peyrani
Home » Archivio Autore
Storie scritte da Redazione

MARINA MILITARE: NAVE CARABINIERE IN SOSTA A MANAMA

MANAMA – La Fregata Europea Multi Missione (FREMM) Carabiniere della Marina Militare è arrivata oggi a Manama dove sosterrà fino al 26 aprile 2017.La fregata è arrivata nel porto della capitale del Bahrain dopo le soste in Arabia Saudita, Sri Lanka, Australia, Indonesia, Singapore, Malesia, Pakistan, Oman e Kuwait prendendo parte a diverse esercitazioni con le marine locali.

Lunedì 24 alle 14.30 locali (13.30 in Italia) il comandante della nave, Capitano di Fregata Francesco Pagnotta terrà una conferenza stampa a bordo nel corso della quale presenterà la campagna navale in corso e illustrerà la nave, gioiello della cantieristica navale italiana. Alla stessa presenzierà il Comandante in Capo della Squadra Navale, ammiraglio di Squadra Donato Marzano.

Nave Carabiniere è la quarta unità FREMM consegnata alla Marina Militare nell’aprile 2015 in versione “antisommergibile” ed è allestita con sistema d’arma, difesa e scoperta di ultima generazione, all’avanguardia sia nel campo militare che civile.L’unità sarà impegnata ad assicurare presenza, sorveglianza marittima, rafforzare le attività di cooperazione già in corso con alcuni alleati trans-regionali ed avviare relazioni con nuovi potenziali partner, nell’alveo dei compiti istituzionali affidati alla Forza Armata.

La campagna di Nave Carabiniere, partita da La Spezia lo scorso 20 dicembre, riflette una visione internazionale che tratteggia questo inizio di millennio come “secolo blu”. Quello della “crescita blu” è considerato un fattore chiave sui cui puntare per uno sviluppo sostenibile del nostro Paese in un contesto dove la marittimità rappresenta una risorsa fondamentale per la crescita commerciale, occupazionale e tecnologica.

La prossima settimana Genova e Savona al Breakbulk di Anversa

GENOVA – Dal 24 al 26 aprile i porti di Genova e Savona parteciperanno al Breakbulk Europe 2017, la fiera internazionale che si tiene ad Anversa e che riunisce i principali operatori internazionali con l’obiettivo di far incontrare domanda e offerta nel settore del general cargo.

Tutte le informazioni sulla manifestazione sul sito ufficiale di Breakbulk Europe 2017.

Presentato ufficialmente lo Star Eastern Hemisphere Championship 2017

VIAREGGIO – Lo Star Eastern Hemisphere Championship 2017, il prestigioso appuntamento riservato alla International Star Class che il Club Nautico Versilia e la Società Velica Viareggina organizzeranno dal 30 maggio al 4 giugno nel tratto di mare davanti alla cornice delle alpi Apuane, è stato presentato ufficialmente questa mattina presso le sale del Club Nautico Versilia.

Presenti alla conferenza stampa, oltre ai Presidenti dei due sodalizi Roberto Brunetti (CNV) e Paolo Insom (SVV), il presidente onorario del CNV Roberto Righi, l’International Vice-President of the ISCYRA (International Star Class Yacht Racing Association) Rainer Roellenbleg, l’assessore del Comune di Viareggio Sandra Mei, il Consigliere Segretario del Comitato II Zona FIV Dario Caroti, il presidente del Consorzio di Promozione turistica della Versilia Roberta Palmerini, l’assessore al turismo di Camaiore Carlo Alberto Carrai, il Presidente della Federalberghi di Viareggio Elisabetta Bellotti e il Comandante della Capitaneria di Porto di Viareggio Davide Oddone (che ha confermato la piena collaborazione e il supporto che verrà offerto dalla Capitaneria Porto in tutte le fasi dell’evento), e un pubblico numeroso fatto non solo di regatanti.

L’EHC che non sarà solo un momento di grande Sport ma anche un volano per sensibilizzare, valorizzare e dare impulso allo sviluppo del territorio, potrà, infatti, contare sulla collaborazione della Capitaneria di Porto di Viareggio, dell’Autorità Portuale, del Comune di Viareggio, della Viareggio Porto, delle Associazioni Albergatori e Balneari di Viareggio, della LNI, del CV Torre del Lago Puccini e del Consorzio di Promozione Turistico della Versilia.

Al Campionato dell’Emisfero Orientale Star che sarà articolato su una regata di allenamento e sette prove valide per l’assegnazione del titolo, sono attesi i più famosi equipaggi di questa intramontabile deriva che, pur essendo molto tecnica e difficile, permette di regatare in massima sicurezza ad ogni età e di confrontarsi con i miti della Vela mondiale: oltre ai fuoriclasse che hanno già confermato la loro presenza, nel corso della conferenza stampa è stata annunciata anche la partecipazione dei pluricampioni Diego Negri con Sergio Lambertenghi (III nella Ranking mondiale), dell’americano Augie Diaz (attualmente IV nella Rankin mondiale), di Peter Vesselle, di Andrew Mac Donald, di Jack Jennings e dell’ucraino Vasyl Gureyev.

Ancora una volta l’affascinante Classe Star ha scelto Viareggio e i suoi Circoli velici per organizzare un Campionato di grande rilievo confermando la Versilia un punto di riferimento per ospitalità e organizzazione e questo tratto di mare –considerato anche dai grandi campioni un campo di regata difficile ma entusiasmante- il più interessante per competizioni internazionali con un’elavata partecipazione.

Molteplici anche gli eventi collaterali che sapranno catalizzare l’interesse e l’attenzione non solo dei numerosi regatanti e dei loro accompagnatori ma anche dei residenti e dei turisti che in quelle giornate affolleranno la Città di Viareggio. Grazie al Live Tracking e alla tecnologia U-Track, sarà inoltre possibile seguire in diretta o in replay tutte le regate: il pubblico avrà, infatti, la possibilità di seguire le prove rimanendo in contatto costante con i protagonisti in mare mentre i regatanti, una volta rientrati a terra, potranno guardare i momenti decisivi delle singole gare, discutere delle scelte tattiche, studiare le strategie e analizzare i risultati utili.

Nelle iniziative in acqua e a terra verranno anche coinvolti i giovani protagonisti della “Scuola Vela Valentin Mankin”, la scuola vela che, nata lo scorso anno dalla sinergia fra il Club Nautico Versilia, il CVTL Puccini e la SVV per rilanciare la vela giovanile e il turismo, ha raggiunto già in pochi mesi 700 iscritti.

Torna La Duecento: la XXIII edizione dal 5 al 7 maggio

SANTA MARGHERITA – Torna una delle regate più amate dell’Adriatico, La Duecento Trofeo Paulaner, X2 e XTutti, organizzata dal Circolo Nautico Porto Santa Margherita in collaborazione con Marina 4 e il sostegno del Comune di Caorle, terza tappa del Campionato Italiano Offshore, valida per l’assegnazione del Trofeo Masserotti.

L’edizione 2017 partirà venerdì 5 maggio alle ore 09.00 dal tratto di mare antistante la passeggiata del litorale, le imbarcazioni partecipanti, dopo aver passato il cancello posto di fronte alla chiesa della Madonna dell’Angelo, faranno rotta verso la boa foranea di Grado per dirigere poi su Sansego in Croazia.

A due settimane dal via superata quota cinquanta iscritti provenienti da tutta Italia e dall’estero, con una netta prevalenza degli iscritti nella categoria XTutti.

La classe si presenta agguerrita e tra quanti potranno ambire al Trofeo Paulaner  Line Honour o magari a stabilire il nuovo record, che resiste imbattuto dal 2010, il nuovo Swan 42 Selene Alifax di Massimo De Campo con Alberto Leghissa alla tattica, il Solaris 50 di Maurizio Merenda,Margherita, Vismara 45 di Piero Burello e Maya, GS52 di Federico Tognetti.
Molto agguerriti anche gli sloveni del First 44.7 4Quatra di Andrej Jereb e Moxie, X35 dall’importante palmares acquistato da Paolo Bonsignore, pluri-vincitore della classe Crociera, con numerosi iscritti anche in questa edizione.

Nella categoria X2, la battaglia si annuncia interessante, sia tra gli habituè come Andrebora di Mattiuzzo/De Cassan, Black Angel di Paolo Striuli, i romagnoli Setti/Salotti sul Farr 40 Shear Terror, i fratelli Verardo sul Class 40 Kika Green Challenge, sia tra le new entry, come l’inedita coppia Federico D’Amico con la minista Francesca Komatar sul Pogo 30 Angelo e gli armatori di DemonX Daniele Lombardo e Nicola Borgatello, al loro debutto in una lunga senza l’equipaggio al completo.

Come ogni anno, non mancheranno i Trimarani, presenza fissa a La Duecento, che giungeranno dall’Europa del Nord per correre lungo i nostri caldi mari in cerca della vittoria con i tempi compensati MOCRA.

“La stagione 2017 si è aperta con una bellissima edizione de La Ottanta, che ha visto la partecipazione di molti nuovi equipaggi, che in parte ritroveremo a La Duecento.” dichiara il Presidente del Circolo Nautico Porto Santa Margherita Gian Alberto Marcorin “Una regata d’altura porta emozioni sia per chi cerca la vittoria o l’affermazione al Campionato Italiano Offshore, sia per chi l’affronta per la prima volta. Tagliare il traguardo, primi o ultimi, dopo aver vissuto tante miglia in condizioni diverse, è sempre una soddisfazione, a prescindere dal risultato.”

La Duecento si correrà con i sistemi compensati ORC, IRC, Mocra e sarà possibile monitorare in tempo reale l’andamento della regata, grazie ai sistemi di rilevamento satellitari SGS installati a bordo di ciascuna imbarcazione partecipante.
Le previsioni meteo saranno affidate al team di Meteo Sport e curate da Andrea Boscolo, esperto di meteo strategia per le regate.

La Duecento 2017 è organizzata dal Circolo Nautico Porto Santa Margherita in collaborazione con Marina 4, Birra Paulaner, Dial Bevande, Cantina Sociale Colli del Soligo, Robe di Kappa.

Il bando di regata è on-line nel sito www.cnsm.org, per aggiornamenti, foto e video la pagina Facebook Circolo Nautico Porto Santa Margherita.

FOTO: Andrea Carloni

Nuovo sito web per la Regata Internazionale Brindisi-Corfù: via alle iscrizioni online

BRINDISI – E’ attivo il nuovo sito web della Regata internazionale Brindisi-Corfù, di cui dal 7 al 9 giugno prossimi si svolgerà la XXXII edizione. Prova valida per il Campionato italiano offshore, la Brindisi-Corfù è una delle più affollate regate d’altura del Mediterraneo (134 iscrizioni lo scorso anno), tradizionalmente aperta anche alle barche da crociera nelle categorie riservate.

Dal sito è possibile iscriversi online, e a tutti gli armatori che entro il 30 aprile invieranno la propria adesione sarà riconosciuto un cospicuo sconto sulla quota di iscrizione (220 euro invece di 270). La flotta sarà ospitata come negli anni scorsi alla banchina del Lungomare Regina Margherita di Brindisi, mentre in Grecia sarà il Marina di Gouvia, il cui club velico è partner del Circolo della Vela Brindisi, ad accogliere le barche dopo l’arrivo al traverso del porticciolo di Kassiopi.

Lo start è fissato per le ore 12 del 7 giugno, dal porto esterno di Brindisi. Sino alla vigilia, a partire dal 3 giugno, sul lungomare funzionerà il villaggio della regata, quest’anno con una nuova iniziativa tra le tante: la rassegna enogastronomica “Vinibus Terrae”. Tutte le informazioni utili per la regata, inclusi i servizi agli armatori, come Fly&Race, sul nuovo sito www.brindisi-corfu.com online da oggi.

Ucina: “Proficuo incontro con il ministero sui marittimi”

GENOVA – Uno spiraglio si apre sulla questione dei titoli marittimi, che rischia di rimandare sui banchi di scuola gli ufficiali di navigazione per una circolare delle Capitanerie che prevede l’applicazione retroattiva dell’integrazione dei programmi scolastici.

Una delegazione di Ucina Confindustria Nautica è stata ricevuta dal Direttore Generale del ministero delle infrastrutture e dei trasporti, dott. Enrico Pujia, al quale è stato possibile, sottolinea un comunicato, presentare le proposte dell’Associazione. Le richieste, spiega la nota, vertono principalmente sul Corso direttivo, che l’Amministrazione ha previsto per chiudere l’ ispezione dell’Emsa – European Maritime Safety Agency – incentrata su alcune carenze dei programmi scolastici degli Istituti nautici italiani.

La questione è stata finora affrontata con i sindacati confederali, concentrandosi sul personale del naviglio mercantili, ma la componente del diporto commerciale vede impegnati numerosi comandanti e ufficiali. Per questo motivo Ucina ha presentato un documento articolato in cinque punti che prevede la semplificazione delle procedure, l’ eliminazione della necessità di corsi obbligatori, la previsione di un esame a quiz con domande estratte da una banca dati pubblica, almeno per i marittimi che già hanno un titolo professionale. L’incontro è stato definito “proficuo” da Ucina.

“Le proposte ricevute da Ucina, saranno oggetto di un’immediata valutazione, apprezzando particolarmente modalità e contenuti con le quali sono state presentate – ha commentato Pujia.

Presidente AdSP presenta POT 2017-2019 a Ministro Graziano Delrio

NAPOLI – Si è svolta alla Stazione Marittima la presentazione del Piano Operativo Triennale 2017-2019 al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, alle Istituzioni, al cluster marittimo.

Alla presenza del Presidente Vincenzo De Luca, del Vice Sindaco, Raffaele Del Giudice, per il Comune di Salerno,l’Assessore Domenico De Maio e del Responsabile Struttura Tecnica: “Pianificazione strategica degli investimenti per lo sviluppo della logistica e della connettività”, Ennio Cascetta, il Presidente Pietro Spirito ha esposto i dodici punti che rappresentano le linee guida dell’azione di governo  dei prossimi tre anni per i porti di Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia.

Rete Autostrade Mediterranee con il progetto europeo Adri Up all’Adriatic Sea Forum

ROMA – Rete Autostrade Mediterranee sarà presente, con il progetto Adri Up (Adriatic MoS Upgraded Services), alla terza edizione dell’Adriatic Sea Forum, che si terrà a Budva (Montenegro) il 27 e 28 aprile. Il Forum, appuntamento internazionale per tutti gli operatori di settore del comparto traghetti, crociere, nautica e più in generale nel settore marittimo dell’area adriatica, rappresenta l’occasione per discutere e analizzare le nuove sfide e opportunità del settore, anche al fine di approfondire e sviluppare nuovi business e progetti. Tra questi Rete Autostrade Mediterranee (RAM) con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Centrale, presenterà il progetto europeo Adri Up.

Adri Up, progetto cofinanziato dal programma europeo CEF nella call 2015, si pone l’obiettivo di sviluppare e di efficientare i servizi di Autostrade del Mare lungo l’asse Italia-Grecia, con uno sguardo anche verso i flussi di traffico da e per i Paesi non UE del Mediterraneo Orientale, attraverso importanti interventi infrastrutturali nei porti di Ancona, Trieste, nell’Interporto di Trieste e nel retroporto di Igoumentisa, in Grecia.

Più specificatamente, l’Azione prevede la progettazione definitiva ed esecutiva per l’upgrading delle infrastrutture ferroviarie interne al porto e per la realizzazione del nuovo terminal Ro-Pax nel porto di Ancona; la ristrutturazione funzionale e tecnica del Molo VI nel porto di Trieste; l’elettrificazione e il miglioramento del punto di accesso dei collegamenti ferroviari e l’estensione ricettiva del retroporto di Fernetti; la costruzione e lo sviluppo delle connessioni stradali del retroporto di Igoumenitsa.

Tali interventi consentiranno di rendere più efficienti le connessioni tra porti e hinterland, di apportare importanti aumenti di capacità negli scali portuali e di promuovere la sostenibilità delle rotte marittime che interessano i nodi logistici dell’Adriatico-Ionio, mettendo in connessione 4 corridoi centrali della rete transeuropea dei trasporti: lo Scan-Med, il Bac, il Med e l’Orient-East Med.

Il corridoio intermodale adriatico-ionico è tra i più utilizzati per il traffico merci all’interno dell’area del Mediterraneo Orientale: il miglioramento delle infrastrutture portuali e retroportuali previsto dal progetto Adri Up consentirà la concentrazione dei flussi di traffico, con un conseguente aumento della capacità portuale, dell’integrazione logistica e della rimozione dei colli di bottiglia. Con il trasferimento delle merci dal trasporto su gomma a quello marittimo e ferroviario, sarà garantita altresì la sostenibilità ambientale del trasporto merci, attraverso la riduzione delle esternalità negative. Il progetto favorirà inoltre la cooperazione tra i porti, essenziale per la creazione di un collegamento efficiente, sostenibile e integrato.

“Adri Up rappresenta un progetto cardine e una buona pratica sia rispetto alla nuova pianificazione e programmazione nazionale in materia di porti sia rispetto alla politica europea dei trasporti – ha dichiarato l’Amministratore Delegato e Presidente di RAM, Antonio Cancian – Da un lato, infatti, gli interventi riguardano le categorie progettuali del miglioramento dell’accessibilità marittima, della promozione delle connessioni intermodali interne agli scali portuali e all’upgrading delle connessioni di ultimo miglio degli stessi, così come ribadito nell’ultimo Allegato Infrastrutture al DEF 2017”.

Il Presidente Cancian ha poi proseguito: “Dall’altro lato, Adri Up è un progetto che potenzia la priorità orizzontale delle Autostrade del Mare, connettendo 4 corridoi della rete centrale TEN-T e promuovendo la cooperazione economica e logistica lungo l’asse Adriatico Ionico, così come statuito dai Regolamenti Ten-T e dalla Strategia Macro Regionale EUSAIR. Un progetto bandiera che rimette al centro del Mediterraneo la portualità e la logistica italiana, esplicando i suoi effetti anche sui traffici cargo con i paesi non UE della sponda orientale del bacino mediterraneo.”

Porto di Brindisi: richiesta per la costituzione dell’Organismo di partenariato

BRINDISI – Costituire celermente l’Organismo di partenariato della risorsa mare. Con questo obiettivo il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, prof. Ugo Patroni Griffi, ha inviato ai soggetti interessati una richiesta di designazione del nominativo del rappresentante che farà parte dell’ente consultore dei privati.

È una delle novità della riforma delle Autorità Portuali che affiancherà il “Comitato di gestione”, che resta l’unico ente deliberatore e decisorio (composto da Regione, Comune/Città Metropolitana, Capitaneria).

L’Organismo sarà così composto: un rappresentante per ognuna delle seguenti categorie professionali: armatori (indicato da Confitarma e Fedarlinea), industriali (nominato da Confindustria e Confcommercio); poi un rappresentante ciascuno per i seguenti operatori: imprese portuali/concessionarie di banchine, spedizionieri, operatori logistici, operatori ferroviari, agenti marittimi, autotrasportatori, operatori del turismo. Infine, tre rappresentanti per i sindacati (FILT–CGIL, FIT-CISL, UIL-TRASPORTI). Tra i componenti, anche il comandante del porto e Ugo Patroni Griffi che lo presiederà.

Entro 7 giorni le associazioni dovranno indicare il nominativo del loro rappresentante. L’Organismo durerà in carica quattro anni; referente il segretario generale che stabilirà le modalità per l’espletamento delle sue funzioni.

L’Organismo, come già anticipato, non avrà poteri vincolanti per l’AdSP ma solo «funzioni consultive». Potrà, comunque, esprimere pareri sugli aspetti chiave delle attività amministrative di un porto: adozione del piano regolatore portuale e del piano operativo triennale, il bilancio preventivo e consuntivo. Avrà facoltà, inoltre, di esprimere pareri su qualsiasi questione che sia sottoposta dal presidente Patroni Griffi, o su richiesta della maggioranza dei componenti.

“E’ necessario- commenta il presidente- procedere speditamente alla costituzione degli Organi della nuova Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale al fine di consentire all’Ente di iniziare ad operare sì da incrementare l’efficienza degli scali in una strategia di multi porto.”

Nuova linea Ro-Ro fra Bari e la Turchia

BARI – Partirà domani sabato 22 aprile, dalla Darsena di Ponente, il primo Ro-Ro di un nuovo servizio fra Bari e la Turchia. Saranno due unità, la M/n UND EGE e la M/n SF BALEARES, a collegare bisettimanalmente i porti di Pendik ( Turchia) e Trieste, con arrivo a Bari ogni martedì e sabato. Con una capacità di carico di 3200 metri lineari, entrambe le unità potranno raccogliere un numero di mezzi commerciali  superiore alle 200 unità per ogni partenza.

A operare il servizio sarà U.N. RO-RO ISLETMELLERI A.S., grosso operatore turco del trasporto marittimo a corto raggio dalla Turchia all’Italia, con una quota di mercato che sfiora il 50% del traffico ro-ro tra Turchia ed Europa. La compagnia storicamente attiva fra Trieste e i porti turchi di Mersin, con una flotta di dodici navi di nuova generazione e un volume annuale di traffico pari a 322mila veicoli, ha ottenuto il premio “Best Intermodal Project” nel 2005 dall’Associazione Intermodale Europea (EIA) e in Italia fa capo, sia come agenzia marittima che come terminal portuale, alla Samer & Co. Shipping di Trieste.

Il nuovo servizio del Porto di Bari offrirà un collegamento con l’Italia meridionale alternativo alle rotte attraverso la Grecia. “La Turchia è da sempre un mercato interessante rispetto al quale, il porto di Bari, con questa nuova linea RO-RO, si appresta oggi più che mai a giocare un ruolo considerevole–  questo il commento del Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, Prof. Avv. Ugo Patroni GRIFFI, alla notizia dell’attivazione della nuova linea.

“Incrementare l’offerta di questa modalità di trasporto nella nostra macro area geografica – continua Patroni Griffi –  significa determinare una differente performance dello scalo portuale barese e dell’intera piattaforma dei porti dell’AdSP rispetto alle esigenze di trasporto delle imprese pugliesi e lucane e fornire ai nostri operatori un modello di business sostenibile superiore a altri modelli di trasporto in termini di tempo, costo, qualità e ambiente”.

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab