venerdì, Settembre 24, 2021
HomeCulturaL’Ever Given lascerà il Canale di Suez mercoledì 7 luglio

L’Ever Given lascerà il Canale di Suez mercoledì 7 luglio

Ismailia. La trattativa sulla controversia legale/economica tra la Suez Canal Authority e proprietari, noleggiatori e assicuratori della portacontainer Ever Given finirà mercoledì prossimo 7 luglio.

Infatti, le società armatrici proprietarie e quelle noleggiatrici della nave, ovvero la giapponese Shoei Kisen Kaisha e la taiwanese Evergreen Marine Corporation, hanno raggiunto un concordato formale sulla controversia di risarcimento economico e così la nave è stata autorizzata a patire il prossimo 7 luglio, come dichiarato dal Tribunale Amministrativo di Ismailia nella seduta di ieri, domenica 4 luglio.

L’Autorità del Canale di Suez (SCA) ha tenuto e tiene sequestrata la nave con il suo equipaggio e relativo carico nel grande lago dal 29 marzo; cioè da quando è stata liberata dall’incaglio e divenuta poi oggetto di una disputa legale/economica complessa, presso il Tribunale Amministrativo di Ismailia, con la stessa SCA che chiede un risarcimento danni esoso, in prima istanza e poi ritrattato.

La Ever Given si era arenata nel Canale a causa del vento forte, traversandosi e bloccando così il transito del canale per sei giorni con danni al commercio globale e ancorata in un lago tra due tratti del canale – il Great Bitter Lake.

Ora, raggiunto l’accordo, saranno predisposti tutti gli atti per il rilascio della nave con la relativa firma che avverrà presso la sede dell’Autorità; atti che saranno esaminati dal Tribunale Amministrativo di Ismailia nella seduta di domenica 11 luglio prossimo.

Gli avvocati rappresentanti la società Shoei Kisen, proprietaria della nave, e degli assicuratori, unitamente ai P&I Club sono soddisfatti dell’accordo raggiunto che permetterà alla Ever Given di lasciare il Canale di Suez il prossimo 7 luglio e di riprendere la navigazione con equipaggio e carico.

La SCA, intanto, aveva affermato, con una nota, che il contratto di transazione sarebbe stato firmato mercoledì 7 luglio durante una cerimonia dedicata alla firma e che i partecipanti avrebbero potuto assistere alla partenza della nave.

Osama Rabie, il presidente della SCA, ha poi detto che per la partenza della nave avrà a disposizione un rimorchiatore con una capacità di traino di circa 75 tonnellate, come parte dell’accordo, senza riferire altri dettagli e senza conferma della suddetta cerimonia.

Economicamente, l’Autorità del Canale di Suez ha introitato per transiti del canale 3 miliardi di dollari nei primi sei mesi del 2021, in aumento dell’8,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, nonostante l’incidente di Ever Given, ha affermato lo stesso Rabie.

La SCA aveva chiesto 916 milioni di dollari di risarcimento per coprire le operazioni di salvataggio, i danni alla reputazione e le mancate entrate prima di ridurre pubblicamente la richiesta a 550 milioni di dollari. Shoei Kisen e gli assicuratori della nave avevano contestato tale richiesta e soprattutto hanno fermamente contestato dall’inizio il sequestro e la relativa detenzione della nave in conformità a un ordine del Tribunale egiziano.

Abele Carruezzo

RELATED ARTICLES

Most Popular