peyrani
Home »

Pallanuoto in Puglia: serie B in trasferta, esordio per l’under 17

BARI – Al doppio esordio casalingo segue una doppia trasferta per Waterpolo Bari e GP Modugno, impegnate rispettivamente nei gironi 3 e 4 del campionato nazionale di pallanuoto di serie B. I primi a scendere in acqua sabato 17 gennaio per la seconda giornata saranno i ragazzi di Fabio Valenti, attesi a Caserta dalla PN Roma (start ore 12.30, arbitra D’Alessio).

Per la Waterpolo Bari, vittoriosa per 7-5 contro la Fenice Roma nel primo turno di campionato, il match di sabato è ricco di insidie: i romani hanno pareggiato 9-9 la prima contro l’Anzio, formazione storicamente temibile del girone 3. Provenzale e compagni dovranno mantenere altissima la concentrazione per portare a Bari il miglior risultato possibile.

Trasferta siciliana per la GP Modugno, in acqua sabato a Catania contro l’Acicastello (start ore 13.30, arbitra Scafidi): per la matricola barese un impegno tostissimo, contro una formazione pronta a rifarsi dopo la sconfitta esterna a Napoli. Ma i ragazzi guidati da Francesco Carbonara hanno tutta l’intenzione di giocare fino all’ultimo secondo utile. Sabato scorso il battesimo nel girone 4 è stato duro, con una sconfitta per 5-10 contro l’Aqavion di Cappuccio e Ferrone, giocatori di scuola Posillipo e vecchie conoscenze della pallanuoto pugliese per aver militato in A2 nel 2012 con la Payton Bari. La GP Modugno ha dimostrato di saper rientrare in partita a metà del secondo parziale, anche se non è bastato per portare a casa punti.

Tra sabato 17 gennaio e domenica 18 il calendario degli under pugliesi prevede numerosi appuntamenti: al via il girone B del campionato under 17 con Dharmha Casamassima-Nuoto Giovinazzo in programma sabato alle 15.00 allo Stadio del Nuoto di Bari. Domenica invece in acqua a Putignano alle 16.30 per Nadir-Meridiana Taranto. Riposa la Basilicata Nuoto 2000. Rari Nantes Taranto, Mediterraneo Taranto, Waterpolo Bari, GP Modugno, Sport Project e Master Valenzano alla luce dei risultati della passata stagione parteciperanno invece a partire dal mese di febbraio 2015 ad un girone interregionale con le formazioni under 17 dell’Auditore Crotone e del Cosenza Nuoto.

Giornate di pausa per i campionati under 20 e under 15 e quindi spazio ai recuperi dei match non disputati nella quarta giornata di andata: alla Masseriola di Brindisi sabato 17 gennaio alle 20.15 per il girone sud dell’under 20 in acqua Fimco Sport-Mediterraneo Taranto. Per il campionato under 15 invece sabato si recupera alle 14.00 allo Stadio del Nuoto di Bari Waterpolo 2-Impero Fasano. Domenica 18 alle 17.00 ultimo recupero Molfetta Nuoto-Mediterraneo Taranto.

Seconda giornata spezzatino per il campionato under 13. Sabato 17 gennaio alle 16.15 allo Stadio del Nuoto di Bari appuntamento con il girone A. In acqua Mediterraneo Taranto-GP Modugno: a seguire alle 17.00 Waterpolo Bari 1-Sport Project. Per il girone B invece appuntamento domenica 18 a Conversano. In acqua alle 10.00 Dharmha-Molfetta Nuoto mentre alle 11.00 spazio a RN Taranto-Bio Sport. Girone C in pomeridiana a Brindisi: alle 17.00 in programma Fimco-Meridiana Taranto mentre alle 18.00 si gioca Mediterraneo Taranto 2-Impero Fasano. Seconda giornata a Putignano per il girone C2: alle 17.30 si affronteranno Nuoto Castellana-Waterpolo Bari 2 mentre alle 18.30 chiude la giornata Otrè Noci-Nadir.

44° Campionato Invernale Vela d’Altura del Golfo di Napoli: regate il 18

NAPOLI –  Riprendono il via le regate domenicali del 44° Campionato Invernale Vela d’Altura del Golfo di Napoli “Trofeo Gutteridge 1878”, promosso dal Comitato Grande Vela con la partnership del marchio napoletano di abbigliamento Gutteridge e riservato alle imbarcazioni ORC, IRC e Minialtura.

Il primo appuntamento del 2015 sarà lo storico Trofeo Ralph Camardella, in programma questa domenica, 18 gennaio, a cura del Circolo Canottieri Napoli. La prima edizione si tenne nel 1992, da allora in palio per le regate invernali – salvo qualche assenza – in ricordo del Presidente e velista Raffaele “Ralph” Camardella. Nel bando originario la dedica era espressamente fatta a “un galantuomo, un perfetto Sportsman, un socio ideale, un amico, un Campione”. Avvocato, nato a Napoli il 19 maggio del 1931, Camardella fu eletto nel 1987 quattordicesimo Presidente della Canottieri, di cui era Socio Benemerito.

L’anno dopo fece parte dei Commissari Straordinari dello stesso Sodalizio. Con i colori giallorossi vinse, nel 1956, il Campionato Europeo nella Classe Lightning assieme a Sergio Capolino e Salvatore Bonetti sul Lago di Neuchâtel in Svizzera a bordo dell’imbarcazione “Temporale”.

Il Trofeo Ralph Camardella, challenge perpetuo, è stato assegnato lo scorso anno all’imbarcazione Angry Red di Domenico Cicala (del Circolo Savoia). Tra i vincitori prestigiosi figura, nel 2011, Scugnizza di Enzo De Blasio (Circolo Canottieri), che è stato poi due volte Campione del Mondo.

Queste le parole di Edoardo Sabbatino, Presidente del centenario Circolo Canottieri sul prossimo appuntamento velico: ”Sono particolarmente felice e con me tutta la grande famiglia giallorossa di ospitare ancora un’edizione del Trofeo Ralph Camardella dedicato ad un grande velista, ad un campione e ad un nostro presidente. Il mio saluto va ai partecipanti a questa storica manifestazione convinto che essa vedrà un numero sempre maggiore di partecipanti a conferma che questo Campionato Invernale Vela d’Altura del Golfo di Napoli è sicuramente da annoverare fra i primi se non il primo in Italia”.

L’anno appena concluso non ha regalato condizioni meteo favorevoli per lo svolgimento delle prime prove del Campionato. Un’inconsueta calma piatta del Golfo, infatti, ha determinato l’annullamento di due regate su tre: la seconda della Coppa Arturo Pacifico del 30 novembre, organizzata dal Circolo del Remo e della Vela Italia, e quella del Trofeo Gaetano Martinelli del 14 dicembre a cura del Club Nautico della Vela.Il percorso sulle boe del Trofeo Camardella, salvo modifiche che verranno comunicate entro le ore 18.00 di sabato, sarà a bastone e posizionato nelle acque a Sud-Sud-Ovest di Castel dell’Ovo come previsto dalle istruzioni standard di regata e sempre ben visibile agli spettatori dal lungomare. Questo percorso sarà utile per un altro tentativo di recupero della prima regata più vecchia non ancora disputata. Il Comitato di Regata è presieduto da Luciano Cosentino.

A due mesi dalla partenza, si rinforza lo spirito agonistico e gli equipaggi delle quaranta imbarcazioni in gara sperano in un nuovo inizio per riuscire ad ottenere il massimo rendimento e modificare le posizioni nella classifica generale provvisoria che, attualmente, con una sola prova disputata, vede in testa Angry Red (ITA16712) dell’armatore Domenico Cicala battente il guidone del Reale Yacht Club Canottieri Savoia, seguito da Patricia (ITA15470) di Domenico Buonomo della Lega Navale di Napoli e Arteteca (ITA3076) di Montelle Di Vincenzo sempre della Lega Navale di Napoli. Nella Classe di Minialtura, dove predomina la presenza delle barche delle Sezioni Veliche della Marina Militare e dell’Accademia Aeronautica, domina Mary Poppins (ITA24039) di Claudio Polimene del Club Nautico Torre del Greco, seguito da Sparviero (ITA442) dell’Accademia Aeronautica e Jolly Roger (ITA39) di Marco Coppin del Circolo Canottieri Napoli

Il calendario del 44° Campionato Invernale Vela d’Altura del Golfo di Napoli “Trofeo Gutteridge 1878” si concluderà a fine marzo e vedrà impegnati nella realizzazione di tutte le regate i cinque circoli campani, Remo e Vela Italia, Club Nautico della Vela, Canottieri Napoli, Reale Yacht Club Canottieri Savoia, Circolo Nautico Torre del Greco; le due Sezioni Veliche della Marina Militare e della Accademia Aeronautica; la Lega Navale sez. di Napoli ed il Comitato Vele di Levante.

Il “Trofeo Gutteridge 1878” verrà assegnato con almeno quattro prove disputate sulle nove in programma. Per la Classe Minialtura in palio c’è il “Trofeo Comitato Grande Vela”.

IL CALENDARIO AGGIORNATO:

16 Novembre: Coppa Arturo Pacifico, I Prova, Circolo Remo e Vela Italia, prova di media altura, DISPUTATA
30 Novembre: Coppa Arturo Pacifico, II prova, Circolo Remo e Vela Italia, prova sulle boe, ANNULLATA
14 Dicembre: Trofeo Gaetano Martinelli, Club Nautico della Vela, prova sulle boe, ANNULLATA
18 Gennaio: Trofeo Ralph Camardella, Circolo Canottieri Napoli, prova sulle boe
1 Febbraio: Coppa Francesco de Pinedo, Sport Velico Marina Militare sez. di Napoli e Sezione Velica Accademia Aeronautica, prove sulle boe
22 Febbraio: Trofeo Molosiglio, Lega Navale Italiana sez. di Napoli, prove sulle boe
8 Marzo: Trofeo Città Torre del Greco, Circolo Nautico Torre del Greco, prova di media altura
15 Marzo: Challenge Comuni di Levante, Comitato Vele di Levante, regate sulle boe
29 Marzo: Coppa Giuseppina Aloj, Reale Yacht Club Canottieri Savoia, prova sulle boe

Indagine conoscitiva su Porto Marghera: 1034 aziende operanti e 13.560 addetti

VENEZIA – Si è da poco conclusa l’indagine conoscitiva sulle attività economiche presenti nell’area industriale di Porto Marghera condotta congiuntamente da Comune di Venezia, Autorità Portuale di Venezia, Ente Zona Industriale di Porto Marghera e Regione Veneto.

La campagna di rilevazione, giunta quest’anno alla terza edizione, è finalizzata a misurare in modo preciso e dettagliato il profilo produttivo dell’area di porto Marghera, rilevando le aziende insediate ed i relativi addetti.

L’indagine si compone di una parte quantitativa, che ha lo scopo di misurare i dati relativi al contesto produttivo di porto Marghera classificando le imprese sulla base di alcuni parametri quali per esempio il settore di attività, la dimensione economica, il numero di addetti, e da una parte qualitativa, finalizzata a ottenere dalle aziende idee, commenti ed informazioni circa l’area di porto Marghera e le opportunità di sviluppo.I primi dati quantitativi disponibili indicano alcune interessanti dinamiche che hanno interessato il complesso delle attività presenti.

Nel 2014, il numero totale di aziende operanti a porto Marghera è pari a 1.034, per un totale di 13.560 addetti. Rispetto ai risultati dell’indagine 2013, si rileva un aumento di circa 2.440 addetti, a fronte di una sostanziale stabilità del numero di imprese. Tale positiva differenza, oltre che ad una buona tenuta generale dell’intero sito portuale- industriale, è imputabile alla ripresa delle produzioni nello stabilimento della Fincantieri, che nel corso del 2014 ha iniziato una serie di importanti commesse per nuove navi da crociera, e alle attività di indotto connesse alle produzioni industriali storiche di porto Marghera.

Volvo Ocean Race: prua a est, destinazione Malacca

SUMATRA – Prua a est, destinazione nord di Sumatra, in Indonesia e verso l’imbocco dello stretto di Malacca. La flotta delle sei barche della Volvo Ocean Race naviga nella Baia del Bengala, una delle più estese del pianeta, in condizioni di vento medio/leggero.

I franco-cinesi di Dongfeng restano in testa con circa 45 miglia di margine sugli avversari che, alle loro spalle, battagliano per le posizioni di rincalzo con quattro scafi raggruppati in meno di 15 miglia. Team Brunel è in seconda piazza mentre gli spagnoli di MAPFRE hanno scavalcato Abu Dhabi Ocean Racing e Team Alvimedica è quinto. Poco più staccate le veliste di Team SCA, la cui opzione di rimanere più a sud in un primo momento ha pagato, ma ora sembra ritorcersi contro l’equipaggio guidato da Sam Davies.
L’equipaggio di Dongfeng Race Team continua a mantenere un solido margine su Team Brunel, all’ultimo rilevamento di poco inferiore alle 45 miglia e continua anche a far registrare le velocità medie e di punta più alte di tutta la flotta. Anche se si tratta in alcuni casi di frazioni di nodo, un vantaggio consistente potrebbe significare un buon guadagno nella fase successiva della tappa, il tanto temuto passaggio dello Stretto di Malacca.

Bisogna però notare che i team non ricevono i report ogni tre ore, come il pubblico sul web, ma ogni sei ore e quindi i giochi tattici e strategici sono fatti anche sulla base di una buona dose di supposizioni. Quello che conta è portare la barca al massimo, regolare di continuo le vele, essere attenti e puntare al 100% delle prestazioni. Dopo un’accelerazione ieri, oggi la flotta è tornata alle “consuete” condizioni di vento leggero causate dalla formazione di un sistema anticiclonico, molto difficili da interpretare per i sei navigatori.

Bouwe Bekking, skipper di Team Brunel in un messaggio inviato oggi alla sede della regata di Alicante riassume così la situazione: “Le temperature sono in rialzo, non c’è una sola nuvola in cielo e non c’è più molto vento. La sola compagnia che abbiamo è quella di MAPFRE e Abu Dhabi, che vediamo all’orizzonte. I ragazzi hanno fatto un buon lavoro durante la notte, ieri sentivamo il rumore dei loro verricelli, oggi li vediamo in lontananza.” Bekking dice che, tuttavia, la regata è ancora lunga. “Ovvio che momenti così sono una bella iniezione per il morale, soprattutto quando vengono dopo una delusione come quella della notte precedente dove avevamo perso molte miglia, per pura sfortuna. E, anche se Dongfeng sta regatando davvero bene, ci sono ancora molte opportunità in questa tappa.

Sono i francesi a dover sopportare la pressione adesso, non solo degli avversari ma anche di tutto un paese che controlla ogni loro mossa, visto che si stanno avvicinando a casa. Sarebbe bello per la vela cinese se vincessero questa tappa, ma mi spiace per loro perché qui intorno ci sono ancora molti lupi affamati che cercano di rovinargli la festa. I prossimi tre giorni saranno penosamente lenti secondo le previsioni, 2/3 nodi e un nodo in più di vento in queste condizioni significa che puoi farne due in più di velocità. Ma il nostro navigatore Capey (Andrew Cape) non sente la pressione, è freddo come il ghiaccio perché sa che ci sono delle opportunità da cogliere.”

Alle spalle del team olandese è risalito MAPFRE, che ha scavalcato Abu Dhabi Ocean Racing e sembra aver trovato anche grande tranquillità a bordo, come racconta l’onboard reporter Francisco Vignale: “Navighiamo bene e siamo contenti. Quando ci si è presentata l’opportunità di farci sotto l’abbiamo sfruttata e oggi siamo qui a lottare con Abu Dhabi Ocean Racing. Siamo ancora in gruppo, non sono più a 30 miglia e irraggiungibili. Abbiamo fatto i cambi di vele giusti, al momento adatto, e abbiamo recuperato miglio su miglio anche su Team Brunel. Jean-Luc (Nélias, il navigatore) ha detto: ”Per il momento siamo tutti in gruppo e l’opzione migliore è di restarci. Non ce ne sono altre e non dobbiamo correre rischi inutili, stiamo con gli altri.”

All’ultimo report, Abu Dhabi Ocean Racing si trova a solo un miglio e mezzo mentre i giovani di Team Alvimedica, con l’italiano Alberto Bolzan sono indietro di poco più di otto miglia. Tutte le barche però sono tornate a far segnare delle velocità a una sola cifra, nell’ordine dei 6 nodi. Sesto è Team SCA, che soffre per un vento con un angolo meno favorevole rispetto agli avversari. In ogni caso le condizioni costringono tutti alla massima concentrazione per non perdere terreno, visto che guadagnarne sembra allo stato attuale piuttosto difficile con due sistemi di alta pressione che circondano la flotta.

Le prue continuano a restare puntate verso est e lo stretto di Malacca, che si trova a circa quattro giorni di navigazione e che sarà uno dei possibili punti di svolta della tappa. Mancano infatti ancora oltre 2.200 miglia a Sanya, dove le ultime proiezioni dicono che la flotta potrebbe giungere il 26 gennaio prossimo, i e distacchi sono talmente ridotti che tutto potrebbe ancora succedere.

SERATA DELLO SPORT DEL COMUNE DI TOSCOLANO-MADERNO

TOSCOLANO – Il Comune di Toscolano Maderno ha premiato nella serata dello scorso sabato 10 gennaio gli atleti residenti sul suo territorio che si sono particolarmente distinti nella stagione 2014.

Per la vela il riconoscimento è andato a: Giacomo Giambarda e Daniele Minoni (CV Gargnano), Campioni nazionali giovanili dell’Rs Feva; Carlo Fracassoli, tattico di Pigreco-Aron nel vittorioso Campionato d’Europa della classe Asso 99 (CV Gargnano); Mara Trimeloni (Vela Club Campione), per anni allenatrice delle squadre di Gargnano, quest’anno nell’equipaggio Campione d’Europa della classe Ufo 22; Davide Bianchini (Fraglia D’Annunzio) Campione Nazionale Ufo 22; i fratelli Guido e Vittorio Gallinaro (Fraglia Vela Riva di Trento), campioni giovanili Laser.

Capitaneria di porto di Reggio Calabria: Agostinelli succede al comandante Martinez

REGGIO CALABRIA – Il Capitano di Vascello Gaetano Martinez Direttore Marittimo della Calabria e della Basilicata Tirrenica e Comandante della Capitaneria di porto di Reggio Calabria lascia il suo incarico per assumere il prestigioso incarico di Direttore Marittimo della Sicilia Occidentale e Comandante del porto di Palermo.

Assume il comando della  Direzione marittima di Reggio Calabria il comandante Agostinelli, nato a Livorno, laureato in Giurisprudenza, proviene dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto dove ricopriva l’incarico di Capo Ufficio servizi d’Istituto del 2° Reparto Affari Giuridici. In precedenza è stato comandante dei porti di Salerno, Rimini e Sanremo.

La cerimonia del passaggio di consegne, si svolgerà questo venerdì e sarà presieduta dal Comandante del Comando Marittimo Sud di Taranto Ammiraglio di Squadra Ermenegildo Ugazzi. Saranno presenti alla cerimonia il Vice comandante Generale del Corpo delle Capitanerie Ammiraglio Ispettore Ilarione Dell’Anna.

Francesco Ventura

© Riproduzione riservata

ASSOLOGISTICA: CONVEGNO A ROMA SUL SISTEMA LOGISTICO ITALIA

ROMA – “Il Sistema Logistico Italia: un valore per il nostro Paese” è il convegno che avrà luogo a Roma mercoledì 21 gennaio alle ore 10 al Salone Fellini del Centro Congressi Eventi in Via Alibert 5A, nei pressi di Piazza di Spagna.

L’evento è organizzato dall’Osservatorio Contract Logistics della School of Management del Politecnico di Milano, in collaborazione con Assologistica, l’associazione di rappresentanza nazionale delle imprese  e operatori  logistici, appartenenti a tutti i comparti della catena logistica mare-terra-aria.

Il Convegno discuterà in termini operativi i risultati di uno studio sul campo, condotto sulla logistica in c/terzi (Contract Logistics) con il pieno coinvolgimento sia della domanda e sia dell’offerta di servizi logistici. Temi della discussione saranno l’evoluzione del mercato della Contract Logistics; la logistica come leva di competitività del Sistema Paese; le esigenze della Logistica: la voce di fornitori e committenti.

In programma un dibattito conclusivo della giornata con Umberto Del Basso De Caro – Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e ai Trasporti, Thomas Baumgartner – Presidente ANITA, Carlo Mearelli – Presidente Assologistica, Riccardo Monti – Presidente Agenzia ICE. E’ previsto l’intervento dell’On. Maurizio Lupi – Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

ISAF OFFSHORE PERSONAL SURVIVAL TRAINING COURSE AL CIRCEO YACHT VELA CLUB

ROMA – Il CIRCEO YACHT VELA CLUB organizza il 21 e 22 Marzo 2015 nella sua sede un corso per il conseguimento della certificazione valida per la partecipazione alle regate Offshore in cui ne è fatta specifica richiesta.

Al di là dell’obbligatorietà riteniamo importante che uno skipper debba essere in grado di conoscere come agire in caso di reali condizioni di difficoltà che mettono in pericolo la sicurezza della barca e dei suoi ospiti.

Argomenti trattati:
• Normative Offshore Special Regulations
• Responsabilità della persona al comando
• Dotazioni di sicurezza personali e collettive, loro corretto utilizzo e manutenzione
• La zattera di salvataggio, quale scegliere e come si usa
• Uomo e mare Life Lines
• Avarie acqua e fuoco a bordo, perdita dell’organo di governo
• Preparazione ed equipaggiamento della barca
• Vele di cappa
• Emergenza medica, ipotermia
La parte pratica con imbarco sulla zattera di salvataggio avverrà in piscina.

Costi:
Quota di partecipazione corso intero: 300 euro.
Quota del solo “refresh”, per chi ha ottenuto un certificato della durata di 5 anni ma ormai scaduto, che si terrà in sole 8 ore è di 250 euro. E’ richiesto il certificato scaduto.

Programma:
Il corso è strutturato in due giornate.
Sabato: due sessioni di parte teorica in aula riguardante le normative, dotazioni di bordo ed esercitazione primo soccorso.
Domenica: esercitazione in acqua, apertura della zattera di salvataggio, tecniche di nuoto e di sopravvivenza, e test finale per il rilascio del certificato ISAF valido 5 anni.

IL NUOVO 470 DI NAUTIVELA: APPUNTAMENTO ALLA LEGA NAVALE ITALIANA DI MILANO

MILANO – Riprendono gli appuntamento del giovedì presso la Lega Navale Italiana Sezione di Milano, eventi dedicati al ciclo di conferenze “Il Sesto continente. Storie di uomini e di mare”.

Il primo appuntamento del 2015 è per il 15 gennaio, alle ore 21, sempre in Viale Cassala nr. 34, a Milano, e il protagonista della serata sarà Alberto Portiglia, titolare del cantiere Nautivela e relatore della conferenza dal titolo “Come nasce il progetto di una nuova barca, dall’idea fino al varo. Il nuovo 470 di Nautivela”.

Dispositivo anti-inquinamento in mare: firmato accordo Marina Militare – Dipartimento della Protezione Civile

ROMA – Da tempo la Difesa mette a disposizione della tutela ambientale le proprie eccellenze: da oggi Marina Militare e Dipartimento della Protezione Civile sono impegnati a studiare e sviluppare un dispositivo per le bonifiche delle acque marine da rifiuti solidi e liquidi.

S.A.U.R.O – Sea  Antipollution Unit for Rapid Off-shore drainage, questo il nome del dispositivo – è stato brevettato dal Dipartimento della Protezione Civile ed è stato ideato per contribuire a rendere più semplici le operazioni di recupero di inquinanti e rifiuti dispersi in mare, essendo in grado di separare e recuperare rifiuti solidi e liquidi.

Il sistema è in grado di recuperare materiali di varie dimensioni, da particelle sub-millimetriche fino a oggetti misurabili in metri, non solo in superficie ma anche ad alcuni metri di profondità. Può essere utilizzato in condizioni meteomarine avverse e a velocità superiori a quelle dei normali skimmer.
Dipartimento della Protezione Civile e Marina Militare, con l’accordo firmato, si pongono l’obiettivo di individuare le possibili applicazioni per trovare la soluzione più efficace a risolvere un problema, quello dell’inquinamento marino, che ogni giorno mostra le sue conseguenze.

Il dispositivo è stato testato lo scorso 16 dicembre, utilizzando un modello realizzato dal Dipartimento di Scienze della terra dell’Università di Firenze in scala 1:50, e montato su un modello di nave rimorchiatore della stessa scala, solitamente usato in assistenza alle piattaforme petrolifere.

Nell’occasione è stato mostrato come il sistema – piuttosto semplice dal punto di vista tecnologico e realizzabile con costi contenuti – sia molto versatile, tanto da poter essere utilizzato da diversi modelli di nave.

IL NAUTILUS Anno 9 N°4

ROMA - Si apre con uno speciale tutto dedicato all’ultima assemblea di Confitarma l’ultimo numero della rivista Il Nautilus. Proprio mentre alcune Authority hanno cominciato ad approvare i propri bilanci, come Livorno ad esempio, abbiamo affrontato anche il problema relativo alla gestione dei porti che subiscono influenze politiche spesso negative. Un focus sullo scenario che si va delineando con l’accordo per il Canale del Nicaragua lo fornisce Stefano Carbonara nel suo articolo in cui analizza la questione di natura geopolitica oltre che marittima. Come già avvenuto in precedenza con il percorso sullo Stretto sul fronte calabrese, Francesco Ventura illustra quello che invece si affaccia sui porti siciliani. Approfondimenti sul Piano operativo triennale dello scalo di Gioia Tauro e sull’accordo con Usmaf per il porto di Ravenna, passando per gli investimenti in programma a Trieste e per i risultati dell’Italian Cruise Day. La consueta panoramica sulla Barcolana e sulle polizze assicurative previste da Bimco per il trasporto marittimo, completano gli argomenti di questo numero.
marina difesa telebrindisi.tv poseidone danese

© 2015 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab