peyrani

SILVERSEA CRUISES SCEGLIE ANCORA FINCANTIERI: NUOVA NAVE IN ARRIVO

TRIESTE – Silversea Cruises e Fincantieri hanno firmato un contratto, del valore di circa 310 milioni di euro, per la realizzazione di una nuova nave da crociera ultra-lusso che entrerà a far parte della flotta dell’armatore nel 2020.

La nuova unità, che dovrebbe chiamarsi “Silver Moon”, sarà gemella di “Silver Muse”, consegnata lo scorso aprile nel cantiere di Genova Sestri Ponente, e come lei avrà una lunghezza di 212 metri, 40.700 tonnellate di stazza lorda e la capacità di ospitare a bordo 596 passeggeri, conservando l’intimità della piccola unità e le spaziose cabine – tutte suite – che sono la cifra distintiva di Silversea.
Questa sarà la decima unità di Silversea e una volta operativa alzerà significativamente gli standard nel settore ultra-lusso con numerose migliorie dell’esperienza a bordo, per incontrare le esigenze senza compromessi in termini di comfort, servizi e qualità dei viaggiatori più competenti al mondo.

Tra le notazioni volontarie della nave, come per la gemella, spiccherà la “Green Star 3 Design”, assegnata alle unità provviste, sin dal loro progetto, di dotazioni che prevengono l’inquinamento dell’aria e del mare. Inoltre, di particolare rilievo saranno le notazioni “COMF-NOISE A PAX” e “COMF-NOISE B CREW”, assegnate sulla base dei livelli di rumore misurati nei vari locali della nave. I risultati raggiunti su “Silver Muse” hanno confermato l’elevatissimo comfort offerto agli ospiti a bordo.

Manfredi Lefebvre d’Ovidio, Chairman di Silversea, ha commentato: “Dopo il grande apprezzamento che Silver Muse ha riscosso presso i nostri ospiti, siamo impazienti di proseguire sulla scia del successo della nostra ammiraglia con una gemella, che ci porterà più vicini al sogno di mio padre di una flotta di 12 navi. Siamo orgogliosi di poter offrire un’incredibile esperienza di lusso, e siamo lieti di essere partner di un costruttore esperto nel settore come Fincantieri, mentre continuiamo a crescere e a far evolvere la nostra flotta”.

Giuseppe Bono, Amministratore delegato di Fincantieri, ha dichiarato: “Con Silversea vantiamo un rapporto di fiducia nato ormai molti anni fa, e che oggi si rinnova grazie a questo importante ordine. Siamo molto lieti, infatti, di costruire la nuova ammiraglia di questa flotta, per di più con un progetto di successo come “Silver Muse”, di cui siamo particolarmente orgogliosi”. Bono ha concluso: “Il settore ultra-lusso si conferma tra quelli ancora in grado di produrre ordinativi anche dopo il picco degli scorsi anni, e Fincantieri ha dimostrato ancora di essere il gruppo cantieristico di assoluto riferimento in questa nicchia tanto prestigiosa”.

Fincantieri ha costruito dal 1990 ad oggi 78 navi da crociera (di cui 55 dal 2002), mentre altre 31 unità, compresi accordi, sono in costruzione o di prossima realizzazione negli stabilimenti del gruppo.

AL VIA I LAVORI A MONFALCONE PER LA NUOVA PRINCESS

TRIESTE – Ha avuto luogo oggi, presso lo stabilimento Fincantieri di Monfalcone, il taglio della prima lamiera della nuova nave per la società armatrice Princess Cruises, brand del Gruppo Carnival. L’unità sarà la quarta della classe per Princess Cruises dopo “Royal”, “Regal” e “Majestic”, consegnate rispettivamente nel 2013, 2014 e 2017 dallo stesso cantiere.

Lo scorso novembre, presso lo stabilimento di Castellammare di Stabia, sono iniziati i lavori per la realizzazione di un troncone di prua, che verrà poi trasportato via mare per essere assemblato al resto dell’unità in costruzione a Monfalcone, dove è prevista la consegna della nave per la fine del 2019.

La nuova unità avrà una stazza lorda di 145.000 tonnellate e potrà ospitare a bordo 4.250 passeggeri. Rappresenterà un nuovo punto di riferimento tecnologico a livello europeo e mondiale per il lay-out innovativo, le elevatissime performance e l’alta qualità di soluzioni tecniche d’avanguardia e sarà la migliore prova che innovazione e cura del rapporto con  il cliente sono leve imprescindibili per affermare la propria leadership sul mercato e consolidare ulteriormente la storica partnership di Fincantieri con il Gruppo Carnival, primo operatore al mondo del settore crocieristico.

Fincantieri ha costruito dal 1990 ad oggi 78 navi da crociera (di cui 55 dal 2002), 63 delle quali per i diversi brand di Carnival, mentre altre 31 unità, compresi accordi, sono in costruzione o di prossima realizzazione negli stabilimenti del gruppo, di cui 8 per società armatrici del gruppo statunitense.

A SESTRI VARATA “SEABOURN OVATION”

TRIESTE – Si è svolta oggi presso lo stabilimento di Genova Sestri Ponente la cerimonia di varo di “Seabourn Ovation”, la seconda nave da crociera extra-lusso, dopo “Seabourn Encore”, che Fincantieri sta realizzando per la società armatrice Seabourn Cruise Line, brand di Carnival Corporation.
Per la società armatrice, tra gli altri, era presente il Presidente Richard Meadows, mentre per Fincantieri ha presenziato Paolo Capobianco, Direttore dello stabilimento.

“Seabourn Ovation”, che entrerà a far parte della flotta di Seabourn nella primavera del 2018, sarà caratterizzata da un design moderno e innovativo e messa a punto secondo le caratteristiche e le soluzioni tecniche d’avanguardia che fanno di Seabourn uno fra i brand di maggior prestigio nel segmento extra-lusso e con essa continuerà l’ammodernamento della flotta cominciato nel 2009. L’unità gemella, “Seabourn Encore”, è stata consegnata a fine 2016 nel cantiere di Marghera.

L’unità avrà 40.350 tonnellate di stazza lorda, sarà lunga circa 210 metri, larga 28 e potrà raggiungere i 18,6 nodi di velocità di crociera. Potrà inoltre ospitare a bordo appena 600 passeggeri, in spaziose suite doppie tutte dotate di balcone privato. Il progetto di “Seabourn Ovation”, come quello della sua unità gemella, è particolarmente innovativo in quanto orientato all’ottimizzazione dell’efficienza energetica e al minimo impatto ambientale, e nella costruzione verranno adottate tecnologie avanzate con standard che superano le richieste delle normative di riferimento.

Fincantieri ha costruito dal 1990 ad oggi 78 navi da crociera (di cui 55 dal 2002), 63 delle quali per i diversi brand di Carnival, mentre altre 31 unità, compresi accordi, sono in costruzione o di prossima realizzazione negli stabilimenti del gruppo, di cui 8 per società armatrici del gruppo statunitense.

MSC CROCIERE E FINCANTIERI CELEBRANO IL “FLOAT OUT” DI MSC SEAVIEW

MONFALCONE – MSC Crociere, la più grande compagnia crocieristica a capitale privato e leader di mercato in Europa, Sud America e Sud Africa, e FINCANTIERI, uno dei maggiori gruppi al mondo nella cantieristica che continua la grande tradizione italiana in questo settore, hanno celebrato oggi il float out (messa in acqua) di MSC Seaview. La cerimonia si è tenuta nel cantiere di Monfalcone, dove la nave è in costruzione.

MSC Seaview è la seconda nave di generazione Seaside, basata su un propotipo caratterizzato da un design fortemente innovativo e progettato per portare i viaggiatori ancora più vicini al mare, generando un’esperienza di crociera indimenticabile incentrata sempre più sugli elementi del sole e del mare. La nave entrerà in servizio a giugno del 2018, quindi dopo solo sei mesi rispetto alla gemella MSC Seaside che entrerà in servizio a dicembre 2017 con un Grand Voyage da Trieste fino a Miami.

MSC Seaview salperà invece la prossima estate per la sua stagione inaugurale nel Mediterraneo, offrendo ai turisti l’opportunità di godersi in un modo completamente nuovo le meraviglie del Mare Nostrum su una nave da crociera. In una settimana gli ospiti scopriranno sette diverse destinazioni del Mediterraneo occidentale – Genova, Napoli, Messina, Valletta, Barcellona e Marsiglia (guarda l’itinerario). Dopo questa stagione inaugurale, la nave ‘seguirà il sole’ e andrà in Brasile e nell’emisfero australe per tutto l’inverno 2018/2019, con un itinerario che include Santos, Ilha Grande, Buzios, Porto Belo e Camboriu.

Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC Cruises ha commentato: “Il float out di MSC Seaview è un’ulteriore pietra miliare nell’espansione della nostra flotta. La nave fa parte di un piano industriale decennale che avrà già visto la consegna di sei nuove navi entro il 2020.”

“In MSC Crociere stiamo davvero facendo la storia con il design delle nostre navi, ogni nuova classe che entra in servizio è pensata per soddisfare le esigenze dei viaggiatori di ogni età e provenienza e con un diverso desiderio di vacanza. Il design di MSC Seaview è stato ispirato dalla nostra passione per il mare, in particolare ci rivolgiamo agli ospiti che cercano i classici elementi di una vacanza – il sole e il mare – offrendo loro un’esperienza unica nel suo genere, totalmente immersiva e interattiva con il mare anche quando si trovano a bordo di una nave da crociera.”

Vago ha concluso: “Già oggi siamo leader di mercato nel Mediterraneo e in Europa e il posizionamento di MSC Seaview in queste aree chiave ci consentirà di spingerci anche oltre, portando una delle navi da crociera più innovative in un’area nella quale siamo profondamente impegnati e che è centrale nelle nostre strategie globali.” Giuseppe Bono, CEO di Fincantieri, ha affermato: “MSC Seaview rappresenta una sfida che Fincantieri è fiera di portare avanti con successo, come dimostra il traguardo raggiunto oggi. Si tratta, infatti, di una nave spettacolare, secondogenita di una classe di nuova generazione che sta mettendo alla prova tutte le nostre migliori capacità tecniche e gestionali, considerato che il suo varo tecnico avviene a meno di nove mesi di distanza da quello del prototipo che ha avviato la serie, MSC Seaside. Due splendide unità che richiedono una vera impresa e che il nostro Gruppo consegnerà nel rispetto delle altissime aspettative dell’armatore in termini di affidabilità e qualità del prodotto.”

Il float out è una pietra miliare nella costruzione di una nave, è infatti il momento in cui la nave tocca l’acqua per la prima volta all’interno del bacino di carenaggio che viene riempito, consentendo successivamente alla nave di trasferirsi alla banchina di allestimento dove proseguirà la fase finale della costruzione. Gli esterni della nave sono completi e da ora i lavori si concentreranno sull’allestimento degli interni, degli infissi e degli arredi.

Con i suoi 323 metri di lunghezza e una stazza lorda di 154.000 tonnellate, la nave potrà ospitare fino ad un massimo di 5.179 viaggiatori. MSC Seaview è la seconda nave della generazione Seaside, la gemella MSC Seaside sarà pronta per entrare in servizio a dicembre di quest’anno. MSC Seaview sarà la terza nave di nuova generazione ad entrare in servizio negli ultimi 12 mesi, dopo MSC Meraviglia (giugno 2017) e MSC Seaside.

Salone Nautico di Genova dal 21 al 26 settembre

GENOVA – Inizia il conto alla rovescia per la 57° edizione del Salone Nautico, a Genova dal 21 al 26 settembre. La macchina organizzativa di Ucina Confindustria Nautica sta lavorando a pieno ritmo. Da oggi è disponibile online sul sito www.salonenautico.com l’elenco degli espositori.

Confermata ad oggi la presenza alla cerimonia inaugurale, del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio che, insieme al presidente di Ucina Confindustria Nautica, alle Istituzioni locali e al Comando Generale della Capitaneria di Porto, darà ufficialmente il via alla rassegna. Altro momento di rilievo della giornata inaugurale sarà la presentazione della 38a edizione de ‘la nautica in cifre’. I giornalisti accreditati sono già 485 di cui 173 provenienti da oltreconfine.

Si tratta, ricorda Ucina, dell’evento più visitato del Mediterraneo – lo scorso anno sono stati 130mila i visitatori, 33mila dei quali stranieri – e l’unico in grado di coniugare padiglioni e spazi a terra direttamente affacciati sulle Marine, creando lo spazio ideale per l’esposizione di ogni categoria di prodotto: dai motoryacht dei top brand internazionali, agli accessori e componenti, dalle imbarcazioni a vela al mondo delle motorizzazioni fuoribordo e degli sport acquatici, con ulteriore spazio per l’organizzazione di eventi a terra e in mare.

La struttura del Salone Nautico sta lavorando alla definizione del layout espositivo della manifestazione e, nello stesso tempo, collabora con lo Studio Obr di Paolo Brescia per la finalizzazione del progetto di una piazza sul mare all’ ingresso del Salone Nautico che, interpretando una visione di Renzo Piano, coinvolgerà il pubblico e gli abitanti della città di Genova in un percorso che esprimerà il legame tra gli elementi naturali: sole, mare, vento.

Le novità, il calendario degli appuntamenti e le iniziative messe in campo anche dalle istituzioni a sostegno dell’evento saranno presentati dal presidente di Ucina Confindustria Nautica, Carla Demaria, dal Sindaco di Genova, Marco Bucci e dal Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, il 5 settembre prossimo a Palazzo Tursi. In tale contesto saranno, inoltre, ufficializzati i nomi dei partner della prossima edizione del Salone e dell’auto ufficiale della manifestazione.

25 ANNI FA L’IMPRESA DEL DESTRIERO

TRIESTE – Ricorrono oggi i 25 anni dell’impresa del Destriero, l’unità più veloce al mondo che attraversò l’Atlantico nel 1992 stabilendo un record ancora oggi imbattuto.
Il monoscafo, costruito nel 1991 in meno di un anno nello stabilimento Fincantieri di Muggiano e Riva Trigoso, percorse 3.106 miglia nautiche, dal Faro di Ambrose Light a New York sino al faro di Bishop Rock nelle Isole Scilly in Inghilterra, senza effettuare rifornimento, in 58 ore, alla velocità media di 53 nodi (con punte di 66), riconquistando il Blue Riband (Nastro Azzurro) assegnato nel 1933 al mitico transatlantico “Rex”.

Per onorare la sua impresa, il 5 settembre 1992 il Destriero veniva insignito anche del Virgin Atlantic Trophy da parte del magnate inglese Richard Branson e del Columbus Atlantic Trophy da parte del New York Yacht Club.

Il Destriero è stata, fino a quel momento, la più grande unità in lega leggera mai costruita, uno dei mezzi navali con la più alta concentrazione di efficienza, potenza e tecnologia, un vero e proprio gioiello della navalmeccanica italiana. Con i suoi 67 metri di lunghezza, una larghezza di 13 e i suoi 60 mila cavalli di potenza poteva raggiungere una velocità media superiore ai 60 nodi. Un vero record, un orgoglio italiano, una conquista frutto di un bagaglio di esperienze nella costruzione di navi acquisito da Fincantieri in oltre due secoli di storia, che le consentono tuttora di costruire le navi civili e militari più belle ed efficienti del mondo.

Ferretti: accordo con Yacht Consult B.V.

FORLI’ – Ferretti Group consolida ulteriormente la già importante presenza in Europa continentale grazie a un accordo di collaborazione esclusiva con Yacht Consult B.V. per i mercati di Belgio, Olanda e Lussemburgo.

L’accordo prevede la commercializzazione e la distribuzione in esclusiva per tre anni, fino al mese di agosto 2020, degli yacht a marchio Ferretti Yachts, Riva e Pershing.La scelta di Yacht Consult B.V. rientra nel piano di costante rafforzamento commerciale, comprensivo anche di notevoli investimenti, che Ferretti Group sta attuando a livello globale.

Con questa nuova dealership, infatti, il Gruppo incrementa ulteriormente un network di distributori selezionati che conta oltre 60 dealer fra Europa, Medio Oriente e Africa, continente americano e Asia Pacific, a garanzia di un servizio di assoluta eccellenza in più di 80 Paesi nel mondo.Affidandosi a un partner altamente professionale come Yacht Consult B.V., Ferretti Group potenzia il proprio canale distributivo in una delle aree economicamente più importanti del continente, il Benelux.

La decisione intende premiare l’interesse sempre crescente che una folta schiera di armatori e appassionati nutre per la variegata flotta di open, coupé e flybridge a marchio Ferretti Yachts, Riva e Pershing.“Quella con Yacht Consult B.V è una nuova, importante partnership commerciale per mercati storici per il nostro Gruppo e d’importanza fondamentale nella strategia di ulteriore crescita in Europa centrale e settentrionale”, ha dichiarato Stefano de Vivo, Chief Commercial Officer di Ferretti Group.

“Abbiamo scelto Yacht Consult B.V. per la notevole esperienza, competenza e affidabilità nel settore dei beni di lusso. Siamo certi che questa partnership accrescerà la nostra quota di mercato in Europa continentale, area da sempre affascinata dallo stile, dall’eleganza e dall’esclusività dei nostri marchi, portabandiera della nautica italiana.”La holding belga A-Star Group detiene il 50% di Yacht Consult, di proprietà di Mr. Ben Van Loo, imprenditore attivo nel settore del real estate e del lusso. La società ha il suo quartier generale a Mechelen, in Belgio, e uffici di rappresentanza a Ostenda, sempre in Belgio, e a Loosdrecht, nei Paesi Bassi.

L’accordo tra Ferretti Group e Yacht Consult B.V. sarà presentato ufficialmente il prossimo ottobre a Knokke (Le Zoute) sulla costa belga del Mare del Nord. L’evento si terrà presso la sede di Zoute Events, organizzatrice del celebre Zoute Grand Prix, corsa d’auto d’epoca che si tiene a Knokke nello stesso periodo. All’incontro saranno presenti lo stesso Stefano de Vivo, in rappresentanza di Ferretti Group, e Mr. Manu Deceuninck, Managing Director di Yacht Consult.

CASTELLAMMARE DI STABIA: AL VIA I LAVORI PER L’UNITÀ ANFIBIA MULTIRUOLO (LHD)

TRIESTE – Si è svolta oggi presso lo stabilimento stabiese di Fincantieri la cerimonia per il taglio della prima lamiera, che dà il via ai lavori dell’unità anfibia multiruolo (LHD ovvero Landing Helicopter Dock).

La nuova unità sarà consegnata nel 2022 e rientra nel piano di rinnovamento delle linee operative delle unità navali della Marina Militare deciso dal Governo e dal Parlamento e avviato nel maggio 2015. Oltre alla realizzazione della LHD – di cui oggi si avviano ufficialmente i lavori – il programma pluriennale prevede la costruzione di sette Pattugliatori Polivalenti d’Altura (PPA) con ulteriori tre in opzione e dell’unità di supporto logistico (LSS) “Vulcano”.

La LHD sarà certificata da RINA Services in accordo con le convenzioni internazionali per la prevenzione dell’inquinamento sia per gli aspetti più tradizionali come quelli trattati dalla Convenzione MARPOL, sia per quelli non ancora cogenti, come la Convenzione di Hong Kong dedicata alla demolizione delle navi.
Caratteristiche dell’unità: LHD – Landing Helicopter Dock

L’unità avrà una lunghezza di circa 200 metri, una velocità massima di 25 nodi, e sarà dotata di un sistema di propulsione combinato diesel e turbine a gas (CODOG) e potrà ospitare a bordo oltre 1000 persone di cui più di 700 come personale trasportato militare o civile.

La LHD ha la sua missione principale nel trasporto di personale, veicoli e carichi di varia natura e nel trasferimento a terra degli stessi in aree portuali tramite i sistemi di bordo e in zone non attrezzate tramite imbarcazioni di varia natura (tra cui spiccano le piccole unità da sbarco tipo LCM con capacità di carico fino a 60 tonnellate, quattro delle quali possono essere ricoverate, varate e recuperate tramite un bacino allagabile situato nella poppa della nave).

Il profilo di impiego militare della LHD prevede il trasporto e lo sbarco, in zone attrezzate e non, di truppe, veicoli militari e attrezzature logistiche utilizzando le apparecchiature e i mezzi di trasferimento in dotazione.
Il profilo di impiego civile prevede: supporto sanitario e ospedaliero; trasporto e sbarco anche in zone non attrezzate di personale e mezzi di soccorso ruotati o cingolati; fornitura a terra di acqua potabile tramite dissalatori di bordo o depositi nave; fornitura di corrente elettrica a terra per una potenza di 2000 kw e distribuzione della stessa tramite unità di conversione e distribuzione conteinerizzate; possibilità di ospitare a bordo personale specialistico o di ricoverare personale civile fino a 700 unità più un numero analogo in unità abitative conteinerizzate; base per operazioni di soccorso tramite elicotteri e battelli di dotazione organica
Dotata di ampie aree di imbarco carico all’interno (circa 4500 mq tra bacino-garage e hangar-garage) e di un ponte continuo scoperto idoneo a ricevere veicoli ruotati di vario tipo, containers ed elicotteri, l’unità può assolvere a molteplici missioni sia di tipo militare che civile.

Le varie aree di stivaggio del carico sono accessibili tramite rampe poppiere e laterali, e la movimentazione del carico sarà affidata a rampe interne ed elevatori.
Sarà presente a bordo un ospedale completamente attrezzato, con sale chirurgiche, radiologia e analisi, gabinetto dentistico, e zona degenza per 28 ricoverati gravi (ulteriori ricoveri sono possibili in moduli container opportunamente attrezzati.

AL VIA A MARGHERA I LAVORI PER LA TERZA NAVE DELLA CLASSE “VISTA” PER CARNIVAL CRUISE LINE

TRIESTE – Si è svolta oggi presso lo stabilimento di Marghera la cerimonia per il taglio lamiera della terza nave della classe “Vista” che Fincantieri sta costruendo per Carnival Cruise Line, brand del Gruppo Carnival Corporation la cui consegna è prevista nell’autunno 2019.

La nuova unità sarà gemella di “Carnival Vista”, consegnata a Monfalcone nell’aprile 2016, e di “Carnival Horizon”, attualmente in costruzione nello stesso cantiere di Marghera con consegna prevista per l’inizio del 2018.133.500 tonnellate di stazza lorda e 323 metri di lunghezza, sono queste le dimensioni che caratterizzano la serie “Vista”, che annovera le unità più grandi finora costruite da Fincantieri per la flotta di Carnival Cruise Line. Conterà ben 1.987 cabine, alle quali si sommano le 761 destinate all’equipaggio, potendo così ospitare a bordo oltre 6.500 persone, tra passeggeri ed equipaggio.

Le unità della classe “Vista” rappresentano un nuovo punto di riferimento tecnologico a livello europeo e mondiale per il lay-out innovativo, le elevatissime performance e l’alta qualità di soluzioni tecniche d’avanguardia. Gli allestimenti degli interni sono caratterizzati da un elevatissimo livello di comfort, proponendo una vasta gamma di intrattenimenti, ristoranti oltre che teatri, negozi e centri benessere. Anche questa nave come le precedenti della classe è caratterizzata dalla presenza dell’area Havana, un’area a tema, ristretta ed esclusiva, composta da cabine, bar all’aperto e Infinity Pool, a cui potranno accedere, durante il giorno, solamente i passeggeri che alloggiano in quella zona.

Dal 1990 ad oggi Fincantieri ha costruito 78 navi da crociera (di cui ben 55 dal 2002), altre 31 unità sono in costruzione o di prossima realizzazione negli stabilimenti del gruppo.

AZIMUT RENDEZ-V MARINE 3rd Edition

PORTO VENERE – Il Rendez-V Marine si avvicina. V Marine e il suo staff sono ormai da mesi impegnati nella realizzazione di questa terza edizione che si svolgerà nella splendida Porto Venere. Molte le attività in programma nel fine settimana del 7, 8 e 9 luglio, rese possibili grazie al puntuale sostegno di Partner di eccellenza che affiancheranno V Marine in questa nuova, emozionante esperienza. Primo tra tutti Azimut Yachts, il blasonato cantiere navale che V Marine rappresenta per tutto il Centro e Nord Italia.

Un week-end esclusivo all’insegna del lusso, del divertimento e dell’amore per il mare: oltre 25 Azimut Yachts, gli ultimi modelli della collezione Pirelli rib, gli avveneristici Seabob, la cucina dello Chef stellato Carlo Cracco per divertire e creare quel family feeling che da sempre caratterizza il V Marine Azimut Owners Club.

Non potevano mancare Volvo Penta e Raymarine , rispettivamente leader internazionali nei settori delle propulsioni e dell’elettronica marina e Seakeeper, produttore degli stabilizzatori giroscopici più richiesti dagli armatori di tutto il mondo.Acqua dell’Elba allieterà i partecipanti al Rendez-V Marine con le sue profumatissime fragranze; Talenti saprà trasformare la passeggiata del Porto in una accogliente e lussuosa outdoor living area.

Da sempre illustre sostenitore di V Marine Damiani Gioielli, con Rocca e Venini, allestirà per l’occasione uno spazio esclusivo per mostrare ai presenti le sue creazioni. Per questa edizione, Luxury Living Group con Fendi Casa saprà sorprendere con preziosi allestimenti e la blasonata casa di moda Fendi omaggerà le signore con un esclusivo gift.L’evento vanta anche l’illustre partecipazione di Swiss International Air Lines, che allestirà una lounge per accogliere gli ospiti.V Marine è lieta di presentare anche le recenti partnership siglate con Elior, leader in Italia della ristorazione collettiva e con Sanpellegrino, che a V Marine ha concesso eccezionalmente ed in assoluta esclusiva la realizzazione di una bottiglia davvero speciale.

Non mancheranno APR, affermata azienda tessile Made in Italy; Tecknomonster, realtà dedita alla creazione di autentici capolavori in fibra di carbonio, Isaia e F.lli Tallia di Delfino, che per l’occasione collaboreranno a una experience di lifestyle con realizzazione sartoriale tailor-made dedicata agli ospiti del Rendez-V Marine.Un week-end ricco di interessanti proposte, come la cena in programma per la serata di sabato sera, che sarà firmata dallo Chef pluristellato Carlo Cracco e che sarà seguita dalla performance di “Nick the Nightfly” di Radio Montecarlo a San Pietro.Nella giornata di domenica V Marine ha organizzato una esperienza eccezionale: la visita presso la Base Militare Comsubin della Marina Militare.

Per concludere, Collina dei Ciliegi e Champagne Pommery faranno degustare agli invitati i loro prodotti, per brindare con allegria al Rendez-V Marine 3rd edition!!!

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab