peyrani

MARINA MILITARE: LA NAVE SCUOLA PALINURO IN VISITA NEL PORTO DI SMIRNE

SMIRNE – La nave Scuola Palinuro della Marina Militare sosterà da oggi al 21 agosto a Smirne (Izmir), in Turchia, per la terza tappa della 53^ Campagna d’Istruzione a favore degli allievi del Corso Normale Marescialli della Scuola Sottufficiali di Taranto.Gli allievi, così come avvenuto nelle precedenti soste in Croazia, Malta e Grecia, porteranno l’eccellenza italiana ed il prestigio delle nostre Forze Armate all’estero, attraverso la partecipazione ad eventi culturali e promozionali, in collaborazione con le rappresentanze diplomatiche nazionali dei Paesi ospitanti.

La Campagna d’Istruzione a bordo di Nave Palinuro rappresenta infatti un elemento cardine nella formazione del personale della Marina Militare e contribuisce a trasferire quei valori fondanti che contraddistinguono gli uomini e le donne della forza armata: l’amore per il mare, l’etica, la fedeltà, la disciplina e l’onore.

Anche nel corso dell’ultima navigazione nelle acque dell’arcipelago greco, gli allievi imbarcati, immersi in un contesto lavorativo unico nel suo genere, hanno avuto la possibilità di imparare i fondamenti dell’arte marinaresca necessari per condurre a vela Nave Palinuro e approfondire gli aspetti tecnici relativi alla condotta degli impianti di propulsione e scafo, mettendo in pratica quanto studiato sui libri nel corso dell’anno accademico. Inoltre, gli allievi seguono anche un intenso programma di addestramento nel settore della sicurezza attraverso lo svolgimento di esercitazioni anti – incendio e anti – falla, che permette loro di apprendere le tecniche di intervento e le modalità di impiego degli impianti presenti a bordo.

Oltre 27.000 sono stati i visitatori che fino ad oggi hanno approfittato della presenza del Palinuro nei diversi porti, per poterne ammirare lo stile e la bellezza.Oggi, alle ore 15:00 locali (ore 14:00 italiane), il comandante di nave Palinuro, Capitano di Fregata Giuseppe Valentini, terrà una conferenza stampa a bordo durante la quale presenterà l’Unità e la 53^ Campagna d’Istruzione 2017.

Dopo Smirne l’Unità navale dirigerà verso Larnaca, in Cipro, continuando a rappresentare il Paese ed il “made in Italy” all’estero.Nave Palinuro ormeggerà presso il Terminal Crociere del porto di Smirne ed aprirà al pubblico nei seguenti giorni e orari:
-          18 agosto, dalle ore 16:00 alle ore 19:00;
-          19 e 20 agosto,  dalle ore 10:00 alle ore 12:00 e dalle ore 16:00 alle ore 19:00

Unità adibite ai diversi tipi di navigazione: adempimenti arrivi e partenza

BRINDISI – Con D.M. 27 aprile 2017 il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti introduce la nuova disciplina che regola gli adempimenti di arrivo e partenza delle unità addette ai servizi locali, alla pesca professionale, alla acquacoltura, alla navigazione da diporto o di uso privato o in conto proprio, nonché delle unità adibite a servizi particolari.

Con lo stesso decreto si è ritenuto necessario, nell’ottica della semplificazione e della standardizzazione degli adempimenti di arrivo e partenza, dare attuazione all’art. 179 del codice della navigazione e all’art. 380 del relativo regolamento di esecuzione‐parte marittima.
Con l’art. 2 si definisce, fra l’altro, nell’ambito dell’intervento normativo, il significato che assume l’espressione di arrivo e partenza, di autorità marittima, di actual time of arrival: orario effettivo di arrivo di una nave in porto, di seguito ATA, di actual time of departure: orario effettivo di partenza di una nave dal porto, di seguito ATD, di estimated time of arrival: tempo stimato di arrivo in porto, di seguito ETA, di estimated time of departure: tempo stimato di partenza dal porto, di seguito ETD.L’art. 3 regola gli adempimenti di arrivo e partenza che sono compiuti presso l’autorità marittima del porto base (porto del territorio nazionale indicato espressamente dall’armatore, con dichiarazione vistata dall’autorità marittima del medesimo porto, da esibire unitamente alla nota di informazione prevista dall’art. 179 del codice della navigazione).
Le navi destinate a traffici commerciali che effettuano nell’arco delle ventiquattro ore almeno un collegamento di andata e ritorno con località nazionali o estere distanti non oltre quaranta miglia dal porto base, effettuano gli adempimenti previsti dal decreto almeno una volta alla settimana.Le unità destinate ai servizi di bunkeraggio, ai servizi di rimorchio in regime di concessione, ai servizi ecologici, all’assistenza alle piattaforme off‐shore quando svolgono detta assistenza in zone di mare o presso piattaforme comprese nel raggio di sessanta miglia dal porto base, effettuano gli adempimenti previsti dal decreto almeno una volta al mese.

Le unità destinate ad attività connesse alle operazioni di allibo, le draghe limitatamente alla durata del servizio di escavazione, gru flottanti, bettoline, pontoni, galleggianti, unità destinate a servizi tecnico‐nautici diversi dal rimorchio in regime di concessione e altre unità addette al servizio

del porto di cui all’art. 66 del codice della navigazione e all’art. 60 del regolamento per l’esecuzione del codice della navigazione – navigazione marittima, nel caso in cui sono impiegate nei porti o in servizio in una zona di mare territoriale individuata e disciplinata con ordinanza del capo del circondario marittimo, effettuano gli adempimenti previsti almeno una volta l’anno e, comunque, ogni volta che le unità  stesse compiono viaggi fuori dai limiti stabiliti nell’ordinanza stessa.Si prevede che nel caso in cui le navi di cui innanzi trasportano passeggeri, prima della partenza, comunicano all’autorità marittima del porto base il numero dei passeggeri imbarcati.

Quindi ai fini dell’assolvimento degli obblighi in materia gli adempimenti previsti nel decreto sono disciplinati e compiuti come segue:
a) in caso di arrivo, il comandante o gli altri soggetti di cui all’art. 179, comma 1, del codice della navigazione, fanno pervenire all’autorità marittima la dichiarazione di arrivo, corredata dal ruolo di equipaggio e dalle previste certificazioni di sicurezza;
b) in caso di partenza, il comandante o gli altri soggetti di cui all’art. 179, comma 1, del codice della navigazione, fanno pervenire all’autorità marittima la dichiarazione di partenza, corredata dal ruolo di equipaggio e dalle previste certificazioni di sicurezza.
In caso eventi straordinari oppure in occasione di rilevanti lavori a bordo ovvero avarie che compromettono la stabilità o la manovrabilità delle unità, interruzione di un servizio di linea e disarmo, gli adempimenti previsti dalla novellata normativa si osservano applicando gli articoli 179 e 181 del codice della navigazione.Fermo restando quanto stabilito dal Decreto ai commi 3 e 4, gli adempimenti di arrivo e partenza avvengono tramite il sistema PMIS – Port Management Information System, se operativo.

 

Cosimo Salvatore CORSA

LA NAVE SCUOLA CORSARO II, A PALMA DE MALLORCA PER LA “VELA CLASICA MALLORCA”

PALMA DI MAIORCA – Fino al 20 Agosto, la nave Scuola a vela Corsaro II della Marina Militare sarà ormeggiata al Club de Mar, del Porto di Palma De Mallorca, nell’ambito della campagna addestrativa a favore degli Allievi Ufficiali Aspiranti Guardiamarina della 3a classe dell’Accademia Navale di Livorno.

Il Corsaro II è solitamente impiegato in campagne addestrative a favore degli Allievi Ufficiali della Marina Militare, nella sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente e all’educazione all’arte marinara.

La nave scuola partecipa inoltre alle regate di vele d’epoca dei Circuiti “Associazione Italiana Vele d’Epoca” (A.I.V.E.) ed Internazionali e proprio in questa sosta a Palma de Mallorca il Corsaro II parteciperà alla XXIII edizione della regata “Illes Balears Classics – Vela Clasica Mallorca”.

Il Comandante e l’equipaggio saranno lieti di incontrare le autorità locali e la cittadinanza, che potranno visitare l’Unità a Vela nei giorni della sosta (al termine delle regate nei giorni 17, 18 e 19 Agosto).

Le unitá della Marina Militare operano nel Mediterraneo, in Oceano Indiano e in Oceano Atlantico

ROMA – Sono oltre 2000 i marinai che sono impegnati a bordo delle unità navali della Marina Militare anche durante il giorno di ferragosto tra l’Oceano Atlantico, Oceano Indiano e il mar Mediterraneo per compiti connessi con gli impegni internazionali assunti dal Paese, per la tutela e la salvaguardia degli interessi nazionali, per le attività di presenza e sorveglianza, per le campagne scientifiche e per quelle di istruzione e per la promozione del made in Italy all’estero.

A loro e ai loro familiari è rivolto il pensiero ed il saluto dell’ammiraglio di squadra Valter Girardelli, capo di Stato maggiore della Marina Militare, con il ringraziamento per l’impegno profuso 365 giorni l’anno, anche nei giorni di festa, per assicurare la difesa dei confini marittimi e delle vie di comunicazione sul mare che interessano il nostro Paese.

Tra loro i marinai di Nave Fasan, flagship dell’operazione antipirateria Atalanta al comando dall’Ammiraglio Gregori, di Nave San Giusto, flagship della missione Europea Sophia (EunavforMed) al comando dall’Ammiraglio Romani, di Nave Euro in Operazione NATO Sea Guardian e a bordo delle unità navali impegnate nell’operazione Mare Sicuro.

A loro si aggiungono i futuri ufficiali e sottufficiali della Marina Militare impegnati sulle navi scuola per svolgere le campagne navali estive d’istruzione: gli allievi ufficiali della prima classe dell’Accademia di Livorno a bordo della nave scuola Amerigo Vespucci, che stanno svolgendo la traversata atlantica di ritorno dal continente americano, quelli della seconda classe appena partiti con il cacciatorpediniere De la Penne che sono alle prese con l’attività Mare Sicuro e gli allievi marescialli in addestramento su nave Palinuro nel Mediterraneo orientale.

Sempre pronti all’intervento a favore della collettività anche gli elicotteri della Marina Militare dislocati nelle Stazioni aeree di Luni, Grottaglie e Catania per spegnere gli incendi, come dimostrato dagli interventi dello scorso 12 agosto da parte di un elicottero SH-212, decollato da Catania per effettuare un prolungato intervento nelle località Costacroce nel comune di Capizzi (Messina) e a Caltagirone (Catania).

ATTICA GROUP PRONTA A RILEVARE IL 50,3% DI HELLENIC SEAWAYS

PIREO – Con molta probabilità, gli originari contendenti di Hellenic Seaways, Marios Iliopoulos ed Emanuele Grimaldi, mai si sarebbero aspettati un simile accadimento; in effetti, l’accordo di massima ufficializzato nelle scorse ore tra la Piraeus Bank, una sparuta pattuglia di piccoli azionisti ed Attica Group per la cessione del 50,3% di Hellenic Seaways avrà inaspettatamente fatto cascar più di qualcuno dal pero. I giochi per l’ardua scalata di Hellenic Seaways, indiscussa regina del Mar Egeo, possono così ritornare all’anno zero.

“Attica Group – si legge nel comunicato stampa di quest’ultima – verserà per l’intera operazione 30,61 milioni di euro in contanti ed inoltre conferirà 24.145,523 nuove azioni frutto di un nuovo corposo aumento di capitale. Allo stato attuale, Attica Group si è già assicurata 1.250,000 azioni dell’Hellenic Seaways mentre, per il rimanente pacchetto azionario in capo alla Piraeus Bank, dovrà giocoforza attendere l’imprimatur delle autorità di vigilanza greche nonché la sottoscrizione di un accordo definitivo”.

L’operazione, compiuta sotto la regiè di UBS Limited e dello studio legale greco Bernitsas, vedrebbe la longa manus del fondo d’investimento statunitense Fortress il quale, già nel 2014, aveva acquistato 100 milioni di dollari di debito non negoziabile di Attica Group. Peraltro, l’interesse di Fortress in questo piccolo, grande risiko ellenico era stato paventato già più di qualche mese or sono all’indomani dell’apertura della procedura pubblica guidata dal duo Piraeus Bank-Lazard: in quella sede, difatti, tuonava prepotentemente l’idea che il fondo Fortress sarebbe potuto entrare nella partita alleandosi con Anek Lines (quest’ultima finora detentrice di una partecipazione pari al 2,4% in Hellenic Seaways).

Anche dall’altra parte dell’Adriatico, l’industria navale muove le terga verso un consolidamento delle proprie imprese, finite nel ciclone della recessione dopo anni di vacche grasse; sarebbe questo l’orientamento di Anek Lines, Attica Group ed, ora, Hellenic Seaways. Ne sono copiosamente consapevoli gli alti papaveri del Gruppo Grimaldi ed è per questo motivo che ora si dovrà decidere come disporre del 48,5% già detenuto in Hellenic Seaways tramite la propria controllata Minoan Lines. Perché le mezze misure non sono mai piaciute dalle parti di Via Marchese Campodisola.

 

Stefano Carbonara

© Riproduzione riservata

MARINA MILITARE: LA NAVE SCUOLA PALINURO AD ATENE

ATENE – Il 12 agosto 2017 Nave Scuola Palinuro è approdata nel porto di Atene, in Grecia dove resterà fino al 15 agosto, proveniente da Malta.L’Unità è attualmente impegnata nella 53 ^ Campagna d’Istruzione a favore degli allievi del Corso Normale Marescialli della Scuola Sottufficiali di Taranto.

Gli allievi durante la particolare navigazione nelle acque greche ha potuto applicare i rudimenti  delle scienze nautiche appresi durante l’anno accademico e confrontato anche con la pratica delle arti marinaresche necessarie per condurre a vela Nave Palinuro.Gli allievi, cosi come avvenuto nelle precedenti soste, porteranno l’eccellenza italiana ed il prestigio delle nostre Forze Armate all’estero, attraverso la partecipazione ad eventi culturali e promozionali, in collaborazione con le rappresentanze diplomatiche nazionali dei Paesi ospitanti.

Nave Palinuro sarà aperta per tutti coloro che vorranno visitarla nei seguenti orari:-          12 agosto, dalle 16:00 alle 19:00;-          13 e 14 agosto,  dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 19:00

MARINA MILITARE: NAVE DE LA PENNE È PARTITA PER LA CAMPAGNA D’ISTRUZIONE DEGLI ALLIEVI UFFICIALI

TARANTO – Oggi il cacciatorpediniere Luigi Durand de la Penne della Marina Militare, salutato dal Comandante in Capo della Squadra Navale, ammiraglio di squadra Donato Marzano, è partito dalla Stazione navale Mar Grande di Taranto per l’inizio della Campagna d’Istruzione della 2^ classe dell’Accademia Navale di Livorno.

A bordo 88 allievi Ufficiali dei corsi normali della Marina Militare che proseguiranno il percorso di crescita professionale iniziato lo scorso anno e parteciperanno, fino alla fine di settembre, ad un intenso programma addestrativo entrando in contatto con la realtà operativa tipica di una un’unità navale militare, che contribuirà a rafforzare in loro i valori fondanti che contraddistinguono gli uomini e le donne della forza armata.Infatti l’unità, al comando del capitano di vascello Fabrizio Rutteri, dopo aver lasciato Taranto sarà subito impegnata nell’Operazione Mare Sicuro.

Al termine dell’attività operativa Nave De La Penne proseguirà la Campagna d’Istruzione 2017 toccando i porti del Pireo (Grecia), Odessa (Ucraina), Varna (Bulgaria) e Aksaz (Turchia), con il compito di portare l’eccellenza italiana all’estero attraverso l’organizzazione di eventi culturali e di promozione, in collaborazione con le rappresentanze diplomatiche nazionali nei Paesi ospitanti. La Campagna d’istruzione degli allievi Ufficiali 2^ classe terminerà a Livorno il prossimo 23 settembre, insieme a Nave Amerigo Vespucci, Nave Palinuro e alle unità a vela minori della Marina Militare tutte impegnate nell’addestramento del personale della Forza Armata.

INAUGURAZIONE DELLA DELEGAZIONE DI SPIAGGIA DI VILLANOVA DI OSTUNI

OSTUNI – La Capitaneria di Porto di Brindisi ha inaugurato oggi 11 Agosto la nuova sede del dipendente ufficio minore di Villanova di Ostuni con una cerimonia degna delle grandi occasioni. Presenti le massime autorità civili e militari e religiose di ogni ordine e grado. Un vero e proprio evento che dà impulso al lavoro della Guardia Costiera, una realtà punto di riferimento per l’intero territorio.

La Delegazione di Spiaggia di Villanova di Ostuni è stata riattivata  con Dispaccio 70137 in data 06 giugno 2017, del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto. Ostuni è uno degli Uffici Marittimi dipendenti dalla Capitaneria di Porto di Brindisi sin dalla data della sua istituzione, avvenuta con Regio Decreto n.540 del 18 Agosto 1908 e, a decenni di distanza dalla disattivazione, il Comando della Capitaneria di Porto di Brindisi si è fatto carico delle istanze del locale ceto marinaro, peschereccio e diportistico, per riottenere la presenza costante dell’Autorità Marittima sul posto, attese le sussistenti problematiche locali, anche di natura demaniale e ambientale, e le connesse attività di polizia.

Nel 2006 la Capitaneria di Porto di Brindisi manifestava formalmente alla Prefettura di Brindisi l’interesse all’assegnazione di un immobile, già individuato e  confiscato alla criminalità ai sensi della L. 575/1965, ubicato a pochi metri dalle banchine del porticciolo di Villanova e, grazie al positivo parere espresso da Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, la Prefettura con provvedimento  n. 5780/2007 disponeva la conservazione al patrimonio indisponibile dello Stato dell’immobile oggi sede della Delegazione di Spiaggia di Villanova di Ostuni.

Una cerimonia con il picchetto di saluto tenuta insieme all’ospite d’onore, l’Ammiraglio Ispettore Vincenzo MELONE, Comandante Generale del Corpo delle capitanerie di porto che con un significativo discorso ha evidenziato l’importanza di un ufficio minore lungo il litorale Brindisino, oltre all’ufficio locale marittimo di Savelletri, entrambi dipendenti dalla Capitaneria di Porto di Brindisi.

Alla scopertura della targa all’ingresso della Delegazione di spiaggia è seguita la benedizione della sede da parte dell’Arcivescovo di Brindisi-Ostuni, Monsignor Domenico CALIANDRO , a seguire la visita dei locali della Delegazione di Spiaggia con le autorità presenti e al termine un ricco buffet, per festeggiare l’evento, presso la lega Navale italiana sezione Villanova di Ostuni.

Porto di Livorno: inaugurato nuovo sistema rifornimento idrico

LIVORNO – E’ stato inaugurato  a Livorno, al Molo Italia lato nord, alla presenza del presidente dell’Autorità di Sistema dell’Alto Tirreno, Stefano Corsini, e dei vertici di Asa, il nuovo sistema di rifornimento idrico in porto. Lo rende noto l’Autorità portuale precisando che “si tratta di una nuova condotta di 350 metri realizzata direttamente in banchina: sei idranti sono già funzionanti e possono essere usati per rifornire le navi che attraccano”.

La prova inaugurale è stata fatta con la Disney Magic, nave da crociera della compagnia di navigazione Disney Cruise Line da 2.400 passeggeri. Grazie a questi idranti, la nave ha potuto rifornirsi di acqua potabile da terra senza dover ricorrere alle bettoline, servizio, questo, che ha per gli operatori costi più alti rispetto al rifornimento da terra e genera emissioni in atmosfera. “L’impianto – ha detto Corsini – è il frutto di un lavoro di squadra che ha coinvolto la Port Authority e Asa, gestore idrico della provincia livornese.

Il sistema è stato realizzato in tempi brevi anche per rispondere ai picchi della stagione estiva e presto entrerà a pieno regime. Si tratta di un importante risultato che migliora ulteriormente la qualità del servizio di fornitura di acqua potabile e che contribuisce a mitigare le preoccupazioni degli operatori”. “Gli idranti ha aggiunto Mirco Brili, dirigente acquedotto di Asa – garantiscono 8 litri al secondo di acqua potabile, pari a quasi 30 metri cubi all’ora ma questo risultato già di per sé soddisfacente è ulteriormente migliorabile”.

Per aumentare la pressione sulla rete portuale nel suo complesso, e per soddisfare, quindi, nel minor tempo possibile più navi, Asa ha reso indipendente la frazione di Villaggio Emilio, storicamente collegata al sistema idrico portuale, tramite una propria distrettualizzazione idrica. “Proprio grazie a questa separazione – ha sottolineato Brilli – siamo in grado di aumentare o ridurre tramite il nostro telecontrollo, presidiato 24 ore la pressione della rete portuale in funzione delle richieste delle navi senza creare danni alle tubazioni e alle utenze poste a monte del porto”.

INAUGURAZIONE DELLA DELEGAZIONE DI SPIAGGIA DI VILLANOVA DI OSTUNI

OSTUNI – Venerdì 11 agosto alle ore 12.00 si terrà sarà la cerimonia di inaugurazione della Delegazione di Spiaggia di Villanova sita nel porticciolo turistico.  Saranno presenti le più alte cariche del Corpo, Il Comandante Generale del Corpo della Capitanerie di Porto, l’Ammiraglio Ispettore Vincenzo MELONE, Il Direttore Marittimo della Puglia e della Basilicata Jonica, il Contrammiraglio Giuseppe MELI e le più alte cariche Istituzionali locali.

La Delegazione di Spiaggia sita in località “Villanova” di Ostuni è stata riattivata  con Dispaccio 70137 in data 06 giugno 2017, del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.

Ostuni è uno degli Uffici Marittimi dipendenti dalla Capitaneria di Porto di Brindisi sin dalla data della sua istituzione, avvenuta con Regio Decreto n.540 del 18 Agosto 1908 e, a decenni di distanza dalla disattivazione, il Comando della Capitaneria di Porto di Brindisi si è fatto carico delle istanze del locale ceto marinaro, peschereccio e diportistico, per riottenere la presenza costante dell’Autorità Marittima sul posto, attese le sussistenti problematiche locali, anche di natura demaniale e ambientale, e le connesse attività di polizia.

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab