peyrani

MARINA MILITARE: POSA DI NUOVI SEGNALAMENTI PER PORTI PIU’ SICURI E ALL’AVANGUARDIA

LIVORNO – Nave Tavolara, Unità della classe Moto Trasporto Fari della Marina Militare, ha recentemente condotto una “Campagna Fari” per assicurare l’efficienza dei segnalamenti marittimi posti all’interno e all’esterno del porto di Livorno e nella Rada di La Spezia, in collaborazione con il Comando Fari e Segnalamenti Marittimi (MARIFARI) dell’Alto Tirreno e i Palombari del Nucleo SDAI del Gruppo Operativo Subacquei di COMSUBIN.

L’intervento del personale specializzato della Marina Militare ha permesso il ricondizionamento di tre segnalamenti ormai logorati dall’azione corrosiva del mare e l’installazione di due boe di nuova costruzione da impiegare in sostituzione delle mede elastiche (molto più ingombranti e costose) sia a Livorno, sull’imboccatura del porto, che a La Spezia, lungo il canale di accesso al porto mercantile.

I segnalamenti su cui ha operato Nave Tavolara a Livorno sono le due mede elastiche all’interno del porto, indicanti il limite destro di acque sicure lungo il canale dragato di accesso, e la meda elastica cardinale Est (1892 o Shiplight) a 3 miglia dalla costa che segnala presenza di bassi fondali, meglio nota come “Luminella” nel gergo marinaro tra diportisti e pescatori livornesi.Il contributo dei Palombari del Nucleo SDAI (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di COMSUBIN, ha permesso la corretta procedura di posa e l’“ammanigliamento” sul fondo marino dei segnalamenti al corrispondente masso immerso.

L’attività si inserisce tra i compiti istituzionali della Marina Militare che, in virtù della sua intrinseca flessibilità operativa, rappresenta uno strumento importante non solo per la Difesa ma per l’intero Paese e che, mantenendosi al passo con il progresso ed il rinnovamento tecnologico, mette a disposizione della collettività la sua professionalità, il suo personale e i suoi mezzi per garantire la sicurezza della navigazione in ingresso e in uscita dai porti italiani.

“Sognando Itaca”: progetto di vela terapia per pazienti ematologici

NAPOLI – Ha avuto luogo a Napoli, in occasione della Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma, la tappa finale della XI edizione di “…Sognando Itaca”, progetto di vela terapia volto alla riabilitazione psicologica e al miglioramento della qualità della vita dei malati ematologici. L’iniziativa, nata da un’idea della Sezione AIL di Brescia, si avvale tra gli altri del patrocinio del CONI, della Federazione Italiana Vela e della Lega Navale Italiana e con la collaborazione della Marina Militare.

La barca di “… Sognando Itaca”, l’ Ocean Star 56.1, è partita il 5 giugno da Gaeta (Latina). In ogni porto toccato dal tour ha avuto luogo l’Itaca Day: un gruppo di pazienti, accompagnati da una équipe medica multispecialistica, si è imbarcato, per diverse ore, sulla barca a vela per sperimentare l’esperienza di vita a bordo in mare aperto, all’insegna della condivisione e dello spirito di squadra.

La vela, per le sensazioni che offre e per le condizioni uniche e suggestive in cui viene praticata, ha una funzione terapeutica:contribuisce ad alleviare l’ansia e lo stress provocati dalla malattia e rafforza il rapporto esistente tra pazienti, medici e psicologi, mettendo così la riabilitazione psicologica al centro del percorso terapeutico. La Marina Militare, partner del progetto “Sognando Itaca 2017” ha messo a disposizione dell’AIL per la giornata del 21 giugno, l’imbarcazione a vela Orsa Maggiore, offrendo la straordinaria possibilità ai pazienti e il personale dell’AIL di effettuare delle uscite in mare nella splendida cornice del golfo di Napoli.

Questa attività testimonia la forte attenzione che la Marina Militare pone nei confronti della collettività, manifestata attraverso la professionalità dei suoi marinai, uomini con la divisa blu e al contempo cittadini italiani chiamati a garantire la sicurezza del mare, sempre al servizio del Paese e che possiedono una sensibilità solidale per non lasciare mai indietro nessuno.

L’iniziativa è stata presentata, oggi, mercoledì 21 giugno, alle ore 11.00, nel corso di una conferenza stampa presso il Circolo Canottieri Napoli (Via Molosiglio). Relatori dell’incontro: Valeria Rotoli, Presidente AIL Napoli, Lucia Fortini, Assessore alla Politiche Sociali e Istruzione della Regione Campania, Felicetto Ferrara, Direttore Divisione di Ematologia Ospedale A. Cardarelli, Mimmo Ripaldi, Direttore Centro Trapianti Ospedale Santobono – Pausilipon, Sergio Alioto, Portavoce UnoUnoCinque Sailing Team. Testimonial d’onore dell’incontro sarà Rita Dalla Chiesa. Modererà Monica Setta.
L’iniziativa ha potuto contare quest’anno su una testimonial d’eccezione, la velista e campionessa olimpionica di Windsurf Alessandra Sensini, direttore tecnico giovanile della FIV (Federazione Italiana Vela) e, dallo scorso maggio, anche Vice Presidente del Coni.L’obiettivo del progetto è quello di diffondere la vela terapia quale metodo terapeutico volto al miglioramento della qualità della vita dei pazienti ematologici. L’equipaggio, formato appunto da medici, pazienti e psicologi, può affrontare il mare aperto, con il carico di emozioni, suggestioni, incognite e difficoltà che esso comporta, e scoprire così nuove potenzialità e risorse. “…Sognando Itaca” interpreta, dunque, efficacemente lo spirito con il quale l’AIL da sempre si fa vicina al malato ed al suo percorso di sofferenza. In barca, inoltre, emerge il fondamentale bisogno di relazionarsi e di confrontarsi con l’altro per raggiungere insieme il porto, condividendo tutte le fatiche del percorso.

Cruciani C, azienda leader nel fashion system mondiale, ha realizzato in occasione di “…Sognando Itaca” 2017 un elegante braccialetto in pizzo macramè, il Filo blu multicolor. Le varie sfumature di blu evocano la variopinta bellezza del mare. I braccialetti sono disponibili sul sito ail.it e presso le sezioni provinciali dell’Associazione. “…Sognando Itaca” è realizzato grazie al contributo di Meta Energia e Cotton Sound e grazie alla preziosa collaborazione di Intermatica, IperFamila e CBILL del Consorzio CBI.L’iniziativa si inserisce tra le attività che l’AIL e le sue 81 sezioni provinciali organizzano in occasione della Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma del 21 giugno. La Giornata, posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblicae istituita permanentemente dal Consiglio dei Ministri, è dedicata all’informazione sulle ultime novità scientifiche come i nuovi farmaci, i percorsi di cura e i progetti per il miglioramento della qualità della vita dei pazienti.

MARINA MILITARE: NAVE SCUOLA AMERIGO VESPUCCI IN SOSTA A MONTREAL DAL 21 GIUGNO

MONTREAL – La Nave Scuola Amerigo Vespucci della Marina Militare è arrivata oggi nel porto di Montreal per la quinta tappa della Campagna d’Istruzione 2017.La Campagna di istruzione 2017, fino ad oggi, ha visto il Vespucci effettuare due tappe portoghesi, Sines e Funchal e, dopo una traversata Atlantica di 20 giorni, è giunta ad Hamilton alle isole Bermuda, per poi arrivare ad Halifax, prima delle tre tappe canadesi in programma.

Sabato 24 giugno, alle ore 15:00 locali (ore 21.00 italiane), il Comandante della nave, Capitano di Vascello Angelo Patruno, terrà una conferenza stampa a bordo durante la quale presenterà la nave e la Campagna d’Istruzione 2017.La sosta a Montreal sarà legata ad un evento di grande rilievo, le celebrazioni per il 150° anniversario della Confederazione Canadese. Il 1 luglio 1867 infatti, le 4 colonie del Nord America Britannico Ontario, Quebec, Nova Scotia e New Brunswick costituirono le prime province della Confederazione. La sosta a Montreal rappresenterà inoltre l’occasione per incontrare la numerosa comunità italiana, che qui risiede e lavora.

Partita dall’Arsenale Militare di La Spezia il 19 aprile scorso per la Campagna d’Istruzione 2017, la “nave più bella del Mondo” ha, fino ad oggi, addestrato i 79 allievi del 24° corso Volontari in Ferma Prefissata Quadriennale, che proprio a Montreal saranno avvicendati da oltre 100 allievi della 1^ classe dell’Accademia Navale di Livorno. Tutti loro hanno finora portato e porteranno durante il proseguo della Campagna d’istruzione l’eccellenza italiana ed il prestigio delle nostre Forze Armate all’estero, attraverso la partecipazione ad eventi culturali e promozionali, in collaborazione con le rappresentanze diplomatiche nazionali dei Paesi ospitanti.

La campagna d’istruzione a bordo di Nave Vespucci rappresenta un elemento cardine nella formazione del personale della Marina Militare e contribuisce a trasferire quei valori fondanti che li contraddistinguono uomini e donne della forza armata:  l’amore per il mare, l’etica, la fedeltà, la disciplina e l’onore.

Dopo Montreal, l’Unità raggiungerà Quebec City, terza ed ultima tappa dello stato nord americano, prima di dirigere verso gli Stati Uniti  (Boston, New York) continuando a rappresentare il Paese ed il suo “made in Italy”, in un’area di non usuale gravitazione per la Marina Militare. Media Partner della campagna, che ne seguiranno le varie fasi e tappe, sono:  RAI (RAI Italia e Linea Blu), Rtl 102.5, RTV San MARINO, La Stampa, Il Secolo XIX.

Nel corso della sosta, Nave Amerigo Vespucci sarà ormeggiata presso il Quay Alexandra di Montreal e sarà aperta alle visite al pubblico nei seguenti giorni e orari:
Venerdì 23 giugno: dalle 10.30 alle 12.00
Sabato 24 giugno: dalle 16.00 alle 18.30
Giovedì 29 giugno: dalle 10.30 alle 12.00
Venerdì 30 giugno: dalle 10.30 alle 12.00
Sabato 1 luglio: dalle 14.30 alle 18.30

Il Trofeo Coni inaugura l’Adriatic Cup: appuntamento il 29 giugno a Brindisi

BRINDISI – Anche quest’anno sarà il Trofeo Coni ad inaugurare  le manifestazioni sportive organizzate nell’ambito dell’edizione 2017 dell’Adriatic Cup, evento di Motonautica, che si svolgerà in Puglia dal 29 giugno al 2 luglio prossimi nello specchio d’acqua del porto interno di Brindisi.Infatti, per volontà della Federazione Italiana Motonautica e di concerto con il Circolo Nautico Porta D’Oriente, comitato organizzatore, è stata confermata la tappa della città adriatica.

Obiettivo. Il Trofeo, evento multidisciplinare istituto ed organizzato con cadenza annuale dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano, ha come obiettivo quello di diffondere iniziative volte a valorizzare la funzione promozionale dell’attività sportiva in ambito giovanile.

Fasi della competizione. La manifestazione si articola in 3 fasi: selezione provinciale, fase regionale, da disputarsi improrogabilmente entro il 30 giugno, e Finale Nazionale, che quest’anno si svolgerà nelle Marche, a Senigallia, dal 21 al 24 settembre, salvo eventuali variazioni.

Partecipanti. La manifestazione è rivolta ai tesserati under 14, limitatamente alla fascia d’età 10- 14 anni (nati dal 2003 al 2007).
Per quanto riguarda le discipline motonautiche, la competizione si svolgerà in due  giornate, mercoledì 28 e giovedì 29 giugno, sempre nello specchio d’acqua del porto interno, nei pressi della banchina Montenegro.

Dalle 10.30 alle 13.00 gli iscritti parteciperanno a lezioni teoriche tenute da tecnici federali che si svolgeranno nella Casa del Turista. I giovani atleti pranzeranno insieme in un locale sul Lungomare Regina Margherita accompagnati dalla dottoressa Tiziana Caprino, pedagogista.

Nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 17.30 i ragazzi sosterranno le prove pratiche in mare.  Tutto si svolgerà con l’ausilio di istruttori federali di alta velocità, membri dello staff del Circolo Nautico Porta d’Oriente, in condizioni di assoluta sicurezza per i partecipanti ai quali saranno forniti caschi e attrezzature idonee per affrontare la competizione.

Assemblea della Confederazione italiana armatori

ROMA – Il 20 giugno a Roma, presieduta da Emanuele Grimaldi, si è tenuta la sessione privata dell’Assemblea della Confederazione Italiana Armatori che ha proceduto all’approvazione del bilancio e della Relazione annuale sull’anno 2016.L’Assemblea ha poi proceduto all’elezione dei membri del nuovo Consiglio confederale per il triennio 2017-2019.

Nel pomeriggio la Commissione di designazione concluderà le consultazioni degli associati per raccogliere le candidature alla Presidenza. Il nuovo Consiglio, costituito da Emanuele Grimaldi, attuale Presidente di Confitarma, dai past President Aldo Grimaldi, Paolo Clerici, Nicola Coccia e Paolo d’Amico, da Andrea Garolla, Presidente Gruppo Giovani Armatori, e dai nuovi membri nominati dall’Assemblea odierna, si riunirà nelle prossime settimane per votare a scrutinio segreto il nominativo del Presidente da proporre all’Assemblea.Successivamente verranno nominati tutti gli altri organi sociali della Confederazione.
Nel corso dell’Assemblea il Presidente Grimaldi ha illustrato l’attività svolta da Confitarma in relazione alle problematiche del settore sottolineando che, nonostante il protrarsi degli effetti della grave crisi economica e finanziaria iniziata nel 2007, alla fine del 2016 ed anche a giugno 2017, la flotta mercantile italiana, con oltre 16,5 milioni di tonnellate, rimane nelle prime posizioni: terza tra le flotte dei maggiori Paesi riuniti nel G20, seconda nell’Unione europea e quarta al mondo tra quelle in cui c’è corrispondenza tra bandiera della nave e nazionalità dell’armatore, corrispondenza che effettivamente alimenta il cluster marittimo del Paese.

I Presidenti di Commissione e il Presidente dei Giovani Armatori hanno poi illustrato le principali tematiche affrontate nel corso del mandato con particolare riferimento a quelle riassunte nella Relazione annuale del Consiglio approvata dall’Assemblea.Il Presidente Grimaldi ha poi informato l’Assemblea che tutti i Fondi raccolti da Confitarma per le popolazioni colpite dal terremoto dell’Italia Centrale, sono stati devoluti alla Protezione Civile, alla Croce Rossa Italiana, alla Caritas Italiana, all’Associazione “Amici di Saletta” – Comune di Amatrice – per la realizzazione di un’area sociale, e all’Associazione “Terra di Amatrice Onlus”. Quest’ultima, con il contributo di Confitarma ha acquistato 9 moduli abitativi per ospitare altrettante famiglie.

Addestramento attività di security: Attestato marittimi esentati dalla frequenza

BRINDISI – In base all’art. 5 del Decreto 3 dicembre 2013 (D.D. n. 1347 del 3.12.2013), che reca disposizioni transitorie alla disciplina del corso di indottrinamento alle attività di security per il personale marittimo e della familiarizzazione alla security per il personale imbarcato, sono esentati dalla frequenza del corso di cui al presente decreto i marittimi che abbiano ricevuto l’addestramento di security previsto dal punto 8.6 della scheda n. 6 del programma nazionale di sicurezza marittima e che abbiano effettuato entro il 1° gennaio 2014 un periodo di navigazione di almeno sei mesi nel corso degli ultimi tre anni a bordo di navi soggette alla normativa di maritime security.

Nel caso di specie la certificazione ai marittimi è rilasciata, dall’agente di security della società di gestione (CSO).L’attestato di addestramento rilasciato deve essere conforme al modello di cui all’allegato C), del decreto citato i cui estremi sono annotati, a cura dell’autorità marittima di iscrizione, in calce al certificato di cui all’allegato VII al decreto legislativo 7 luglio 2011, n. 136.

Nel merito si evidenzia che l’attestato deve recare nella parte relativa all’intestazione la seguente formulazione: Intestazione della società di gestione; Attestato di addestramento alle attività di security per il personale marittimo; Certificate of proficiency on security awareness for seafarer.

Come precisato in precedenza i testi devono essere riportati sia in italiano che nella lingua inglese.

Anche l’attestato di cui all’Allegato C) deve recare gli spazi che consentano di individuare anagraficamente il soggetto destinatario della certificazione, nonché l’iscrizione nelle matricole del compartimento competente e pertanto necessita seguire lo schema seguente:“Si certifica che il Sig./Sig.ra ……………………………………………………………………….We hereby certify that Mr/MsNato/a a …………………………………………………..il………………………………………..born in                                                                         oniscritto/a nelle matricole del compartimento marittimo di…………………………………………..entered in the registers of Marine Department ofal n° ………………………………………………………………………………………………….at n.”

Per completezza il certificato, che attesta l’idoneità del soggetto (marittimo) che abbia ricevuto l’addestramento di security e che abbia effettuato entro il 1° gennaio 2014 un periodo di navigazione di almeno sei mesi nel corso degli ultimi tre anni a bordo di navi soggette alla normativa di maritime security, deve recare la seguente dichiarazione a firma dell’agente di security della società di gestione (Company Security Officer):“risponde ai requisiti di competenza per la certificazione di abilitazione come marittimo con designati compiti di sicurezza stabiliti dalla Regola VI/6, Sezione A-VI/6 della Convenzione Internazionale STCW 78 nella sua versione come emendata e del D.D. ……………………..Meets the standard of competence for certification of proficiency as seafarers with designated security duties, set out in the Regulation VI/6, Section A-VI/6 of the International Convention of Standard of Training, Certification and Watchkeeping for Seafarers, 1978, as amended and in the Decree………………………………..”

Infine l’apposizione della data del rilascio e la firma dell’agente di security della società di gestione perfezionano l’attestato.Data del rilascio …………………… ………………………Date of issueL’agente di security della società di gestioneCompany Security Officer”

 

 

Cosimo Salvatore CORSA

I ragazzi di NewSardiniaSail porteranno a Cagliari la barca a vela dell’associazione

CAGLIARI – I ragazzi in affido dal Dipartimento di Giustizia riporteranno a Cagliari, dal porto di Zakynthos in Grecia, Azuree. La barca scuola dell’associazione ASD NewSardiniaSail che finalmente è pronta per la navigazione dopo i lavori che si sono svolti in questo ultimo mese tra Turchia e Grecia. Interventi non previsti che hanno portato a modificare il programma di lavoro. I problemi ad alcune attrezzature di bordo non hanno permesso di portare a termine la prevista traversata verso la Sardegna in tempo utile. Ma quello che era un problema si è trasformato in una opportunità per i giovani che attraverso la vela cercano opportunità di inclusione sociale e di occupazione nel settore della nautica.

“I  nostri ragazzi verranno in Grecia, saliranno a bordo di Azuree e navigheranno lungo il Mediterraneo – spiega le attività il presidente Simone Camba-. Sarà una grande occasione per loro, non solo vedranno posti che mai si sarebbero sognati di visitare,  ma avranno l’opportunità di capire realmente cosa può donare il mare con oltre 500 miglia che attualmente separano Azuree da Cagliari”.

L’utile esperienza della navigazione, ma preceduta da un intenso lavoro a terra: “Riprenderemmo subito le nostre attività che saranno orientate all’organizzazione del trasferimento di Azuree: formeremo un equipaggio in grado di affrontare i turni di vedetta, di cucina, di pulizia”. Queste alcune delle fasi del progetto che prevede “anche le simulazioni di regata con i cambi vela e lo studio delle varie strategie di navigazione.  Daremmo finalmente vita ad un sogno e faremo navigare una barca che, per troppo tempo, è stata sulla terra ferma”.

Tutto pronto per mollare gli ormeggi, assicura il presidente Camba: “La barca è in ottimo stato e pronta alla navigazione. Dopo 20 giorni di permanenza in Grecia, dedicati interamente ai lavori di  sostituzione dell’elica e del nuovo pilota automatico “Raymarine”, il tempo a nostra disposizione non ci ha consentito il trasferimento verso la nostra sede di Cagliari. Per un motivo molto semplice: la nostra associazione è composta esclusivamente da volontari appartenenti alla Polizia di Stato che, liberi dal servizio e durante le ferie,  dedicano il proprio tempo alla realizzazione di progetti di inclusione sociale  attraverso la  vela.  Purtroppo, per  le diverse avarie riportate  da Azuree, abbiamo dovuto rimandare le attività con i ragazzi.

Abbiamo lasciato la barca in sicurezza – dopo il trasferimento da Marina di Pendik, a Istanbul passando dal Canale di Corinto (dove avevamo avuto l’avaria all’elica) – al porto di Zakynthos, sicuro e sorvegliato dal personale dello Yachting Club Zakynthos. L’imprevisto è sempre dietro l’angolo.Ma bisogna conviverci e soprattutto governarlo, una filosofia e metodo di lavoro che  abbiamo sempre  trasmesso ai nostri ragazzi:  dalle situazioni negative si può sempre ricavare qualcosa di positivo. Come in questo caso con i ragazzi che saranno protagonisti a bordo di Azuree che porteranno a casa”.

Il progetto è reso possibile grazie alla Regione Sardegna, Dipartimento di Giustizia Minorile e agli sponsor tecnici – in particolare Raymarine Italia, Osculati s.p.a., Lombardini Marine, 4bready – che hanno permesso  l’allestimento della barca.

MARINA MILITARE: CAMBIO AL COMANDO DELL’OPERAZIONE MARE SICURO

CATANIA – Giovedì 15 giugno, a bordo della fregata Carlo Margottini ormeggiata presso il porto di Catania, si è svolta la cerimonia di avvicendamento al comando dell’Operazione Mare Sicuro (O.M.S.) fra il contrammiraglio Andrea Cottini, comandante della Stazione Navale di Taranto ed il contrammiraglio Placido Torresi, comandante della 1ª Divisione Navale. La cerimonia è stata presieduta dal Comandante in Capo della Squadra Navale, ammiraglio di squadra Donato Marzano.

Durante gli oltre 3 mesi di comando dell’ammiraglio Cottini, la costante presenza di unità navali della Squadra e l’elevata professionalità del personale imbarcato sulle navi e sui sommergibili, del personale della Brigata Marina San Marco e delle Forze Aeree ha consentito di assicurare: la sorveglianza e la protezione delle piattaforme petrolifere di interesse nazionale ubicate in acque internazionali al largo delle coste libiche;la protezione dei mezzi nazionali intenti ad operare in attività di Ricerca e da possibili azioni di organizzazioni criminali;la deterrenza ed il contrasto nei confronti di organizzazioni criminali dedite ai traffici illeciti;la sorveglianza e protezione continua di numerosi pescherecci italiani presenti nelle aree a rischio, quali quella a nord di Misurata e a nord di Bengasi.

Tra gli eventi che hanno caratterizzato questo periodo c’è la nascita della piccola Maria Luisa a bordo di nave Libra, inserita nel dispositivo di Mare Sicuro, lo scorso 30 maggio. Ma prima ancora i numerosi interventi sanitari o di supporto ai pescherecci nazionali che operano in zona.

Il 16 maggio Nave Borsini ha fornito la prima assistenza al motopesca Ghibli, subito dolo il rilascio , in seguito al fermo da parte delle forze navali libiche.Il 10 giugno il pattugliatore Comandante Cigala Fulgosi è intervenuto per prestare assistenza al peschereccio Mariella, della marineria di Siracusa, rimasto senza propulsione a 65 miglia nord di Bengasi.Le navi di Mare Sicuro hanno svolto anche compiti di Polizia giudiziaria, il 5 maggio il pattugliatore Sirio ha individuato un’imbarcazione proveniente da Malta e diretta a Zuwarah, con documentazione non in regola.

Torna la Motonautica in Puglia: dal 29 giugno al 2 luglio nel Porto Interno di Brindisi

BRINDISI – La Puglia regina della Motonautica  con il Campionato Europeo di Off Shore e i campionati italiani di Moto D’Acqua, Hydrofly, Gt15 e il Trofeo Coni. Tornano, infatti, le iniziative di Motonautica, quinta edizione, di scena a Brindisi, nello specchio d’acqua del porto interno e sul  Lungomare Regina Margherita, dal 29 giugno al 2 luglio prossimi. L’evento è organizzato dal Circolo Nautico Porta D’Oriente in collaborazione con la Federazione Italiana Motonautica, il  Comune di Brindisi, la Camera di Commercio,  l’Autorità Portuale, la Capitaneria di Porto e gode del Patrocinio morale dell’amministrazione Provinciale.

Novità edizione 2017. Diverse e interessanti le novità dell’edizione 2017, a partire dal nome dell’evento “Adriatic Cup”, che conferisce alla manifestazione un forte elemento identitario. Ogni anno, per volere della FIM, prima in via sperimentale e poi definitiva, sono state introdotte nuove discipline. La spettacolare competizione delle Moto d’Acqua è la new entry dell’edizione 2017.

CAMPIONATO EUROPEO OFF SHORE.  Alla luce del successo dello scorso anno, tornano i catamarani classe 5000, quelli che in tutto il resto del mondo gareggiano fuori dai porti a causa delle dimensioni delle imbarcazioni e che a Brindisi, in via del tutto eccezionale, grazie alle particolari condizioni di sicurezza, possono sfidarsi nel porto interno e garantire al pubblico uno spettacolo unico. Appuntamento venerdì 30 giugno, ore18.30/ 19.30 (gara 1), domenica 2 luglio 19.00/19.45 (gara 2)

ENDURANCE. E’ una specialità agonistica riservata alle imbarcazioni monocarena con motore entrobordo o fuoribordo (sabato 1luglio- 18.45/19.30).

MOTO D’ACQUA. Ogni anno la FIM “sperimenta” nel campo di gara pugliese diverse discipline. Se nella passata edizione è toccato all’off shore, gara che con successo si è svolta in shore per garantire la partecipazione del pubblico, quest’anno toccherà alle MOTO D’ACQUA, certamente una disciplina che entusiasmerà il pubblico pugliese. Circa 100 piloti si alterneranno in batterie di 15/20 unità, garantendo uno spettacolo da non perdere. Sabato 1- domenica 2 luglio, ore 11.15/13.45

HYDROFLY. In questa categoria si sfideranno, in notturna per rendere più suggestivo lo spettacolo, atleti dotati di un’attrezzatura che permette di compiere incredibili evoluzioni in acqua. E’ una pratica che ha suscitato un interesse talmente elevato da meritare l’organizzazione di vere e proprie competizioni professionali.  Appuntamento venerdì 30 giugno (I manche- 20.30) e sabato 1 luglio (II manche- 20.30)

GT15.  Il Campionato Italiano di GT15 è la vetrina dedicata alle giovani promesse della Motonautica Mondiale, molto spesso “figli d’arte”, ma non solo. I vertici della FIM pongono grande attenzione a questa competizione e alla crescita dei giovani piloti che rappresentano il futuro della motonautica italiana. Appuntamento venerdì  30 giugno e sabato 1 luglio, 16.00/17.45 (gruppo A/B), e domenica 2 luglio 8.30/ 10.00 (A/B)

TROFEO CONI.  E’ un Progetto “Multisport” al quale aderisce anche la FIM. Si tratta di una competizione tradizionalmente suddivisa in due fasi, regionale e nazionale, dedicata ai ragazzi nati tra il 2003/2007. Appuntamento giovedì 29 giugno 10.30/ 17.30

Darsena Europa a Livorno: insediato al Mit il gruppo di lavoro

LIVORNO – Si è insediato presso il MIT, su richiesta dell’Autorità di Sistema Portuale Livorno – Piombino e d’intesa con la Regione Toscana, il Gruppo di Lavoro congiunto per la revisione del Progetto Darsena Europa.

Le importanti innovazioni normative introdotte negli ultimi due anni in materia di portualità ed opere pubbliche, prime fra tutte la riforma della normativa per i dragaggi ed il nuovo Codice Appalti, offrono una importante opportunità di rilettura di alcuni significativi aspetti del progetto al fine di ridefinirne modalità e tempi di realizzazione.

Inoltre, con l’entrata in vigore della legge di riforma della portualità, tale opera può essere meglio inquadrata all’interno delle più complessive strategie nazionali per il settore poste in capo al Ministero. Il Presidente Rossi ed il Ministro Delrio ribadiscono la centralità del porto labronico, e dell’intero sistema logistico della costa toscana, nel più vasto disegno di rilancio della “risorsa mare” quale volano di sviluppo e crescita dell’intero Paese.

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab