domenica, Settembre 26, 2021
HomeNewsSUPER ITALIA AL 420&470 JUNIOR EUROPEAN CHAMPIONSHIPS IN BULGARIA

SUPER ITALIA AL 420&470 JUNIOR EUROPEAN CHAMPIONSHIPS IN BULGARIA

BALATON – La vela giovanile italiana continua a mietere successi in campo internazionale e ai titoli ottenuti negli ultimi anni, se ne aggiungono adesso altri di grande importanza, conquistati al 420&470 Junior European Championships, evento che si è concluso oggi sul lago Balaton, in Bulgaria: parliamo delle vittorie di Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò e di Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini nel Doppio Olimpico 470, di Veronica Ferraro e Giulia Ierardi nella classifica femminile del 420 e di Tommaso Cilli e Bruno Mantero tra gli Under 17, sempre tra i 420. Un fantastico poker calato dagli azzurri in questo Europeo molto impegnativo, che conferma la vitalità del settore giovanile della FIV e i grandi progressi di queste ultime stagioni.

Per i romani Ferrari-Calabrò (Lega Navale di Ostia), oggi primi anche nella Medal Race conclusiva, si tratta di un grande risultato che arriva dopo il bronzo Mondiale Juniores dell’anno scorso e li conferma i vertici della categoria. Stesso discorso per la ligure Di Salle e la bresciana Dubbini (YCI/CV Toscolano Maderno), che dopo il titolo Mondiale Juniores dell’anno scorso, hanno dominato anche questo Europeo, chiuso con un quarto posto in Medal e 14 punti di vantaggio sulle seconde.

Capitolo 420: Veronica Ferraro e Giulia Ierardi (YC Sanremo) hanno chiuso quinte Open e prime tra le donne un Campionato sempre ai vertici, con grande distacco sulle seconde classificate. Bene anche Edoardo Ferraro (gemello di Veronica) e Francesco Orlando, ottavi Open, e Alexandra Stalder-Silvia Speri, 14me e terze tra le donne, mentre Andrea Totis e Marco Zanni hanno chiuso 21mi.

Nell’ambito degli Under 17, invece, il successo di Tommaso Cilli e Bruno Mantero (YC Sanremo) è stato indiscutibile, con tre successi parziali su 11 prove e risultati mai oltre il nono posto. Federico Andrei ed Enrico Dho si sono classificati al nono posto ed Edoardo Marelli e Pietro Zancan al 14mo.

“Nel 470 i due equipaggi che hanno vinto confermano la loro grande e costante crescita già iniziata lo scorso anno. Stanno lavorando molto bene e hanno delle ottime potenzialità che devo continuare a sviluppare”, dichiara un’entusiasta Alessandra Sensini, DT della giovanile, direttamente da Rio de Janeiro dove sta vivendo l’Olimpiade come “ambassador” del CONI. “Anche nel 420 molto bene le ragazze, che continuano a crescere e dallo scorso anno hanno fatto un bel balzo in avanti.

Probabilmente al recente Mondiale di Sanremo hanno subito un po’ la pressione di regatare in casa, mentre all’Europeo erano più libertà mentalmente e si è visto, non solo con la conquista del successo in ambito femminile ma anche del quinto posto Open. Anche i giovani dell’Under 17 hanno vinto il titolo Europeo con grande autorità e dopo il settimo posto al Mondiale, si confermano tra i migliori della classe. In generale, sono molto contenta perché il settore giovanile italiano continua ad avere un andamento sempre costante nella sua positività e questo non può che essere uno stimolo per continuare a lavorare con sempre maggiore intensità”.

“E’ stato un campionato difficile, anche se i nostri equipaggi erano partiti molto bene, con tre primi, nella giornata di esordio, sia per Ferrari-Calabrò che Di Salle-Dubbini. Le condizioni al Balaton sono sempre particolari, con poco vento che salta continuamente, quindi non si può mai dire e bisogna sempre restare concentrati fino all’ultimo”, ha aggiunto dalla Bulgaria il Tecnico federale Nicola Pitanti. “Se infatti nel femminile il successo delle ragazze è stato più agevole, nel maschile alla fine sono arrivati alla Medal tutti attaccati e i nostri sono stati molto bravi a gestire la regata e conquistare il titolo. I complimenti sono per tutti, dai ragazzi, ai coach e ai circoli”.

RELATED ARTICLES

Most Popular