Home » Altro, Eventi, Internazionale, News, Sport » TUTTO PRONTO PER LA ICE RIB CHALLENGE – La Palermo-New York, passando per la Groenlandia, in gommone è programmata per fine giugno

TUTTO PRONTO PER LA ICE RIB CHALLENGE – La Palermo-New York, passando per la Groenlandia, in gommone è programmata per fine giugno

Conferenza stampa Ciuriciuri Mare oggi 30 maggio a Palermo
Partenza programmata per il 21 giugno dal Marina Arenella di Palermo

 

Durante il raid che porterà Davì e il suo Nuova Jolly Prince 38cc motorizzato da due fuoribordo Suzuki DF350A fino a New York, in accordo col CNR e IAS, verranno effettuati prelievi di campioni d’acqua per individuare l’eventuale presenza di microplastiche in mare
Scarica l’APP “Sergio Davì Adventure” per seguire la nuova avventura bit.ly/2V3z8j5

Si è conclusa oggi, giovedì 30 maggio al White Club di Palermo, la conferenza stampa in cui il comandante Davì ha ufficialmente annunciato la data di partenza della Palermo-New York in gommone, che come consueto avverrà dal Marina Arenella di Palermo.

La partenza è programmata per venerdì 21 giugno 2019 alle ore 12.00 ed è aperta al pubblico.  Data e ora potrebbero subire variazioni a causa delle condizioni meteorologiche.

Al termine della conferenza, cui hanno preso parte, oltre al comandante Davì, Angela Cuttitta del CNR, Paolo Ilariuzzi di Suzuki Italia, Roberto Sesenna di Simrad (Gruppo Navico), Teo Aiello di Nuova Jolly, è stato possibile salire a bordo del gommone Nautilus Explorer per ammirarne i particolari allestimenti ed equipaggiamenti necessari ad affrontare un’impresa notevole quale è la ICE RIB CHALLENGE.

Quasi 7000 miglia nautiche lungo una singolare rotta che sale verso il Nord Europa per navigare tra i ghiacci dell’Islanda e della Groenlandia e riscendere verso gli Stati Uniti passando per il Canada. Il tutto prevalentemente in solitaria, con alcuni avvicendamenti a staffetta per le tratte più estreme, a bordo del Nautilus Explorer, un gommone Nuova Jolly Prince 38cc di 11 metri, motorizzato con due fuoribordo Suzuki DF350A dotati di un sistema di propulsione con due eliche controrotanti DUAL PROP, che esaltano la generosa coppia dell’unità termica V6 a 55° da 4.390 cc, e consentono di raggiungere più rapidamente la planata, migliorando l’assetto di navigazione.

Tra gli obiettivi della missione:

la tutela dell’ambiente marino attraverso misure di contrasto alle forme di inquinamento da microplastiche, grazie al supporto dell’IAS (Istituto per lo studio degli impatti Antropici e Sostenibilità in ambiente marino) in capo al CNR;
la promozione culturale e territoriale della Sicilia e di Palermo nel mondo, con un omaggio a chi in passato l’ha lasciata per migrare negli USA in cerca di fortuna, e la voglia di restituirne un’immagine riscattata, grazie al supporto dell’Assessorato Regionale del Turismo dello Sport e dello Spettacolo e del Comune di Palermo.

Alla conferenza ha preso parte anche il Presidente di Confartigianato Sicilia, Giuseppe Pezzati, che ha espresso vivo entusiasmo nell’affiancare la ICE RIB CHALLENGE e Sergio Davì per l’importante campagna di ecosostenibilità del progetto.

Il comandante della ICE RIB CHALLENGE ha inoltre colto l’occasione per lanciare ufficialmente l’app “Sergio Davì Adventures”, disponibile sia su Google Play che su App Store, grazie alla quale sarà possibile tenersi costantemente aggiornati sullo svolgimento dell’impresa e seguire in real time il Nautilus Explorer.

La ICE RIB CHALLENGE in numeri:

Si stimano:

•         un totale di 6.600 miglia nautiche,

•         un consumo totale medio di benzina di 19.000 litri,

•         75 giorni di navigazione (soste incluse),

•         500/600 ore di navigazione,

•         24/30 tappe

Leggi anche:

  1. ICE RIB CHALLENGE: Sergio Davì e Suzuki a favore dell’ambiente
  2. Tutto pronto per il XXIV Trofeo Challenge Ammiraglio Giuseppe Francese
  3. Tutto pronto a Marsala per approdo turistico
  4. Tutto pronto a Viareggio per il Trofeo di fine estate
  5. TUTTO PRONTO PER IL DEBUTTO DELL’INVITATIONAL TEAM RACING CHALLENGE

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=62097

Scritto da Redazione su mag 30 2019. Archiviato come Altro, Eventi, Internazionale, News, Sport. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab