lunedì, Novembre 29, 2021

L'email "salvatore.carruezzo@email.it" è offline, si prega di usare gli indirizzi: "salvatore.carruezzo@gmail.com e "direttore@ilnautilus.it"

HomeCulturaFincantieri manifesta interesse per il salvataggio dei cantieri Elefsis in Grecia

Fincantieri manifesta interesse per il salvataggio dei cantieri Elefsis in Grecia

La Fincantieri italiana ha espresso interesse al Governo greco a unirsi a un gruppo d’investimento per guidare la ristrutturazione dei cantieri Elefsis.

Atene. Elefsis Shipyards è una società di costruzioni navali greca, coinvolta anche in altre costruzioni industriali. Fondata nel 1968, ha costruito molti tipi di navi, tra cui le più grandi navi portarinfuse costruite in Grecia e navi militari. Struttura situata a circa dieci miglia nautiche dall’area di ancoraggio del porto di Pireo, il Governo greco considera il cantiere una risorsa strategica per il paese.

Va avanti così la cooperazione imprenditoriale greco – italiana sul cantiere ellenico Elefsis di Pireo, in difficoltà finanziarie.
Il 21 ottobre scorso è stata espressa la manifestazione d’interesse da parte di Fincantieri, Divisione Navi Militari, durante l’incontro tra i ministeri interessati ellenici (Sviluppo e Difesa) e l’amministratore delegato di ONEX. Onex Shipyards, già due anni fa, aveva dichiarato che avrebbe acquisito il cantiere in un tentativo preliminare di risanare l’operazione finanziariamente travagliata.

ONEX, nel 2019, aveva proposto un piano di salvataggio per il cantiere navale. All’inizio di quest’anno, Ernst & Young ha redatto un nuovo piano aziendale per il cantiere affermando che affinché l’operazione diventi finanziariamente redditizia, il cantiere dovrebbe ricevere una quota significativa del lavoro dalla Marina ellenica. La consulenza del ‘piano di risanamento’ riferisce che i debiti del cantiere navale sono di gran lunga superiori alle previsioni fatte precedentemente e le stime avevano fissato il debito tra $ 300 e $ 350 milioni; ma Ernst & Young, a febbraio scorso, riteneva che la reale portata dell’obbligazione fosse vicina ai $ 500 milioni.

Anche gli Stati Uniti, giugno 2020, avevano espresso il loro sostegno all’operazione ONEX con l’agenzia US Development Project Finance Agency. L’ambasciatore degli Stati Uniti in Grecia, Jeffrey Pyatt, ha affermato che il cantiere è d’importanza strategica poiché ha fornito servizi alla sesta flotta della Marina degli Stati Uniti, nonché al commercio di GNL e ad altre spedizioni commerciali nel Mediterraneo orientale.

Dopo l’incontro, dell’altro giorno, il Governo greco, accogliendo con favore la proposta verso la ristrutturazione di Elefsis Shipyards, si è dichiarato entusiasta in quanto uno dei più grandi gruppi cantieristici a livello globale, il Gruppo Fincantieri, ha ufficialmente espresso interesse a partecipare allo sforzo, in collaborazione con ONEX.

Abele Carruezzo

RELATED ARTICLES

Most Popular