Home » Infrastrutture, Italia, Logistica, News, Porti, Trasporti » Porto di Ravenna: primo trimestre 2021 movimentazione complessiva + 4,1% rispetto allo stesso periodo del 2020

Porto di Ravenna: primo trimestre 2021 movimentazione complessiva + 4,1% rispetto allo stesso periodo del 2020

Nel 1° trimestre del 2021 il Porto di Ravenna ha registrato una MOVIMENTAZIONE COMPLESSIVA pari a 5.817.322 tonnellate, con un rimbalzo del 4,1% rispetto allo stesso periodo del 2020; gli sbarchi e gli imbarchi sono stati, rispettivamente, pari a pari a 4.889.105 tonnellate (+2,4% sul 2020 e -11,5 sul 2019) e a 928.217 tonnellate (+13,7% sul 2020 e +5,6% sul 2019).

Il numero di toccate delle NAVI è stato pari a 627, con un “rimbalzo” dell’8,3% rispetto il 1° trimestre del 2020 ma ancora sotto del 4% rispetto quelle del 1° trimestre 2019.

Il mese di marzo 2021, in particolare, ha movimentato complessivamente 2.119.812, in aumento del 20,3% rispetto allo stesso mese del 2020 (il “peggior” mese del 2020) ma ancora sotto del 19,5% rispetto le 2.532.490 tonnellate di marzo 2019.

Nell’ultimo semestre (01.10.2020 – 31.03.2021), inoltre, sono state movimentate complessivamente 11,8 milioni di tonnellate, con un rimbalzo del 9,6% rispetto il semestre precedente (01.04.2020 – 30.09.2020) e volumi comparabili a quelli del semestre 01.10.2019 – 31.03.2020 (- 3,9%); Il numero di toccate delle NAVI è stato pari a 1.285, in crescita dell’11,2% rispetto il semestre precedente (01.04.2020 – 30.09.2020) e stabile (+0,9%) rispetto il semestre 01.10.2019 – 31.03.2020.

Analizzando le MERCI PER CONDIZIONAMENTO si evince che nel periodo gennaio-marzo 2021, rispetto ai primi tre mesi dello scorso anno, le merci secche – con una movimentazione pari a 4.794.791 tonnellate – sono cresciute del 4,9% e, nell’ambito delle stesse, le merci unitizzate in container sono in aumento del 5,9%, mentre le merci su rotabili sono ancora in calo dell’1,9% per tonnellate, ma in crescita del 15,7% per numero di pezzi. I prodotti liquidi – con una movimentazione pari a 1.022.531 tonnellate – nel 1° trimestre del 2021 sono stabili (+0,2%) rispetto lo stesso periodo dell’anno precedente.

Il mese di marzo presenta un rimbalzo significativo, rispetto marzo 2019, praticamente in tutte le tipologie di merci: nello sbarco di SEMI OLEOSI, con oltre 129.000 tonnellate movimentate (+126%), nei PRODOTTI METALLURGICI, con circa 545.000 tonnellate movimentate (+18%), nei PRODOTTI CHIMICI, con oltre 60.000 tonnellate movimentate (+ 61%), e nelle MATERIE PRIME CERAMICHE, con quasi 340.000 tonnellate movimentate (+ 22%).

Si chiude, così, in positivo il 1° trimestre 2021, rispetto lo stesso periodo del 2020, sia nella MOVIMENTAZIONE COMPLESSIVA che in molte CATEGORIE MERCEOLOGICHE (semi e frutti oleosi, materiali da costruzione, petroliferi e combustibili, concimi, container, numero di Trailer e Rotabili).

Dalle stime a chiusura ordinativi anche il mese di aprile sembrerebbe in positivo, non solo rispetto lo stesso mese del 2020 (anche quello molto negativo a causa del lock-down), ma anche rispetto ad aprile 2019, potendosi finalmente iniziare a parlare con molta cautela, almeno per i mesi di marzo e aprile, di ripresa, anche se volumi complessivi cumulati comparabili con quelli del 2019 (per ora recuperati da prodotti petroliferi e combustibili minerali, semi e frutti oleosi, materiali per l’edilizia e le costruzioni, concimi) potranno essere osservati, verosimilmente, dalla fine del 2° trimestre 2021.

Per i CONTENITORI il 1° trimestre 2021 si chiude in positivo, con 53.354 TEUS (+11% sullo stesso periodo 2020), di cui 20.807 TEUs (+29,3%) nel solo mese di marzo (16.766 TEUs), superando del 2,2% i 52.159 TEUS il 1° trimestre 2019, con un ritorno ai volumi ante pandemia, anche se le prime stime per il mese di aprile, seppur in tenuta, non prospettano per i CONTENITORI gli stessi risultati.

Ottima performance nel 1° trimestre 2021 anche per i TRAILER, con quasi 17.000 pezzi movimentati (+15,7%), di cui 5.849 TRAILER nel solo mese di marzo (+24,5%), e per le AUTOMOTIVE, con 4.184 pezzi (+134,4%), di cui 1.636 nel solo mese di marzo (+154% rispetto lo stesso mese del 2020): per entrambi, si assiste ad un superamento dei volumi del 1° trimestre 2019, ante pandemia, rispettivamente del 7,3% (TRAILER) e del 20,3% (AUTOMOTIVE).

Si segnala che il GRUPPO GRIMALDI ha potenziato i collegamenti da Ravenna per Catania e viceversa, aggiungendo un terzo traghetto a partire dal 21 aprile (l’EUROCARGO VALENCIA, una RO-RO/Cargo Ship costruita nel 1999, lunga 195 metri, con una capacità di carico di 160 semirimorchi, con disponibilità totale di 4.400 metri lineari) e riuscendo, così, ad aumentare l’offerta, con 4 partenze settimanali da Ravenna e 4 partenze settimanali da Catania, oltre che approdo intermedio nel porto di Brindisi.

Per leggere il Report integrale sull’andamento dei traffici nel Porto di Ravenna nel mese di marzo 2021 (redatto dall’Area “Programmazione e Sviluppo”)

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=83181

Scritto da su Mag 5 2021. Archiviato come Infrastrutture, Italia, Logistica, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab