peyrani
Home » Internazionale, News » Marina del Benin sventa attacco pirateria alla petroliera Gotland Sofia

Marina del Benin sventa attacco pirateria alla petroliera Gotland Sofia

La marina del Benin ha sventato un attacco dei pirati a una petroliera svedese al largo delle coste dello Stato africano vicino alla Nigeria. Lo ha annunciato oggi il proprietario dell’imbarcazione, precisando che che non vi è stato nessuno spargimento di sangue.

«La marina del Benin si è avvicinata alla nave dopo che l’equipaggio aveva informato dell’attacco e ha fatto fuggire i pirati», ha detto Jonas Engstroem, della compagnia Wisby Ship Management.

I pirati avevano assaltato la Gotland Sofia, una petroliera di 183 metri che trasportava carburante proveniente dalla Norvegia, nella notte tra sabato e domenica, rinchiudendo i 23 membri dell’equipaggio all’interno di una cabina.

«Dopo circa quattro o cinque ore – ha spiegato Engstroem – i membri dell’equipaggio, 18 filippini, quattro svedesi e un ucraino, sono usciti dalla cabina dopo essersi assicurati che i pirati avevano evacuato la nave, approfittando dell’oscurità».

Nessuno di loro è stato colpito o ha avuto contatti con i pirati. La scorsa settimana sempre nelle acque antistanti il Benin era tornata in libertà la motonave cisterna italiana Anema e Core, sequestrata dai pirati cinque giorni prima.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Liberata la motonave Anema e Core
  2. Ancora una nave italiana in mano ai pirati
  3. Pirateria a Puntland: il sostegno di Mantica
  4. La Bottiglieri liberata dall’attacco dei pirati
  5. Gli attacchi dei pirati non si fermano: attaccata anche la Bottiglieri

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=2981

Scritto da Salvatore Carruezzo su ago 1 2011. Archiviato come Internazionale, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab