gardesana

RIVA DEL GARDA – Dopo un avvio di stagione più che positivo, l’equipaggio di Calvi Network, reduce da due vittorie in entrambi gli eventi Alcatel J/70 Cup finora disputati, si sposta da Malcesine – dove aveva conquistato anche il titolo Alpen Cup – alla limitrofa Riva del Garda: presso la Fraglia Vela Riva, infatti, prenderà il via venerdì 23 giugno il terzo evento della stagione promossa dalla J/70 Italian Class, penultimo appuntamento prima del Campionato del Mondo di Porto Cervo.

Conducendo la classifica generale di circuito con 15 punti, ed un margine di ben 27 sul principale inseguitore, l’imbarcazione Vertigo di Marco Salvi, l’equipaggio guidato da Carlo Alberini cercherà di mantenere la leadership per riconquistare anche il trofeo Challenger Eurocup, guadagnato l’ultima volta nel 2014.

Saranno in totale settantuno le imbarcazioni che incroceranno sulla linea di partenza, con la flotta più numerosa mai registrata da un evento griffato J/70 Italian Class. Aumentando in numero, aumenta anche la competitività degli equipaggi e il numero di imbarcazioni da tenere sott’occhio: oltre che da Vertigo, Alberini dovrà guardarsi le spalle da L’Elagain di Franco Solerio, vincitore delle ultime due edizioni del circuito Alcatel J/70 Cup e attualmente terzo nel ranking overall di circuito, e da Petite Terrible-Adria Ferries della neo-campionessa europea Claudia Rossi, appena rientrata dalle acque inglesi e quarta nel ranking generale.

“Riva del Garda è il campo di regata su cui tanti velisti si sono fatti le ossa, tornare a regatare nelle acque trentine è come un salto nel passato: per quanto le scelte tattiche possano sembrare spesso scontate, il Benaco non è mai uguale a sé stesso e specie nel corso di questa stagione ha sorpreso per una situazione meteo piuttosto singolare. La flotta sta diventando sempre più competitiva, ogni tappa è un assaggio del Mondiale: per noi è molto positivo venire a misurarci con così tante imbarcazioni in un campo di regata che abbiamo già avuto modo di provare in passato” ha dichiarato il tattico di Calvi Network, Branko Brcin.

L’evento di Riva del Garda, che si articolerà su un massimo di nove prove da disputare in tre giornate di regate, prenderà ufficialmente il via venerdì 23, con il primo segnale preparatorio previsto per le ore 12.00.
A Riva del Garda, a bordo di Calvi Network regateranno Carlo Alberini nel ruolo di timoniere, Branko Brcin alla tattica, Karlo Hmeljak alla randa e Sergio Blosi, nel doppio ruolo di trimmer e comandante.
La stagione 2017 del Lightbay Sailing Team è supportata da Calvi Network, Iconsulting, Gill, Serigrafika, Garmin e PROtect Tapes.

MARINA MILITARE: NAVE SCUOLA AMERIGO VESPUCCI IN SOSTA A MONTREAL DAL 21 GIUGNO

MONTREAL – La Nave Scuola Amerigo Vespucci della Marina Militare è arrivata oggi nel porto di Montreal per la quinta tappa della Campagna d’Istruzione 2017.La Campagna di istruzione 2017, fino ad oggi, ha visto il Vespucci effettuare due tappe portoghesi, Sines e Funchal e, dopo una traversata Atlantica di 20 giorni, è giunta ad Hamilton alle isole Bermuda, per poi arrivare ad Halifax, prima delle tre tappe canadesi in programma.

Sabato 24 giugno, alle ore 15:00 locali (ore 21.00 italiane), il Comandante della nave, Capitano di Vascello Angelo Patruno, terrà una conferenza stampa a bordo durante la quale presenterà la nave e la Campagna d’Istruzione 2017.La sosta a Montreal sarà legata ad un evento di grande rilievo, le celebrazioni per il 150° anniversario della Confederazione Canadese. Il 1 luglio 1867 infatti, le 4 colonie del Nord America Britannico Ontario, Quebec, Nova Scotia e New Brunswick costituirono le prime province della Confederazione. La sosta a Montreal rappresenterà inoltre l’occasione per incontrare la numerosa comunità italiana, che qui risiede e lavora.

Partita dall’Arsenale Militare di La Spezia il 19 aprile scorso per la Campagna d’Istruzione 2017, la “nave più bella del Mondo” ha, fino ad oggi, addestrato i 79 allievi del 24° corso Volontari in Ferma Prefissata Quadriennale, che proprio a Montreal saranno avvicendati da oltre 100 allievi della 1^ classe dell’Accademia Navale di Livorno. Tutti loro hanno finora portato e porteranno durante il proseguo della Campagna d’istruzione l’eccellenza italiana ed il prestigio delle nostre Forze Armate all’estero, attraverso la partecipazione ad eventi culturali e promozionali, in collaborazione con le rappresentanze diplomatiche nazionali dei Paesi ospitanti.

La campagna d’istruzione a bordo di Nave Vespucci rappresenta un elemento cardine nella formazione del personale della Marina Militare e contribuisce a trasferire quei valori fondanti che li contraddistinguono uomini e donne della forza armata:  l’amore per il mare, l’etica, la fedeltà, la disciplina e l’onore.

Dopo Montreal, l’Unità raggiungerà Quebec City, terza ed ultima tappa dello stato nord americano, prima di dirigere verso gli Stati Uniti  (Boston, New York) continuando a rappresentare il Paese ed il suo “made in Italy”, in un’area di non usuale gravitazione per la Marina Militare. Media Partner della campagna, che ne seguiranno le varie fasi e tappe, sono:  RAI (RAI Italia e Linea Blu), Rtl 102.5, RTV San MARINO, La Stampa, Il Secolo XIX.

Nel corso della sosta, Nave Amerigo Vespucci sarà ormeggiata presso il Quay Alexandra di Montreal e sarà aperta alle visite al pubblico nei seguenti giorni e orari:
Venerdì 23 giugno: dalle 10.30 alle 12.00
Sabato 24 giugno: dalle 16.00 alle 18.30
Giovedì 29 giugno: dalle 10.30 alle 12.00
Venerdì 30 giugno: dalle 10.30 alle 12.00
Sabato 1 luglio: dalle 14.30 alle 18.30

Il Trofeo Coni inaugura l’Adriatic Cup: appuntamento il 29 giugno a Brindisi

BRINDISI – Anche quest’anno sarà il Trofeo Coni ad inaugurare  le manifestazioni sportive organizzate nell’ambito dell’edizione 2017 dell’Adriatic Cup, evento di Motonautica, che si svolgerà in Puglia dal 29 giugno al 2 luglio prossimi nello specchio d’acqua del porto interno di Brindisi.Infatti, per volontà della Federazione Italiana Motonautica e di concerto con il Circolo Nautico Porta D’Oriente, comitato organizzatore, è stata confermata la tappa della città adriatica.

Obiettivo. Il Trofeo, evento multidisciplinare istituto ed organizzato con cadenza annuale dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano, ha come obiettivo quello di diffondere iniziative volte a valorizzare la funzione promozionale dell’attività sportiva in ambito giovanile.

Fasi della competizione. La manifestazione si articola in 3 fasi: selezione provinciale, fase regionale, da disputarsi improrogabilmente entro il 30 giugno, e Finale Nazionale, che quest’anno si svolgerà nelle Marche, a Senigallia, dal 21 al 24 settembre, salvo eventuali variazioni.

Partecipanti. La manifestazione è rivolta ai tesserati under 14, limitatamente alla fascia d’età 10- 14 anni (nati dal 2003 al 2007).
Per quanto riguarda le discipline motonautiche, la competizione si svolgerà in due  giornate, mercoledì 28 e giovedì 29 giugno, sempre nello specchio d’acqua del porto interno, nei pressi della banchina Montenegro.

Dalle 10.30 alle 13.00 gli iscritti parteciperanno a lezioni teoriche tenute da tecnici federali che si svolgeranno nella Casa del Turista. I giovani atleti pranzeranno insieme in un locale sul Lungomare Regina Margherita accompagnati dalla dottoressa Tiziana Caprino, pedagogista.

Nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.30 i ragazzi sosterranno le prove pratiche in mare.  Tutto si svolgerà con l’ausilio di istruttori federali di alta velocità, membri dello staff del Circolo Nautico Porta d’Oriente, in condizioni di assoluta sicurezza per i partecipanti ai quali saranno forniti caschi e attrezzature idonee per affrontare la competizione.

PORTO DI TRIESTE: 80 MLN DI EURO ALL’ADSP PER LA PROGETTAZIONE EUROPEA

TRIESTE – 80 milioni di euro di budget, con un cofinanziamento variabile da progetto a progetto tra il 20 e il 100%, pari a circa 15 milioni di euro. Sono queste le risorse a disposizione dell’AdSP per il settore della progettazione europea.  Ampio il ventaglio dei programmi di finanziamento a cui l’Authority è riuscita ad attingere: CEF (Connecting Europe Facilities), Horizon 2020, Interreg Med, Interreg Spazio Alpino, Interreg Central Europe e Interreg ADRION.

Sono invece ben 9 i progetti di cui l’Ente è attualmente partner: dalle infrastrutture (NAPA4CORE e Adri-Up) alla mobilità sostenibile per i crocieristi (LOCATIONS), dall’ICT (PORTIS) alla progettazione di misure per la sostenibilità ambientale (SUPAIR, TalkNET), dallo studio per ottimizzare il trasporto ferroviario (AlpInnoCT, ISTEN) a quello per rendere più efficiente la collaborazione tra i diversi stakeholder portuali (Clusters 2.0). Sono attualmente in fase di valutazione anche altri 5 progetti.

Per il presidente Zeno D’Agostino: “Rafforzare il settore della ricerca attraverso i finanziamenti comunitari, nazionali e regionali è una  priorità. In un porto competitivo serve una strategia che non valorizzi solo lo sviluppo delle infrastrutture, ma anche i settori della conoscenza e dell’innovazione, nonché il dialogo continuo con gli enti di formazione e ricerca del territorio. Oggi si è competitivi solamente se si è in grado di seguire l’evoluzione tecnico organizzativa del mercato. Ecco perché negli ultimi anni abbiamo investito nel campo della ricerca e sviluppo, potenziando il settore interno ad essa dedicato anche attraverso le recenti nuove assunzioni di giovani brillanti ricercatori.

I progetti finanziati sono solo il risultato più evidente di questa strategia, che si completa con un lavoro continuo di innovazione e progettualità logistica condiviso con gli operatori del porto e dell’industria del territorio. Questo oggi fa la differenza per uno scalo come il nostro, ed i risultati in termini di aumento della competitività, di traffici, di occupazione e di valore creato ne sono la concreta testimonianza”.

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab