Home » Ambiente, Italia, Nautica, News, Porti » Regione Friuli Venezia Giulia: Scoccimarro, bene iniziative Gruppo Hera anti-plastica

Regione Friuli Venezia Giulia: Scoccimarro, bene iniziative Gruppo Hera anti-plastica

Trieste- “Procediamo avanti insieme con iniziative come Splastichiamo il Mare e con tutte le operazioni plastic free che vedono la Regione in prima fila per dare a enti, società e associazioni gli strumenti necessari ad attivarsi in azioni di prevenzione e di pulizia”.

E’ il pensiero dell’assessore alla Difesa dell’ambiente del Friuli Venezia Giulia, Fabio Scoccimarro, intervenuto a Trieste nello stand Barcolana del gruppo Hera che, con la partecipata EstEnergy, ha promosso (al motto di splastichiamo) una donazione per la liberazione dalla plastica dell’area marina protetta di Miramare. In una sfida a due nel gazebo Hera si può pedalare per trenta secondi il più veloce possibile; l’energia prodotta si tramuta, attraverso un contatore, in denaro che verrà versato al termine della Barcolana alla Riserva di Miramare per la pulizia anti-plastica. L’obiettivo è di raggiungere con il totale delle pedalate i 10mila euro.

“Con il progetto pilota aMare Fvg, in cui rientra anche quest’iniziativa di Hera/EstEnergy – ha ricordato Scoccimarro – coinvolgiamo tutti i soggetti istituzionali e privati in uno sforzo comune per togliere le plastiche dal Golfo di Trieste. Nell’ambito del protocollo di aMare puntiamo ad attivare gli stessi pescatori, nei periodi di fermo, nella rimozione dei rifiuti”.

Le plastiche entrano nella catena alimentare degli organismi marini e arrivano fino a noi: lo ha evidenziato Maurizio Spoto, direttore dell’Area marina protetta di Miramare. “Ecco perché – ha osservato – è importante sensibilizzare i cittadini sulla necessità urgente di ridurne a monte la produzione e l’utilizzo”.

All’incontro stampa, nel quale ha fatto gli onori di casa il direttore generale di EstEnergy Albino Belli, è intervenuta anche Arpa Fvg, che collabora all’iniziativa insieme alla Regione. L’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, lo ha annotato il direttore Stellio Vatta, è per la prima volta presente alla Barcolana con un proprio stand. ARC/PPH/fc

Foto: Montenero

Leggi anche:

  1. La Regione Friuli Venezia Giulia si avvale di Barcolana per informazione e orientamento
  2. Regione Friuli Venezia-Giulia: Scoccimarro, siglato protocollo per gestire rifiuti in mare
  3. Friuli Venezia Giulia: Pizzimenti, per Barcolana collegamenti fitti e coordinati
  4. Friuli Venezia Giulia-Cantieristica: Callari, importante collaborazione Regione-Fincantieri
  5. Sport: Barcolana rappresenta il Friuli Venezia-Giulia in Italia e nel mondo

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=68357

Scritto da Redazione su ott 10 2019. Archiviato come Ambiente, Italia, Nautica, News, Porti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab