peyrani

CANTIERE NAVALE VITTORIA: COMMESSE DA RUSSIA E ALGERIA

ADRIA – Cantiere Navale Vittoria, tra i principali costruttori italiani di imbarcazioni militari e commerciali, lancia la sua sfida al mercato internazionale dei rimorchiatori, ottenendo commesse per i governi russo e algerino per un valore complessivo di 15 milioni di euro. Per la Russia, in particolare, riconosciuta a livello internazionale per la severità dei suoi regolamenti e per gli elevati standard di qualità e sicurezza, Cantiere Vittoria costruirà uno dei mezzi che verranno impiegati nelle operazioni previste per lo smantellamento dei sommergibili nucleari radiati dalla Marina Militare russa.

La commessa, che Vittoria si è aggiudicata in una gara pubblica alla quale hanno partecipato tutti i principali nomi della cantieristica navale nazionale, fa capo al ministero italiano dello Sviluppo economico (MISE) e rientra negli accordi di collaborazione in atto da tempo tra i governi italiano e russo sul tema della gestione dei rifiuti radioattivi.

In Algeria, invece, la società di Adria si è aggiudicata una commessa dell’autorità portuale di Skikda per la realizzazione di un rimorchiatore portuale e costiero. Anche questo ordine, del valore complessivo di oltre 7 milioni di euro, è il risultato dell’aggiudicazione di una gara internazionale indetta dal ministero dei Trasporti dell’Algeria a cui hanno partecipato ben 14 cantieri navali provenienti, oltre che dall’Italia, da Spagna, Turchia, Francia, India, Cina e Olanda.

Per il Cantiere Navale Vittoria si tratta di acquisizioni storiche nell’ambito dei rimorchiatori del tipo ASD (propulsione azimutale). Vittoria si è specializzata nel tempo nella costruzione di imbarcazioni militari e paramilitari (su tutte pattugliatori, interceptors, unità Search and Rescue (SAR) e mezzi da sbarco), da lavoro (in supporto a operazioni portuali e piattaforme offshore) e da trasporto passeggeri. “Il mercato dei rimorchiatori rappresenta una grande sfida”, commenta Luigi Duò, presidente di Cantiere Navale Vittoria. “Ci poniamo l’obiettivo di costruire imbarcazioni che possano costituire un nuovo riferimento in un mercato così competitivo come quello dei rimorchiatori. La qualità dei nostri prodotti e della nostra ingegneria ottiene un riconoscimento importante da parte di ‘clienti’ molto esigenti e di altissima professionalità”.

Il rimorchiatore russo sarà destinato a operare nelle difficili condizioni del mare di Barents con temperature che toccano i – 40 °C e risponderà agli importanti standard di qualità e sicurezza del “Russian Flag”, che prevede, durante la fase di costruzione, ispezioni affinché vengano strettamente rispettati i regolamenti del Russian Maritime Register of Shipping (RMRS). Il mezzo otterrà la più alta ‘notazione di Classe’ prevista. Il rimorchiatore, lungo 32 metri circa, è progettato per poter operare in acque non artiche, avrà una capacità di tiro di oltre 60 tonnellate e raggiungerà una velocità di 12,5 nodi grazie alla propulsione con due motori diesel accoppiati a due propulsori azimutali con eliche a passo variabile. Il valore della commessa è di 8 milioni di euro e la consegna è prevista nel 2018.

Il mezzo algerino svolgerà sia funzioni di traino che di spinta, avrà una lunghezza fuori tutto di 26 metri, una larghezza complessiva di 10 metri e un pescaggio di 3,80 metri per 508 tonnellate di dislocamento a pieno carico. Il rimorchiatore avrà con una capacità di tiro di 30 tonnellate e sarà dotato di una doppia propulsione con ASD e due motori diesel per una potenza complessiva a bordo di oltre 3600 cavalli. La velocità massima è di 12,5 nodi. L’imbarcazione sarà dotata di tutti i dispositivi di bordo utili alle operazioni di localizzazione, salvataggio e messa in sicurezza e disporrà di alloggi e servizi per ospitare un equipaggio di 7 persone. L’unità verrà classificata dal francese Bureau Veritas e sarà consegnata nel 2018.

FERRETTI GROUP INCANTA ANCHE IL SINGAPORE YACHT SHOW

SINGAPORE – Ferretti Group sempre più protagonista anche nel mercato Asia Pacific.Sono 6 i modelli di successo, di cui 3 première assolute per il sud-est asiatico, che sbarcheranno alla settima edizione del Singapore Yacht Show, in programma dal 6 al 9 aprile. Perché crescere significa anche mantenere periodicamente la promessa di innovare: la flotta, il concept progettuale, l’esperienza di navigazione.

In particolare, arrivano per la prima volta a Singapore il nuovo Ferretti Yachts 450, uno dei flybridge di maggior successo internazionale e il Pershing 5X, primo modello della nuova “Generazione X” Pershing e ultimo coupé della flotta. Anche il Ferretti Yachts 700, flybridge sportivo dai grandi volumi, particolarmente apprezzato in questi mercati, festeggia il suo debutto nella città-stato asiatica.

Il salone del Singapore è diventato, anno dopo anno, uno degli appuntamenti più interessanti per i principali cantieri nautici in questa area del continente, nonché polo di attrazione per ospiti e appassionati dall’Asia ma anche dall’Europa e dall’America. A questo successo ha contribuito anche la location dell’evento, il prestigioso One °15 Marina Sentosa Cove, splendido palcoscenico sull’acqua che si sviluppa su oltre 4000 metri quadri.

Ferretti Group partecipa all’edizione 2017 in collaborazione col proprio dealer esclusivo Hong Seh. Dopo l’accoglienza sullo stand flottante sull’acqua, ospiti e armatori potranno ammirare la flotta dei 6 splendidi yacht in esposizione, dai 45 fino ai 75 piedi, in rappresentanza dei marchi Ferretti Yachts, Pershing e Riva. Oltre alle 3 novità, potranno infatti essere visitati anche 2 iconici modelli Riva, 75’ Venere e SportRiva 56’, e Ferretti Yachts 720.

CERIMONIA DI PRESENTAZIONE PER SILVER MUSE

TRIESTE – È stata presentata oggi presso lo stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente (GE), “Silver Muse”, la nave da crociera extra lusso che Fincantieri ha realizzato per la società armatrice Silversea Cruises.
La consegna contrattuale della nave avverrà domani mattina, lunedì 3 aprile.

Hanno partecipato alla cerimonia, tra gli altri, Sua Eminenza il Cardinale Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova, che ha benedetto la nave, Giovanni Toti, Presidente della Regione Liguria, Manfredi Lefebvre d’Ovidio, Chairman di Silversea Cruises, e Giuseppe Bono, Amministratore delegato di Fincantieri.

Con 40.700 tonnellate di stazza lorda e la capacità di ospitare 596 passeggeri a bordo, “Silver Muse” rappresenta un’evoluzione di “Silver Spirit”, consegnata da Fincantieri ad Ancona nel 2009, e ridefinisce i canoni del viaggio oceanico ultra-lusso, conservando l’intimità della piccola unità e le spaziose cabine – tutte suite – che sono il marchio di Silversea.

Questa unità porta la flotta di Silversea a 9 navi e una volta operativa alzerà significativamente gli standard nel settore ultra-lusso con numerose migliorie dell’esperienza a bordo, per incontrare le esigenze senza compromessi in termini di comfort, servizi e qualità dei viaggiatori più competenti al mondo.

Tra le notazioni volontarie della nave spicca la “Green Star 3 Design”, assegnata alle unità provviste, sin dal loro progetto, di dotazioni che prevengono l’inquinamento dell’aria e del mare. Inoltre, di particolare rilievo sono le notazioni “COMF-NOISE A PAX” e “COMF-NOISE B CREW”, assegnate sulla base dei livelli di rumore misurati nei vari locali della nave. I risultati hanno confermato l’elevatissimo comfort offerto agli ospiti a bordo.

Per eseguire tutte le visite ispettive con la società armatrice e il registro di classifica, su Silver Muse è stato utilizzato un nuovo sistema di chiamate (CRM, ovvero Customer Relationship Management), che definisce le regole necessarie per ispezionare i vari componenti della nave e utilizza i tablet per registrare tutti gli eventi, senza scendere da bordo.

Giuseppe Bono, Amministratore delegato di Fincantieri, ha dichiarato: “Una nave da crociera è il risultato dell’innovazione di processo e prodotto più complessa in assoluto, e rappresenta lo stato dell’arte di questa industria, come dimostra Silver Muse. Per noi si tratta addirittura della seconda consegna in soli quattro giorni, con due navi di tipologie diverse, in due cantieri e per clienti diversi, a dimostrazione della nostra capacità operativa unica al mondo.” Bono ha concluso: “Con l’attuale livello record del carico di lavoro, Fincantieri garantisce la piena occupazione dei cantieri dedicati alla produzione cruise fino al 2025 e avrà nei prossimi anni un’incidenza media annua dell’1% sul Pil italiano. Per tutto questo Il nostro gruppo è conosciuto e apprezzato nel mondo come un’eccellenza e a buon diritto rappresenta un fondamentale biglietto da visita per il Paese.”
Manfredi Lafevre d’Ovidio, Chairman di Silversea, ha commentato: “Dall’impostazione nel dicembre del 2015 Silversea e Fincantieri hanno lavorato spalla a spalla per realizzare una delle migliori navi uscite da questo cantiere, e non vediamo l’ora di accogliere i nostri primi ospiti a bordo. Da parte di tutti in Silversea vorrei ringraziare Fincantieri per il suo impegno irriducibile volto a consegnarci Silver Muse nei tempi previsti e con simili standard di qualità.”

“La cerimonia di oggi per la nostra nuova ammiraglia, Silver Muse, che si unisce alla flotta, segna un’altra pietra miliare per Silversea, per i nostri ospiti, i nostri colleghi. L’attenzione per il dettaglio in tutta la nave riflette la dedizione nostra e di Fincantieri per offrire la migliore esperienza possibile di crociera di lusso” ha dichiarato Roberto Martinoli, Ceo di Silversea.
Dal 1990 ad oggi ha costruito 78 navi da crociera (di cui ben 55 dal 2002), mentre altre 29 unità sono in costruzione o di prossima realizzazione nei cantieri del Gruppo.

SALONE NAUTICO DI PUGLIA: 10.000 presenze in 5 giorni week-end da record

BARI – In un affollatissimo Nuovo Padiglione della Fiera del Levante di Bari si è conclusa la 15esima edizione del Salone Nautico di Puglia. Oltre 10mila visitatori in cinque giorni di cui il 70% nel week-end che è stato all’insegna non solo della nautica, attraendo visitatori da tutta da tutta la Puglia e dalle regioni limitrofe, ma anche delle attività di animazione organizzate all’interno del Salone, che hanno saputo divertire ed incuriosire anche i più piccoli: dal surf alle prove di sup, la gondola del mare che impazza su tutte le spiagge alle proiezioni di dimostrazioni di caccia al tonno gigante, di pesca al polpo e pesca in apnea della Lega Navale Italiana.
I piccolissimi hanno potuto provare l’ebrezza del surf grazie alla piscina lunga 27metri allestita dalla passione e dall’ abnegazione dalle associazioni “Big Air”, “Rotta verso Bari” e “Sup on the Beach”, associazioni molto impegnate nel sociale e in attività a sostegno della disabilità.

Spazio anche per lo shopping all’interno del Salone: empori nautici con oggettistica, ma anche borse, pull, sacche, teli, piumini tutto in versione mare. E poi accessori per grandi barche e per gommoni top lusso e di piccola stazza. Acquascooter di nuovissima generazione, leggeri, potenti e veloci, ma anche esemplari più stabili per i meno esperti. E poi computer di bordo, satellitari, carrelli per il trasporto e tutto quello che è necessario avere se hai una barca a motore, un gommone, un motoscafo, una barca a vela.  Corridoi affollati.

Espositori soddisfatti. Visitatori appagati, questo è stato il Salone Nautico di Puglia versione 2017. La soddisfazione si legge negli occhi dei presidente di Snim Puglia, Giuseppe Meo. “Siamo molto contenti di come sia andata questa edizione, al di là di ogni nostra aspettativa,  - ha detto Meo – ma il lavoro vero per il settore nautico comincia domani mattina. Il salone è stata una grande occasione per richiamare l’attenzione anche delle istituzioni sulla nautica, un comparto che ha tantissimo da dare alla crescita di questa regione.

Ci ha fatto molto piacere che il servizio internazionalizzazione della Regione Puglia abbia annunciato proprio in questa sede, per la primavera 2018, una Business Convention Nautica Internazionale che metta in connessione gli operatori pugliesi del settore con i paesi frontalieri e con tutti quelli che puntano sulla blu economy per generare sviluppo e occupazione”.  Il salone è stato anche l’occasione per aprire un tavolo di lavoro con l’assessorato regionale alla formazione guidato da Sebastiano Leo che ha annunciato la creazione di misure ad hoc per la nautica e per la professionalizzazione delle carriere e dei profili legati al mare. Ad oggi la Nautica con le sue 300 aziende in Puglia impiega 3000 addetti diretti a cui va aggiunto l’indotto.

“La nautica pugliese,  afferma Giuseppe Danese, Presidente del Distretto Nautico, continua a navigare a livelli alti che sono quelli a cui le aziende pugliesi appartengono in termini di competenza, esperienza e know how, riconosciuto dall’asse balcanico della nautica. I risultati – ha continuato – stanno arrivando grazie anche all’azione congiunta con la Regione Puglia che in questi anni ci ha accompagnato e guidato nel percorso di internazionalizzazione.

Stiamo esportando con successo la nostra professionalità”. Nell’ambito del Salone si è anche svolta la prima assemblea dei soci del consorzio Nautico di Puglia, un neonato soggetto che avrà il compito di rappresentare tutte le aziende della filiera in Italia e all’estero e di riunire sotto un’unica voce le istanze del settore. Gran finale alle 19 a chiusura del Salone con una degustazione di vini e prodotti tipici pugliesi aperta a tutti i visitatori presenti nel Nuovo Padiglione.

Snim: un week-end con Uisp Puglia e Lega Navale tra sport del mare e volontariato

BARI – Un week-end tutto all’insegna degli sport d’acqua al Salone Nautico di Puglia. I corridoi sono affollati e animati dalle numerose attività organizzate nel villaggio all’interno del Nuovo Padiglione della Fiera del Levante.

I visitatori sono possessori di barche, potenziali acquirenti, ma anche curiosi affascinati dal mondo delle barche, famiglie e tanti tanti giovani, appassionati di vela, canoa, canottaggio. Come gli atleti dei circoli di Brindisi, Molfetta, Bari e Taranto premiati dalla Lega Navale con la medaglia dei suoi 120 anni per essersi distinti nella pratica agonistica.

Il Salone Nautico di Puglia ha fatto da sfondo, per la prima volta, anche alla premiazione del Campionato Invernale di Vela d’Altura “Città di Bari” giunto alla sua 18esima edizione, ospitando il Comitato dei sei circoli baresi. Presenti alla cerimonia di premiazione 250 persone tra armatori e regatanti. Vincitore della categoria crociera con l’imbarcazione Orione Nunzio Bellincontro con al timone Salvatore Cervellieri; premiato nella categoria regata l’imbarcazione Morgan IV di Nicola De Gemmis con al timone Mario Zaetta.  Giornata conclusiva domani dedicata alla vela. Che non è solo uno sport, ma un modo per cercare, esplorare e scoprire nuovi luoghi., attività questa che solo il navigare a vela permette.

Gran finale domani con il forum dei giovani organizzato dalla Uisp Puglia con Erasmus+NOMADs il progetto europeo che consentirà ai giovani tra i 18 ai 30 anni di fare soggiorni all’estero a seguito di esperienze sportive di volontariato. L’obiettivo è quello di garantire lo “sport per tutti” coinvolgendo organizzazioni di volontariato e sportive, ma soprattutto i giovani. Saranno proprio loro, grazie al progetto finanziato dall’Ue, ad avere l’opportunità di spostarsi in tutti i paesi membri per collaborare ad eventi sportivi con il sistema dell’Interrail.

Snim: Blu economy e protezione del mare

BARI – “Il mare è uno dei più importanti asset del capitale del nostro Paese e come tale va difeso. Per la sua difesa una componente non può non essere la sorveglianza delle rotte marittime. Serve integrazione tra tutti coloro che vogliono salvaguardare le rotte marittime e questo può avvenire solo attraverso l’Europa. Ma l’unione la fanno gli uomini.

Da parte della Difesa c’è tutta la volontà come da parte di tutti gli uomini di mare”. Questo il messaggio del sottodegretario alla Difesa Domenico Rossi nell’intervento alla Conferenza Europea sulla Crescita blu organizzata nell’ambito del Salone Nautico di Puglia. Nell’occasione il sottosegretario Rossi ha voluto fornire alcuni dati sulla sorveglianza marittima e sulle attività in cui è impegnata la Marina Militare. In particolare l’operazione europea antipirateria Atalanta, istituita dall’Ue nel 2008 con lo scopo di garantire sicurezza ai vitali traffici marittimi e agli equipaggi delle navi mercantili in transito nell’area del corno d’Africa e oceano Indiano e l’operazione Euronav for med per il controllo dei flussi migratori dalle coste libiche.

I risultati conseguiti da Euronav lanciata nel giugno 2015 ( dati aggiornati al 27 marzo 2017): 109 trafficanti consegnati alle autorità giudiziarie; 414 imbarcazioni sottratte alle organizzazioni criminali; 34547 migranti soccorsi dall’inizio dell’operazione; 239 operazioni di soccorso.

Infine Rossi ha parlato dell’operazione Mare Sicuro implementata a seguito dell’aggravarsi della minaccia terroristica. 160 mila km quadrati l’area di mare nel mediterraneo centrale  sottoposta a sorveglianza con 5 unità navali e due sommergibili.   Con un mondo marino più sicuro e protetto sicuramente anche le stretegie da mettere in campo per la crescita blu ne beneficeranno. “Il mondo marino – ha detto il sottosegretario Rossi – non è stato studiato in modo esauriente. Esso racchiude conoscenze non ancora acquisite da convertire in applicazioni spendibili nel mercato. Questa macroarea su cui l’Europa vuole concentrarsi offrirà posti di lavoro altamente qualificati, soprattutto qualora si riescano a ricavare, ad esempio – ha concluso – farmaci innovativi dagli organismi marini”.

“Lo slogan potrebbe essere: mare, passato presente e futuro. Se il mare ha rappresentato una crescita nel passato può sicuramente essere una crescita anche nel presente nel futuro e anche in futuro. Serve protezione e sorveglianza marittima. A questo può contribuire la Marina Militare  e le Forze Armate in senso generale.

La difesa mira ad una integrazione maggiore tra le forze armate come indicato nel libro bianco e ad una difesa europea che sia una integrazione delle forze esistenti sul campo. Nel momento in cui serve sicurezza serve sinergia tra le forze. Lo ha detto il sottosegretario alla difesa Domenico Rossi nell’ambito della conferenza europea sulla blu economy e crescita blu, organizzata nel Salone Nautico di Puglia.

FINCANTIERI: CONSEGNATA A MONFALCONE “MAJESTIC PRINCESS”

TRIESTE – Alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni si è svolta oggi presso lo stabilimento Fincantieri di Monfalcone la cerimonia di consegna di “Majestic Princess”, la terza unità della classe Royal Princess, costruita da Fincantieri per la società armatrice Princess Cruises, brand del gruppo Carnival Corporation, primo operatore al mondo del settore crocieristico.

Alla cerimonia sono intervenuti, fra gli altri, il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, mentre per la società armatrice erano presenti Micky Arison, Chairman di Carnival Corporation, Arnold Donald, CEO di Carnival Corporation, Stein Kruse, CEO di Holland America Group e Jan Swartz, Group President di Princess Cruises e Carnival Australia. Fincantieri era rappresentata dal Presidente Giampiero Massolo e dall’Amministratore delegato Giuseppe Bono.

Realizzata sulla base del progetto delle gemelle “Royal Princess” e “Regal Princess”, costruite e consegnate sempre dallo stabilimento di Monfalcone rispettivamente nel 2013 e 2014, inaugurando una nuova generazione di navi che hanno riscontrato un enorme successo tra il pubblico dei crocieristi, la nuova unità, che è la più grande nave da crociera mai realizzata in Italia, ha una stazza lorda di 145.000 tonnellate e potrà ospitare a bordo 4.250 passeggeri in 1.780 cabine, e 1.350 membri dell’equipaggio. “Majestic Princess”, che batte la bandiera di Bermuda, è caratterizzata da una nuova livrea con il logo storico di Princess Cruises dipinto su entrambe le fiancate a prua della nave e dalla scritta in ideogrammi cinesi “Shèng Shì Gng Zh Haò”, che significa “Grande Spirito”. Si tratta della prima nave progettata e costruita da Fincantieri specificatamente per il mercato cinese: a bordo, infatti, sono state create aree ad hoc per i gusti e le abitudini dei passeggeri cinesi con l’allestimento di nuovi spazi di intrattenimento come le sale karaoke e ristoranti dedicati a diversi tipi di cucina con una vasta scelta culinaria.

La nave, al pari di quelle della stessa classe che l’hanno preceduta, rappresenta un nuovo punto di riferimento tecnologico a livello europeo e mondiale per il lay-out innovativo, le elevatissime performance e l’alta qualità di soluzioni tecniche d’avanguardia ed è la migliore prova che innovazione e cura del rapporto con il cliente sono leve imprescindibili per affermare la propria leadership sul mercato e consolidare ulteriormente la storica partnership di Fincantieri con il Gruppo Carnival, primo operatore al mondo del settore crocieristico.

Dal 1990 ad oggi Fincantieri ha costruito 77 navi da crociera (di cui ben 54 dal 2002), altre 30 unità sono in costruzione o di prossima realizzazione negli stabilimenti del gruppo.

XV Edizione Salone Nautico di Puglia: D’Onghia su Blue Economy

BARI – “La Blue Economy rappresenta un settore strategico per lo sviluppo economico del nostro Paese di cui dobbiamo essere in grado di cogliere le opportunità di lavoro emergenti”. Ad affermarlo la sottosegretaria al MIUR, senatrice Angela D’Onghia, che domani, venerdì 31 marzo, parteciperà alla Conferenza Europea “Investire nella crescita blu – soluzioni intelligenti e sostenibili”, nell’ambito della XV edizione del Salone Nautico di Puglia alla Fiera del Levante di Bari.

“Sviluppare competenze qualificate con azioni di formazione e aggiornamento per aiutare i giovani ad inserirsi in questo settore vuol dire contribuire alla crescita dell’occupazione”, prosegue la senatrice. “Il legame fra natura, in questo caso il mare, e l’economia, rappresenta un valore per la società in quanto individuando percorsi eco-sostenibili, saremo in grado di fornire servizi e beni durevoli nel tempo e avvieremo processi economici virtuosi. L’Italia vanta una cospicua ricchezza prodotta dai servizi ambientali forniti dal mare e noi abbiamo il dovere di valorizzarla generando prosperità anche nel futuro.

Per sfruttare al meglio le elevate potenzialità del mare dobbiamo creare una cultura adeguata a questa risorsa e noi come istituzioni pubbliche dobbiamo perseguire questo obiettivo adattando piani di studio all’innovazione e al processo tecnologico. Solo così potremo procedere allo sviluppo economico e sostenibile dell’intera filiera del mare”.

“Per questo occorrono competenze che possano affrontare efficacemente la complessità dei sistemi ambientali”, conclude la sottosegretaria. “In questo modo potremo dare un forte impulso alla Blue Economy in termini di incremento dei livelli occupazionali con ripercussioni anche in ambito turistico”.

Apre i battenti il Salone Nautico alla Fiera del Levante

BARI – Ha aperto i battenti  oggi  alla Fiera del Levante il Salone Nautico di Puglia, giunto alla XV edizione. Oltre 30mila metri quadrati di superficie espositiva, raddoppiata rispetto all’edizione 2016, con oltre 120 espositori e 300 esemplari di varie tipologie di barca, per una manifestazione in forte crescita.

A partire da oggi e fino al 2 aprile cinque giornate fitte di occasioni di business ed un calendario ricco di eventi con l’obiettivo di analizzare e approfondire le opportunità che il settore nautico può offrire all’economia del Mezzogiorno, con focus su cantieristica, turismo nautico e rapporto con il territorio che coinvolgeranno le principali associazioni dell’industria nautica (Assonautica Italiana, Ucina, Nautica Italiana) e le istituzioni.

“Nel 2016 i dati della nautica, che in Puglia conta 250 imprese attive e poco meno di 1.500 addetti, sono positivi: le esportazioni, pari a oltre 1,89 milioni di euro, sono aumentate del 9,8% rispetto al 2015, valori che possono crescere ancora e di molto. I principali Paesi partner della Puglia sono: Stati Uniti, Francia, Finlandia, Albania e Grecia –  ha detto l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone alla inaugurazione del Salone  -  “In una regione come la Puglia, caratterizzata da una costa lunghissima e da un turismo in forte espansione, la nautica da diporto, che si incrocia con l’industria delle imbarcazioni ma anche con la portualità turistica e con la pesca, può essere un importante volano di sviluppo economico. Il settore in Puglia ha opportunità di sviluppo particolarmente ampie.

Per coglierle, occorre tuttavia innovare e internazionalizzare.   Nel Piano strategico  del Turismo Puglia365  prestiamo molta attenzione all’economia del mare: sono previste specifiche azioni da realizzare in sintonia fra pubblico e privati, che riguardano sia  la realizzazione di una rete dei porti turistici per la creazione di servizi di qualità rivolti ad un mercato nazionale e internazionale,  che lo sviluppo di una promozione della destinazione che comincia proprio nei porti turistici. Con la creazione di nuovi itinerari integrati mare e terra i porti pugliesi possono diventare terminali di arrivo  e di partenza per visitare quello che la Puglia offre nell’entroterra”.

“Il rapporto tra la Puglia e il mare è un rapporto senza tempo, è quasi superfluo ribadirne l’importanza – ha detto l’assessore all’istruzione, alla formazione e al lavoro della Regione Puglia Sebastiano Leo – Ma proprio perché il mare è un’economia senza tempo per i pugliesi, non bisogna correre il rischio di restare fermi compiendo l’errore di non riqualificare e di non formare continuamente le persone che dal mare traggono la proprio occupazione.

Stiamo lavorando ad una filiera formativa che coinvolga tutti gli attori pubblici e privati, le associazioni di settore, le università e gli stakeholders, per individuare nuovi percorsi formativi per nuove figure professionali, puntando su innovazione e su un rapporto con il mare che sia finalmente pieno e sostenibile.”

Salone Nautico di Puglia: mercoledì l’inaugurazione

BARI – Si terrà MERCOLEDI’ 29 MARZO alle 12 nella sala Conferenze del Nuovo Padiglione della Fiera del Levante di Bari la Cerimonia inaugurale della XV edizione del SALONE NAUTICO DI PUGLIA.

Prenderanno parte alla manifestazione il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, gli Assessori Regionali Loredana Capone, Raffaele Piemontese, Sebastiano Leo e Leonardo Di Gioia, il Sindaco di Bari Antonio Decaro, l’Assessore allo Sport e all’Ambiente del Comune di Bari Pietro Petruzzelli, il Presidente di Unioncamere Alessandro Ambrosi, il Presidente dello Snim Puglia Giuseppe Meo, il delegato per la Puglia della Lega Navale Italiana, Andrea Retucci.

Interverrà per un saluto la Commissaria straordinaria della Fiera del Levante, Antonella Bisceglia.
Modererà l’evento la giornalista Nicla Pastore.

IL NAUTILUS Anno 11 N°3

BRINDISI - In quest’ultimo numero del 2016, Il Nautilus dedica il suo speciale ai porti del Nord Sardegna che registrano traffici in crescita e allo stesso tempo si trasformano migliorando le infrastrutture. Livorno, Genova e Trieste sono al centro degli altri focus in cui si evidenziano i risultati e le nuove strategie degli scali. I risultati del settore crocieristico a livello nazionale ed internazionale emergono dagli studi di Clia e Risorse Turismo; poi come il Decreto Cociancich rivoluziona il Registro Navale Italiano; la politica dei sinistri marittimi; ed ancora i porti di Napoli e Taranto sono gli argomenti trattati in questo numero.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab