Home » Internazionale, News, Porti, Trasporti » Petroliera Adrian Darya 1 scarica il suo greggio

Petroliera Adrian Darya 1 scarica il suo greggio

Teheran. Si cambia pagina. La super petroliera iraniana Adrian Darya 1 ha compiuto le operazioni di discarica del greggio nel Mediterraneo; si pensa nel porto siriano di Tartus. Infatti, la nave era stata fotografata nei pressi del porto già dalla scorsa settimana, quando aveva spento il sistema d’identificazione automatica AIS e si era messa in stato di “for order”.

Questa è la nota – ieri domenica – da Abbas Mousavi, portavoce del Ministero degli Esteri iraniano. La posizione di Teheran è stata precisa: la nave ha attraccato in un porto del Mediterraneo e il greggio è stato venduto sfidando tutte le sanzioni europee e americane con tutte le barriere burocratiche del caso. Mousavi ha affermato che l’Iran non teme nessuna limitazione sulla sovranità della sicurezza della navigazione nelle acque dello Stretto di Hormuz.

Con riferimento alla petroliera inglese Stena Impero, fermata nelle acque del Golfo Persico, il portavoce Mousavi ha detto che sarà “rilasciata” in tempi brevi, una volta concluse le procedure legali. E questo dopo l’avvenuto rilascio di sette dei 23 membri dell’equipaggio della petroliera britannica, fermata dalle Guardie della Rivoluzione islamica lo scorso 19 luglio. Liberate le navi alla loro navigazione ora si dovrà pensare a nuove strategie e nuovi orizzonti, come la telefonata di ieri tra Putin e Macron.

 

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. La Adrian Darya 1 disattiva il proprio sistema di localizzazione
  2. Sanzioni per la petroliera iraniana Adrian Darya 1 che viaggia verso la Siria
  3. Il viaggio della petroliera iraniana continua
  4. La Grace 1 lascia Gibilterra col nome di Adrian Darya 1
  5. Iran sequestra petroliera inglese

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=66558

Scritto da Abele Carruezzo su set 9 2019. Archiviato come Internazionale, News, Porti, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab