Brindisi-E’ iniziato il conto alla rovescia. Dal 23 al 25 agosto sul Lungomare Regina Margherita torna l’Adriatic Cup

I presidenti di UIM e FIM, Chiulli e Iaconianni, sottolineano l’importanza di Brindisi nel circuito mondiale

“Quello che fate a  Brindisi è straordinario, è straordinaria l’organizzazione della tappa. Per la motonautica internazionale Brindisi è una tappa molto importante e non è casuale che le sia stata assegnata una prova del campionato del mondo di F2. Un plauso va agli organizzatori, in primis a Giuseppe Danese, ed un ringraziamento alla Federazione Italiana Motonautica che da sempre è molto vicina alla città di Brindisi”.

Sono le parole del Presidente della UIM, l’Unione National Motonautique, Raffele Chiulli, nei giorni che precedono lo svolgimento della tappa pugliese del Campionato Mondiale di F2, che torna a  Brindisi dopo due anni di stop per volere della Federazione Italiana Motonautica, appuntamento che si terrà dal 23 al 25 agosto sul Lungomare Regina Margherita, nell’ambito dell’Adriatic Cup organizzata dal Circolo Nautico Porta d’Oriente.

“La UIM ha la sede a Montecarlo ed è supportata dal governo monegasco, dal Principe Alberto, quindi puntiamo in qualche modo alle eccellenze in tutto quello che facciamo- ha spiegato Chiulli- l’Italia è una delle nostre Federazioni Nazionali ed è uno dei nostri fiori all’occhiello nel senso che la cantieristica italiana è di eccellenza, ci sono team e piloti che sono assolutamente il top e, dal punto di vista personale, ho un senso di stima e rispetto nei confronti della Federazione Italiana ed in particolare nei confronti del suo Presidente”.

Il Presidente Chiulli ha sottolineato che nell’ ultimo periodo grande attenzione è stata posta nei confronti dei temi ambientali:
“In questi anni è cresciuta l’attenzione nei confronti degli sport motonautici perché le istituzioni che,  a livello internazionale, si occupano della motonautica hanno fatto degli sforzi concreti, visibili e tangibili soprattutto dal punto di vista della tutela dell’ambiente e della sostenibilità ambientale.

I giovani che si sono avvicinati a  queste discipline hanno compreso l’importanza del rispetto delle regole e dei competitor, dell’ambiente e della sicurezza e questo credo che sia un elemento essenziale perché lo sport, in questo caso quello motonautico, possa essere un veicolo di promozione, sviluppo e crescita dei valori non solo abbinabili al mondo dello sport ma più in generale alla società civile”.

Colui che storicamente, insieme  Giuseppe Danese, ha puntato su Brindisi è Vincenzo Iaconianni, Presidente della FIM, che in occasione dell’Adriatic Cup sarà in città.

“La Federazione Italiana Motonautica voleva un format all’altezza di Brindisi, la F2 ma per l’accavallarsi  di una serie di date internazionali, abbiamo dovuto posticipare tutto a fine agosto, dopo le competizioni che si sono svolte in Norvegia e Portogallo. Alla fine sarà valsa la pena attendere perché quello di F2 è uno dei campionati più importanti nel panorama internazionale con una media di 25 barche e con piloti provenienti da diversi Paesi.

Nell’ambito del circuito questa categoria, a mio parere, è più importante della F1 che attualmente presenta gravissimi limiti tecnici dal punto di vista dell’impatto ambientale. La F1 in questo momento ha una motorizzazione talmente obsoleta ed inquinante da renderla impresentabile sul territorio nazionale italiano. La F2, invece, ha un motore molto più moderno ed attento all’impatto ambientale”.

“Nel futuro- ha anticipato Iaconianni-  ci sono altri progetti per Brindisi che ospiterà il Festival della Super Boat, la nuova categoria inventata dall’Italia che sta avendo una rilevanza internazionale, molto di più di quanto potessimo immaginare. Questo successo è dovuto al fatto che è un’imbarcazione moderna, tecnologica, sicura e con un impatto ambientale inesistente.

E’ la prima vera barca costruita facendo attenzione, dal punto di vista della motorizzazione, all’ambiente. Nel 2020  Brindisi ci sarà la Super Boat, vi anticipo questa novità. E sarà un grandissimo evento sia dal punto di vista dello spettacolo che per le caratteristiche dell’imbarcazione. Quest’anno non è stato possibile centrare l’obiettivo per ragioni tecniche”.

Agosto mondiale a Brindisi: Tutto pronto per il World Powerboat di F2

“Emozioni”, concerto di Mogol e Gianmarco Carroccia. Presentato nel Porticcioto Marina di Brindisi il grande evento sportivo, turistico e cuLturate che si terrà dal 23 at 25 agosto


Adriatic Cup 2019, due le principali novità di quest’anno, una sportiva e relativa al programma di iniziative cuLturali che fa da cornice alla competizione che si svolgerà, come da tradizione, nel porto interno di Brindisi: it ritorno del campionato mondiale di F2 e il grande concerto di Mogol e Gianmarco Carroccia, tappa del tour “Emozioni”, che sta facendo rivivere all’Italia i grandi successi di Ludo Battisti, interpretato dal giovane artista laziale. Evento, donato alla città di Brindisi dalla famiglia Danese, che si terrà sabato 24 agosto a partire dalle ore 21:00 in Piazza Santa Teresa.

E’ tutto pronto per it Campionato Mondiate di Motonautica, organizzato dal Circolo Nautico Porta d’Oriente  in  cottaborazione  con l’Unione  Mondiate  Motonautica  e  la  Federazione Italiana Motonautica, presiedute rispettivamente da Raffaele Chiulli e Vincenzo laconianni.

Un evento di portata mondiale, dunque, divenuto un appuntamento imperdibile dell’estate in Puglia. Negli anni, infatti, La grande partecipazione di pubblico ha dato ragione alla famiglia Danese che, sette anni fa, ha investito su un progetto che nel tempo si è rivelato vincente non solo perchè ha partato nel sud Italia una delle più belle e avvincenti competizioni fra gli sport acquatici mondiaLi, ma anche perchè, vista la massiccia partecipazione di team e pitoti provenienti da ogni parte del mondo, ha avuto un importante ritorno anche sotto il profilo turistico e di marketing a livello regionale.

Anche per questo, le istituzioni e gli enti Locati da sempre sostengono un progetto destinato a crescere ancora.

Il Circolo Nautico Porta d’Oriente può contare, infatti, suLl’apporto del Comune e della Provincia di Brindisi, della Regione Puglia, di Pugliapromozione, della Camera di Commercio, dell’Autorità di Sisterna del Mare Adriatico Meridionale, della Capitaneria di Porto.

A proposito di novità, per volere di UIM e FIM, sulla base delle naturali ed uniche caratteristiche dello specchio d’acqua del porto interno, teatro in cui da sempre si svolge la competizione, nonchè alla luce dell’apprezzata organizzazione garantita dal Circolo Nautico Porta d’Oriente, quest’anno tornano i bolidi dell’F2 (F2 World Powerboat Championship) oltre aLLe confermate imbarcazioni di F4 (F4 European Powerboat Championship) e ai giovani del GT15 (Formula Junior Elite- Trofeo Foresti & Suardi).

Dopo due anni di stop dunque, nel Porto di Brindisi, neLla parte antistante il Lungomare Regina Margherita, torneranno a sfrecciare i potenti motori che tanto, nel recente passato, hanno affascinato il pubblico.

Venerdi 23 agosto. E’ la giornata dedicata atrarrivo del team ed at conseguente controilo tecnico delle relative imbarcazioni, sistemate nei paddoc ai quali è destinata un’area che insiste su piazzale Lenio Flacco.

Sabato 24 agosto. invece, si svolgeranno le prove libere di F2, dalle 10:00 alle 13:00, di F4, dalle 13:00 alle 15:30, e della Formula Junior Elite, dalle 15:30 alLe 18:30. A seguirà si svolgera la prima manche di F4.

La serata si concluderà con l’attesissimo concerto “Emozioni” di Gianmarco Carroccia, tra i più importanti eventi del cartellone estivo organizzato dal Comune di Brindisi. Sul patco, ad affiancare !’artista, il Maestro Mogol che racconterà aneddoti e storie delle quali, insieme a Ludo Battisti, è stato protagonista nella loro lunga carriera artistica caratterizzata da una salda amicizia.

Domenica 25 agosto. Sarà la giornata clou sotto il profilo sportivo. A partire dalle 9:30, si terranno le manche di Formula Junior, le prove libere del WC F2 (10:45- 11:30), le manche di F4 (12:15-17:15). A seguire, a partire dalle 17:45, la suggestiva sfilata delle imbarcazioni di F2 che precede la vera e propria competizione delle stesse che inizierà alle 18:30. La serata si concluderà con la cerimonia di premiazione degli equipaggi che inizierà  alle 20:30.

Foto: Claudia De Donno

A Brindisi “Emozioni” estreme di fine estate. Per l’edizione 2019 dell’Adriac Cup torna l’F2 World Powerboat Championship

Dal 23 al 25 agosto, spazio alle competizioni sportive mondiali, europee e italiane, ma anche alla musica di qualità con il concerto di Mogol e Carroccia

La città si prepara a vivere un agosto mondiale. Si terrà martedì 13 agosto, ore 11:00, nel Porticciolo Turistico Marina di Brindisi, la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2019 dell’Adriatic Cup, evento sportivo con evidenti risvolti di natura turistica e di promozione del territorio, organizzato dal Circolo Nautico Porta d’Oriente in collaborazione con l’Unione Mondiale Motonautica, con la Federazione Italiana Motonautica, Comune di Brindisi, Autorità di Sistema del Mare Adriatico Meridionale, Camera di Commercio di Brindisi e Assonautica Italiana, Capitaneria di Porto di Brindisi, Regione Puglia, Pugliapromozione.

Sarà l’occasione per illustrare il programma aggiornato delle competizioni che si terranno dal 23 al 25 agosto prossimi sul Lungomare Regina Margherita di Brindisi:

• F2 World Powerboat Championship
• F4 European Powerboat Championship
• Formula Junior Elite “Trofeo Foresti & Suardi” Italian Championship

Durante la conferenza stampa saranno illustrati i dettagli della tappa brindisina del tour “Emozioni”, dell’artista Gianmarco Carroccia, che sta riscuotendo notevole successo di pubblico e critica in tutta Italia. Sul palco insieme al giovane artista, che proporrà i brani più celebri di Lucio Battisti, ci sarà Mogol che racconterà aneddoti e fatti di vita personale e professionale del quale è stato protagonista in tanti anni di collaborazione con lo stesso Battisti. Il concerto che si terrà in Piazza Santa Teresa, sabato 24 agosto, a partire dalle ore 21:00, è stato donato alla città dalla famiglia Danese. L’evento fa parte del cartellone estivo organizzato dal Comune di Brindisi.

Alla conferenza di presentazione interverranno Giuseppe Danese, Circolo Nautico Porta D’Oriente, Riccardo Rossi, Sindaco di Brindisi e Presidente della Provincia, Alfredo Malcarne, Presidente della Camera di Commercio di Brindisi  e  di Assonautica Italiana, Giovanni Canu, Comandante della Capitaneria di Porto, Vincenzo Iaconianni, Presidente della Federazione Italiana Motonautica, Nino Schiano, Presidente del settore giovanile della FIM, Rocky Malatesta, Responsabile Sviluppo Prodotti Turistici di Pugliapromozione.

Il concerto “Emozioni”, invece, sarà presentato dal Maestro Mogol e da Gianmarco Carroccia che, per l’occasione, saranno a Brindisi a disposizione dei giornalisti.

MOTONAUTICA: gli appuntamenti del mese di agosto

Sarà un agosto di gare per la Motonautica che non si ferma nel mese più caldo dell’anno

Ecco i prossimi appuntamenti, in programma per  Circuito e Radiocomandata

Si parte con la Motonautica Radiocomandata, che vede in corso, da oggi fino a sabato 10 agosto, a LOVADINA (Treviso), il Campionato Mondiale dei modelli classe M.

Organizzatore della manifestazione è il Club Mot. Radiocomandata Dilettantistica. Circa 220 piloti partecipanti provenienti da 22 diverse nazioni, impegnati sul lago Le Bandie con i loro radiomodelli nelle numerose classi in gara. Il programma orario prevede gare ogni giorno dalle ore 8.00 alle ore 17.00, con termine sabato alle ore 15.00.

Nel Circuito, dal 25 al 26 del mese, alcuni piloti azzurri di motonautica Circuito saranno impegnati in Puglia, a BRINDISI, in vista della 3^ tappa del Mondiale di F2 (sulle 5 previste a calendario) e della 3^ e penultima tappa del Campionato Italiano Formula Junior Elite.

La manifestazione di Brindisi, organizzata dal Circolo Nautico Porta d’Oriente, vedrà in azione anche i piloti della classe F4 impegnati nell’Europeo in tappa unica (valido dunque per l’assegnazione del titolo 2019).

Dal 25 al 26 agosto, A TERNOPIL (Ucraina), si disputerà invece l’Hydro GP, valido quale 4^ tappa del Mondiale della F/500 (sulle 5 previste a calendario), 2^ e penultima tappa del Mondiale F/125 e  3^ e ultima tappa del Mondiale F/250.

Cinque i piloti azzurri partecipanti: nel Mondiale F/500, il piacentino Giuseppe Rossi (Circolo Nautico Chiavenna); nel Mondiale F/250, Claudio Fanzini (portacolori dell’Effeci Racing Team e leader della classifica provvisoria), il cremonese Andrea Ongari (secondo nella classifica provvisoria) e il piacentino Marco Malaspina, che corrono entrambi per il Circolo Nautico Chiavenna.

A rappresentare i colori italiani nella tappa del Mondiale F/125 ci sarà infine Luca Finotti, il monticellese della AD Motonautica San Nazzaro.

Il Mondiale F/500 si concluderà a Jedovnice (Repubblica Ceca) il 6-8 settembre, contestualmente al Mondiale della F/125.

Ulteriori info su: www.uim.sport.

Motonautica: In Svezia, tre piloti azzurri tra i grandi protagonisti

Claudio Fanzini vince la 2^ tappa stagionale nel Mondiale Circuito F/250; Andrea Ongari si aggiudica il 2° posto del podio. Giuseppe Rossi è ora 4°nella classifica provvisoria del Mondiale F/500

Trasferta decisamente positiva per i piloti italiani di motonautica Circuito che lo scorso sabato 27 e domenica 28 luglio erano a Mora in Svezia, in vista dello Swedish Grand Prix.

Nella 2^ tappa del Mondiale F/250, continua a macinare punti Claudio Fanzini ha vinto la gara svedese, imponendosi rispettivamente sul cremonese Andrea Ongari (Circolo Nautico Chiavenna) e sul tedesco Ingo Hepner. (foto in apertura Podio Mora 2019)

Fanzini, caorsano di Monticelli d’Ongina e portacolori dell’Effeci Racing Team (nonché attuale campione mondiale in carica della F/250) ha dominato la gara svedese, chiudendola con tre vittorie nelle tre manches disputate. Un risultato importante che lo conferma in vetta alla classifica provvisoria del Mondiale con 40 punti all’attivo.

Grande prestazione anche quella di un altro pilota azzurro, Andrea Ongari; il cremonese del Circolo Nautico Chiavenna, con i punti brillantemente ottenuti a Mora si è garantito il secondo posto della classifica provvisoria (34 punti per lui), seguito tedesco Ingo Hepner che di punti ne ha 30; più distanti il ceco David Loukotka (punti 24) e l’austriaco Heiko Schmidt (punti 20).

Lo Swedish Grand Prix è stato valido anche quale 3^ tappa del Mondiale della F/500 e Campionato Mondiale Osy/400 in tappa unica.

Sul totale di 19 piloti iscritti, Campione Mondiale Osy/400 si è confermato anche per il 2019 l’estone Rasmus Haugasmagi (al suo 7° titolo iridato consecutivo); argento e bronzo rispettivamente ai due polacchi Grzegorz Stepniak e Cezary Strumnik.

L’unico pilota italiano partecipante Mattia Ghiraldi, il cremonese della ASD San Nazzaro, ha chiuso 12°classificato.

Nella tappa del Mondiale F/500, la vittoria è andata invece all’ungherese Attila Havas; il leader della classifica provvisoria ha regolato il polacco Marcin Zielinski e lo slovacco Marian Jung (rispettivamente 2° e 3° classificati).

Week-end difficoltoso invece per Giuseppe Rossi, 7° classificato di giornata con solo una manche di gara effettuata (sulle tre totali previste); i pochi punti ottenuti dal piacentino del Circolo Nautico Chiavenna gli hanno tuttavia assicurato il 4° posto nella classifica provvisoria del Mondiale.

Classifica che, a due gare dalla conclusione del Campionato, vede sempre al comando nella parte alta, Attila Havas (con 55 punti), seguito da Marcin Zielinski (punti 44), Marian Jung (punti 41), Giuseppe Rossi (punti 40) e lo slovacco Robert Hencz (punti 37).

Entrambe i Mondiali (F/500 e F/250) proseguiranno a Ternopil in Ucraina il 23-25 agosto, località in cui la classe 250 vedrà l’assegnazione del titolo stagionale.

Ulteriori info su www.uim.sport

A Mora in Svezia, 5 piloti azzurri di motonautica Circuito impegnati nelle tappe dei Mondiali della F/500 e F/250 e nel Mondiale Osy/400

Dal 26 al 28 luglio 2019 alcuni tra i più forti piloti azzurri di motonautica Circuito saranno impegnati a Mora (Svezia) nel Swedish Grand Prix, in vista della 3^ tappa del Mondiale della F/500, della 2^ tappa del Mondiale F/250 e del Mondiale Osy/400 in tappa unica.

I cinque i piloti azzurri partecipanti (rappresentati da Roberto Gandolfi) sono: il piacentino Giuseppe Rossi (Circolo Nautico Chiavenna) nel Mondiale F/500; Claudio Fanzini (monticellese di Caorso portacolori dell’Effeci Racing Team), il cremonese Andrea Ongari e il piacentino di Caorso Marco Malaspina, che corrono per il Circolo Nautico Chiavenna, nel Mondiale F/250.

A rappresentare i colori italiani nel Mondiale Osy/400 c’è invece Mattia Ghiraldi (cremonese della ASD San Nazzaro); un Mondiale in tappa unica, in cui i piloti partecipanti lotteranno per aggiudicarsi il Titolo iridato 2019. Titolo che, per la cronaca, appartiene all’estone Rasmus Haugasmagi, che lo ha vinto per ben 6 anni consecutivi, dal 2013 al 2018 (l’ultimo pilota italiano a vincere il Mondiale della Osy/400 è stato il legnanese Diego Bacchiega nel 2008).

Nel Mondiale F/500,dopo le due tappe disputate in Italia a Boretto e a San Nazzaro tra giugno e luglio (sulle  complessive 5 previste a calendario), l’ungherese Attila Havas conduce la classifica provvisoria con 35 punti all’attivo, seguito dal piacentino Giuseppe Rossi (a punti 31); più distaccati il polacco Marcin Zielinski, con 27 punti e i due slovacchi Marian Jung (26 punti) e Robert Hencz (24 punti).

Nel Mondiale F/250, il leader provvisorio è Claudio Fanzini, seguito dal connazionale Andrea Ongari, dal tedesco Ingo Hepner, dal bulgaro Emil Emilov e dal ceco David Loukotka. Assente il campione piacentino Alessandro Cremona, che sta riprendendo dopo l’incidente accorsogli nella gara piacentina di San Nazzaro il 14 luglio scorso.

Come da programma allegato, a Mora i piloti affronteranno 4 manches di gara nell’Osy/400 e 3 manches nell’F/500 e F/250; prove libere e cronometrate sabato e domenica mattina; gare al via sabato a partire dalle 14:50 e domenica dalle 11:00.

Entrambe i Mondiali (F/500 e F/250) proseguiranno a Ternopil in Ucraina il 23-25 agosto.

Ulteriori info su www.uim.sport

A Napoli, conclusa la 2^ tappa dei Campionati Italiani Offshore cl. 5000, Endurance Boat Racing e Honda Offshore

A Stresa, 1^ tappa del Mondiale XCAT all’equipaggio di Abu Dhabi 4 (Shaun Torrente e Faleh Al Mansoori); Oleg Bocca vince la 2^ tappa del Campionato Italiano della Formula Junior Elite

 

Si è conclusa ieri a Cariati in provincia di Cosenza, la 2° prova stagionale dei Campionati Italiani Offshore classe 5000, Endurance Boat Racing e Honda Offshore.

La vittoria nell’Offshore 5000 (3D) è andata Serafino Barlesi e Alessandro Barone, l’equipaggio comasco che, su Yacht Club Como MILA-CVC, ha regolato rispettivamente Lorenzo e Andrea Bacchi (su Gasbeton) e Diego Cardazzo e Gianluca Coltro (su Venezia Turismo).

Nell’Endurance cat. Assoluta netto dominio dei napoletani Diego e Massimiliano Testa, che su Sorbino hanno tenuto a distanza rispettivamente il romano Simone Balducci (su Blu) e il veneto Denis Scarpi (su Nero).

Balducci ha però conquistato la gara della categoria Honda, lasciando i gradini più bassi del podio rispettivamente a Denis Scarpi e all’ischitano Christian Vitello (su Verde).

Nella categoria Sport, gara vinta con largo distacco da Christian Cesati e Luca Bruatti (su Albatro 32); 2° posto per Rosario Longo in coppia con il belga Francis Notschaele (su Produttori di Manduria); terzi classificati Achille Mazzucotelli e Carla Buzzi su Frecciarossa.

La prossima tappa dei Campionati Italiani di Offshore ed Endurance sarà quella di Como dal 21 al 22 settembre; i Campionati si concluderanno in Sicilia, a Marina di Ragusa dal 4 al 6 ottobre, con l’assegnazione dei titoli italiani 2019.

STRESA (VB), 19-21 luglio 2019

A Stresa, sul lago Maggiore, è in corso la tappa di apertura del Campionato Mondiale XCAT. Grande spettacolo di motonautica Offshore nella città piemontese con il ritorno dei potenti e affascinanti catamarani in fibra di carbonio, dotati di motori da 800 cv capaci di superare i 200 Km/h.

La manifestazione ha previsto inoltre lo svolgimento della 2^ tappa del Campionato Italiano Circuito giovanile di Formula Junior Elite; sui 13 piloti partecipanti la vittoria di questa tappa è andata a Oleg Bocca (Rainbow Team Association), che si è imposto nell’ordine su Ottavio Petroni (il romano del Cast Sub Roma 2000 attualmente leader di classifica provvisoria) e su Biagio Capuano (il napoletano dell’ASD Ammuina). Prossima tappa di Campionato Italiano di Formula Junior Elite sarà quella di Brindisi il 23-25 agosto.

Tredici invece gli equipaggi partecipanti alla tappa di apertura del Mondiale UIM XCAT 2019 (provenienti da Australia, Emirati Arabi, Italia, Kuwait, Spagna, Svezia e Russia); una tappa nettamente dominata dai campioni del mondo in carica: lo statunitense Shaun Torrente e l’emiratino Faleh Al Mansoori, portacolori del team arabo Abu Dhabi 4.

Torrente e Al Mansoori hanno chiuso la gara piemontese sul gradino più alto del podio, davanti ad un altro team degli Emirati (quello Arif Al Zaffain e Nadir bin Hendi su Dubai Police)secondo classificato.

Terzo posto a pari punti per i due equipaggi australiani, Maritimo (con Tom Barry Cotter e Ross Willaton) e The Blue Roo (Pål Virik Nilsen e Jan Trygve Braten).

Tra gli equipaggi azzurri in gara, il miglior risultato è stato il 6°posto del veneto Giovanni Carpitella, che ha gareggiato in coppia con l’australiano Darren Nicholson, su “222 Offshore.

Risultati completi e ulteriori informazioni, su www.x-cat.racing e su www.uim.sport.

Si allega comunicato stampa a cura di X-Cat Racing Media Office (Emanuele Ferraris di Celle)

Prossime tappe del Mondiale X-CAT, (sulle 6 previste a calendario), in Cina a partire dal 13-15 settembre.

AQUABIKE: SEI PODI PER IL THOMS NICOLL FLY MOTOR SHOW A MILANO

Nella F1 Veteran vince Pontecorvo davanti a Ingarra, nella F2 Costagliola e Babo alle spalle del vincitore, successi anche nel Freestyle

Milano-Risultati prestigiosi per il team Thoms Nicoll Fly Motor Show nella tappa del Campionato Italiano di aquabike disputata nel week-end all’Idroscalo di Milano. Nella categoria F1 Veteran dominio per il team napoletano con Sabato Pontecorvo che ha vinto precedendo il compagno di squadra Richard Ingarra, mentre nella F2 Gaetano Costagliola e Salvatore Babo sono saliti rispettivamente sul secondo e terzo gradino del podio alle spalle di Fabrizio Pepe. In gara, per la prima volta, c’era anche Salvatore Ancora. Anche nel Freestyle sono arrivate soddisfazioni, con il piazzamento di  Massimiliano Pomponi ed Anthony Pontecorvo alle spalle del campione del Mondo Roberto Mariani.

“Siamo soddisfatti di come sia andata questa tappa, anche se sappiamo di poter crescere ulteriormente e conquistare risultati sempre di maggior prestigio – spiega Salvatore Babo -. Il nostro è un team nuovo e ambizioso che punta a diventare un punto di riferimento per gli appassionati di questo sport e già ora sul territorio flegreo siamo molto attivi e riusciamo a coinvolgere tanti ragazzi con le nostre iniziative. Saremo anche presenti con tutto il team, infatti, anche il 18 agosto al Boat Party in programma all’isolotto di San Martino a Monte di Procida”.

MONDIALE X-CAT, BUON ESORDIO PER IL TEAM HI-PERFORMANCE ITALIA

Giuseppe e Rosario Schiano al sesto posto nella prima gara a Stresa con sorpasso su Abu Dhabi 5

 

Napoli-Parte bene il Campionato del Mondo della classe X-Cat per il team Hi-Performance Italia. La barca con a bordo i fratelli Giuseppe e Rosario Schiano ha ottenuto un buon sesto posto nella prima gara disputata sabato a Stresa, dopo il settimo posto nella pole della mattina e uno spettacolare sorpasso ai campioni di Abu Dhabi 5 compiuto all’ultimo giro. Un risultato che, purtroppo, non è stato possibile bissare domenica perché un problema tecnico al timone ha costretto lo scafo, battente bandiera del Circolo Canottieri Napoli, al ritiro durante il quarto giro. Una difficoltà tecnica che, però, non frena le ambizioni del team, che ha visto a terra il coordinamento del campione del Mondo Antonio Schiano con l’esperta Emanuela Procaccini al ponte radio e il supporto tecnico di Vincenzo Alessio e Vincenzo Guidone.

“La prima gara ha confermato gli enormi progressi compiuti con la messa a punto della barca – spiega Antonio Schiano -. I nostri tempi erano di pochi decimi soltanto inferiori a quelli degli scafi che ci hanno preceduto, siamo riusciti a essere competitivi con il gruppo di testa compiendo anche un sorpasso all’ultimo giro sui campioni di Abu Dhabi 5. Il tutto in un circuito sul lago, una condizione completamente diversa da quella in mare alla quale siamo abituati e che ci è molto più congeniale. Purtroppo domenica abbiamo avuto un problema tecnico che ci ha impedito di portare a termine la gara ma possiamo dirci soddisfatti di questa prima tappa e lavoreremo per crescere ancora in vista delle gare in programma a settembre in Cina”.

Il team Hi-Performance Italia, supportato anche dalle aziende locali Supermercati Piccolo, McDonald Salerno e Sunrise, è attualmente all’ottavo posto in classifica generale alla pari con gli spagnoli di Consulbrokers ed è il primo scafo in classifica con due piloti italiani a bordo. Tornerà a correre dal 13 settembre a Taizhou, in Cina, nella seconda tappa del Mondiale X-Cat.

Motonautica: Diego e Max Testa dominano in Calabria

A Cariati, in provincia di Cosenza, appuntamento lo scorso fine settimana con i potenti bolidi di motonautica per la tappa del Campionato Italiano 2019. Nell’Endurance, subito protagonisti Diego e Massimiliano Testa, padre e figlio, che a bordo dell’imbarcazione Sorbino Team (Circolo Canottieri Napoli) hanno dominato la gara della domenica dopo aver ben figurato anche in prova. I 15 equipaggi partecipanti hanno infatti avuto a disposizione un’ora e mezza per le prove libere sabato; mentre domenica pomeriggio, a partire dalle ore 17, hanno affrontato le gare delle rispettive categorie.

Per i Testa un ottimo esordio in vista di una stagione che li vedrà impegnati nelle prossime tappe del Campionato Italiano (si riparte, dopo lo stop estivo, il 22 settembre a Como) e al Campionato Europeo in programma in Sicilia ad ottobre.

“Siamo soddisfatti, avevamo bisogno di verificare le condizioni generali dell’imbarcazione dopo il lunghissimo stop per i danni causati da un incidente che ci vide coinvolti in prima persona la scorsa stagione”, spiega Diego. “Adesso facciamo un passo per volta, vogliamo essere prontissimi soprattutto sui campi di gara internazionali”. Ricordiamo che Diego, pilota napoletano classe 1959, in carriera ha conquistato 7 titoli italiani, un Europeo e numerosi podi mondiali; Max, 19 anni, ha vinto in tutte le categorie giovanili prima di iniziare l’avventura tra i grandi insieme al padre.

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab