Home » Authority, News, Nord » IL PORTO DI VENEZIA INVESTE SU CAPITALE UMANO E OCCUPAZIONE

IL PORTO DI VENEZIA INVESTE SU CAPITALE UMANO E OCCUPAZIONE

VENZEZIA – Concluso il primo corso ITS in logistica portuale gestito dalla Fondazione ITS Marco Polo. Dei 22 diplomati, 12 hanno già un contratto di lavoro in tasca.La Fondazione, voluta e sostenuta fortemente dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, punta a dare risposte concrete alle continue richieste di nuove professionalità provenienti dalle imprese che operano in Porto.

Per tutti gli allievi, sono infatti previste diverse azioni di placement sia attraverso la pubblicazione dei CV nel sito istituzionale itsmarcopolo.it (#talentilogistici) e i social media, sia mobilitando le Agenzie per il lavoro – già socie della Fondazione – per trovare le opportunità lavorative per collocare gli studenti che non sono confermati immediatamente al termine dello stage.

“Ottimi risultati che dimostrano nei fatti come a Venezia ci sia una realtà viva e dinamica, il Porto, che offre opportunità di formazione e lavoro per i giovani del territorio – commenta Pino Musolino Presidente dell’Autorità di Sistema – Infatti, le professioni legate al mondo della logistica oggi sono molte e molto varie e spesso richiedono qualifiche tecniche di alto livello: a partire da questo presupposto vogliamo innescare una spirale virtuosa che consenta ai giovani talenti di valorizzare le loro competenze e capacità e offrire al porto risorse qualificate”.

Damaso Zanardo presidente della Fondazione ITS Marco Polo aggiunge “Le imprese veneziane hanno sempre creduto nel porto come volano di sviluppo per il territorio. Ringrazio l’Ente Portuale e il suo Consorzio di Formazione CFLI per i grandi sforzi profusi per il raggiungimento di questi risultati, e invito a procedere per questa via per costruire una Scuola di Logistica punto di riferimento per tutto il territorio”.

“Questi 22 sono i primi diplomati ITS in logistica che risulta un comparto di estremo interesse per i giovani; diverso invece il caso della professione di macchinista ferroviario con abilitazione alla conduzione che, trattandosi di un impiego che prevede flessibilità, sacrificio e molto impegno nella fase di preparazione, fa più fatica ad incontrare l’interesse dei giovani nonostante il tasso di placement sia del 100%: per questo faremo un lavoro di sensibilizzazione e cultura del lavoro più profondo”, commenta l’Amministratore Delegato della Fondazione Enrico Morgante.

Per una visione a 360° sui percorsi formativi 2017-2019 offerti dall’ITS Marco Polo, l’appuntamento è il 7 settembre alle ore 18.30 a Santa Marta, fabbricato 16.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=48984

Scritto da su Ago 17 2017. Archiviato come Authority, News, Nord. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab