Il cluster marittimo chiede al Governo di valutare l’istituzione di un Ministero del Mare

Roma‐ Il cluster marittimo guarda con grande attenzione all’attuale situazione politica del Paese ed auspica che nell’ambito della riorganizzazione dell’esecutivo venga tenuto in debita considerazione il ruolo dell’economia del mare per il Paese. “Siamo consapevoli – afferma Mario Mattioli, presidente della Federazione del Mare e di Confitarma ‐ di come possa risultare complesso in questo momento valutare le istanze dei numerosi comparti della nostra economia. Cionondimeno, il mondo del mare ritiene che proprio in momenti di cambiamento come questi possano essere colte importanti opportunità per salvaguardare gli interessi del Paese in un settore d’importanza strategica quale è quello marittimo”.

Trasporti marittimi, cantieristica, pesca, nautica da diporto, porti e terminal industria delle estrazioni, ricerca e tutela del territorio, oltre alle attività connesse dell’indotto, quali assicurazioni, intermediazione, servizi logistici, scuole nautiche nonché attività sportive e ricreative. “Un mondo ‐ sottolinea il Presidente Mattioli – che annualmente produce beni e servizi per un valore di 34 miliardi di Euro (2% del PIL) ed acquista presso le altre branche dell’economia forniture per 20 miliardi di Euro, fornendo occupazione a 530 mila persone”.

“Pertanto – conclude Mario Mattioli ‐ in questa difficile fase di riflessione sull’assetto del Paese, il cluster marittimo chiede con forza che venga costituita un’efficace sede di coordinamento politicoamministrativo dedicata alle attività marittime: ministero del Mare o dipartimento dedicato della Presidenza del Consiglio, comunque una struttura che sappia mettere a sistema la gestione dell’intero cluster marittimo, i cui aspetti sono oggi dispersi tra diverse Amministrazioni, con danni certi per lo sviluppo loro e dell’Italia, leggendo e innovando la passata tradizione del ministero della Marina mercantile, oggi ridotto ad un’unica direzione ministeriale”.

FIV: IL CONSIGLIO RATIFICA LE CARICHE ZONALI E LE COMMISSIONI

Ratificati i risultati delle Assemblee delle 15 Zone periferiche: ecco i nuovi Comitati. Il Consiglio ha nominato i componenti delle Commissioni consultive permanenti. Nella Commissione Atleti nominati tra gli altri Max Sirena e Giovanni Soldini. Nominata anche per la Giuria d’Appello e varato il Piano Sviluppo Territoriale

Il Presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre ha coordinato da Genova la seconda riunione del Consiglio Federale FIV, svoltasi in teleconferenza, che aveva all’ordine del giorno la ratifica dei risultati delle Assemblee elettive svoltesi sabato scorso nelle 15 Zone periferiche, e la conseguente nomina degli organi territoriali della FIV per il quadriennio 2021-2024.

A seguito dell’esame dei verbali delle Assemblee, il Consiglio ha quindi confermato la nomina dei nuovi Presidenti dei rispettivi Comitati di Zona:

I Zona (Liguria) Presidente Maurizio Buscemi

II Zona (Toscana) Presidente Andrea Leonardi

III Zona (Sardegna) Presidente Corrado Fara

IV Zona (Lazio) Presidente Carlo Cacioppo

V Zona (Campania) Presidente Francesco Lo Schiavo

VI Zona (Calabria e Basilicata) Presidente Valentina Colella

VII Zona (Sicilia) Presidente Francesco Zappulla

VIII Zona (Puglia) Presidente Alberto La Tegola

IX Zona (Abbruzzo e Molise) Presidente Domenico Guidotti

X Zona (Marche) Presidente Vincenzo Graciotti

XI Zona (Emilia Romagna) Presidente Manlio De Boni

XII Zona (Veneto) Presidente Francesco Pappagallo

XIII Zona (Friuli Venezia Giulia) Presidente Adriano Filippi

XIV Zona (Trentino Alto Adige e Lago di Garda) Presidente Rodolfo Bergamaschi

XV Zona (Lombardia e Piemonte) Presidente Davide Ponti

La composizione dettagliata dei quindici nuovi Comitati di Zona è su: federvela.it.

A seguito dell’esame dei verbali delle Assemblee, la cui ratifica come chiarito nella delibera prevede comunque la scadenza del 26 gennaio per eventuali ricorsi, il Consiglio ha quindi confermato la nomina dei nuovi Presidenti dei rispettivi Comitati di Zona:

Commissione Atleti

Presidente: Flavia Tartaglini

Componenti: Ivan Branciamore, Max Sirena, Giavanni Soldini

Commissione Medica Federale

Presidente: Eugenio Cucinotta

Componenti: Luca Ferraris (Componente d’ufficio nella sua qualità di Medico Federale Dott.Luca Ferraris – art.54 comma 2 statuto FIV), Mauro Favro, Marco Scorcu, Gianfelice Antonio

Commissione Antidoping

Presidente: Mauro Favro

Componenti: Luca Ferraris, Carlo Capelli, Eugenio Cucinotta, Marco Tani

Commissione Atleti Paralimpici

Presidente: Antonio Squizzato

Componenti: Davide Di Maria, Fabrizio Olmi, Carmelo Forastieri, Daniele Malavolta

Commissione Affari Giuridici e Carte Federali

Presidente: Fabio Mazzoni

Componenti: Gianluca Conti, Angela Busacca, Pierluigi Ciammaichella, Alfredo Vaglieco

Commissione Federale Gruppi Sportivi Militari

Presidente: Enzo Di Capua (Guardia di Finanza)

Componenti: Maria Gabriella Romano (Polizia Penitenziaria), Ruggero Battelli (Marina Militare), Giancarlo Simeoli (Aeronautica Militare)

E’ stata deliberata anche la composizione della Giuria d’Appello per il quadriennio 2021 – 2024, nominando Presidente Riccardo Antoni e componenti: Fabio Donadono, Ezio Fonda, Giorgio Davanzo, Sergio Pepe; supplenti Annamaria Bonomo e Barbara Botti.

Paolo Luciani è stato nominato Designatore Unico Stazzatori per l’anno 2021.

VIA AI CONTRIBUTI PER IL PIANO SVILUPPO TERRITORIALE – Il Presidente Francesco Ettorre ha indirizzato una nota a tutti i Presidenti di Circolo e alle Associazioni di Classe per illustrare l’avvio dell’edizione 2021 del Piano Sviluppo Territorio con interventi a favore dei Tesserati e Circoli, per l’erogazione di 143 contributi alle Classi giovanili 420, 29er, Techno 293/Foil, Ilca 4 (4.7), Ilca 6, RS Feva, L’Equipe, Kite, Kite Foil, Hobie Cat, Dragoon, Nacra 15, e – novità del 2021 – i contributi per le imbarcazioni Parasailing Hansa 303 e 2.4.

Le modalità per garantirsi il supporto sull’acquisto previsto in questo piano 2021 sono descritte e consultabili nella apposita pagina su questo sito.

I tempi per la formalizzazione delle richieste si apriranno dalle ore 09:00 del 25 gennaio e termineranno alle ore 12:00 del 10 marzo 2021.

La prossima riunione del Consiglio FIV è già prevista a inizio febbraio.

DICHIARAZIONI

Francesco Ettorre, Presidente FIV: “Con la definizione delle cariche Zonali, tutta la Federazione è adesso pronta a lavorare per questo quadriennio che sappiamo sarà molto impegnativo. Voglio complimentarmi con tutti gli eletti e anche con tutti i candidati per la passione e l’impegno dimostrati, auguro un buon lavoro ai nuovi Presidenti e membri dei Comitati, come sempre il Consiglio lavorerà in stretta sintonia con il territorio che riveste un’importanza decisiva.”

Flavia Tartaglini, Presidente Commissione Atleti: “Mi sento onorata per la carica ricevuta in una Commissione che conta due personaggi tra i più grandi della vela non solo italiana ma mondiale, come Max Sirena e Giovanni Soldini, insieme al collega di Consiglio Ivan Branciamore. Sarà stimolante lavorare insieme e grazie alle diverse personalità presenti in Commissione sono certa potremo rappresentare tutti gli atleti di ogni sfaccettatura della vela italiana.”

Tanto Circolo Velico Ravennate in America’s Cup

Marina di Ravenna– Il Circolo Velico Ravennate ancora una volta dimostra la sua capacità di costruire e trasmettere passione e lo fa con i soci che in questo momento stanno, in diversi ruoli, partecipando agli eventi legati all’America’s Cup. Dopo le World Series del dicembre scorso, in questi giorni è iniziata la Prada Cup, regata di selezione dello sfidante che contenderà ad Emirates Team New Zealand il trofeo più antico nella storia dello sport.

Proprio nella struttura di COR 36 che organizza la Prada Cup due delle caselle più importanti sono occupate da componenti il Consiglio Direttivo del sodalizio di Molo Dalmazia: sono Matteo Plazzi e Antonio Vettese.

Matteo Plazzi, già vincitore dell’America’s Cup con BMW Oracle Racing e protagonista di diverse campagne sotto le insegne di Luna Rossa, è stato scelto come direttore tecnico. Antonio Vettese è Press Officer, responsabile della comunicazione. Il suo è uno dei volti più noti del giornalismo nautico italiano, è stato a lungo direttore di Vela e Motore.

Sono invece inquadrati all’interno di Luna Rossa Prada Pirelli Team altri tre tesserati del Circolo Velico Ravennate: Andrea Bazzini, Jacopo Plazzi e Umberto Molineris.

Andrea Bazzini, componente del design team, si occupa della valutazione delle performance della barca ed è uno dei responsabili dello sviluppo dei software di bordo che, in un’America’s Cup sempre più avveniristica, gioca un ruolo molto importante sull’esito del duello sportivo.

Jacopo Plazzi e Umberto Molineris fanno parte del sailing team dello sfidante italiano. Il primo ha ricoperto il delicato incarico di osservatore, raccogliendo informazioni circa le performance dei team avversari: una sorta di spia “regolamentata”, visto che i limiti di questo genere di attività sono definiti dal regolamento dell’America’s Cup stessa. Umberto Molineris, grazie al fisico potente è nelle lista equipaggio come grinder e nel corso dei primi match contro INEOS Team UK e American Magic si è fatto valere.

“Per il Circolo Velico Ravennate essere presente in America’s Cup è una tradizione che si rinnova: da quando team italiani hanno lanciato le loro sfide, non sono mai mancati atleti o tecnici riconducibili al nostro club – spiega Matteo Plazzi – E’ un fatto del quale andare orgogliosi, che racconta di un ambiente permeato da una forte tradizione agonistica, nell’ambito della quale la formazione avviene in modo naturale. Chi impara trova il vantaggio delle esperienze altrui, chi è esperto e mette il proprio sapere a disposizione degli altri”

La Ministra De Micheli insedia la Commissione di esperti per la riforma del trasporto pubblico locale

Roma. Prima riunione di insediamento questa mattina al Ministero della Commissione di studio incaricata di avanzare proposte per la riforma del trasporto pubblico locale, presieduta dal professor Bernardo Giorgio Mattarella.


All’ordine del giorno, l’organizzazione della Commissione e la suddivisione in gruppi di lavoro: le modalità di finanziamento, il sistema informativo per la raccolta di dati in tempo reale, l’analisi della domanda e la programmazione dei servizi, l’analisi industriale del settore, l’affidamento dei servizi, la digitalizzazione dei servizi e mobility as a service, le tecnologie di alimentazione alternativa, la tutela dell’utenza, queste le aree tematiche per ciascun gruppo.


“Abbiamo la necessità di ridefinire – ha ricordato la Ministra De Micheli – il quadro normativo del rapporto tra Stato e Regioni del trasporto pubblico locale e soprattutto i criteri di gestione del servizio rispetto ai nuovi bisogni di spostamento delle persone. Anche in considerazione degli ingenti investimenti già promossi nel settore e dell’iniezione di importanti risorse aggiuntive per investimenti per l’efficientamento di un sistema sostanzialmente fermo alle regole del 1997. Ricordo che abbiamo già assegnato 8 miliardi e mezzo per finanziare progetti urbani di trasporto rapido di massa e per il rinnovo del parco mezzi e con il Recovery plan ne saranno disponibili altri 10 per la mobilità sostenibile e le ferrovie regionali”.


Tra gli obiettivi della riforma, un quadro normativo aggiornato in relazione agli aspetti economici-finanziari, anche nella prospettiva dell’attuazione del federalismo fiscale. Inoltre sarà necessario sviluppare modelli di integrazione intermodale dell’offerta di trasporto pubblico a livello locale e regionale nel perseguimento dell’obiettivo della mobilità as a service, individuando ogni possibile forma di efficientamento e razionalizzazione anche attraverso l’attuazione dei costi standard. Infine, occorre definire criteri uniformi per la ripartizione dei contributi statali per il settore del trasporto pubblico locale, con particolare riferimento all’esigenza di garantire livelli adeguati dei servizi su tutto il territorio nazionale.


Il prossimo passo per la Commissione composta da esperti della materia e dai rappresentanti istituzionali dei soggetti pubblici coinvolti nell’offerta di mobilità pubblica sarà l’audizione, entro il prossimo mese, delle imprese erogatrici del servizio, delle organizzazioni sindacali, dell’associazione degli utenti e degli stakeholder.
Si allega il Decreto di nomina degli esperti, cioè il n.2 del 04.01.2021 e non il refuso n.2 2012.


Con tale decreto la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, istituisce una Commissione di studio incaricata di avanzare proposte per la definizione del quadro normativo in relazione agli aspetti economici-finanziari del trasporto pubblico locale e criteri uniformi per la ripartizione dei contributi statali.


La Commissione ha tre mesi di tempo dalla data di insediamento per produrre una relazione ed eventuali proposte di modifiche normative e strumenti di raccordo tra Stato, Regioni, e Autonomie locali.  Le attività della Commissione saranno svolte a titolo gratuito, senza oneri per l’amministrazione pubblica.

Elezioni Comitato II Zona Fiv: riconfermato il Presidente Andrea Leonardi per il nuovo quadriennio Fiv

Eletti i consiglieri Filippo Arcucci, Lorenzo Barberi, Dario Caroti, Sandro Gherarducci, Andrea Mazzoni e Riccardo Spanu.

Livorno-Nel fine settimana appena concluso, nei suggestivi locali del Pancaldi Meeting Center di Livorno si è svolta l’Assemblea Elettiva della Seconda Zona Fiv, ovvero la territorialità compresa dalle Regioni Toscana, Umbria e provincia di La Spezia che racchiude settantacinque Associazioni e Società Sportive in rappresentanza di un patrimonio velico sportivo e agonistico di grande rilievo e assoluto prestigio.


Le operazioni di voto che seguono e completano quelle nazionali, hanno riconfermato alla carica di Presidente Andrea Leonardi che prosegue così il suo mandato per un nuovo ciclo e una nuova stagione sportiva. Cinquantaquattrenne, pubblicitario e fotografo professionista, Leonardi è autore di molte pubblicazioni e svolge attività di comunicazione a livello nazionale ed internazionale. Nella vela è da sempre appassionato di derive con le quali ha partecipato a numerosi Campionati del Mondo ed Europei. Nel 2018 ha ricevuto l’onorificenza CONI per l’attività di dirigenza sportiva.
I Consiglieri risultati eletti nel Consiglio Direttivo, invece, sono stati Filippo Arcucci, Lorenzo Barberi, Dario Caroti, Sandro Gherarducci, Andrea Mazzoni e Riccardo Spanu.


“Si entra in una fase nuova per il Comitato Seconda Zona che ha trovato l’occasione di rinnovarsi nella maggior parte dei componenti, oggi forti di esperienza, passione e ottima conoscenza del sistema federale italiano.- ha commentato a margine della votazione il rieletto Presidente Andrea Leonardi -Queste elezioni si affacciano ad un futuro che porterà con sé ancora qualche incertezza legata alla situazione sanitaria contingente e che terrà in ostaggio molta della nostra attività sportiva per un altro po’, ma i nostri Circoli sanno bene cosa fare per continuare il lavoro che gli spetta, cioè favorire lo sport della vela nella pratica agonistica, sportiva e nelle attività di formazione.

Ora finalmente è tempo di mettersi il vestito nuovo e iniziare un percorso coraggioso, perché l’evoluzione dello sport coincide con la complessità di un intero mondo sociale che cambia. Da parte mia, spero di continuare a mettere al servizio di tutti l’esperienza maturata ormai in molti anni, con la certezza che dalle espressioni territoriali anche Federvela saprà trarre, oggi e sempre più, importanti risorse per il suo completamento.”

VITTORIA YACHTS PRENDE IL LARGO E DA’ IL VIA ALLA COSTRUZIONE DEL PRIMO MOTORYACHT DAL NOME BOW SPRIT

Nello stabilimento di Adria la cerimonia di posa della chiglia che ha sancito l’inizio lavori del primo esemplare della categoria Explorer firmato Sergio Cutolo

Adria (Ro)-A tre mesi dal suo varo, Vittoria Yacht procede a vele spiegate e inizia il 2021 dando il via alla costruzione del Bow Sprit, il primo motoryacht della linea Explorer.

A sancire l’inizio lavori dell’Explorer lungo oltre 50 metri e dalla stazza al limite delle 500 GT, il Keel Laying o cerimonia di posa della chiglia avvenuta ad Adria, nello stabilimento del Cantiere Navale Vittoria, alla presenza di Paolo Duò, Presidente del Cantiere Navale Vittoria, Michele Zorzenon, AD di Vittoria Yacht, e Sergio Cutolo, progettista del motoryacht.

Un rituale benaugurante di origini antiche che rappresenta il primo passo nella realizzazione del primo nascituro della categoria che la nuova divisione di Casa Vittoria prevede di terminare nel 2023.

Il Bow Sprit nato dalla matita di Sergio Cutolo è stato progettato, in partnership con Hydro Tec, per lunghe navigazioni e per il charter, e si caratterizzerà, in prima battuta, per la delfiniera di prua che ispira il nome del progetto.

“Questa giornata rappresenta per noi un traguardo – così Paolo Duò, presidente del Cantiere Navale Vittoria, intervenendo alla cerimonia- E’ la testimonianza di un evoluzione generazionale in grado di proseguire nella tradizione di innovazione e spinta verso il futuro promossa da mio nonno Luigi, fondatore dell’azienda. Quello che trent’anni fa mio cugino Fabio Duò aveva accarezzato come sogno tramite i suoi visionari progetti, sta ora prendendo forma, e non potremo esserne più emozionati. Ringrazio il team che ha lavorato al progetto negli ultimi anni. Nonostante il periodo difficile, questo è per noi uno spiraglio di luce importante, per un indotto che sarà indubbiamente rafforzato da una rinnovata visibilità internazionale.”

“Dopo quasi un secolo di esperienza in costruzioni all’avanguardia – commenta Michele Zorzenon, AD di Vittoria Yacht- vere eccellenze del settore militare, commerciale e civile, inauguriamo con orgoglio la costruzione di un nuovo tipo di mezzo, perfetto per questo momento storico. Il Bow Sprit infatti garantirà lunghe navigazioni, permetterà di raggiungere ogni punto del globo con tutti i comfort possibili, per esperienze indimenticabili.”

“L’inizio della collaborazione con un cantiere è sempre un momento di grande emozione- afferma Sergio Cutolo, progettista del Bow Sprit- ma comporta, allo stesso tempo, uno sforzo notevole per cogliere l’essenza identitaria del cantiere stesso. Se questo è vero per un cantiere che ha già una sua produzione consolidata, lo è ancor di più nel caso, come quello del Cantiere Vittoria, in cui non vi sia alcun passato riconducibile alla produzione di Yacht o imbarcazioni da diporto. Sicuramente la capacità del Cantiere di progettare e produrre mezzi veloci con elevate caratteristiche di tenuta al mare rappresentava un elemento di grande attrazione e suggeriva la creazione di una piattaforma veloce, prestazionale e sofisticata nella tecnologia. Considerazioni di carattere commerciale hanno fatto propendere la scelta verso una piattaforma più tradizionale ma, scuramente, più flessibile e adattabile alle diverse esigenze di mercato”.

Il Bow Sprit

Il motoryacht si contraddistinguerà per le linee decise e mascoline e la capacità di offrire una originale distribuzione degli spazi aperti che potranno essere agevolmente convertiti in funzione delle necessità dell’armatore. Una grande piscina situata all’estrema poppa costituirà il fulcro della zona “Beach Club”, una seconda piscina, situata sul ponte più alto, per l’intrattenimento degli ospiti per le lunghe navigazioni e una grande “coffa” situata al di sopra dell’Hard Top consentirà una visuale a 360 gradi.

Il layout si svilupperà su 5 o 6 cabine offrendo ampi spazi alla zona equipaggio che ospiterà 8 membri più il comandante. Il tender sarà ospitato in un garage sottocoperta con portellone laterale per il varo, una soluzione che consente un isolamento ancora più efficace per le cabine ospiti rispetto alla sala macchine. Un peculiare aspetto sarà rappresentato dai tender posizionati a metà nave sul piano inferiore, a cui sarà possibile accedere tramite le scale su entrambi i lati del ponte principale. Gli spazi saranno destinati ad essere utilizzati come “giardino d’inverno”, spazio apribile o chiudibile grazie a pannelli di scorrimento in vetro.

La timoneria è disegnata con una “walk-around” console e un divano anteriormente per poter osservare nella sua pienezza il panorama. Da sottolineare il sun deck con tutto il necessario per i momenti di convivialità, mentre una seconda piscina sarà sormontata da una coffa o dal piano di osservazione. Spinto da motori MTU 16V2000M61, lo yacht potrà raggiungere una velocità massima di 16 nodi, una velocità di crociera di 14 nodi e un’autonomia maggiore di 6000 miglia nautiche ad una velocità economica di 10 nodi

I webinars del B.Lex Sailing Club: si inizia parlando di Vendée Globe

Domani sera alle 21, live su Facebook, interverranno Andrea Caracci, Andrea Fornaro e il ‘maestro del mare’ Vittorio Malingri

Roma- Esaurite le emozioni del B.Lex Sailing Trophy, passato in archivio con la vittoria di Federico Colaninno, il B.Lex Sailing Club asd si concentra ora sulla divulgazione dell’arte e della cultura marinara. Per farlo, il sodalizio presieduto da Alessandro de la Ville Sur Illon punta sul digitale, organizzando una serie di webinars dedicati a temi come Vendée Globe, America’s Cup, sail e yacht design.

Il primo incontro, previsto per le ore 21 del 20 gennaio 2021 e moderato dal direttore di Zerogradinord Mauro Melandri, sarà appunto dedicato al Vendée Globe, che proprio questi giorni sta volgendo al termine, offrendo agli appassionati un finale del tutto incerto: mai come in questa edizione, infatti, la situazione si è rivelata così equilibrata e caratterizzata da continui colpi di scena.

A descriverne gli accadimenti saranno alcuni nomi noti della vela offshore e oceanica italiana: Andrea Caracci, navigatore elettronico tra i più esperti e già impegnato in diverse Mini Transat, Andrea Fornaro, atleta del B.Lex Sailing Club asd da alcune stagioni si sta dedicando alla navigazione in solitario che nel corso del 2021 debutterà tra i Class 40, e il ‘maestro del mare’ Vittorio Malingri, primo italiano a partecipare al Vendée Globe e capace di imprese che hanno stimolato l’immaginario di molti.

Il programma dei webinars riprenderà a inizio febbraio, prima delle finali della Prada Cup, con un seminario dedicato all’America’s Cup e proseguirà con altri due incontri, previsti a marzo e aprile, relativi all’evoluzione del concetto di sail design e al mondo dei maxi yacht. Ogni webinar conterà sulla presenza di nomi illustri, che con le loro gesta e le loro intuizioni hanno contribuito a scrivere alcune delle pagine più importanti nella storia della vela e della navigazione.

La dimensione turistica delle ZES. Opportunità e prospettive di sviluppo e di investimento

Il progetto Interreg THEMIS presenta i webinar gratuiti destinati alle imprese del territorio operanti in tutta la filiera turistica e portuale e agli imprenditori interessati a investire nelle aree ZES individuate.

I webinar gratuiti avranno come oggetto la gestione dei servizi che le compagnie di crociera richiedono nei porti di accosto, sull’indotto che creano e sulle nuove opportunità imprenditoriali e strumenti di sostegno e sviluppo che saranno realizzati con l’avvio operativo della ZES Interregionale Adriatica.

Ogni webinar avrà un focus differente rispetto alle aree produttive di ciascun polo di riferimento (Bari, Brindisi e Manfredonia). Queste le date:
3 febbraio 2021 – BARI dalle 10 alle 12
BRINDISI dalle 15 alle 17
4 febbraio 2021 – MANFREDONIA dalle 10 alle 12
BARLETTA dalle 15 alle 17
5 febbraio 2021 – MONOPOLI dalle 10 alle 12


IL PROGRAMMA

Overview sul progetto THEMIS
Le Zone economiche speciali (ZES)
– Definizione e contesto internazionale
– Le ZES in Italia: inquadramento, caratteristiche , durata e iter istitutivo
– Governance della ZES della ZES Interregionale Adriatica
– Sintesi principale vantaggi della ZES e della ZES Interregionale Adriatica
L’architettura della ZES
– La composizione della ZES Interregionale Adriatica
– Le opzioni strategiche di fondo del Piano strategico ZES Puglia-Molise
– Focus su polo di riferimento: presentazione delle aree produttiva di riferimento
– Le prospettive di sviluppo del porto di riferimento
La semplificazione amministrativa in ZES
– La riduzione dei termini e la conferenza semplificata
– Lo sportello unico amministrativo (SUA) e l’ufficio ZES
– Ulteriori prospettive di semplificazione

IL PROGRAMMA

Agevolazioni fiscali e finanziarie in ZES
– Il credito d’imposta ZES
– Riduzione IRES per nuovi investimenti
– L’esenzione IRAP in Puglia
– Strumenti finanziari P.O.R.
– Ulteriori incentivi in fase di definizione
La Zona franca doganale (solo per porto di Bari, Brindisi e Manfredonia)
– Inquadramento normativo
– Vantaggi in Zona franca doganale
– Stato dell’arte nella ZES Interregionale Adriatica

La nautica campana perde un Re

La nautica campana, ma ancor più il mondo nautico, perde uno dei personaggi più lungimiranti ed ispirati: Cataldo Aprea. Il maestro d’ascia, primo di 6 fratelli e componente della famiglia che aveva realizzato la nota imbarcazione gozzo sorrentino, è scomparso prematuramente a 71 anni a causa del Covid.

L’Associazione Filiera Italiana della Nautica, nell’apprendere la notizia, si stringe intorno alla famiglia in questo difficile momento e, nella persona del presidente Gennaro Amato, annuncia una iniziativa speciale per ricordare un amico ed un grande uomo innamorato del mare: “Cataldo era un amico vero – sottolinea il presidente Afina, Gennaro Amato – e va ricordato per quello che ha fatto e dato al mondo della nautica. Pur non essendo un iscritto della nostra associazione sarà comunque sempre uno di noi perché amava la nautica, il mare e soprattutto ha reso orgogliosi noi campani grazie alla diffusione in tutto il mondo della tipica imbarcazione del nostro territorio: il Gozzo”.

Fincantieri vara la Silver Dawn

Ancona. Fincantieri, eccellenza italiana nel mondo, non temendo confronti nel design e la costruzione di navi passeggeri, l’altro giorno, ha varato la nave da crociera di lusso la “Silver Dawn”. Presso il cantiere Fincantieri di Ancona, per la prima volta ha toccato l’acqua del porto l’ammiraglia della Silversea Cruises. Con il varo tecnico di questa nave extra-lusso, il gruppo Fincantieri, guidato da Giuseppe Bono, avvierà la fase di allestimento, durante la quale saranno realizzati gli eleganti interni della nave.

La ‘Silver Dawn’ sarà la decima nave della flotta di Silversea, compagnia leader nelle crociere ultra-lusso. Con la consegna di ‘Silver Origin’ e ‘Silver Moon’ avvenute nel 2020, e con quella della ‘Silver Dawn’ prevista per novembre 2021, Silversea Cruises e l’industria crocieristica globale continuano a dimostrare una grande capacità di recupero. Le crociere di lusso dimostrano un trend positivo e una forte volontà di far vivere la passione del mare, naturalmente nel rispetto del protocollo sanitario internazionale IMO-OMS per evitare contagi da covid -19. Per l’occasione del varo tecnico della nave, Roberto Martinoli, presidente e ceo della Silversea Cruises, ha dichiarato: “Celebriamo con orgoglio questo importante traguardo raggiunto dalla nostra nuova bellissima Silver Dawn”.

“La collaborazione di lungo termine con Fincantieri – ha sottolineato Martinoli – continua a ridefinire i confini nel settore delle crociere ultra-lusso, e il supporto continuo e l’esperienza del Gruppo Royal Caribbean sono stati inestimabili ai fini della costruzione della nave. Silver Dawn è ispirata a Silver Muse e Silver Moon, ma i nostri ospiti potranno beneficiare di molti miglioramenti pionieristici a bordo della decima nave della flotta. Non vediamo l’ora di rivelarli nei prossimi mesi.”. “Silver Dawn è la quarta nave che realizziamo per Silversea sul progetto di grande successo ideato per Silver Muse – ha commentato Luigi Matarazzo, direttore generale della divisione Navi Mercantili di Fincantieri -.

Per un costruttore non può esservi riconoscimento migliore che quello di un armatore esigente e prestigioso che accoglie con entusiasmo una piattaforma innovativa. Siamo quindi estremamente orgogliosi di celebrare il varo di questa unità, che consolida le leadership tecnologiche e gestionali del nostro gruppo e che assumono ancor maggior valore nella congiuntura così impegnativa che stiamo attraversando”. La ‘Silver Dawn’, come caratteristiche costruttive, è la terza nave della serie classe Muse e fa parte di un piano a lungo termine per la crescita e il potenziamento della flotta della compagnia.

La nave varata ad Ancona ospiterà 596 ospiti in 298 suite con vista sull’oceano – il 96% delle quali avrà una veranda privata – e con un rapporto equipaggio/ospiti di 1/1,45. L’unità con queste caratteristiche urbanistiche manterrà l’intimità della piccola nave e gli alloggi spaziosi che sono i tratti distintivi dell’esperienza Silversea. Offrire esperienze di viaggio inedite nelle destinazioni più spettacolari del mondo, è il motto della Silversea Cruises, oltre a fornire agli ospiti un comfort superlativo e standard di qualità di vita a bordo della ‘Silver Dawn’.

Abele Carruezzo

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab