Motonautica, Chiulli e Ricci Bitti al Museo Olimpico di Losanna per gli UIM Awards 2020: «Tanti giovani e donne per uno sport di grande vitalità»

Si è tenuta a Losanna – presso l’Auditorium del Museo Olimpico – la cerimonia dell’edizione 2020 degli UIM Awards, che ha visto la partecipazione di Campioni del Mondo UIM provenienti da più di 15 paesi diversi.

A fare gli onori di casa è stato il Presidente UIM (Federazione Internazionale di Motonautica), Raffaele Chiulli: «Per la prima volta ospitiamo questo evento lontani da Monaco, che resta comunque la casa della motonautica. Quest’anno, però, ci sembrava giusto celebrare i grandissimi successi dei campioni UIM nella storica cornice del Museo Olimpico di Losanna. Gli UIM Awards – ha proseguito il Presidente UIM – sono sempre un’occasione speciale per riunire la grande famiglia internazionale della motonautica. Quest’anno abbiamo deciso di farlo in un luogo che rappresenta gli ideali olimpici: gli stessi dell’ UIM.

Lo sport è una scuola di vita, che permette di valorizzare le qualità del corpo e della mente. Il rispetto, l’educazione, l’amicizia, l’onore sono alcuni dei principi fondamentali del movimento olimpico e sono anche gli stessi ideali che – ha concluso Chiulli – vedo qui stasera nella celebrazione dei valori sia umani che sportivi».

Gradito ospite, tra gli altri, Francesco Ricci Bitti (Presidente ASOIF) che si è complimentato con la UIM: «La cosa che mi ha colpito di più durante questa manifestazione, è il gran numero di giovani premiati nelle varie discipline, oltre alle tante donne che partecipano agli sport motoristici. Questo è un segno di grande vitalità per la motonautica a livello mondiale». Parlando poi delle Olimpiadi in programma a Tokyo nel mese di agosto, Ricci Bitti ha dichiarato: «Rimango positivo sulla possibilità di svolgimento, nonostante l’allarme per il Covid-19. Certo è che molte nazioni sono state penalizzate in fase di qualificazione per tutto quello che sta succedendo. Posso assicurare che faremo il possibile, utilizzando tutta la nostra esperienza, affinché tutto si risolva per il meglio».

Motonautica: UIM Awards 2020, appuntamento oggi al Museo Olimpico di Losanna

L’edizione 2020 degli UIM Awards si terrà oggi presso il Museo Olimpico di Losanna. Per la prima volta, quindi, la cerimonia che premia i migliori 50 Campioni UIM non si svolgerà a Montecarlo.

Raffaele Chiulli (Presidente UIM) ha elogiato la location che ospiterà l’evento: «Siamo onorati e felici di riunire la comunità internazionale UIM nella capitale olimpica e di celebrare il successo dei concorrenti di tutto il mondo nel Museo Olimpico. Qui, attraverso mostre tematiche e cimeli unici, i visitatori si immergono nel cuore del movimento olimpico, che rende omaggio ai meriti degli eroi dello sport che hanno segnato la nostra storia».

All’evento, che prenderà il via alle ore 18:00 presso l’Auditorium del Museo, sono attesi  Campioni del Mondo UIM provenienti da più di 15 paesi diversi. Questi rappresenteranno il meglio del 2019 nelle cinque differenti discipline targate UIM: Offshore, Circuit, Pleasure Navigation, Aquabike e Motosurf.

Con cinque piloti campioni del mondo, il team Abu Dhabi sarà la delegazione più corposa presente a Losanna. «Siamo molto orgogliosi di aver vinto entrambi i titoli piloti e team nel Campionato mondiale UIM F1H2O per il secondo anno consecutivo» ha dichiarato il direttore generale di Abu Dhabi, Salem Al Remeithi.

DPCM 1° marzo 2020, recante “Ulteriori disposizioni attuative del decreto – legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”

Si comunica che la Presidenza del Consiglio – Ufficio per lo Sport, ha appena fornito un chiarimento in merito alla portata applicativa dell’art. 2 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, adottato in data 1° marzo 2020, recante ulteriori disposizioni attuative del decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Ciò premesso, con riferimento alle previsioni in materia di sport, di cui all’art. 2 del suddetto DPCM, si precisa quanto segue.

L’art. 2, comma 1, lettera a), ha disposto la sospensione sino all’8 marzo 2020, nelle Regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto e nelle province di Pesaro e Urbino e di Savona, degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, facendo tuttavia salvo, nei comuni diversi da quelli indicati all’allegato 1 dello stesso decreto, lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni e delle sedute di allenamento degli atleti tesserati agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse.

Si raccomanda di adottare misure organizzative tali da garantire agli atleti la possibilità di rispettare, negli spogliatoi, la distanza tra loro di almeno un metro.

La sospensione prevista dal successivo art. 2, comma 3, dell’attività di palestre, centri sportivi, piscine e centri natatori, riguarda soltanto lo sport di base e l’attività motoria in genere, svolta all’interno delle predette strutture ed è limitata alla Regione Lombardia e alla Provincia di Piacenza.

Sport e promozione del territorio, l’Adriatic Cup, dopo la Bit Milano alla BTM di Lecce

Positivo il bilancio per il Circolo Nautico Porta d’Oriente, organizzatore dell’evento

L’Adriatic Cup, campionato mondiale di motonautica organizzato dal Circolo Nautico Porta d’Oriente di  Brindisi, in collaborazione con le Federazioni Italiana e Mondiale di Motonautica oltre ai partner istituzionali locali, dopo la Bit di Milano ha partecipato alla BTM di Lecce, la  Business Tourism Management, fiera turistica che lo scorso fine settimana ha messo in vetrina le bellezze pugliesi, in termini di territori ed eventi. Un’occasione importante per una proposta il cui interesse che va ben oltre l’aspetto puramente sportivo dal momento che la gara mondiale ogni anno richiama a Brindisi, sul lungomare Regina Margherita che si affaccia sul porto interno, spettatori da tutta la Puglia oltre ai team provenienti da diverse parti del mondo.

Per Giuseppe Danese, Circolo Nautico Porta d’Oriente, il bilancio è assolutamente positivo.

“La partecipazione alla BTM fa parte del nostro percorso di promozione dell’evento”- ha dichiarato Danese ricordando la recente partecipazione alla Bit di Milano- “Quello di Lecce è stato un evento di qualità, ben organizzato al quale hanno partecipato tantissimi tour operator, un momento importante per l’industria turistica regionale. Abbiamo partecipato come promotori del nostro evento sportivo, l’Adriatic Cup, ma anche del nostro territorio e del nostro porto.

Abbiamo fatto conoscere quello che Brindisi è in grado di offrire con il suo mare. Il pubblico, i visitatori hanno dimostrato interesse e curiosità nei confronti della nostra proposta, in tanti ci hanno chiesto informazioni in termini di date di svolgimento dell’evento e delle discipline sportive proposte. Non sono mancate le richieste di informazioni generiche sulla città di Brindisi, informazioni che abbiamo cercato di dare nel miglior modo possibile nella speranza di aver solleticato l’interesse di qualcuno che, magari fra qualche mese, deciderà di visitare la città approfittando di questa e di altre competizioni sportive”

Per il Comune di Brindisi ha partecipato l’assessore allo sport, turismo e promozione territoriale, Oreste Pinto, che ha dichiarato “Brindisi ha messo in mostra le sue bellezze, sportive e territoriali. Crediamo che la partecipazioni ad eventi come questi non sia mai abbastanza, per questo cerchiamo di assicurare la nostra presenza finalizzata alla promozione del territorio anche attraverso lo sport, straordinario volano di sviluppo. Ringrazio personalmente Giuseppe Danese, sempre in prima linea quando si tratta di promuovere Brindisi, compito che svolge sempre con straordinaria passione e dedizione.”

MONDIALE AQUABIKE 2020 DAL KUWAIT: Roberto Mariani e Andrea Guidi tra i migliori azzurri nella 1^ tappa del Mondiale

A Kuwait City (Kuwait), si è concluso sabato 15 febbraio scorso il “l’UIM-ABP Aquabike Class Pro Circuit World Championship – Grand Prix of Kuwait“, 1^ tappa stagionale delle categorie: Ski Division GP1 e Ski GP 1 Ladies, Runabout GP1 e Freestyle.

I migliori piloti azzurri in gara sono stati Roberto Mariani e Andrea Guidi.

Mariani, romano del Jet Revolution, ha chiuso la gara con un 2° posto nel Freestyle, alle spalle dell’emiratino Rashid Al Mulla (1° classificato); terzo posto sul podio per il ceco Jaroslav Tirner.

Buona prestazione anche quella offerta da Andrea Guidi, il giovane campione torinese del Jet Revolution, nella categoria Ski Division GP1(categoria vinta dal norvegese Stian Schjetlein).

Prossima tappa del Mondiale UIM-ABP Aquabike a Jeddah in Arabia Saudita dal 16 al 20 marzo.

Maggiori informazioni, www.aquabike.net e www.uim.sport.

Mondiale Aquabike 2020: in Kuwait, 4 i piloti azzurri impegnati nella 1^ tappa stagionale

È in corso a Kuwait City (Kuwait), per concludersi sabato 15 febbraio, “l’UIM-ABP Aquabike Class Pro Circuit World Championship – Grand Prix of Kuwait”, valido quale 1^ tappa del Mondiale Moto d’Acqua 2020.

Un evento che unisce agonismo a spettacolo, con uno straordinario parterre di campioni provenienti da diverse nazioni.

Quattro i piloti italiani in gara: Mattia Fracasso e Lorenzo Benaglia affrontano la gara della classe Runabout (moto a guida seduta); la classe Ski Division (moto a guida in piedi) vede in azione Andrea Guidi, mentre Roberto Mariani sarà invece tra i protagonisti del Freestyle.

Il programma di gara prevede per oggi: prove libere, qualifiche e Pole Position.

Oggi e domani prove libere e poi le gare. Cerimonia di Premiazione dei vincitori alle ore 17.00.

Programma, Calendario gare e ulteriori informazioni, su: http://www.aquabike.net e www.uim.sport.

AQUABIKE, FLY MOTOR SHOW A CACCIA DI NUOVI SUCCESSI

Il team partenopeo, affiancato dal partner tecnico Sea-Doo, lancia la stagione 2020:

in gara nel campionato italiano e in una tappa del Mondiale, ma anche in prima linea

nell’organizzazione di eventi, a partire dal primo, in programma il 29 marzo, a Monte di Procida

Napoli-Non poteva esserci location più idonea del Nauticsud – all’interno dello stand del partner tecnico Sea-Doo – per lanciare la stagione 2020 del team di aquabike Fly Motor Show. Una squadra di piloti partenopei che si è già distinta nel corso del 2019 portando a casa un titolo italiano con Richard Ingarra nella categoria F1 Veteran e che vedrà in gara tanti altri atleti. A partire da Dino Pontecorvo, che è anche il presidente di Fly Motor Show, vice campione italiano della categoria F2 e campione regionale; Salvatore Babo, vicepresidente del team e bronzo agli Italiani 2019; Davide Pontecorvo, vicecampione italiano giovanile nella categoria Spark; Antonio Pontecorvo, terzo al campionato italiano nella categoria freestyle, una delle più seguite e amate dal pubblico per la spettacolarità delle evoluzioni in mare; Gaetano Costagliola, bronzo ai campionati italiani nella categoria F2; Pasquale Amaro, campione regionale della categoria Spark, e Antonio Amaro. Con loro, saranno in mare anche gli esordienti Ciro Acampa, Salvatore Ancora, Luigi De Rosa e Giuseppe Perrotta.

I piloti del team Fly Motor Show saranno impegnati nel corso della stagione in tutte le prove del campionato italiano, con l’organizzazione di una delle tappe a Napoli, in una data ancora da definire. Parteciperanno anche alla tappa italiana del circuito Mondiale, come già avvenuto nel 2019, e saranno tra i promotori del campionato del Sud che vedrà in gara piloti di Lazio, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia. La stagione partirà, il 29 marzo, con un evento interregionale, sempre organizzato dal team, nelle acque di Monte di Procida. Un modo per dare il benvenuto alla primavera e lanciare la stagione della nautica sulla costa campana. Alla manifestazione sarà abbinato, come da tradizione di Fly Motor Show in queste occasioni, un evento di beneficenza con moto d’acqua, quad e hydrofly al quale saranno invitati ragazzi diversamente abili.

“In questa stagione punteremo a migliorare i risultati ottenuti nel corso del 2019 – spiega Dino Pontecorvo –. Il nostro obiettivo è di abbinare i successi sportivi alla promozione dell’aquabike. Ritengo che il nostro sport sia un volano anche per l’economia e il turismo delle nostre aree, che permetta di abbinare divertimento e passione per il mare. Ci auguriamo che siano sempre di più i giovani che si avvicineranno a questa disciplina, anche per poter insegnare loro il rispetto per il mare e l’importanza di questa risorsa per il nostro territorio”.

“Le moto d’acqua sono in forte crescita e permettono di avvicinare alla motonautica tanti giovani – aggiunge il presidente della Federazione Italiana Motonautica della Campania, Antonio Schiano di Cola –. Il rispetto per il mare deve partire dall’educazione dei giovani nei confronti di questa risorsa così preziosa, che rappresenta per la Campania, ma in generale per tutta l’Italia, un bene da tutelare. Lo sport può servire anche a trasmettere questi valori, affiancando il piano educativo a quello strettamente agonistico e come FIM lo facciamo anche grazie al centro federale Coni della marina di Acquamorta, a Monte di Procida. Un’idea che il team Fly Motor Show ha sposato fin dal primo momento e che mi auguro possa portare avanti a lungo”.

Alla presentazione del team sono intervenuti anche  il dirigente di Nautica Sea-Doo, Emiddio Romano, il presidente di AFINA, Gennaro Amato, il presidente del CONI Campania, Sergio Roncelli, e il sindaco di Monte di Procida, Giuseppe Pugliese.

AQUABIKE, IL TEAM FLY MOTOR SHOW DOMANI AL NAUTICSUD

I piloti presenteranno la stagione 2020 allo stand Sea-Doo (padiglione 1) alle ore 16

Napoli-Partirà dal Nauticsud la stagione 2020 del team Fly Motor Show di Aquabike. Sarà lo stand Sea-Doo, partner tecnico del team, a ospitare la presentazione in programma domani, giovedì 13 febbraio, alle ore 16, al padiglione 1 della Mostra d’Oltremare.

Interverranno all’incontro i piloti del team con il presidente Dino Pontecorvo e il vicepresidente Salvatore Babo, il dirigente di Nautica Sea-Doo, Emiddio Romano, il presidente di AFINA, Gennaro Amato, il presidente del CONI Campania, Sergio Roncelli, il presidente della Federazione Italiana Motonautica della Campania, Antonio Schiano di Cola, e il sindaco di Monte di Procida, Giuseppe Pugliese.

Nota per i colleghi giornalisti: per accedere alla fiera e raggiungere lo stand è necessario mostrare il tesserino dell’ODG al botteghino riservato agli accrediti stampa e ritirare il relativo pass.

AQUABIKE, IL TEAM FLY MOTOR SHOW GIOVEDì 13 FEBBRAIO AL NAUTICSUD

I piloti presenteranno la stagione 2020 allo stand Sea-Doo (padiglione 1) alle ore 16

Napoli-Partirà dal Nauticsud la stagione 2020 del team Fly Motor Show di Aquabike. Sarà lo stand Sea-Doo, partner tecnico del team, a ospitare la presentazione in programma giovedì 13 febbraio, alle ore 16, al padiglione 1 della Mostra d’Oltremare.

Interverranno all’incontro i piloti del team con il presidente Dino Pontecorvo e il vicepresidente Salvatore Babo, il dirigente di Nautica Sea-Doo, Emiddio Romano, il presidente di AFINA, Gennaro Amato, il presidente del CONI Campania, Sergio Roncelli, il presidente della Federazione Italiana Motonautica della Campania, Antonio Schiano di Cola, e il sindaco di Monte di Procida, Giuseppe Pugliese.

Il Rainbow Team è pronto per un 2020 di successo

Tra scommesse giovanili, Formula 4 e nuova edizione del Waterfestival, la squadra torna ancora più forte

Il Rainbow Team si prepara per il nuovo anno con tante novità e nuove sfide. La squadra di Fabrizio Bocca, che conta sui talenti giovanili di Oleg Bocca e Ettore Bo, sta lavorando al reclutamento di nuove leve. Dopo il successo ottenuto a settembre a Crotone con la finale nazionale del Trofeo CONI che ha visto la partecipazione dei quattro ragazzi del settore giovanile Giulio Rimondotto (di Balzola), Giovanni Merlo (di Casale Monferrato) e Federico Temporin (di Casale Monferrato) per la regione Piemonte e Vincenzo Galofaro (di Morano Po) per la Lombardia, ora il team sta già pensando al Trofeo 2020.

«La soddisfazione per il settore giovanile è tanta – spiega Fabrizio Bocca – e intensificheremo il lavoro in quest’ottica». I ragazzi saranno valutati in vista di un possibile inserimento nella Formula Junior.
Tra i progetti, infatti, c’è la costituzione di una base operativa della  scuola  motonautica  Rainbow  Team  a  Casale Monferrato per cui è già stata aperta una trattativa con il sindaco Federico Riboldi. «Ce la faremo? Io spero di sì», dice ottimista il team principal.

Bilancio più che positivo per l’anno appena trascorso: nel 2019, infatti, Oleg Bocca ha concluso il campionato italiano di Formula Junior, nella finale disputata al Waterfestival di Viverone il 7 e l’8 settembre, con un ottimo terzo posto, in una categoria giovanile estremamente combattuta e un vicinissimo e quasi raggiunto primo posto. Da ricordare anche i successi ottenuti in Formula 2 con la vittoria del Campionato Italiano a San Nazzaro e la partecipazione ai Campionati Mondiale e Tedesco.

Ottime prospettive anche per la Formula 4, il nuovo obiettivo della squadra che sta lavorando per portare a sé nuove reclute da far correre in questa categoria. «Stiamo valutando varie opportunità», precisa Bocca, per la partecipazione ad alcune prove del Campionato tedesco e di quello francese e alle prove internazionali che si svolgeranno a Brindisi (Campionato Mondiale) e a Viverone (Campionato Europeo).
E a proposito di Viverone, è confermata l’organizzazione anche della nuova edizione.

Il Waterfestival continuerà all’insegna del Rainbow Team, dopo il successo ottenuto lo scorso anno e il plauso da parte di Comune di Viverone, Regione Piemonte, Federazione Italiana Motonautica (FIM),  Union Internationale Motonautique (UIM) e commissario Pelle Larsson. La F.I.M.  ha, quindi, riaffidato l’incarico di organizzatore al Rainbow Team per l’edizione 2020 in cui si disputeranno il Campionato Europeo Formula 4 in prova unica, il Campionato Mondiale Formula 350 e il Campionato Italiano Formula Junior. Le date sono già fissate: 1 e 2 agosto 2020.

E la Formula 2? Trattative in corso…

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab