martedì, Agosto 3, 2021
HomeAmbienteUlysse Nardin partner dell'iniziativa “Time to Act” di The Ocean Race per...

Ulysse Nardin partner dell’iniziativa “Time to Act” di The Ocean Race per la salvaguardia degli oceani

Con l’obiettivo comune della sostenibilità e per promuovere l’urgente bisogno di agire al fine di proteggere l’oceano, entrambi i partner si impegnano a sostenere una Decade of Action.

La manifattura svizzera Ulysse Nardin ha annunciato la sua partnership con The Ocean Race. Insieme, queste due ‘native del mare’ si impegnano a promuovere un atteggiamento responsabile per la salvaguardia degli oceani, salpando insieme per una “decade di action”.

Sia Ulysse Nardin che The Ocean Race credono che il tempo sia vitale per la rigenerazione della vita marina e per l’oceano stesso, e il programmare scadenze specifiche per l’azione promuoverà progressi significativi. Urgenza è la chiave per realizzare dei progressi siccome le minacce per l’oceano stanno aumentando e devastando l’ambiente marino.

Per più di quattro decenni, la Ocean Race ha fornito la prova definitiva di un’avventura di squadra e umana come nessuna altra. Dal 1973 ha inspirato e attratto alcuni dei più grandi velisti e il suo campo di regata globale è stato il banco di prova per le leggende di questo sport. I concorrenti della Ocean Race hanno da sempre avuto un occhio attento ai cambiamenti dell’ambiente e negli ultimi anni gli organizzatori della gara hanno sviluppato un programma di sostenibilità pluripremiato sotto la bandiera, Racing with Purpose.

L’iniziativa si fonda su tre pilastri principali: Ocean Race Summits, una serie di forum di alto livello per progettare una politica migliore per l’oceano, indirizzare le sfide globali utilizzando innovazione locale e le migliori pratiche; un Learning Programme che ispira e responsabilizza i giovani sulle tematiche oceaniche e propone moduli di apprendimento in nove lingue; e un innovativo Science Programme, che utilizza le barche della regata e i velisti per raccogliere dati critici sull’acqua e sull’atmosfera da aree remote dell’oceano, per approfondire la ricerca scientifica sullo stato dei nostri mari e sul nostro clima che cambia.

Come parte dell’impegno delle Nazioni Unite SDG 14, Ulysse Nardin si impegna a tenere traccia della ricerca scientifica necessaria per fare la differenza.

Il tempo è fondamentale perché le date sono state fissate per mantenere attivi questi progressi; la prima data importante per risultati positivi è il 2030. Un simbolico conto alla rovescia per questo traguardo del 2030 che sarà pubblicato sia sul sito di Ulysse Nardin sia su www.theoceanrace.com.

VALORI COMUNI E IMPEGNO CONDIVISO PER LA CONSERVAZIONE DELL’OCEANO

Ulysse Nardin, fondata nel 1846, ha sempre avuto un forte legame con l’oceano. Ha fornito ai primi esploratori e navigatori il primo cronometro da marina, consentendo una navigazione e un posizionamento preciso in mare. La partnership con The Ocean Race, e il focus sulla sostenibilità, è un’estensione naturale del credo fondamentale di Ulysse Nardin: è necessario cercare soluzioni innovative e di vasta portata per limitare i danni ambientali di larga scala che stanno affliggendo oggi i mari del mondo.

“Come partner di Time to Act di The Ocean Race, in Ulysse Nardin stiamo assumendo il ruolo di ‘guardiani del tempo’, tenendo traccia delle azioni sostenibili intraprese in modo da non perdere di vista l’obiettivo o la direzione, giocando un ruolo fondamentale nel fornire risultati positivi e tempestivi, su questioni ambientali cruciali in linea con gli impegni SDG 14,” ha illustrato Patrick Pruniaux, CEO di Ulysse Nardin.

“La Ocean Race, dove I nostri team gareggiano in alcune delle zone più remote del pianeta, raccoglie un insieme unico di dati ambientali completi utilizzando tecnologia all’avanguardia, condivisa con gli scienziati per contribuire alle aree di ricerca globali,” ha affermato Richard Brisius, Presidente di The Ocean Race. “Gli Ocean Race Summits sono un catalizzatore per il cambiamento e sono progettati per accelerare l’azione per ripristinare la salute degli oceani”.

Il prossimo della serie dei The Ocean Race Summits si terrà il 16 luglio 2021. Tra i relatori e i decisori politici presenzierà all’evento Ursula Von der Leyen, Presidente della Commissione Europea. Sono previsti ancora nove eventi nella serie corrente degli Ocean Race Summits, in Europa, in Asia, nel Nord e Sud America entro la fine del 2023.

ULYSSE NARDIN E LE UNITED NATIONS SDG 14

Per Ulysse Nardin, la sostenibilità fa parte del DNA brand. Crediamo nell’upcycling, ci impegniamo per un uso circolare, incentiviamo le azioni quotidiane, gestiamo con trasparenza, guidiamo verso il “buono” e seguiamo SDGs (obiettivi di sviluppo sostenibile).

Ulysse Nardin e The Ocean Race si impegnano ad attuare le linee guida delineate dalle Nazioni Unite nell’articolo 17 Sustainable Development Goals (SDG), programmato per essere raggiunto entro il 2030 attraverso una Decade of Action.

Ulysse Nardin ha deciso di aderire a queste linee guida, che determinano le priorità e le azioni necessarie per una gestione sostenibile dell’oceano.

Il brand svizzero ha rivolto i suoi sforzi verso la ricerca e lo sviluppo di soluzioni per la crescente crisi dell’inquinamento della plastica nei nostri oceani. L’azienda ha implementato un’unità di ricerca per studiare i materiali provenienti dal mare, in particolare le caratteristiche dei gusci di ostriche, alghe, PET marino (bottiglie di plastica) e reti da pesca in poliammide. La squadra sta attualmente ricercando differenti strade di innovazione sostenibile per progetti di orologeria futura.

Nell’ottobre 2020, Ulysse Nardin ha posto la sua prima pietra miliare nel suo impegno per l’economia marina circolare con il lancio del R-STRAP. Il cinturino è compatibile con i modelli DIVER, MARINE e FREAK X ed è realizzato con reti da pesca riciclate, una delle fonti principali di inquinamento da plastica negli oceani.

Nel novembre 2020, Ulysse Nardin ha compiuto un ulteriore passo avanti presentando il DIVER NET, un concept watch in cui ogni elemento decorativo è stato progettato per essere il più ecologico possibile. Un orologio totalmente innovativo e “upcycled” per il quale la ricerca dei fornitori è stato un fattore chiave.

In qualità di campione della protezione della popolazione degli squali del mondo, Ulysse Nardin ha prestato particolare attenzione alla conservazione delle foreste di mangrovie acquatiche e tolleranti al sale, luoghi di cura naturali per alcune specie di squali, nonché al monitoraggio dei rifiuti di plastica che influiscono negativamente sull’approvigionamento alimentare di questi super predatori. Le azioni necessarie per ridurre l’inquinamento marino implicano trovare nuovi utilizzi per le reti da pesca scartate con altre plastiche.

Un altro obiettivo centrale di Ulysse Nardin è aumentare la conoscenza oceanografica supportando scientisti, esploratori, velisti e atleti restando focalizzati sull’impegno e su questa finestra di opportunità di iniziative. Tra cui, ad esempio, il bio-tagging degli squali, grazie alla partnership con Fred Buyle, OCEARCH, la Florida International University (FIU) e la Açores University (delle Azzorre), il supporto di attivisti ambientali, compresi i tanti amici di Ulysse Nardin impegnati per la conservazione dell’oceano che conoscono la situazione dei mari proprio grazie alle loro attività.

Come partner della Ocean Race, con un focus sul programma sostenibile Racing with Purpose, anche durante i prossimi Summit, Ulysse Nardin inviterà i suoi “Ulysse” – amici del brand – che sono connessi all’oceano attraverso il loro lavoro, a discutere in merito ai problemi relativi alla salvaguardia.

Con l’annuncio di questa nuova partnership, Ulysse Nardin intende mettere tutte le sue risorse interne in questa imponente iniziativa. Il conto alla rovescia è iniziato e in gioco c’è la salute degli oceani del mondo e l’acqua che contengono, fonte di tutte le forma vita.

ULYSSE NARDIN – MANIFATTURA DI LIBERTA’

Ulysse Nardin è una Manifattura all’avanguardia che ispira all’universo marino e che crea orologi per chi ama la libertà.

Fondata da Ulysse Nardin nel 1846, la Maison Ulysse Nardin che fa parte del gruppo del lusso internazionale Kering da Novembre 2014, ha scritto alcuni dei capitoli più belli nella storia dell’Alta Orologeria. Il marchio deve la sua fama al legame con il mondo nautico : i suoi cronometri da marina sono tra i più affidabili mai realizzati e sono tutt’ora molto ricercati dai collezionisti di tutto il mondo. Pioniere nelle tecnologie d’avanguardia e nell’uso di materiali innovativi come il silicio, Ulysse Nardin è una delle poche manifatture ad avere competenze necessarie per produrre in-house i propri componenti e movimenti di alta precisione. Uno straordinario livello di eccellenza orologiera che è valso al marchio un posto nel circolo più esclusivo dell’orologeria svizzera: la Fondation de la Haute Horlogerie.

Ulysse Nardin agisce su due fronti per contribuire alla preservazione degli oceani :riducendo l’inquinamento marino da plastica e sviluppando conoscenze scientifiche sulla salvaguardia degli squali, animali che ne sono l’emblema. Oggi, dai suoi siti di Le Locle e di La Chaux-de-Fonds in Svizzera, Ulysse Nardin persegue la sua ricercar della perfezione orologiera con quattro collezioni chiave : Diver, Marine, Freak, Executive. Nel 2021, Ulysse Nardin celebra il suo 175° anniversario agli appassionati di esplorazione un’odissea verticale, dalle profondità dell’oceano fin sopra l’atmosfera.

RELATED ARTICLES

Most Popular