Home » commerciale, Cultura, Italia, Nautica, News, Trasporti » ALIS: inaugurata la sede nazionale e gli studi televisivi di ALIS Channel

ALIS: inaugurata la sede nazionale e gli studi televisivi di ALIS Channel

Roma – ALIS Channel, Tv associativa che si interessa di temi dell’economia, del trasporto e della logistica, inizia ad operare dalla nuova sede nazionale di Roma che comprende anche gli uffici di ALIS. Guido Grimaldi, presidente di ALIS, durante l’inaugurazione della sede ha detto che: “In un momento socio-economico in cui si intravedono finalmente segnali di fiducia e speranza, soprattutto attraverso il piano vaccinale attuato dal commissario gen.

Figliuolo che sta proseguendo con dati e numeri incoraggianti, ALIS vuole continuare a fornire una spinta proattiva per la ripartenza del trasporto e della logistica promuovendo la sostenibilità ambientale a favore delle nuove generazioni.” Il programma d’inaugurazione dei nuovi uffici ha visto il Consiglio direttivo concluso con l’intervento del presidente dell’AdSP Mar Tirreno Centrale, Pino Musolino, e subito dopo vi è stato il talk di ALIS Channel condotto da Bruno Vespa. Hanno partecipato: il presidente di GSE (Gestore Servizi Energetici) Francesco Vetrò, l’ad del Gruppo Grimaldi e vicepresidente dell’International Chamber of Shipping Emanuele Grimaldi, il direttore de “Il Mattino” Federico Monga ed il vicepresidente di ALIS Marcello Di Caterina.

I punti salienti del talk hanno riguardato i passi avanti fatti dal Governo Draghi nei confronti della sensibilità green e della transizione energetica ed ecologica. Guido Grimaldi ha aggiunto: “I numerosi interventi e progetti previsti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza a supporto della rivoluzione verde e delle nuove forme di energia, come gli importanti investimenti portati avanti dagli associati ALIS nell’utilizzo di mezzi sempre più sostenibili, innovativi e tecnologicamente avanzati, testimoniano l’impegno degli operatori nei confronti dell’ambiente.

Oltre infatti al ruolo chiave che stanno svolgendo e continueranno a svolgere le Istituzioni proprio per rendere sempre più consapevoli le nuove generazioni, ALIS intende essere un punto di riferimento anche per i decisori pubblici, continuando a portare avanti le istanze dell’intero settore e ponendo all’attenzione l’urgente necessità di sburocratizzare i processi amministrativi e di digitalizzare ulteriormente la catena logistica”. Una visione responsabile di ALIS sta permettendo di superare la crisi pandemica, e sta facendo crescere l’associazione con l’ingresso di numerosi e importanti nuove aziende.

ALIS è riuscita a fungere da monito nel sottrarre dalle strade circa 100 milioni di tonnellate di merci portandole su mare e ferro, con un abbattimento di emissioni di oltre 3,5 milioni di tonnellate di CO. “Per tale motivo ALIS, ha sottolineato il presidente Guido Grimaldi, ha richiesto al Governo e Ministeri competenti di valorizzare le aziende virtuose che agiscono ed investono nella blue e green economy, ad esempio, rendendo strutturali le misure incentivanti per l’intermodalità Marebonus e Ferrobonus ed aumentandone la dotazione finanziaria fino a 100 milioni all’anno per ciascuna misura.”

Si parla di destinare specifici premi, sotto forma d’incentivi a fondo perduto per un massimo del 30% o di forme di detassazione, per le aziende che rinnovano i propri mezzi stradali, marittimi e ferroviari, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di gas nell’atmosfera. A chiusura del talk, ALIS ha fissato appuntamento a Sorrento per il prossimo per il prossimo evento nazionale associativo che si svolgerà da giovedì 1 a sabato 3 luglio alla presenza degli stakeholder del settore che si confronteranno con rappresentanti del Governo e delle Istituzioni nazionali ed europee, giornalisti ed esponenti del mondo imprenditoriale, formativo ed accademico.

Abele Carruezzo

Short URL: https://www.ilnautilus.it/?p=83781

Scritto da su Mag 27 2021. Archiviato come commerciale, Cultura, Italia, Nautica, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab