Home » Archivio Autore
Storie scritte da Redazione

CORONAVIRUS, NESSUNA RICHIESTA AL FONDO DI SOLIDARIETÀ UE UGGÈ, CONFTRASPORTO: “COSA ASPETTA IL NOSTRO GOVERNO?”

Emergenza coronavirus: “Cosa aspetta l’Italia a inviare la richiesta d’intervento al Fondo di solidarietà dell’Unione Europea?”

Lo chiede il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggè, dopo aver letto le dichiarazioni della portavoce della Commissione europea sull’assenza di richieste di intervento da parte del nostro governo in seguito all’emergenza coronavirus. Si dice meravigliato, Uggè, soprattutto alla luce dei dati sull’impatto che l’emergenza potrebbe avere sul Pil, e che Confcommercio ha stimato in 3-4 decimi di punto, pari a 5-7 miliardi di euro.

“Il rischio, come dice l’Ufficio studi di Confcommercio, è di avere un forte vuoto di domanda, quindi un ulteriore stress sui margini delle imprese – prosegue Uggè – Ci sono settori-chiave, dal turismo ai trasporti, che stanno pagando un altissimo prezzo soprattutto per effetto del panico in molti casi spropositato, e per la confusione legata a misure prese in ordine sparso”.

“Non c’è dubbio che la salute dei cittadini debba essere posta davanti a tutto, ma anche per questa ragione ci vorrebbe un’omogeneità di disposizioni. Soprattutto, non si deve consentire ad alcuno di creare il panico e confondendo l’informazione con lo spettacolo e il sensazionalismo, che non aiuta”, conclude il vicepresidente di Conftrasporto-Confcommercio.

Porto di Ortona: Comitato del porto in Capitaneria

Un incontro costruttivo con l’amministrazione comunale di Ortona e il Comitato in cui si sono affrontate diverse tematiche relative allo sviluppo dello scalo. Alla riunione con il sindaco di Ortona, Leo Castiglione, e l’assessore ai Lavori pubblici, Cristiana Canosa, erano presenti il presidente del Comitato, Davide Tucci, il Direttore marittimo per l’Abruzzo-Molise-Isole Tremiti, Capitano di Vascello Donato De Carolis, il Comandante della Capitaneria Capitano di Fregata Cosmo Forte, il presidente dell’Autorità di sistema portuale, Rodolfo Giampieri, il segretario generale Adsp, Matteo Paroli, il dirigente dell’Area tecnica, Gianluca Pellegrini, e due tecnici dell’Autorità. Nella sede della Capitaneria, si è discusso delle necessità del porto, degli obiettivi più urgenti per le infrastrutture portuali e dei lavori che l’Autorità di sistema portuale sta portando avanti e di quelli previsti all’interno di una strategia condivisa.

Sono diversi gli interventi programmati dall’Autorità di sistema portuale con lo scopo di migliorare l’operatività dello scalo. È stata pubblicato l’avviso di manifestazione di interesse per la realizzazione di un primo intervento di manutenzione straordinaria sulla scogliera di protezione del molo Nord. Con un investimento di circa 800 mila euro, sarà effettuata, per un primo tratto, la ricostruzione del profilo della scogliera affinché la stessa possa assolvere correttamente alla sua funzione di protezione dalle mareggiate del bacino portuale, il rifacimento di porzioni delle pavimentazioni di strade e piazzali, la realizzazione di nuovi servizi igienici per gli operatori del porto oltre al rinnovamento dei parabordi delle banchine del molo nord. Le imprese interessate alla realizzazione dei lavori sulla scogliera possono presentare domanda entro il 9 marzo alle ore 12.

I lavori consentiranno di ripristinare, in questa prima fase, una porzione complessiva di scogliera con un intervento mai effettuato finora da quando è stata costruita negli anni ’60. Il lavoro graduale di ripristino proseguirà nel 2021 con un ulteriore stanziamento di 1 milione di euro.

Gli altri interventi per il porto di Ortona riguardano l’installazione di tre bitte di ormeggio fra la banchina di Riva e quella di Riva nuova, banchine che tutt’ora non hanno piena operatività, com’è stato rilevato nella riunione, per il mancato completamento dell’iter amministrativo da parte del Provveditorato alle opere pubbliche e per la carenza delle dotazioni necessarie all’ormeggio in sicurezza delle navi. L’integrazione dell’opera con l’installazione delle bitte, i cui lavori sono regolati da un’ordinanza dell’Autorità di sistema portuale del 24 febbraio, consentirà così l’attracco delle navi commerciali anche su questa banchina.

Nello scalo saranno inoltre posizionati nuovi arredi a supporto delle attività portuali che comprendono un blocco per i servizi igienici oltre ai parabordi su tutte le banchine Nord destinate al naviglio minore e alla pesca piccole imbarcazioni. Per entrambi gli interventi è stato avviato l’iter autorizzativo.

L’Autorità di sistema portuale ha anche commissionato i lavori di potatura di 48 pini in via Cervana. Saranno poi migliorati la sostenibilità e l’efficienza della pubblica illuminazione portuale, sulla quale viene effettuata una manutenzione ordinaria, del servizio di gestione dei rifiuti e della pulizia di strade e piazzali.

“Continua l’impegno della nostra Autorità di sistema per contribuire allo sviluppo del porto di Ortona migliorando le infrastrutture e facilitando la vita delle imprese, vere protagoniste della crescita economica e della creazione di occupazione – afferma il presidente dell’Autorità di sistema portuale, Rodolfo Giampieri -, in totale sintonia con Regione, amministrazione comunale e autorità marittima, il nostro impegno è costante, consapevoli dell’importanza dello scalo di Ortona nell’economia regionale e nella strategia portuale del mare Adriatico centrale”.

“La sinergia tra le varie istituzioni, che vede il Comune sempre in prima linea, porta sicuramente a risultati positivi per il territorio – sottolinea il sindaco Leo Castiglione –, per questo ringraziamo l’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale che sta ponendo la giusta attenzione sullo scalo ortonese. I lavori previsti ne miglioreranno la funzionalità e l’operatività delle imprese portuali. Nell’incontro abbiamo sottolineato l’importanza di una ancora maggiore presenza dell’Adsp in porto al fine di derimere in tempo reale eventuali problematiche, richiesta subito accolta dal presidente Giampieri”.

“Si prende atto, con favore, dell’attuazione concreta di questi importanti interventi di manutenzione delle infrastrutture portuali, segno evidente della volontà dell’Autorità di sistema di valorizzare pienamente le potenzialità dello scalo ortonese in un’ottica di sistema e sulla base dell’azione sinergica posta in essere con la Capitaneria di porto e l’amministrazione civica – dice il Comandante della Capitaneria, Capitano di Fregata Cosmo Forte -, tali azioni, opportunamente coordinate con il prossimo intervento di dragaggio del bacino e dell’imboccatura del porto, costituiscono il necessario presupposto per poter continuare a gestire nel prossimo futuro, in completa sicurezza, il consistente traffico marittimo che interessa il porto abruzzese”.

VERTICE FRANCO-ITALIANO DI NAPOLI: I DUE GOVERNI DANNO PIENO SOSTEGNO ALLA COOPERAZIONE TRA LE INDUSTRIE NAVALI

L’accordo intergovernativo siglato oggi ribadisce il pieno sostegno di Francia e Italia a Naviris, la joint venture di Naval Group e Fincantieri. Questo accordo rende pienamente operativa l’alleanza di lungo periodo avviata dai due gruppi industriali.

“Accogliamo con favore questo accordo intergovernativo, che rafforza la nostra joint venture Naviris. Siamo lieti di poter contare sul sostegno di entrambi i governi italiano e francese, insieme alle Marine dei nostri due Paesi, per portare avanti la nostra missione in modo efficace”, hanno dichiarato Hervé Guillou e Giuseppe Bono, rispettivamente CEO di Naval Group e di Fincantieri.

Naviris, la joint venture di Naval Group e Fincantieri, è stata costituita nel gennaio 2020

Questa joint venture paritetica tra i due gruppi gestirà progetti ambiziosi, tra cui la modernizzazione di mezza vita delle fregate franco-italiane della classe Orizzonte, progetti comuni di ricerca e sviluppo, opportunità per l’export e lo sviluppo della European Patrol Corvette.

La cooperazione tra Naval Group e Fincantieri è una chiave per il consolidamento del settore navale europeo

Naval Group e Fincantieri sono aperti ad allargare la loro cooperazione ad altri partner europei al fine di rendere l’industria navale europea leader mondiale per performance di prodotto e innovazione tecnologica.

De Micheli convoca confederazioni e associazioni della logistica e del trasporto

Incontro su coronavirus e sulle diffilcoltà delle imprese

MIT – La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha convocato per lunedì 2 marzo alle 15.00, nella sede di Porta Pia, una riunione con le principali associazioni legate alla logistica e al trasporto. Tra i partecipanti, Confindustria, Confetra, Assoporti, Assaeroporti, Confcommercio, Confartigianato, Cna e Confitarma.

Al centro dell’incontro, le problematiche legate al coronavirus e le difficoltà che le imprese stanno riscontrando a fronte delle limitazioni e delle restrizioni imposte dall’applicazione delle prime misure adottate.

AdSP MLO: Comunicato stampa organismo di partenariato della risorsa mare

Si è riunito alla Spezia, presso la sede di via del Molo dell’Autorità di sistema Portuale del Mar Ligure Orientale l’Organismo di Partenariato della risorsa mare.

Le tematiche affrontate sono state molte, in una interlocuzione sempre costruttiva tra le parti pubbliche e private che siedono al tavolo.

Come è ovvio che sia, uno dei principali argomenti trattati è stato quello del coronavirus, che preoccupa il Paese sotto il profilo sanitario ma i cui effetti vanno monitorati con attenzione per quanto riguarda il comparto economico ed in questo senso, quello portuale, è sicuramente tra i più sensibili a tematiche di carattere globale come questa, coinvolgendo interessi ed attività che valicano i confini nazionali.

Per questo motivo si è deciso di richiedere allo Stato e alle istituzioni, nelle loro diverse articolazioni, di prestare una particolare attenzione a questo settore, supportandolo se necessario con provvedimenti anche normativi in grado di sostenerne l’economia, in questa fase così delicata.

E’ doveroso tuttavia evidenziare che pur nelle evidenti difficoltà del momento, oltre a garantire e prestare le massime precauzioni nel rispetto delle disposizioni emanate,  l’impegno degli operatori economici, delle forze sociali e  dei lavoratori impegnati nel porto della Spezia, riesce a mantenere il  più possibile  elevati i  livelli di efficienza nei servizi, sia per la parte pubblica che per la parte privata, evitando di determinare ulteriori problemi all’intera catena logistica, già provata dal calo della produzione nei Paesi asiatici. In questo senso è doveroso un particolare ringraziamento all’Ufficio di Sanità Marittima, che lavora con grandissimo impegno, pur in perenne carenza di organico.

Il tavolo di Partenariato, comunque, è concorde nell’intravedere nel prossimo futuro una ripresa dei traffici in import, che per La Spezia in gran parte hanno origine dal far east (circa il 40%), area geografica dalla quale stanno finalmente arrivando timidi segnali di miglioramento della situazione.

l porti della Spezia e di Marina di Carrara, con tutti i loro attori, sia pubblici quali Autorità di Sistema Portuale e Autorità  Marittime, sia privati, quali Armatori, Terminalisti, Agenti Marittimi, Spedizionieri, rappresentanti della categoria dell’Autotrasporto, Sindacati e più in generale tutti i rappresentanti delle diverse associazioni che siedono al tavolo, hanno compattamente manifestato la ferma volontà di farsi trovare pronti e preparati per una celere ripresa di tutte le attività in ogni singolo settore, in modo da fornire una veloce ed efficiente risposta al mercato, recuperando quanto più possibile le eventuali perdite di traffico che ancora ci si aspetta potrebbero verificarsi nelle prossime settimane.

AdSP MTS-Comitato di Gestione: ok a rinnovo autorizzazioni ex art.16

Il rinnovo delle autorizzazioni allo svolgimento delle operazioni e servizi portuali. È questo il principale punto all’ordine del giorno affrontato dal Comitato di Gestione nella seduta odierna, che si è aperta con una novita: la presenza del nuovo componente designato dal Comune di Livorno, il contrammiraglio Umberto Marsili.

«Auguro al comandante Marsili un buon lavoro. Sono convinto che saprà fornire a questo Ente un utile e valido contributo sulle principali questioni afferenti i porti del nostro Sistema» ha dichiarato il presidente Corsini, che ad inizio di seduta ha comunicato alcune importanti informazioni, annunciando in particolare come sia ormai in stato avanzato la procedura prevista per la sottoscrizione dell’aumento di capitale sociale nella compagine dell’Interporto Amerigo Vespucci.

«Sono state superate molte criticità – ha detto Corsini –. Il nuovo piano di impresa dell’Ente prevede infatti che l’aumento di capitale sottoscritto da parte AdSP sia destinato a investimenti soprattutto nel comparto ferroviario. Si tratta di un passaggio fondamentale che ci consentirà di portare presto all’attenzione del Cdg la delibera con la quale si potrà procedere all’aumento delle quote».

Il presidente ha inoltre illustrato lo stato di elaborazione dei nuovi regolamenti sulle concessioni e sul lavoro portuale, in avanzato stato di completamento. Si è anche messo a disposizione del comitato di gestione il Documento di Pianificazione Strategica di Sistema, da adottare nella prossima seduta del Cdg, per poi essere sottoposto a pubblicazione al fine di raccogliere le osservazioni del pubblico.

Le Autorizzazioni ex art. 16
Per il quadriennio 2020/2023, nella seduta di oggi sono state autorizzate allo svolgimento delle operazioni portuali le società F.lli Bartoli, Grandi Molini Italiani. È stato espresso parere favorevole anche al rilascio in favore di Sdt (Sintermar Darsena Toscana) di un’autorizzazione biennale (2020-2021). Rinnovo annuale invece per la Compagnia Portuale di Livorno, Livorno Reefer Terminal e Sealiv.

Sono 10 le aziende che hanno ottenuto il rinnovo dell’autorizzazione allo svolgimento dei servizi portuali, a cui si è aggiunto il via libera al rilascio di una nuova autorizzazione.

Con riferimento ai porti di Piombino e a quelli elbani, il Comitato di Gestione ha disposto il rilascio di 5 autorizzazioni di cui 4 rinnovi. Tutti per la durata di un anno, nelle more della approvazione della nuova regolamentazione del lavoro portuale, unica per i porti dell’intero sistema portuale.
Le società interessate sono la Compagnia Portuali di Piombino (rinnovo per servizi portuali), Tuscany Terminal (rinnovo per servizi portuali), Liberty Magona (rinnovo per servizi e operazioni portuali) e Permare (rilascio ex novo per operazioni portuali).

È stata infine rilasciata definitivamente in favore dell’Enel la concessione ventennale per la gestione della centrale di Torre del Sale, con un introito previsto per l’AdSP di più di 5 milioni di euro.

AdSP del Mar Ionio: Formalizzata la delivery delle aree e della banchina del Molo Polisettoriale

E’ stata formalizzata, la consegna ufficiale alla San Cataldo Container Terminal S.p.A. (SCCT) – Società controllata dalla Yilport Holding a.s., Compagnia del gruppo Yildirim Holding a.s. – delle aree demaniali e delle facilities di cui alla concessione del compendio demaniale denominato “Molo Polisettoriale” del Porto di Taranto, stipulata lo scorso mese di luglio 2019 con durata di 49 anni.

Con la sottoscrizione del documento di delivery – verbale di consegna dei beni demaniali concessi – da parte del Presidente dell’AdSP del Mar Ionio, Sergio Prete e della General Manager della SCCT, Raffaella Del Prete, si completa la procedura di acquisizione del “Molo Polisettoriale” del Porto di Taranto, da parte della SCCT che promuoverà lo sviluppo dei traffici commerciali e della logistica con particolare riferimento alla movimentazione di container, merci varie e ro-ro.

Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale: Misure per la gestione dell’emergenza coronavirus

Il Presidente Signorini in conferenza stampa insieme al Segretario Generale Sanguineri, ha risposto alle domande dei giornalisti in merito alla gestione coronavirus in porto

Per far fronte tempestivamente all’emergenza il Comitato di Igiene e Sicurezza del Lavoro del Porto ha istituito un Tavolo Tecnico permanete che, attraverso simulazioni e indagini condivise con ASL, USMAF, Capitaneria, terminasti, sindacati e associazioni di categoria – sta predisponendo linee guida che consentano da un lato di tutelare la salute dei lavoratori e cittadini, dall’altro di scongiurare il blocco dell’operatività portuale. Le ipotesi emerse dal lavoro del Tavolo Tecnico saranno sottoposte alla Regione Liguria, MIT e Ministero della Salute e saranno adottate qualora lo stato di emergenza dovesse portare a una pesante limitazione del lavoro in porto.

Attualmente non sono emerse criticità e non sono previsti blocchi dell’operatività.

Guarda il video

Aggiornato il Programma Straordinario per il Porto di Genova

Come previsto dal Decreto Genova e dalla Legge di Bilancio 160/2019, è stato aggiornato il Programma Straordinario per il Porto di Genova entro il termine del 28 febbraio

D’intesa con la struttura commissariale è stato disposto un decreto, passato oggi all’approvazione del Comitato di Gestione della ADSP, nel quale il valore degli interventi previsti passa dalla cifra di 1 miliardo a 1 miliardo e 900 milioni di Euro e che sarà sottoposto alla firma del Commissario Marco Bucci nei prossimi giorni.

In sintesi, l’aumento dell’ammontare degli interventi riguarda la nuova diga foranea del Porto di Genova (600 milioni di euro); il polo cantieristico di Sestri Ponente (Ribaltamento Fincantieri 697 milioni di Euro) e alcuni nuovi interventi che riguardano il polo crocieristico: a Stazioni Marittime il consolidamento delle banchine, lavori relativi alla sicurezza, i dragaggi e l’ allungamento della banchina Ponte dei Mille lato levante (20 milioni di euro).

Sono inseriti nell’aggiornamento del Programma Straordinario anche interventi per il nuovo terminal passeggeri di Costa Crociere a Calata Gadda (80 milioni di Euro di cui 45/50 saranno a carico dei privati).

MONDIALE WINDSURF OLIMPICO IN AUSTRALIA: DAY 3, VENTO PIU’ LEGGERO MA MOLTO COMPLICATO, TRE PROVE

RSX FEMMINILE – Marta Maggetti in un solido 5° posto (14-4-7 di giornata); Giorgia Speciale al 14° (4-RDG-28), sempre prima Under 21;
28° Veronica Fanciulli (33-23-21)

RSX MASCHILE – Daniele Benedetti sempre al 10° posto (4-9-22)
Per Mattia Camboni, 17° (29-14-15) si allontana la Medal Race
Italiani in Silver: 3° Carlo Ciabatti (1-3-3) e 4° Nicolò Renna (2-1-1)

Terzo giorno di regate a Sorrento (Victoria, Australia) per il Mondiale del windsurf olimpico classe RSX maschile e femminile. Dopo la sventolata di ieri, con tre prove sui 25 nodi che hanno impegnato fisicamente i concorrenti, oggi molti hanno gradito la sorpresa del vento leggero contrariamente ai previsti 20 nodi. Sollievo ingannevole, perché il campo di regata si è rivelato difficile e pieno di trappole, per le oscillazioni del vento e la presenza di forte corrente.

WINDSURF RSX FEMMINILE
Dopo 9 prove resiste in testa l’israeliana Noy Drihan (5-3-3 di giornata), appena davanti all’olandese Lilian De Geus (bronzo mondiale 2019) (2-6-1), con un buon margine su un terzetto di atlete dal terzo al quinto posto in una manciata di punti: terza la polacca Maja Dziarnowska (20-18-4), quarta l’inglese Emma Wilson (3-2-15) e ottima quinta l’azzurra Marta Maggetti (14-4-7).
Alle spalle dell’italiana staccate una dozzina di punti ci sono al 6° posto l’altra israeliana Katy Spychakov (argento mondiale 2019) (11-7-2) e in forte rimonta la francese Charline Picon (oro di Rio 2016), tornata al 7° posto con una grande giornata (1-1-6).

AZZURRE IN GARA
Oltre al 5° di Marta Maggetti (Fiamme Gialle), in classifica troviamo al 14° posto Giorgia Speciale (CC Aniene) che si batte con le migliori alla ricerca di un posto nelle prime 10 che varrebbe la Medal Race. Oggi l’anconetana ha iniziato bene e poi è incappata in una regata nella quale ha avuto una “riparazione” a seguito di una protesta, per poi finire la giornata con una prova da scartare (4-RDG/15.5-28), ed è sempre nettamente prima nella classifica iridata Under 21. Veronica Fanciulli (Fiamme Gialle) regata a metà flotta ed è al 28° posto generale (33-23-21).
Venerdi 28 altre prove decisive per definire la classifica finale e le prime 10 che saranno al via della Medal Race a punteggio doppio che assegna il titolo sabato 29. L’obiettivo possibile delle azzurre è di portare due atlete in Medal e lottare per un posto sul podio.

WINDSURF RSX MASCHILE
Allunga al comando l’olandese Kiran Badloe (1-11-1 di giornata), adesso ha ben 25 punti di vantaggio sul secondo, il polacco Pawel Tarowski (16-19-2) e 26 sull’israeliano Shahar Zubari (2-1-12), mentre scende dal podio al 4° posto l’altro olandese osservato speciale, Dorian Van Rijsselberghe (oro sia a Londra 2012 che a Rio 2016) (25-3-5).
Resiste al 10° posto l’azzurro Daniele Benedetti (Fiamme Gialle) nonostante una terza prova da scartare (4-9-22) a 19 punti dalla zona podio. Si fa difficile per Mattia Camboni (Fiamme Azzurre) la rincorsa alla Medal Race: tre prove anonime lo fanno scendere al 17° posto (29-14-15), a 28 punti dalla top-10. Servirà un mezzo miracolo per vedere due azzurri nella finale di sabato.

ALTRI AZZURRI
Nella flotta Silver fanno bella figura i due giovani della nostra squadra: Carlo Ciabatti (WC Cagliari) è 3° (1-3-3) e Nicolò Renna (CS Torbole) è 4° (2-1-1).

PROGRAMMA
Il programma del Mondiale RSX prevede regate da martedì 25 a venerdì 28, quindi sabato 29 le Medal Race tra i primi 10 concorrenti delle classifiche finali maschili e femminili, con inizio alle ore 11:00 locali (le 01:00 di notte in Italia). Previsto uno scarto della peggiore regata dalla quarta alla decima prova, due scarti dalla undicesima prova.
Il Mondiale windsurf olimpico RSX 2020 di Sorrento è anche valido come ultima qualifica olimpica per nazione per i paesi dell’Oceania, sia in Divisione A maschile che in Divisione B femminile.

DICHIARAZIONI

ADRIANO STELLA (Tecnico FIV RSX Femminile)
“La strategia prevede riuscire a essere presenti in medal con le due ragazze. Sarà molto difficile fare i conti poiché verosimilmente domani con lo svolgimento di tre prove entrerà il secondo scarto. Con Marta siamo in corsa per il podio. Difficile, anche se non impossibile, pensare alle prime due posizioni, e complice il fatto che la polacca avrà un 18 da scartare. Il risultato non dipenderà solo da noi, ma anche dalle altre.
Per quanto riguarda le nostre, è fondamentale continuare a tenere altissima la concentrazione, cercando di proseguire nella buona lettura del campo. Le nostre ragazze, tutte, stanno dimostrando ottime velocità di conduzione. Per domani è fondamentale evitare scivoloni e cercare di essere conservativi in prima bolina. Riuscire a montare la prima boa nei 10 è l’obiettivo da inizio campionato, e per farlo, come nel 90% dei casi, servirà una buona partenza e una buona lettura del primo salto. Per attaccare aspetteremo la finestra giusta durante la regata. Rimanendo concentrati sui fondamentali e facendo pochi calcoli, sono sicuro che si può arrivare in Medal con due italiane sulla linea e con la corsa alle medaglie ancora aperta!”

I WINDSURFISTI AZZURRI MASCHILI IN GARA
Daniele Benedetti (Fiamme Gialle)
Mattia Camboni (Fiamme Azzurre)
Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari)
Nicolò Renna (Centro Surf Torbole)

I WINDSURFISTI AZZURRI FEMMINILI IN GARA
Veronica Fanciulli (Fiamme Gialle)
Marta Maggetti (Fiamme Gialle)
Giorgia Speciale (SEF Stamura)

Gli italiani sono guidati dal tecnico federale Riccardo Belli Dell’Isca.
Le ragazze delle tavole a vela sono guidate dal tecnico federale Adriano Stella.
A Sorrento è presente nello staff anche Luca Depedrini.

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab