Home » Internazionale, News » Marina del Benin sventa attacco pirateria alla petroliera Gotland Sofia

Marina del Benin sventa attacco pirateria alla petroliera Gotland Sofia

La marina del Benin ha sventato un attacco dei pirati a una petroliera svedese al largo delle coste dello Stato africano vicino alla Nigeria. Lo ha annunciato oggi il proprietario dell’imbarcazione, precisando che che non vi è stato nessuno spargimento di sangue.

«La marina del Benin si è avvicinata alla nave dopo che l’equipaggio aveva informato dell’attacco e ha fatto fuggire i pirati», ha detto Jonas Engstroem, della compagnia Wisby Ship Management.

I pirati avevano assaltato la Gotland Sofia, una petroliera di 183 metri che trasportava carburante proveniente dalla Norvegia, nella notte tra sabato e domenica, rinchiudendo i 23 membri dell’equipaggio all’interno di una cabina.

«Dopo circa quattro o cinque ore – ha spiegato Engstroem – i membri dell’equipaggio, 18 filippini, quattro svedesi e un ucraino, sono usciti dalla cabina dopo essersi assicurati che i pirati avevano evacuato la nave, approfittando dell’oscurità».

Nessuno di loro è stato colpito o ha avuto contatti con i pirati. La scorsa settimana sempre nelle acque antistanti il Benin era tornata in libertà la motonave cisterna italiana Anema e Core, sequestrata dai pirati cinque giorni prima.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Liberata la motonave Anema e Core
  2. Ancora una nave italiana in mano ai pirati
  3. Pirateria a Puntland: il sostegno di Mantica
  4. La Bottiglieri liberata dall’attacco dei pirati
  5. Gli attacchi dei pirati non si fermano: attaccata anche la Bottiglieri

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=2981

Scritto da Salvatore Carruezzo su ago 1 2011. Archiviato come Internazionale, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab