peyrani
Home » Italia, News » I GIOVANI DI YOUNGSHIP IN VISITA AGLI STABILIMENTI WÄRTSILÄ

I GIOVANI DI YOUNGSHIP IN VISITA AGLI STABILIMENTI WÄRTSILÄ

TRIESTE – Presso gli stabilimenti di Wärtsilä, si è tenuta una giornata dedicata alla realtà triestina. Durante la mattinata si è discusso di tematiche di grande rilievo e attualità quale lo sfruttamento di risorse energetiche a basso impatto ambientale, già in applicazione nel porto di Trieste ed alle sue prospettive future, e di traguardi in merito alla digitalizzazione, con un approfondimento sui profili assicurativi.

Di fronte ad una platea di giovani dello shipping ed alcuni senior nutrita e variegata, si sono susseguite le testimonianze di esperti del settore, espressione del mondo scientifico, istituzionale, giuridico ed industriale.

Nel pomeriggio, Wärtsilä ha aperto le porte dei suoi stabilimenti, mostrando ai ragazzi l’industria nelle varie espressioni puntuali del suo processo produttivo: ingegneria, ricerca e sviluppo, produzione, vendita, delivery, after-sales, di tutto, sia marino che terrestre (gruppi di generazione elettrica); i giovani visitatori hanno potuto ‘toccare con mano’ la realizzazione dei loro prodotti dal prototipo fino alla consegna del motore finito. Sul fronte del rispetto delle emissioni e delle normative ambientali i metodi più pratici sono gli scrubber e i motori a gas, e Wärtsilä è leader mondiale nella produzione di motori per nave a gas, una soluzione che guadagna sempre maggior spazio per il suo limitatissimo impatto ambientale e per la sempre maggiore diffusione del metano (rispetto al combustibile marino pesante, l’heavy fuel oil).

Simona Coppola, Presidente YoungShip Italia, apre i lavori della giornata, ricordando lo scopo di YoungShip, ovvero contribuire alla formazione dei giovani attraverso il continuo scambio e condivisione di esperienze. Il nostro obiettivo è essere di supporto ai giovani dello shipping e contribuire a renderli pronti al salto generazionale; stimolarli e, tramite l’unione delle forze, dar loro coraggio e sostegno nell’affrontare un mercato che certamente non è facile ed una rotta piena di insidie. Una parte convegnistica in cui si toccano in poche ore profili ambientali, logistici, assicurativi, la successiva visita agli stabilimenti di Wärtsilä (che ringrazio per la squisita accoglienza) ed, a conclusione, la visita del porto di Trieste resa possibile grazie alla disponibilità dell’ l’autorità di sistema rende un evento a mio avviso utile sotto svariati profili e per tutte le categorie rappresentate nella nostra associazione.

Mario Sommariva, Segretario Generale Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale; “è stato un momento di confronto e di riflessione estremamente fecondo. LNG nel campo del trasporto marittimo, questo importante argomento, ricco di implicazioni per il futuro dello shipping, è stato trattato in tutte le sue sfaccettature. Si è trattato quindi di un momento di grande arricchimento per tutti i partecipanti.

Come Autorità di Sistema Portuale del mare Adriatico Orientale abbiamo illustrato il senso dell’ampliamento delle competenze istituzionali e territoriali derivanti dalla modifica della legge 84/94 che ha, appunto, creato le Autorità di Sistema. Si tratta, in particolare, del complesso di iniziative, legate allo sviluppo dei collegamenti ferroviari, al riutilizzo di aree industriali sottoutilizzate, alla gestione di aree retro-portuali, in grado di comporre una politica industriale direttamente collegata al porto e capace di essere volano di un più vasto sviluppo territoriale finalizzato alla crescita ed all’occupazione.

In questo contesto abbiamo illustrato il progetto di sito di produzione di bio-LNG dal ciclo dei rifiuti urbani, stoccaggio e fornitura che è stato candidato sul progetto GAINS gestito dal Ministero Infrastrutture e Trasporti e che sta trovando sempre più consensi e possibilità di concreta implementazione. In questo modo, la nostra Autorità Portuale di Sistema vuole fornire un concreto contributo alla sostenibilità ambientale es allo sviluppo di politiche industriali innovative“.

Filippo Lorenzon, Professor of Maritime and Commercial Law, Institute of Maritime Law, University of Southampton; “Il convegno è stato a mio avviso un’interessantissima occasione di incontro e scambio tra giovani professionisti dello shipping, i temi trattati erano tutti rivolti al futuro dello shipping ed al ruolo che i giovani di oggi avranno nell’industria di domani. Il clima scherzoso, gioviale e sempre aperto al dialogo ha reso l’occasione culturalmente molto vivace. Personalmente non vedo l’ora di partecipare al prossimo incontro.”

Giammario Meloni, Sales Manager Wärtsilä, “da ex associato in YoungShip, da cui sono uscito per superamento dei limiti di età, massima soddisfazione ad ospitare l’iniziativa dell’Associazione, a far conoscere la nostra realtà consolidata a livello mondiale e coinvolgere i giovani; gli importanti argomenti discussi sono all’ordine del giorno nei dibattiti Europei, li considero perciò di estrema attualità (le navi del futuro autogestite avranno nel futuro un ruolo importante e lo stravolgeranno).

Il dibattito sorto in occasione dell’evento ha confermato che anche al di fuori della nostra industria si sta parlando delle stesse tematiche a riprova che quanto stiamo facendo coinvolge vari settori; le normative e le direttive UE sul GNL stanno iniziando ad essere recepite in Italia e a breve si avrà la chiusura del cerchio”.

Leggi anche:

  1. Confitarma: il gruppo giovani armatori lancia l’idea di un gruppo giovani armatori europei
  2. I GIOVANI AZZURRI PROTAGONISTI AGLI EUROPEI DELLA TAVOLA RS:X
  3. RINNOVATO IL CONSIGLIO DIRETTIVO DI YOUNGSHIP ITALIA
  4. Reggio Calabria: battezzo del mare per 75 giovani velisti con LNI
  5. I giovani scelgono sempre il mare

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=45358

Scritto da Redazione su mar 3 2017. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab