Home » Ambiente, Infrastrutture, Italia, Legislazione, News, Porti, Trasporti » AdSP MTS: Merci pericolose, procedure sprint

AdSP MTS: Merci pericolose, procedure sprint

D’ora in poi le procedure autorizzative per la sosta e l’imbarco/sbarco diretto delle merci pericolose nel porto di Livorno potranno essere evase in tempi più rapidi e in modo ancora più sicuro rispetto al passato.

La burocrazia diventa sprint grazie alla nuova ordinanza (la n.2 del 2020) con la quale l’Autorità di Sistema Portuale ha rivisto, migliorandola, la regolamentazione di materia.

Il nuovo regolamento snellisce e digitalizza sia le pratiche autorizzative delle aree destinate alla sosta delle merci pericolose all’interno dei terminal che quelle relative alla loro destinazione alla sosta o all’imbarco/sbarco diretto (prevedendo una richiesta tramite sistema informatico e la procedura del silenzio assenso entro 6 ore);

Una più articolata disciplina (rispetto alla precedente) delle modalità operative di gestione delle merci pericolose e un miglioramento dell’informatizzazione delle procedure di autorizzazione, consentiranno inoltre a tutte le autorità a vario titolo competenti una costante tracciabilità e controllo grazie alla previsione di un sistema informatico (accessibile alle stesse) in cui confluiranno tutti i dati relativi alla tipologia della merce, i pareri rilasciati dai competenti enti/autorità, le schede di emergenza e sicurezza specifiche per le diverse tipologie di merci e l’esatta individuazione della loro ubicazione.

Scarica l’ordinanza

Leggi anche:

  1. AdSP del Mar Tirreno Settentrionale: Smooth Ports al giro di boa
  2. L’AdSP del Mare di Sardegna in campo per il monitoraggio delle merci pericolose e la prevenzione degli incidenti in mare
  3. SBARCO DI MERCI ALLA RINFUSA NEL PORTO DI BRINDISI, ADSP MAM RISPONDE A LEGAMBIENTE BRINDISI
  4. Armatori UE sui danni di inquinamento prodotti da merci pericolose trasportate da navi
  5. Porto di Trieste: progetto per la gestione delle merci pericolose

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=73431

Scritto da Redazione su mar 2 2020. Archiviato come Ambiente, Infrastrutture, Italia, Legislazione, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab