Home » Cultura, Eventi, Italia, Nautica, News, Saloni nautici, Turismo » MARE senza confini ARTE senza barriere

MARE senza confini ARTE senza barriere

Arsenale di Venezia – Salone Nautico
Il Rotary Club Venezia in accordo con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Provincia di Venezia colgono l’occasione del Salone Nautico (promosso dal Comune di Venezia e realizzato attraverso la società Vela SpA in collaborazione la Marina Militare Italiana) per presentare un percorso artistico e culturale. Grazie all’iniziativa intitolata “MARE senza confini ARTE senza barriere” i visitatori potranno conoscere le opere del Maestro Gianmaria Potenza.


L’iniziativa prende spunto dalla grande scultura in bronzo L’Astrolabio del Maestro Gianmaria Potenza che sarà futuro oggetto di donazione e che sarà custodita da quest’anno all’Arsenale. Un’opera di 220 cm di altezza, che, come tutte la serie di bronzi dell’artista, è stata ideata per essere vista ed “esplorata”, grazie alla materia incorruttibile, alle caratteristiche delle superfici variamente trattate ed infine alla mobilità stessa delle opere che spesso possono essere ruotate manualmente.


Come il Mare così l’Arte non hanno barriere, richiedono curiosità e attenzione per capire, conoscere e vedere con gli occhi del cuore e si incontrano dando vita ad un nuovo service rotariano, per una cultura senza barriere in accordo con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Provincia di Venezia.


Mercoledì 2 giugno il Maestro Potenza ed il Maestro Tagliaferri guideranno alcuni ospiti (accesso contingentato, soggetto alla prenotazione obbligatoria e nel rispetto delle misure di contenimento previste per contrastare l’emergenza sanitaria da Covid-19) in un percorso d’arte e di mare in un inedito itinerario scandito da una serie di sculture del maestro Gianmaria Potenza che possono essere guardate, toccate e ruotate.


Un’interessante opportunità per vivere l’arte in chiave inclusiva e mettere in pratica idee di service utili per la comunità. Prosegue così il progetto avviato dal Rotary Club Venezia (presidente a.s. 2020-2021 Tonino Beccegato) in accordo con UICI Provincia di Venezia (presidente Alessandro Trovato) e che negli ultimi anni ha visto il sodalizio lagunare realizzare service affini, con iniziative pensate per tutti, a libero accesso, senza limiti collegati a barriere sensoriali.


Tra le attività programmate per il gruppo di visitatori UICI si segnalano:
-la lezione divulgativa e formativa con la partecipazione del Maestro Gianmaria Potenza ed il Maestro Felice Tagliaferri, negli spazi gentilmente messi disposizione da Thetis SpA;
-la visita all’esposizione del Maestro Gianmaria Potenza, sarà l’artista ad accompagnare i visitatori a conoscere le sue sculture in bronzo, tutte dotate della caratteristica della tattilità che sono ospitate negli ampi spazi dell’Arsenale;
-per ogni opera il Maestro Tagliaferri insegnerà a vedere qualcosa che va oltre lo sguardo degli occhi, per imparare a capire anche senza guardare;
-la visita al Salone Nautico con la possibilità di accedere al leggendario “Moro di Venezia”.
“MARE senza confini ARTE senza barriere” nasce da un’idea del Rotary Club Venezia, Distretto Rotary 2060 e Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Provincia di Venezia ed è realizzata grazie alla gentile disponibilità di Thetis Spa, Salone Nautico di Venezia, maestro Gianmaria Potenza e maestro Felice Tagliaferri.

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=84007

Scritto da su Giu 1 2021. Archiviato come Cultura, Eventi, Italia, Nautica, News, Saloni nautici, Turismo. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab